Finestre condominiali e spese di manutenzione

NEWS DI Manutenzione condominiale29 Ottobre 2014 ore 11:27
Le finestre poste sulla facciata dell'edificio sono beni in condominio ed i costi di manutenzione si suddividono tra i condomini secondo i millesimi di proprietà.
ripartizione spese , condominio , finestre condominiali

Finestre condominiali


Di chi sono le finestre che danno luce ed aria alle parti comuni ed in che modo si ripartiscono le spese per la loro manutenzione?

CondominioÈ usuale che negli edifici in condominio, in corrispondenza della tromba delle scale, siano posizionate delle finestre.

La funzione, intuibile, di queste aperture è quella di dare luce ed aria agli ambienti interni, in questo caso, per l'appunto le scale di collegamento dei vari piani.

L'art. 1117 c.c. non contiene l'indicazione delle finestre, quali cose di proprietà comune; ciò però non è indicativo del fatto che le stesse non lo siano in quanto è noto che la Cassazione, in più di un'occasione, ha specificato che l'art. 1117 c.c. non contiene un'indicazione tassativa delle parti comuni dell'edificio (ex multis Cass. 18 settembre 2009 n. 20249).

In sostanza affinché possa operare, ai sensi dell'art. 1117 c.c., il cosiddetto diritto di condominio, è necessario che sussista una relazione di accessorietà fra i beni, gli impianti o i servizi comuni e l'edificio in comunione, nonché un collegamento funzionale fra primi e le unità immobiliari di proprietà esclusiva. Pertanto, qualora, per le sue caratteristiche funzionali e strutturali, il bene serva al godimento delle parti singole dell'edificio comune, si presume - indipendentemente dal fatto che la cosa sia, o possa essere, utilizzata da tutti i condomini o soltanto da alcuni di essi - la contitolarità necessaria di tutti i condomini su di esso (così Cass. 21 dicembre 2007 n. 27145).

Nel caso delle finestre poste in corrispondenza del vano scale, quindi, non v'è motivo di dubitare che le stesse debbano essere considerate un tutt'uno con i muri perimetrali e quindi essere considerate, al pari degli stessi, di proprietà comune.

FinestreDiversa indicazione può provenire solamente dagli atti d'acquisto delle singole unità immobiliari o dal regolamento di condominio di natura contrattuale che sia stato trascritto presso la conservatoria dei pubblici registri immobiliari.

Il così detto titolo d'acquisto, infatti, è in grado di escludere la condominialità di una parte dell'edificio, un impianto o un servizio che, per proprie caratteristiche, sarebbe stato automaticamente considerato tale.

Per fare un esempio - non è ricorrente, ma nemmeno eccezionale - soprattutto nei piccoli condomini, la riserva della proprietà delle scale ai titolari delle unità immobiliari del primo piano.

In casi del genere il proprietario del piano terreno conserva il solo diritto d'uso se connesso al diritto d'accesso al lastrico solare .

In queste fattispecie le finestre restano comunque di proprietà comune, in quanto esse sono incorporate nei muri perimetrali, che se non esclusi dal novero dei beni comuni, devono essere considerati tali.


Finestre condominiali e ripartizione delle spese


Chiariti questi aspetti è utile domandarsi: nel caso d'interventi conservativi riguardanti le finestre condominiali, come andranno ripartite le spese?

In linea generale la risposta dovrebbe essere la seguente: la ripartizione delle spese relative agli interventi manutentivi riguardanti le finestre di proprietà comune deve essere effettuata ai sensi dell'art. 1123, primo comma, c.c. e quindi sulla base dei millesimi di proprietà.

La soluzione, tuttavia non è poi così scontata poiché la particolare ubicazione di questi beni può portare a ipotizzare che vista la loro collocazione in corrispondenza delle scale, la spesa debba essere ripartita sulla base delle indicazioni contenute nell'art. 1124 c.c., dedicato per l'appunto alle spese di manutenzione e ricostruzione delle scale.

A parere di certa dottrina le spese per la manutenzione delle parti accessorie delle scale comuni (corrimano, pianerottoli, e simili) devono essere ripartite, per analogia, in base all'art. 1124 c.c.

Non vengono prese in considerazione le finestre: la scelta, a ben vedere, pare giusta. Sebbene, infatti, esse diano luce ed aria alle scale, non può negarsi che la loro posizione, sulla facciata dello stabile, le renda una parte di questa sicché è corretto affermare, in conformità alla prima soluzione data, che la spesa di manutenzione e conservazione delle finestre debba essere ripartita tra tutti i condomini sulla base dei millesimi di proprietà.

Per il costo di manutenzione di questa parte comune si può beneficiare, alternativamente, della detrazione fiscale del 50% (relativa ai così detti bonus per ristrutturazione) oppure di quella in misura del 65% della spesa effettuata (se l'intervento è configurabile come volto al risparmio energetico).

In ogni caso è compito dell'amministratore condominiale eseguire i pagamenti nei modi indicati dalla legge (bonifico bancario) e certificare la spesa di riferimento del singolo condomino, affinché lo stesso possa accedere al godimento del beneficio fiscale.

riproduzione riservata
Articolo: Finestre condominiali e spese di manutenzione
Valutazione: 3.83 / 6 basato su 6 voti.

Finestre condominiali e spese di manutenzione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Luigi
    Luigi
    Giovedì 11 Luglio 2013, alle ore 16:01
    Salve, desidero sapere se un condomino può ostruire la finestra delle scale.costruendoci la veranda dall'interno del suo ballatoio.GRAZIE per l'attenzione salutis
    rispondi al commento
  • Angelo
    Angelo
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 17:58
    Le finestre non sono un fregio architettonico bensì servono a dare luce ed aria alle scale; servono, tuttavia, a tutti, nella scala, indipendentemente dalla posizione. La spesa va pertanto ripartita non con millesimi di scale bensì quelli di proprietà di chi le scale le usa.Il parcheggio sotto il condominio, pur con millesimi, non ha finestre di scale.Solo così si rispetta il principio dell'utilità diretta del 2 comma dell'art. 1123
    rispondi al commento
  • Alessandro
    Alessandro
    Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 12:06
    Buongiorno.Una condomina pretende la chiusura del finestrone condominiale che da sul balcone della sua cucina.Ovviamente gli altri condomini pretendono l'apertura dello stesso per dare aria alle scale.Mi chiedo: Può la condomina pretendere che il finestrone sia chiuso a discapito di tutti gli altri condomini?In passato ha anche forato e avvitato il finestrone deturpandolo.Può darci indicazioni precise e magari le leggi che tutelano questa situazione?Grazie.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Finestre condominiali e spese di manutenzione che potrebbero interessarti
Modifica dei criteri di ripartizione delle spese

Modifica dei criteri di ripartizione delle spese

Condominio - Nel condominio Alfa per lunghi anni, in ragion delle disposizioni contenute nel regolamento contrattuale, le spese per il riscaldamento sono state ripartite
Ripartizione delle spese legali nel caso di transazione

Ripartizione delle spese legali nel caso di transazione

Condominio - Un condominio decide di promuovere una causa o di resistere ad un?avversa richiesta.Si pensi, per restare agli esempi più banali, alla necessità di
Ripartizione delle spese legali derivanti da cause condominiali, ipotesi e soluzioni

Ripartizione delle spese legali derivanti da cause condominiali, ipotesi e soluzioni

Ripartizione spese - In tema di cause condominiali è utile distinguere le posizioni dei vari condòmini al fine di poter valutare se imporgli parte del pagamento per l'onorario dell'avvocato.

Ripartizione spese condominiali e scelta del criterio sbagliato

Ripartizione spese - Che cosa accade se l'assemblea decidesse, erroneamente, di applicare un criterio di ripartizione delle spese errato e le tabelle fossero, anch'esse, errate?

Contestazione della ripartizione delle spese condominiali

Condominio - La ripartizione delle spese condominiali dev'essere contestata attravero l'impugnazione della delibera. L'importante è saper scegliere quale contestare.

Ripartizione delle spese condominiali per facta concludentia

Ripartizione spese - In tema di ripartizione delle spese condominiali, la giurisprudenza considera lecita l'utilizzazione di un criterio di riparto approvato per facta concludentia.

Spese condominiali e ricevuta di pagamento

Ripartizione spese - La ricevuta di pagamento delle spese condominiali attesta l'avvenuto pagamento delle quote e i condomini hanno diritto a chiederla e ottenerla dall'amministratore.

Contestazione per l'addebito di spese individuali in condominio

Ripartizione spese - In tema di spese in condominio, è possibile che ai condòmini vengano addebitate delle spese individuali; che cosa accade, tuttavia, se l'addebito è illegittimo?

Condominio minimo e spese di manutenzione

Ripartizione spese - In tema di spese di manutenzione nell'ambito del condominio minimo, la riforma del condominio ha confermato quanto già si faceva: si applicano le norme condominiali.
REGISTRATI COME UTENTE
295.776 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Finestre pvc roma
    Finestre pvc roma...
    200.00
  • Finestre
    Finestre...
    290.00
  • Tenda a rullo per finestre tetti
    Tenda a rullo per finestre tetti...
    54.00
  • Finestre in outlet e fine serie
    Finestre in outlet e fine serie...
    280.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.