Detrazione 50% su ristrutturazioni edilizie: quali documenti?

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali24 Ottobre 2017 ore 09:43
Quali sono i documenti da produrre, conservare ed esibire in caso di eventuali controlli ai fini della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie 50%?

Detrazione 50 in caso di ristrutturazione


Nonostante la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie sia in vigore ormai da parecchi anni, fra i contribuenti vi è ancora molta confusione sugli adempimenti necessari per ottenerla.

detrazione ristrutturazioni: documentiIn effetti non c'è da stupirsi perché la lista dei documenti da produrre e conservare può variare in base al tipo di intervento che viene eseguito ed è altrettanto vero che la normativa ha subito modifiche nel corso degli anni.

Cerchiamo allora di fornire una lista completa dei documenti da produrre e capire in quali casi essi siano obbligatori o meno.


Detrazione 50%: documenti che attestino l'esistenza dell'edificio


Per poter accedere alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie è necessario assicurarsi che l'edificio sul quale vengono realizzate le opere sia provvisto dei requisiti richiesti.
La detrazione è ammessa per edifici esistenti adibiti ad abitazione e loro pertinenze ed anche per le parti comuni degli edifici residenziali.
Questi edifici devono trovarsi all'interno del territorio dello Stato.

La prova di esistenza dell'edificio è data dalle ricevute di pagamento dell'Ici dal 1997, se dovuta, o dalla domanda di accatastamento qualora l'immobile non sia ancora censito.
Questi sono dunque i primi documenti da tenere a portata di mano in caso di controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate.

L'incentivo previsto per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente di carattere residenziale consiste in uno sconto dell'Irpef pari al 50%.
Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 € iva inclusa ( 87.272,72 € + IVA)



Detrazione 50%: abolizione della comunicazione all'Agenzia delle Entrate


individuazione documenti detrazione 50%Negli ultimi anni gli adempimenti per poter accedere all'agevolazione sono stati ridotti e semplificati.
In particolare è stato soppresso l'obbligo di invio della comunicazione di inizio lavori all'Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara.
Dal 14 maggio 2011 è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, qualora i lavori siano effettuati a spese del detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo.

Inoltre non è necessario inviare altra documentazione, bensì dichiarare le spese effettuate e conservare la lista dei documenti che vedremo di seguito, che dovremo esibire in occasione di eventuali controlli.


Detrazione 50%: abilitazioni amministrative


Chiedi un progetto per la tua casa









Quando si eseguono opere per le quali la normativa vigente prevede un titolo abilitativo (permesso di costruire, dia, scia, ecc.), è obbligatorio conservare tutta la documentazione anche ai fini della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie.

Nel caso in cui la normativa non preveda alcuna abilitazione amministrativa, il beneficiario della detrazione dovrà firmare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà in cui attesti che gli interventi realizzati rientrano fra quelli agevolati e riporti la data di inizio dei lavori.


Detrazione 50%: comunicazione ASL


detrazione ristrutturazioni: documenti da conservareDalle numerose domande che arrivano sull'argomento mi rendo conto che la questione non è chiara ai più.
La comunicazione all'Azienda Sanitaria Locale va fatta solo nei casi in cui i decreti legislativi relativi alle condizioni di scurezza nei cantieri ne prevedono l'obbligo.

A livello nazionale la comunicazione ASL è normata dal Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n.81, in particolare all'articolo 99.
Qui si specifica che l'obbligo di invio della comunicazione ASL subentra quando in cantiere sono presenti almeno due imprese o quando in cantiere opera un'unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a 200 uomini-giorno (in quest'ultimo caso si tratta di opere di una certa consistenza).

Qualora sussistano tali requisiti, si deve mandare una raccomandata A.R. all'Azienda Sanitaria Locale competente per il territorio, in cui bisogna riportare: le generalità del committente dei lavori e l'ubicazione degli stessi, la natura dell'intervento da realizzare, i dati identificativi dell'impresa esecutrice, la data di inizio delle opere.

Se, però, il cantiere in esame non presenta uno dei due requisiti prima citati, la comunicazione ASL non è necessaria.


Detrazione 50%: altri documenti inerenti la sicurezza


Una delle condizioni per cui si potrebbe perdere la detrazione fiscale è il mancato rispetto delle norme inerenti la sicurezza e gli obblighi contributivi.
Il beneficiario della detrazione può però proteggersi da questo pericolo se è in possesso di una dichiarazione di osservanza delle suddette disposizioni resa dalla ditta esecutrice dei lavori ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445.


Detrazioni 50%: fatture


Tra i documenti fondamentali da conservare vi sono tutte le fatture relative alle spese che beneficiano della detrazione. In un precedente articolo abbiamo già approfondito questo argomento, pertanto in questa sede ricorderò solo che dal 14 maggio 2011 è stato abolito l'obbligo di indicare il costo della manodopera in maniera distinta nella fattura emessa dall'impresa che esegue i lavori.


Detrazioni 50%: bonifici


detrazione 50%: conservazione ricevute bonificiÈ importante conservare anche tutte le ricevute dei bonifici, che devono essere effettuati dalla medesima persona a cui sono intestate le fatture e che beneficerà della detrazione.
Per i pagamenti è necessario utilizzare un particolare modello di bonifico, da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.

Quando non è possibile effettuare i pagamenti con bonifico (ad esempio nel caso di diritti per permessi di costruire, DIA, imposte di bollo, ritenute fiscali sugli onorari dei professionisti) sono ammesse anche altre modalità di pagamento.

Quando vi sono più soggetti che sostengono la spesa e nessuno vuole rinunciare alla detrazione, il bonifico deve riportare il codice fiscale di tutti gli interessati.

Se il bonifico contiene l’indicazione del codice fiscale del solo soggetto che fino al 13 maggio 2011 era obbligato a presentare il modulo di comunicazione al Centro operativo di Pescara, gli altri aventi diritto, per ottenere la detrazione, devono riportare in un apposito spazio della dichiarazione dei redditi il codice fiscale indicato sul bonifico. undefined (circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 17/E del 24 aprile 2015).


Per quanto riguarda invece gli interventi su parti comuni di un condominio, oltre al codice fiscale del condominio bisogna anche riportare quello dell’amministratore o di altro condomino che effettua il pagamento.
Se il bonifico viene effettuato da una persona diversa rispetto a quella indicata nella disposizione di pagamento come beneficiaria della detrazione, in presenza di tutte le condizioni previste dalla norma, sarà quest'ultima a usufruire della detrazione.


Detrazione 50%: documenti per lavori effettuati dal detentore


Qualora le spese siano sostenute da un detentore dell'immobile diverso dai familiari conviventi (ad esempio comodatario, usufruttuario , locatario), è necessario produrre una dichiarazione di consenso del proprietario all'esecuzione delle opere.

Se le spese sono sostenute dal proprietario o da familiare convivente questo documento non è ovviamente necessario.


Detrazione 50%: documenti per lavori effettuati in condominio


Quando si eseguono lavori su parti comuni di edifici residenziali la normativa prevede che venga firmata una delibera assembleare di approvazione all'esecuzione dei lavori.
Inoltre, l'amministratore dovrà redigere una tabella millesimale con la ripartizione delle spese.

riproduzione riservata
Articolo: Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50%
Valutazione: 3.88 / 6 basato su 269 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Silvia996
    Silvia996
    Venerdì 30 Marzo 2018, alle ore 16:15
    Ho effettuato dei lavori di rifacimento scarichi e modifica impianto sanitario.
    Che documenti mi servono per poter accedere alla detrazione del 50%?
    Non devo inviare nessuna documentazione ASL in quanto i lavori sono stati svolti da un'unica impressa, però devo richiedere qualche documento al comune? Se si, quale? 
    rispondi al commento
  • Federica901
    Federica901
    Domenica 25 Marzo 2018, alle ore 17:03
    Devo ristrutturare  casa e usufruire del bonus mobili e ristrutturazione.
    Ho un dubbio, la settimana prossima  dobbiamo presentare la.CILA, posto che è possibile iniziare subito i lavori, per poter usufruire dei bonus é necessario aspettare l'assenso del Comune o basta aver presentato la documentazione?
    rispondi al commento
  • Dddzzzz
    Dddzzzz
    Mercoledì 7 Marzo 2018, alle ore 20:58
    Ho fatto dei lavori di ristrutturazione per i quali ho presentato CILA e anche se non più necesaria ho comunque fatto la comunicazione all'ASL.
    Ho in corso un contenzioso con l'impresa di ristrutturazione e al momento l'impresa non ha presentato nè fine lavori nè modifiche catastali.
    I pgamenti li ho fatti nel 2017.
    Posso presentare l'importo pagato nel 2017 nel 730 del 2018 anche senza fine lavori e variazioni catastali?
    I lavori sono terminati si fatto in dicembre, quanto tempo ho pre presentare le variazioni catastali?
    rispondi al commento
  • Fubomusica
    Fubomusica
    Mercoledì 31 Gennaio 2018, alle ore 21:42
    Buonasera, ho acquistato casa con rogito ad Ottobre 2017. La casa è del 1970 e mi sto apprestando a ristrutturarla.Quali ricevute di pagamento ICI dovrò esibire in caso di controllo dell'agenzia delle entrate ?GrazieSalutiFulvio
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Fubomusica
      Martedì 6 Febbraio 2018, alle ore 11:12
      Le ricevute ICI vanno esibite "solo se dovute" dal contribuente. In questo caso, essendo divenuto proprietario da poco, non ne avrà.
      rispondi al commento
      • Fubomusica
        Fubomusica Sara.m.
        Martedì 27 Marzo 2018, alle ore 22:40
        La ringrazio .... 
        rispondi al commento
  • Emanuelef1
    Emanuelef1
    Mercoledì 24 Gennaio 2018, alle ore 16:24
    Ho acquistato un immobile come prima casa nel 2017, e nel giro del 2018 ho intenzione di effettuare lavori di ristrutturazione e modifiche dell'impianto idrico nei due bagni e cucina.
    In particolare i lavori saranno i seguenti:
    - smantellamento e ristrutturazione completa di due bagni
    - ristrutturazione completa cucina (piastrelle, impianto)
    - cambio completo delle mattonelle in tutto l'appartamento
    - tinteggiatura di tutta casa.
    - acquisto mobili ed elettrodomestici bagno cucina e camera da letto.
    Non effettuerò modifiche di muri ed altro, ma tutti i lavori li farò in autonomia senza l'intervento di ditte esterne in quanto ho le capacità per la ristrutturazione in autonomia con l'aiuto di un mio famigliare.

    Posso richiedere le detrazioni anche senza l'intervento di una ditta, ma sfruttando il bonus per il materiale ed i mobili?
    Se si, è necessaria comunque qualche richiesta scia-dia o altro?
    .Emanuele
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Emanuelef1
      Giovedì 25 Gennaio 2018, alle ore 16:46
      Buongiorno Emanuele, per i lavori da effettuare ed anche ai fini delle detrazioni, bisognerà presentare una CILA in comune. Potrà eseguire i lavori con fai-da-te, tranne gli impianti, che per legge devono obbligatoriamente essere eseguiti da ditta specializzata, la quale in seguito dovrà rilasciare dichiarazione di conformità.
      rispondi al commento
  • Giovanni5
    Giovanni5
    Domenica 10 Dicembre 2017, alle ore 02:20
    Volevo sapere se è considerata una manutenzione straordinaria per efficienza energetica il cambio delle valvole, quelle a risparmio energetico, su di un appartamento con caldaia autonoma e se posso inserirci anche gli elettrodomestici a risparmio energetico
    Va bene solo questo intervento per avere poi agevolazione?
    La società che farà l’intervento ha detto che non c’è problema ma io non mi fido.

    rispondi al commento
  • Lunachiarlie
    Lunachiarlie
    Lunedì 27 Novembre 2017, alle ore 11:40
    Buongiorno,
    il tetto della mia casa é stato danneggiato a seguito di un nubifragio, pertanto essendo assicurato per i danni provocati dagli eventi atmosferici, ho richiesto ad una ditta un preventivo per lasistemazione del manto di copertura.
    Essendo assicurato per i danni provocati dagli eventi atmosferici, il perito dell'assicurazione dopo aver fatto un sopralluogo  ha riconosciuto a carico della stessa assicurazione solo il 50% dell'importo indicato nel preventivo lasciando il restante 50% a carico del sottoscritto.
    Chiedo, cortesemente, se  in sede della presentazione dei redditi avrò il diritto di usufruire delle detrazioni fiscali del 50% previste per le ristrutturazioni edilizie per la quota a mio carico. Inoltre, cortesemente, vorrei sapere quali documenti oltre la fattura dovrò presentare al commercialista per ottenere quanto sopra.
    Distinti saluti.
    Giuliano Zuodar     

    rispondi al commento
  • Beppegiuseppe
    Beppegiuseppe
    Mercoledì 15 Novembre 2017, alle ore 19:03
    Gentile Architetto Vorrei ristrutturare il bagno con rifacimento  nuovo impianto idrico sanitario in toto con modifica nel senso che elimino la vasca e inserisco una doccia in  posizione diversa e rifacimento impianto elettrico  Devo fare CILA al comune o posso procedere con una semplice autocertificazione ?
    rispondi al commento
  • Marco Sciortino
    Marco Sciortino
    Sabato 21 Ottobre 2017, alle ore 11:57
    Sto per acquistare un immobile che era utilizzato come magazzino, per cui ha solo le 4 mura perimetrali.
    Facendo cambio d indirizzo d'uso a residenziale vorrei detrarre per i lavori di ristrutturazione.
    L'impresa che farà i i lavori deve fare qualche comunicazione particolare a qualche ente o necessario solo che io presenti i documenti delle fatture delle spese?
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50% che potrebbero interessarti
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.
Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate...
Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

Sui bonifici per le detrazioni banche e poste devono operare una ritenuta a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori...
Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

L'Agenzia delle Entrate individua gli errori sostanziali ritenuti inaccettabili che determinano la totale perdita della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.
Discussioni Correlate nel Forum LavorincasaTag ForumDetrazione 50
Img doctorwho
Buongiorno.La mia compagna sta operando l'acquisto di un immobile da ristrutturare.Il passaggio di proprietà dovrà perfezionarsi entro ottobre.Il mio timore è...
doctorwho 11 Agosto 2015 ore 07:45 1
Img anbufe
Salve,cerco conferma su quanto scrivo: posso usufruire della detrazione 50% su € 96000 di lavori effettuati, ovvero € 48000, ovvero € 4800/anno?Grazie...
anbufe 11 Agosto 2015 ore 10:38 4
Img francolis
Buongiorno,sono proprietario di un immobile prima casa in cui abito con la mia famiglia che sto ristrutturando. Ho appena letto nella guida dell'agenzia delle entrate relativa...
francolis 14 Agosto 2015 ore 11:44 1
Img luiginesta
Salve sono un nuovo iscritto,volevo porre un quesito inerente le agevolazioni fiscali sulla ristrutturazione:Nel Giugno 2013 abbiamo acquistato casa l'abbiamo ristrutturata...
luiginesta 21 Maggio 2015 ore 19:57 1
Img angi79@libero.it
Buongiorno,sto acquistando una casa che all'interno è ancora al "rustico", perchè è stata frazionata.A giugno, prima del compromesso ho dovuto far...
angi79@libero.it 21 Agosto 2015 ore 14:45 1
usr REGISTRATI COME UTENTE
288.988 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Bagno
    Bagno...
    4900.00
  • Ristrutturazione
    Ristrutturazione...
    500.00
  • Ristrutturazione appartamento milano
    Ristrutturazione appartamento...
    500.00
  • Ristrutturazione appartamento completa di impianti
    Ristrutturazione appartamento...
    330.00
  • Yale cassaforte a muro 340x200x210 con chiave
    Yale cassaforte a muro 340x200x210...
    275.00
  • Impianto idraulico Milano
    Impianto idraulico milano...
    25.00
  • Recinzione in acciaio Verona
    Recinzione in acciaio verona...
    34.00
  • Tappeti trasparenti per parquet taglia L
    Tappeti trasparenti per parquet...
    58.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Tende.online
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 299.00
foto 4 geo Roma
Scade il 31 Maggio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.