Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Detrazione 50% su ristrutturazioni edilizie: quali documenti?

Un riepilogo aggiornato dei documenti da produrre, conservare ed esibire in caso di controlli fiscali sulla detrazione per le ristrutturazioni edilizie 50%.
10 Maggio 2021 ore 10:03 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Adempimenti per la detrazione ristrutturazione 50% ed evoluzione della normativa


La detrazione sulle ristrutturazioni edilizie 50%, detta anche Bonus Casa, è in vigore ormai da parecchi anni. Tuttavia, molti contribuenti sono spesso confusi in merito agli adempimenti e ai documenti da produrre per ottenerla.

Detrazione ristrutturazione documenti
Ciò avviene perché, da un lato, la normativa sulle detrazioni è in continua evoluzione e dall'altro, la lista dei documenti richiesti può variare in base al tipo di intervento da eseguire.

Procediamo, allora, con un riepilogo aggiornato dei documenti da produrre in caso di detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, chiarendo i dubbi più frequenti.


L'elenco ufficiale dei documenti richiesti da Agenzia Entrate


I contribuenti che usufruiscono dell'agevolazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie 50% devono conservare ed esibire, a richiesta degli uffici dell'Agenzia Entrate, i documenti indicati nel provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011:

  1. Abilitazioni amministrative richieste dalla vigente normativa edilizia o, qualora non siano obbligatorie, dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà;

  2. Per gli immobili non ancora censiti, domanda di accatastamento;

  3. Ricevute di pagamento dell'imposta comunale sugli immobili, se dovuta;

  4. Delibera assembleare di approvazione dell'esecuzione dei lavori per gli interventi su parti comuni di edifici residenziali e tabella millesimale di ripartizione delle spese;

  5. In caso di lavori effettuati dal detentore dell'immobile, se diverso dai familiari conviventi, dichiarazione del possessore di consenso all'esecuzione dei lavori;

  6. Comunicazione preventiva riportante la data di inizio lavori all'Azienda Sanitaria Locale, ove obbligatoria;

  7. Fatture e ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute;

  8. Ricevute dei bonifici di pagamento.

Losta documenti per detrazione ristrutturazione
Ricordiamo, poi, che la Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l'obbligo di trasmettere ad ENEA le informazioni relative ad alcuni lavori specifici di recupero del patrimonio edilizio, che, al contempo, comportino un risparmio energetico e/o utilizzino fonti rinnovabili.

Pertanto, alla lista sopra citata va aggiunto:

  • Documentazione attestante l'invio della comunicazione ENEA per i soli interventi soggetti a tale adempimento.

Trovo ora utile approfondire le voci della lista che originano i dubbi più frequenti.


Detrazione ristrutturazione 50%: le abilitazioni amministrative


Quando si eseguono opere per le quali la normativa vigente prevede un titolo abilitativo, che può configurarsi come un permesso di costruire, una SCIA o una CILA, è obbligatorio conservare, ai fini della detrazione, copia di tutta la documentazione consegnata e approvata dagli uffici tecnici comunali.

Abilitazioni amministrative per detrazione ristrutturazione
Qualora la normativa edilizia non richieda la presentazione di pratiche comunali, il beneficiario della detrazione deve firmare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, in cui attesti che gli interventi realizzati rientrano fra quelli agevolabili e riporti la data di inizio lavori.


La comunicazione ASL


La comunicazione all'ASL (Azienda Sanitaria Locale) è normata dal Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n.81 e successive modifiche.

All'articolo 99 del Decreto, è specificato che l'obbligo di invio della comunicazione ASL subentra quando in cantiere sono presenti, anche non contemporaneamente, almeno due imprese o quando in cantiere opera un'unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a 200 uomini-giorno (quest'ultimo caso, semplificando, riguarda opere di una certa consistenza).
Comunicazione ASLQuando sussistono i requisiti citati, deve essere inviata all'Azienda Sanitaria Locale competente per territorio una comunicazione, con raccomandata a.r. o altre modalità stabilite dalla Regione, in cui vanno riportati: le generalità del committente dei lavori, l'ubicazione dei lavori, la natura dell'intervento da realizzare, i dati identificativi delle imprese esecutrici e la data di inizio delle opere.

Se il cantiere non rientra nei requisiti sopra indicati, la comunicazione ASL non è da effettuare e, ai fini della detrazione, non è da esibire alcun documento sostitutivo.

In merito alla necessità di comunicazione ASL è sempre buona regola chiedere assistenza ad un tecnico abilitato ed esperto in materia di sicurezza dei cantieri.

A tal proposito, si segnala che nella provincia di Bolzano la comunicazione preventiva deve essere inviata esclusivamente all'Ispettorato del Lavoro.


I bonifici per ottenere la detrazione ristrutturazione 50%


Ai fini della detrazione ristrutturazione 50%, i bonifici devono essere effettuati dalla medesima persona a cui sono intestate le fatture e che sarà anche beneficiaria dell'incentivo.

Per i pagamenti è necessario utilizzare un particolare modello di bonifico, detto parlante, da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga ed il codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.

Quando non è possibile effettuare i pagamenti con questo apposito modello di bonifico, sono ammesse altre modalità di pagamento. Mi riferisco, in particolare, ai diritti di segreteria e agli oneri da versare al Comune e alle imposte di bollo.

Quando vi sono più soggetti che sostengono la spesa, sul bonifico parlante andranno riportati i codici fiscali di tutti gli interessati.


La comunicazione ENEA per la detrazione ristrutturazione 50%


Come già accennato, la Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l'obbligo di trasmettere a ENEA le informazioni sui lavori effettuati, analogamente a quanto già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici.

La trasmissione delle informazioni a ENEA riguarda gli interventi che beneficiano della detrazione per ristrutturazione e che comportano risparmio energetico o utilizzo di fonti rinnovabili. Quindi, non è da fare sempre.

Comunicazione ENEA per isolamento pareti perimetrali
Gli interventi edilizi e impiantistici soggetti a tale adempimento sono individuati in tre macro categorie:

  • Strutture edilizie: riduzione della trasmittanza (in parole semplici delle dispersioni termiche) delle pareti verticali, dei solai, dei tetti e delle pavimentazioni che delimitano gli ambienti riscaldati dall'esterno, dai vani freddi e dal terreno.

  • Infissi: riduzione della trasmittanza di serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall'esterno e dai vani freddi.

  • Impianti tecnologici: installazione di pannelli solari termici, sostituzione di generatori con caldaie a condensazione o con generatori di calore ad aria a condensazione, pompe di calore per la climatizzazione degli ambienti, sistemi ibridi (pompa di calore + caldaia a condensazione), microcogeneratori, scaldacqua a pompa di calore, generatori di calore a biomassa, sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati, sistemi di termoregolazione e building automation, teleriscaldamento, impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.



Attenzione ai requisiti richiesti per accedere alla detrazione: è sempre buona norma avvalersi di un tecnico esperto in detrazioni fiscali.

Ricordo, infine, che la comunicazione ENEA va inviata per via telematica attraverso l'apposito sito entro 90 giorni dalla fine lavori.

riproduzione riservata
Articolo: Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50
Valutazione: 3.87 / 6 basato su 302 voti.

Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Francesco Monaco
    Francesco Monaco
    Venerdì 21 Maggio 2021, alle ore 15:11
    Devo ristrutturare i bagni dell'abitazione in cui abito e che ne sono proprietario.
    Vorrei sapere i documenti occorrenti per usufruire delle detrazioni previste.
    rispondi al commento
  • Franco Mulas
    Franco Mulas
    Martedì 20 Aprile 2021, alle ore 18:23
    Interessante!
    rispondi al commento
  • Lucia
    Lucia
    Lunedì 7 Dicembre 2020, alle ore 16:06
    Ho acquistato quest'anno una casa già ristrutturata a fine 2017 dal precedente proprietario.
    Leggo che, non essendoci stati accordi di altro tipo, ho diritto ad usufruire delle detrazioni per ristrutturazione per gli anni residui, ma come dovrei procedere?
    Quali documenti dovrei chiedere al venditore e se si rifiuta di darmeli?
    Come posso sapere qual 'è stata la spesa da lui sostenuta e quali le detrazioni richieste?
    rispondi al commento
  • Maddy1
    Maddy1
    Mercoledì 20 Novembre 2019, alle ore 15:36
    Volevo sapere se è obbligatorio presentare la CILA quando si sostituisce la caldaia ritenendola un lavoro di ristrutturazione ovvero manutenzione straordinaria per poi poter usufruire del bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Lady Guya
    Lady Guya
    Giovedì 1 Agosto 2019, alle ore 07:27
    Devo sostituire i miei infissi.
    Posso per questo intervento optare per il Bonus Ristrutturazione (e quindi poi includere spese come frigorifero e cucina) anziche' l'Ecobonus?
    Per quello che riguarda il pagamento, posso pagare tramite bonifico prima un acconto e poi il saldo oppure bisogna pagare il un unica soluzione per aver diritto alle detrazioni?
    rispondi al commento
  • Raffaele3
    Raffaele3
    Sabato 13 Luglio 2019, alle ore 01:42
    Devo andare ad abitare in un appartamento acquistato di vecchia costruzione.
    Dovrei acquistare forno  lavatrice, piano cottura e installare caldaia.
    Posso richiedere la detrazione anche se non c'è ristrutturazione edilizia?
    Come richiederla ?
    Raffaele
    rispondi al commento
  • Mauro 1
    Mauro 1
    Venerdì 21 Giugno 2019, alle ore 12:24
    Ho ristrutturato il bagno nell 2018.
    Il costruttore mi ha consegnato la fattura che ho pagato con bonifico.
    Posso tenere la agevolazione fiscale dell 50 %?
    Non ho presentato il modello CILA.
    Cosa posso fare ?
    rispondi al commento
  • Walter6
    Walter6
    Mercoledì 12 Giugno 2019, alle ore 14:17
    Buongiorno, la detrazione spetta solo al proprietario della casa oppure posso detrarre anche io visto che sono il genero e sono residente nella stessa casa?Premetto mia suocera non ha possibilità di fare 730.E se si che documentazione devo fornire?Grazie e buona giornata
    rispondi al commento
  • Walter6
    Walter6
    Mercoledì 12 Giugno 2019, alle ore 13:19
    La detrazione spetta solo al proprietario della casa oppure posso detrarre anche io visto che sono il genero e sono residente nella stessa casa?
    Premetto mia suocera non ha possibilità di fare 730.
    E se si che documentazione devo fornire?
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.080 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie 50 che potrebbero interessarti


Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Ristrutturazioni: previsto in Sardegna un bonus aggiuntivo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nella Regione Sardegna in caso di esecuzione di interventi di ristrutturazione è allo studio la previsione di un bonus aggiuntivo del 40%. Ecco di cosa si tratta

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?

Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco

Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Optare per la detrazione più idonea verificando i requisiti tecnici, calcolando i vantaggi economici nel lungo termine e rispettando i limiti massimi di spesa.

Detrazione 50% anche per nuove costruzioni e manutenzione ordinaria

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Alcuni particolari interventi di nuova costruzione e di manutenzione ordinaria possono beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

No al bonus ristrutturazione se l'edificio è di nuova costruzione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Corte di Cassazione, con una recente ordinanza chiarisce quali sono i requisiti per poter beneficiare del bonus ristrutturazioni. Vediamo i punti salienti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img perima87
Ciao a tutti,sto ristrutturando un apt. di 130 mq e ho preventivato di sforare il tetto dei 96.000 euro per le ristrutturazioni.Ora il problema è che parlando con un...
perima87 23 Luglio 2021 ore 13:19 1
Img riccardo mercogliano
Buongiorno sono Riccardo utente nuovo del forum, ho una domanda da porvi:ho acquistato un immobile di nuova costruzione nel 2020, da accordi presi con la ditta costruttrice ho...
riccardo mercogliano 09 Luglio 2021 ore 22:17 2
Img manuel rossini
Buonasera,vorrei avere un vostro parere di esperti del settore, vorrei sapere se dividere e rendere indipendente la mansarda da un appartamento unico già esistente, creando...
manuel rossini 25 Giugno 2021 ore 16:10 1
Img fabios1989
Salve,ho eseguito una ristrutturazione (manutenzione straordinaria con CILA) per usufruire delle detrazioni fiscali del 50% (e NON del 65%).Ho i seguenti dubbi per la...
fabios1989 10 Giugno 2021 ore 16:25 1
Img paky.1993
Salve,mi chiamo Pasquale D'Addio e premetto che seguo molto il sito, fatto benissimo e dai contenuti molto chiari, avrei bisogno di un aiuto, illustro brevemente la situazione:ho...
paky.1993 28 Maggio 2021 ore 19:22 2