Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Le detrazioni fiscali e gli incentivi per la ristrutturazione del bagno

Il rifacimento del bagno di casa consente di accedere a diversi bonus. Prima di comincicare i lavori è importante conoscerli per applicarli in modo corretto.
18 Gennaio 2021 ore 17:20 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Ristrutturazione del bagno negli edifici residenziali


La ristrutturazione del bagno di casa è un'opportunità per valutare diversi incentivi:

  • la detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente (detrazione ristrutturazione 50%);

  • il bonus idrico;

  • il superbonus 110%;

  • il bonus mobili.

Ristrutturazione del bagno
I benefici elencati non sono concessi indistintamente per qualsiasi opera realizzata sul servizio igienico, poiché per ognuno di essi sono istituite regole specifiche.

Cominciamo ad analizzare il più importante: la detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente, detta anche detrazione ristrutturazione 50%.


Ristrutturazione bagno e detrazione 50%

Sostituzione di sanitari e piastrelle


Nel caso in cui l’intervento sia semplicemente limitato alla sostituzione dei sanitari, della rubinetteria e delle piastrelle del bagno, quindi senza sostituire l'impianto idrosanitario, la detrazione fiscale sul recupero del patrimonio edilizio esistente non è, purtroppo, attuabile.

Questi lavori si configurano come interventi di manutenzione ordinaria, e in quanto tali non sono contemplati dal beneficio quando eseguiti all’interno di singole unità abitative. Per situazioni analoghe, vedremo più avanti la possibilità del bonus idrico.

Sostituzione sanitari e piastrelle
Qualora gli stessi interventi prima citati, classificabili come manutenzione ordinaria, siano eseguiti, anziché all'interno di un'abitazione, su parti comuni di edifici residenziali, rientriamo allora nella possibilità di detrarne tutte le spese al 50%.

Parlo, ad esempio, di lavori eseguiti su un bagno comune nel condominio, oppure sul bagno del portinaio.

Ristrutturazione bagno completo con rifacimento degli impianti del bagno


Quando i lavori di sostituzione di piastrelle e sanitari sono realizzati in concomitanza col rifacimento dell’impianto idrosanitario o altre opere che possano far classificare l’intervento come manutenzione straordinaria, è possibile accedere alla detrazione fiscale sul recupero del patrimonio edilizio esistente (50%).

Questo per tutte le spese sostenute, sia che le opere siano realizzate su abitazioni private, sia su parti comuni di edifici residenziali.

Detrazione 50 impianto idrosanitario
Abbiamo visto che la sostituzione di piastrelle e sanitari presa singolarmente si configura come manutenzione ordinaria e non può godere della detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente quando eseguita su abitazioni private.

Tuttavia, se la sostituzione di piastrelle e sanitari rientra in un intervento più ampio che comporta altri lavori ritenuti agevolabili (come il rifacimento dell'impianto idrosanitario, anche limitato al solo servizio igienico), è possibile accedere alla detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente (50%).

Quindi, è possibile detrarre tutte le spese solo se i lavori comprendono il rifacimento dell'impianto idrosanitario, anche limitato al servizio igienico.


Bonus idrico di 1.000 euro


La Legge di Bilancio 2021 ha istituito il nuovo Bonus Idrico.

Parliamo della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 – Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023, con riferimento, in particolare, all'Articolo 1, commi da 62 a 65.

Bonus idrico 1.000 euro
Il Bonus Idrico non è una detrazione fiscale bensì un contributo fino a 1.000 euro per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d'acqua.

Nel bonus sono comprese le opere idrauliche e murarie per lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti, sia vasi che rubinetteria.

Le modalità e i termini per accedere al Bonus Idrico saranno definiti con decreto del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.


Sistemazione del bagno per persone con difficoltà motorie

Detrazione 50% per persone con difficoltà motorie certificate


Gli interventi mirati all’eliminazione delle barriere architettoniche e la realizzazione di ogni strumento che sia idoneo a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi, ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/1992, rientrano nella detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente (detrazione ristrutturazione 50%).

Pertanto, in occasione del rifacimento di un bagno, oltre alle opere che già sappiamo essere detraibili, lo saranno anche quelle finalizzate a favorire la mobilità di persone in difficoltà.

Cito, ad esempio:

  • l’installazione di un wc rialzato;

  • di un lavabo senza ingombri sottostanti che permetta alla carrozzina di avvicinarsi in modo adeguato;

  • di un piatto doccia a filo pavimento;

  • di seggiolini ribaltabili a parete;

  • maniglioni fissi.


Detrazione 50 per abbattimento barriere architettoniche
L'incentivo permette di detrarre il 50% delle spese sostenute, con ripartizione della detrazione in 10 quote annuali di pari importo.

Questi interventi sono agevolabili anche senza rientrare obbligatoriamente nella casistica della manutenzione straordinaria e quindi senza dover rifare necessariamente l'impianto idro-sanitario.

Tuttavia è importante che le opere siano conformi alla normativa vigente sull'abbattimento delle barriere architettoniche.

Detrazione 110% per persone con difficoltà motorie e over 65


La Legge di Bilancio 2021 ha poi introdotto un'importante novità per coloro che accedono al Superbonus 110% e che contemporaneamente realizzano interventi mirati all'eliminazione delle barriere architettoniche.

Faccio riferimento all'Articolo 1, comma 66, lettera d) della Legge 30 dicembre 2020, n. 178.

Se, contestualmente ai lavori di efficientamento energetico che accedono al Superbonus 110%, come l'isolamento dell'involucro edilizio e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali, sono realizzati interventi finalizzati all'eliminazione delle barriere architettoniche o sono installati strumenti che favoriscano la mobilità di persone con difficoltà motorie, anche questi ultimi interventi possono beneficiare del Superbonus 110%.

Bonus 110 per cappotto e per servizio igienico
In questo caso la detrazione non sarà più pari al 50% da ripartire in 10 quote annuali, ma pari al 110% da ripartire in 5 quote annuali.

Si evidenzia che la detrazione sul recupero del patrimonio edilizio esistente (50%) è concessa per l'eliminazione delle barriere architettoniche solo per persone portatrici di handicap gravi ai sensi dell’art.3, comma 3 della Legge 104/1992.
Parliamo di situazioni di disabilità certificate.

Invece, il Superbonus 110% considera sia situazioni di handicap grave certificato, sia interventi da effettuare a favore di persone di età superiore a 65 anni, purché, ovviamente, tali opere siano rispettose delle norme inerenti le barriere architettoniche.

Esempio di applicazione di Superbonus 110 per il rifacimento bagno di persone over 65


Ipotizziamo a questo punto di realizzare l'isolamento a cappotto delle pareti esterne e il rifacimento completo del bagno, compresi alcuni accorgimenti mirati all'eliminazione delle barriere architettoniche a favore di persone con più di 65 anni di età.

Qualora l'isolamento a cappotto permetta di accedere all'Ecobonus 110, potranno rientrare nel bonus anche gli accorgimenti per l'eliminazione delle barriere architettoniche del bagno, come la realizzazione del piatto doccia a filo pavimento o l'installazione di maniglioni.

Calcolo detrazioni per ristrutturazione bagno
Le restanti opere eseguite sul bagno che non riguardano l'eliminazione delle barriere architettoniche potranno, invece, accedere alla detrazione per ristrutturazioni 50%.

Faccio riferimento alla:

  • rimozione dei sanitari;

  • rimozione delle piastrelle e dei sottofondi;

  • realizzazione del nuovo impianto idrosanitario;

  • realizzazione del nuovo sottofondo;

  • realizzazione delle restanti finiture.

Installando un vaso sanitario in ceramica a scarico ridotto e rubinetteria a limitazione di flusso d'acqua, si potrebbe inoltre valutare il bonus idrico.

Contributi per interventi atti al superamento delle barriere architettoniche


Ci sono poi dei veri e propri contributi per interventi atti al superamento delle barriere architettoniche su immobili ove risiedono portatori di limitazioni o menomazioni funzionali permanienti certificate.

Si tratta di erogazioni, non di detrazioni, la cui entità dipende dalla spesa sostenuta.

La richiesta va presentata presso il Comune in cui si trova l'immobile entro il 31 marzo di ogni anno.

Questi contributi possono risultare interessanti per coloro che non hanno la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali in quanto incapienti. Tuttavia le tempistiche di erogazione non sono immediate.


Mobili bagno e detrazioni fiscali: il bonus mobili 50%


Il decreto 63/2013, con la successiva conversione in Legge 90/2013, ha introdotto, per i contribuenti che usufruiscono della detrazione per il recupero del patrimonio edilizio esistente (50%), la possibilità di detrarre dall’Irpef anche le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo dell'unità abitativa oggetto di intervento.

Bonus mobili e grandi elettrodomestici
La detrazione prevista dal Bonus mobili è pari al 50% della spesa sostenuta.

Attenzione: fino al 31 dicembre 2020 il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione ammontava a 10.000 euro.

Dal 1° gennaio 2021 il tetto di spesa massimo su cui calcolare la detrazione è stato innalzato a 16.000 euro.

Per le abitazioni private l’acquisto di mobili è agevolabile solo qualora gli interventi edilizi eseguiti ricadano nelle seguenti categorie:

  • manutenzione straordinaria;

  • restauro e risanamento conservativo;

  • ristrutturazione edilizia.


La manutenzione ordinaria sulle singole abitazioni è, quindi, esclusa come intervento base ai fini del bonus mobili.

Pertanto, se eseguo una semplice sostituzione dei rubinetti o delle piastrelle, oltre a non poter beneficiare della detrazione 50% per i lavori, non potrò nemmeno accedere al bonus mobili.

In merito all’acquisto dei mobili del bagno, è possibile beneficiare del bonus mobili per interventi edilizi (manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia) eseguiti all’interno del bagno stesso o su qualsiasi altra parte della medesima unità abitativa.

Posso, ad esempio, rifare il bagno (impianti, sanitari, piastrelle) beneficiando della detrazione 50% per i lavori ed acquistare il mobiletto del bagno beneficiando del Bonus Mobili; ma posso anche rifare il tetto, quindi senza intervenire sul bagno, beneficiando della detrazione 50% per i lavori ed acquistare il mobiletto del bagno usufruendo del Bonus Mobili.


Ristrutturare il bagno: la redazione consiglia


Se sei in procinto di effettuare lavori di ristrutturazione del bagno, o di un altro ambiente della tua abitazione, Lavorincasa mette a disposizione dei suoi utenti la possibilità di contattare le aziende certificate operanti nel settore dell'edilizia, sia pubblica, sia privata, per ricevere un preventivo.




Puoi effettuare la ricerca restringendo il campo per la propria provincia o città di appartenenza.

Per accedere al servizio vai alla voce calcola costi di ristrutturazione, seleziona la provincia di appartenenza ed effettua la tua ricerca!

riproduzione riservata
Articolo: Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali
Valutazione: 3.76 / 6 basato su 196 voti.

Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Macalm
    Macalm
    Mercoledì 19 Maggio 2021, alle ore 14:55
    Vorrei sostituire piatto doccia, box doccia, mobile bagno con lavabo e rubinetto e sanitari.
    Facendo i lavori per conto mio.
    Posso usufruire della deflazione del 50% ?
    rispondi al commento
  • Fedeb
    Fedeb
    Martedì 18 Maggio 2021, alle ore 07:46
    Fra 15 giorni farò il rogito, ma per portarmi avanti ho iniziato a concordare con Leroy Merlin un preventivo e firmerò domani.
    Posso portare in detrazione la spesa se il pagamento é antecedente al rogito?
    E inoltre, Leroy Merlin mi dice che non serve presentare CILA se si vuole accedere alla detrazione classica in 10 anni, é così?
    rispondi al commento
  • Ivano67
    Ivano67
    Domenica 18 Aprile 2021, alle ore 10:40
    Devo ristrutturare un bagno, ma alla fine, la spesa totale mi verrà fatturata da tre fornitori diversi (muratore, fornitore piastrelle, fornitore sanitari). Posso portare in detrazione tutte le tre fatture ? Se sì, come ?GrazieIvano
    rispondi al commento
  • Viviana
    Viviana
    Mercoledì 10 Marzo 2021, alle ore 15:52
    Devo ristrutturare completamente il bagno, devo aprire qualche pratica in comune per avere la detrazione del 50%?
    Se volessi cambiare le porte interne dell'appartamento, rientrerebbero sempre nella detrazione?
    Viviana
    rispondi al commento
  • Giovanni
    Giovanni
    Venerdì 19 Febbraio 2021, alle ore 16:47
    Devo rifare il bagno completamente, dalle tubazioni acqua, scarichi sanitari.
    Rientra nella manutenzione straordinaria?
    La detrazione del 50% la posso usufruire oltre a mettere a nuovo il bagno, anche per l'acquisto del mobile e del box doccia?
    rispondi al commento
  • Giovanna
    Giovanna
    Giovedì 17 Dicembre 2020, alle ore 10:42
    Ritengo l'articolo molto interessante ma non chiaro.
    Se devo installare solo un Sanitrit wc in un bagno già esistente di una abitazione residenziale (casa mia) e la fattura indica SOLO un sanitrit wc, posso detrarlo come ristrutturazione 50% o no?
    rispondi al commento
  • Bebogemin
    Bebogemin
    Mercoledì 7 Ottobre 2020, alle ore 14:17
    Ho sostituito wc, bidet e ho cambiato la vasca mettendo la doccia nel mio bagno di casa.
    Rientra tra le detrazioni al 50%?
    rispondi al commento
  • Phabio88
    Phabio88
    Mercoledì 26 Febbraio 2020, alle ore 14:58
    Sto ristrutturando da zero il bagno ed ho aperto la Cila.
    Vorrei sapere se, oltre alle maestranze (idraulico, impresa edile), le detrazioni al 50% sono previste anche per tutto il materiale acquistato (piastrelle, sanitari, ecc...).
    rispondi al commento
  • Francesca11
    Francesca11
    Giovedì 13 Dicembre 2018, alle ore 09:27
    So ristrutturando completamente casa, quindi anche il bagno.
    Invece delle piastrelle, in bagno farò un rivestimento in fibra di vetro stampata (una carta da parati per doccia).
    Posso chiedere la fattura per detrazioni e accedere all’IVA agevolata al 10%?
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
330.435 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali che potrebbero interessarti


Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Limiti di spesa per detrazioni 50-65% e bonus mobili

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, quella sul risparmio energetico e il bonus mobili sono stabiliti diversi limiti massimi di spesa (o detrazione).

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Tagli Detrazioni sulle spese per gli edifici

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Partono i tagli delle detrazioni ed esenzioni in generale, dalla storica detrazione del 36% a quelle del 55% sulle spese per gli edifici.

Bonus ristrutturazione per sostituzione infissi: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Novità dall'Agenzia delle Entrate: al contribuente viene riconosciuto il bonus ristrutturazione per la sostituzione di infissi rientrante nell'edilizia libera

Ripartizione detrazioni 50% e 65% fra più soggetti aventi diritto

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Se più soggetti sostengono spese di ristrutturazione di un unico immobile, essi godranno delle detrazioni in base alla spese effettivamente sostenuta da ognuno.

No al bonus ristrutturazione se l'edificio è di nuova costruzione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Corte di Cassazione, con una recente ordinanza chiarisce quali sono i requisiti per poter beneficiare del bonus ristrutturazioni. Vediamo i punti salienti.

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img d8s4nha
Ciao a tutti!Sono alle prime armi in materia di ristrutturazione di un bagno.L'idea da realizzare è abbastanza chiara, ma la confusione sui prodotti su cui puntare è...
d8s4nha 22 Giugno 2021 ore 10:25 5
Img fabios1989
Salve,ho eseguito una ristrutturazione (manutenzione straordinaria con CILA) per usufruire delle detrazioni fiscali del 50% (e NON del 65%).Ho i seguenti dubbi per la...
fabios1989 10 Giugno 2021 ore 16:25 1
Img paky.1993
Salve,mi chiamo Pasquale D'Addio e premetto che seguo molto il sito, fatto benissimo e dai contenuti molto chiari, avrei bisogno di un aiuto, illustro brevemente la situazione:ho...
paky.1993 28 Maggio 2021 ore 19:22 2
Img anbama!!
Buongiorno,ho in corso opere di sostituzione di una porziione del manto di copertura del tetto e rifacimento della pavimentazione esterna, ho regolarmente aperto una CIL.Trattasi...
anbama!! 28 Maggio 2021 ore 17:27 1
Img paoloangelo
Buon giorno, ho letto che per usufruire del 50% o del 65% per i climatizzatori, si devono presentare delle particolari condizioni:1) ristrutturazione edilizia2) efficientamnto...
paoloangelo 28 Maggio 2021 ore 10:55 1