Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali18 Novembre 2015 ore 15:05
Quali opere da eseguire sui servizi igienici di edifici residenziali possono beneficiare della detrazione fiscale, prevista per le ristrutturazioni edilizie?

Ristrutturazione bagno negli edifici residenziali


È possibile beneficiare di detrazioni fiscali quando si eseguono lavori in bagno?

Sì, è possibile beneficiare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, ma solo in alcuni casi. Innanzitutto è bene specificare che l'intervento deve essere eseguito su abitazioni o su parti comuni di edifici residenziali.

Ristrutturare un bagno: detrazioni fiscali
Escludiamo quindi uffici, negozi, laboratori, ecc. Una volta verificata la destinazione d'uso dell'immobile su cui si interviene, bisogna poi fare delle distinzioni in base a ciò che effettivamente viene realizzato.
Vediamo allora di chiarire la questione analizzando gli interventi più comuni.


Sostituzione di sanitari e piastrelle e detrazioni fiscali


manutenzione ordinaria bagnoNel caso in cui l'intervento sia semplicemente limitato alla sostituzione della rubinetteria, delle piastrelle del bagno o alla ritinteggiatura non è prevista alcuna detrazione fiscale.

Questi lavori si configurano infatti come interventi di manutenzione ordinaria, che, se eseguiti all'interno di un'abitazione, non sono contemplati dal beneficio.

Secondo la mia personale opinione anche la semplice sostituzione dei sanitari non rientrerebbe nel beneficio fiscale.
Nella guida alle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie pubblicata dall'Agenzia delle Entrate, alla voce sanitari si riportano come detraibili la sostituzione di impianti e apparecchiature, che io interpreto dover sussistere contemporaneamente per accedere al beneficio.

Ovvero, ne deduco che la sostituzione dei sanitari è detraibile solo se accompagnata dalla sostituzione degli impianti.

Qualora gli stessi interventi prima citati (sostituzione piastrelle, ritinteggiatura, ecc.) e classificabili come manutenzione ordinaria non siano eseguiti all'interno di un'abitazione, ma su parti comuni di edifici residenziali, rientriamo allora nella possibilità di detrarne tutte le spese.

Parlo ad esempio di lavori eseguiti su un bagno comune nel condominio, oppure sul bagno del portinaio.


Rifacimento degli impianti del bagno e detrazioni fiscali


Se nei lavori sono compresi anche il rifacimento dell'impianto idrosanitario, elettrico, lo spostamento di tramezze o altre opere che possono far classificare l'intervento come manutenzione straordinaria, è possibile beneficiare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie sia che vengano realizzati su abitazioni private che su parti comuni di edifici residenziali.

In questo caso, poiché lo spostamento di una tramezza comporterebbe il rifacimento delle piastrelle, anche la spesa sostenuta per rifare le piastrelle può rientrare a pieno titolo nella detrazione fiscale.

In pratica ci sono alcuni interventi (come quelli citati della sostituzione dei rubinetti, il rifacimento delle piastrelle, la tinteggiatura, ecc..) che presi singolarmente si configurano come manutenzione ordinaria e non possono godere del beneficio fiscale se eseguiti su abitazioni private.

Tuttavia, se i medesimi interventi rientrano in un intervento più ampio, che comporta altri lavori che vengono ritenuti agevolabili (come ad esempio quelli citati del rifacimento degli impianti e lo spostamento di tramezze), possono accedere alla detrazione fiscale in quanto conseguentemente necessari ai lavori agevolabili.


Sistemazione del bagno per un disabile


Ristrutturazione bagno: le detrazioni per l'adeguamento al bagno per disabiliLa detrazione sulle ristrutturazioni edilizie ammette, fra i vari interventi, anche quelli per l'eliminazione delle barriere architettoniche e la realizzazione di ogni strumento che sia idoneo a favorire la mobilità interna ed esterna all'abitazione per le persone portatrici di handicap gravi, ai sensi dell'art.3, comma 3 della Legge 104/1992.

Pertanto, in occasione di interventi su un bagno finalizzati a favorire la mobilità di un disabile sarà possibile beneficiare della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.
Si pensi all'installazione di un wc rialzato, di un lavabo senza ingombri sottostanti che permetta alla carrozzina di avvicinarsi in modo corretto, di una doccia a filo pavimento, di una vasca con sportello, di seggiolini ribaltabili a parete, maniglioni fissi, ecc.


Realizzazione di un nuovo servizio igienico e detrazioni fiscali


Se all'interno di un edificio esistente ad uso residenziale si decide di realizzare un nuovo servizio igienico, tutte le spese sostenute possono beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie.
È però importante specificare che tale servizio debba essere creato all'interno del volume esistente della casa . Non è ammessa quindi alla detrazione la realizzazione di un servizio igienico come ampliamento al fabbricato.

Ristrutturazione bagno di Novatect
Nella detrazione potranno, quindi, rientrare le spese relative alla realizzazione delle tramezze, della porta, degli impianti (ad esempio idrosanitario ed elettrico), delle piastrelle del pavimento e dei rivestimenti delle pareti, dei sanitari e della rubinetteria. In pratica saranno agevolabili tutte le opere che contribuiranno all'ottenimento di un servizio igienico completo.


Mobili del bagno e detrazioni fiscali


Il decreto 63/2013 con la successiva conversione in Legge (L.90/2013) ha introdotto, per i contribuenti che usufruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie, la possibilità di detrarre dall'Irpef anche le spese sostenute per l'acquisto di mobili finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione prevista dal bonus mobili ammonta al 50% per un tetto massimo di spesa di 10.000 euro. Negli ultimi mesi è stato definitivamente stabilito che tale tetto massimo di spesa è indipendente dall'ammontare della spesa sostenuta per l'intervento di ristrutturazione collegato.

bagno ristrutturato
Non in tutti i casi in cui si eseguono lavori in casa è però possibile beneficiare del bonus mobili . Per le abitazioni private l'acquisto di mobili è agevolabile solo qualora gli interventi eseguiti ricadano nelle seguenti categorie di intervento:
- manutenzione straordinaria
- restauro e risanamento conservativo
- ristrutturazione edilizia.

La manutenzione ordinaria sulle singole abitazioni è quindi esclusa.
Pertanto, se eseguo una semplice sostituzione dei rubinetti o delle piastrelle o ancora eseguo una semplice tinteggiatura, non potrò beneficiare del bonus mobili.

Per quanto riguarda l'acquisto dei mobili del bagno, è possibile beneficiare del bonus mobili sia che si eseguono interventi edilizi (manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia) all'interno dello stesso bagno, sia che interventi di tal genere siano realizzati su qualsiasi altra parte della medesima unità abitativa.

Ristutturazione bagno e detrazione fiscale per sostituzione mobili
Si può rifare il bagno (impianti, sanitari, piastrelle) beneficiando della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie e acquistare il mobiletto del bagno beneficiando del bonus mobili; ma si può anche rifare solamente il tetto (quindi senza intervenire sul bagno) beneficiando della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie, acquistando il mobile bagno, grazie al beneficio del bonus mobili.

Allo stesso modo, se eseguo interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia che riguardano il solo bagno, beneficiando della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, potrò acquistare mobili per arredare il resto della casa su cui non intervengo, come un tavolo, un divano, un letto, ecc.


Ristrutturare un bagno: la redazione consiglia


Se sei in procinto di effettuare lavori di ristrutturazione del bagno o di un altro ambiente della tua abitazione, lavorincasa mette a disposizione dei suoi utenti la possibilità di contattare le aziende certificate operanti nel settore dell'edilizia, sia pubblica sia privata, per ricevere un preventivo.

È possibile effettuare la ricerca restringendo il campo per la propria provincia o città di appartenenza.

Per accedere al servizio vai alla voce calcola costi di ristrutturazione, seleziona la provincia di appartenenza ed effettua la tua ricerca!

riproduzione riservata
Articolo: Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali
Valutazione: 3.77 / 6 basato su 185 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giuseppe15
    Giuseppe15
    Domenica 1 Luglio 2018, alle ore 01:39
    Prossimamente dovrò fare una ristrutturazione completa del bagno di casa.
    Ho chiesto in comune, al mio commercialista e alla Agenzia Delle Entrate se per fare questa tipologia di lavori e usufruire del bonus 50% servissero delle comunicazioni al comune, ma mi è stato risposto di no.
    In questo articolo leggo invece che serve la Cila.
    Le domande che vorrei porvi sono:
    1) Può essere che la procedura cambi da comune a comune, o secondo voi la Cila serve in ogni caso x poter usufruire della detrazione?
    2) Se volessi optare per una soluzione che prevede l'acquisto del materiale (sanitari, mobile, doccia etc. etc.) comprandolo direttamente io da centri come Bricoman o simili e affidarmi poi ad una azienda per i lavori di ristrutturazione (tubature, impianto elettrico, smantellamento vecchio e posa del nuovo), dovendo comprare il materiale prima dell'inizio dei lavori, secondo voi potrei avere problemi a detrarre il materiale, dovendo fare bonifici a centri che vendono materiale e non alla ditta stessa che svolgerà i lavori?
    Chiedo questo perchè alla Agenzia delle Entrate, il personale non proprio preparatissimo, sosteneva  che secondo loro, se i mobili li dovessi comprare io senza passare dalla ditta che esegue i lavori, questi non si potrebbero detrarre, vi risulta?
    rispondi al commento
  • Gigi2519
    Gigi2519
    Giovedì 14 Giugno 2018, alle ore 22:30
    Ho da poco acquisatato casa e all'interno vorrei eseguire i seguenti lavori:realizzazione di un piccolo ripostiglio con muri di cartongesso e relativa porta, realizzazione di nuovi punti luce e prese elettriche con relative tracce, stuccatura e lucidatura pavimenti in marmo, sostituzione piatto doccia con relativo box (forse doccia multifunzione) e tinteggiature di tutta casa.
    Il geometra mi ha riferito che per il ripostiglio bisogna presentare un CILa per manutenzione straordinaria, invece il resto dei lavori presi singolarmente sono da ritenersi manutenzione ordinaria.
    Uniti alla manutenzione straordinaria per via della CILA presentata in comune possono essere tutti quanti portati in detrazione.
    Per cortesia siccome non vorrei incorrere in qualche sanzione mi confermate che è cosi?
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Gigi2519
      Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:57
      Confermo quanto riferito dal suo tecnico. Consiglio di riportare nella cila l'elenco di tutti i lavori da eseguire.
      rispondi al commento
      • Gigi2519
        Gigi2519 Sara.m.
        Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 22:24
        Sara grazie per avermi risposto.Qiundi in sostanza nonostante la totalita dei lavori, che normalmente sarebbe considerata di manutanzione ordinaria, superi con il costo il singolo di lavoro di manutenzione straordinaria (costruzione divisorio in cartongesso per ricavare un piccolo ripostglio) con la presentazione della "cila per manutenzione straordinaria" posso cmq portare l'intero ammontare dei lavori in detrazione??
        rispondi al commento
        • Sara.m.
          Sara.m. Gigi2519
          Martedì 26 Giugno 2018, alle ore 16:20
          E' una domanda molto pertinente. Non esistono indicazioni precise in merito alle proporzioni da rispettare tra importo delle opere ordinarie e straordinarie. Si parla solo di detraibilità delle opere ordinarie solo quando rientrano in un contesto più vasto di ristrutturazione. Consideri che nel suo caso specifico rientrano nelle straordinarie la tramezza, la porta, i lavori di impianto elettrico e volendo anche il piatto doccia se segnala che mette mano alle tubazioni idrauliche inerenti la doccia. La tinteggiatura è una conseguenza delle opere prima citate (se faccio spaccature per l'impianto elettrico e creo nuovi punti luce devo ritinteggiare). Resterebbe solo il trattamento dei pavimenti in marmo, che a questo punto supongo incida in modo non troppo consistente sull'importo complessivo dei lavori.
          rispondi al commento
  • Patrizia3
    Patrizia3
    Giovedì 14 Giugno 2018, alle ore 18:52
    Vorrei sapere se un intervento di riparazione braga ha diritto di usufruire della detrazione fiscale.
    O altrirmente avere l'iva agevolata?
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Patrizia3
      Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:54
      L'intervento di riparazione di una braga è classificabile come manutenzione ordinaria. Se si tratta di una braga condominiale, l'intervento è detraibile. Se invece la braga afferisce ad una singola abitazione, purtroppo non è detraibile. Tuttavia, potrà beneficiare dell'iva agevolata al 10%.
      rispondi al commento
      • Patrizia3
        Patrizia3 Sara.m.
        Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:59
        Grazie mille 
        rispondi al commento
  • Gian3
    Gian3
    Mercoledì 4 Aprile 2018, alle ore 16:39
    Ho fatto eseguire dei lavori con sostituzione delle porte e del portone, in piu ho rifatto tutte le tubazioni idriche, il bagno completo con sostituzione dei sanitari, doccia e mobili e anche la cucina con relative piastrelle.
    Essendo che le tubazioni passano anche sotto la cucina, ho fatto mettere un nuovo scalda acqua a gas con i relativi tubi idrici e del gas.
    Ho aperto la CILA, ho eseguito i bonifici di tutti i materiali e dei lavori con la dicitura per le detrazioni, Avro' problemi a far rientrare tutti i lavori?
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Gian3
      Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:52
      Direi nessun problema! Rientra pienamente nei requisiti per beneficiare delle detrazioni.
      rispondi al commento
  • Pedro1
    Pedro1
    Venerdì 30 Marzo 2018, alle ore 10:01
    Sto effettunado dei lavori di ristrutturazione completi in casa e quindi ho aperto una cila.
    Volevo chiedere, visto che per il bonus mobili ho gia raggiunto il tetto dei 10mila euro tra cucina e camera da letto, visto che sto rifacendo anche il bagno, è possibile far rientrare il mobile del bagno nel bonus ristrutturazione invece che nel bonus mobili?
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Pedro1
      Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:51
      Purtroppo no. Il mobiletto del bagno può accedere solo al bonus mobili.
      rispondi al commento
  • Potenga
    Potenga
    Lunedì 26 Febbraio 2018, alle ore 12:38
    Sto facendo sistemare il bagno con l'intera sostituzione degli impianti, cambio vasca con doccia e suo spostamento da un lato ad un altro, piastrelle sanitari miscelatori tutti.per la detrazione è necessario fare dichiarazioni in comune per ottenere la detrazione? 
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli
      Arch.martinelli Potenga
      Lunedì 26 Febbraio 2018, alle ore 14:33
      Sì, è necessario presentare in Comune una CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) firmata da un tecnico abilitato.
      rispondi al commento
  • Nino2
    Nino2
    Mercoledì 21 Febbraio 2018, alle ore 18:24
    Ristrutturazione bagno con intervento su impianto idrtosanitario, e' obbligatoria la CILA?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli
      Arch.martinelli Nino2
      Giovedì 22 Febbraio 2018, alle ore 17:46
      Sì, esatto. Il lavoro indicato è un intervento di manutenzione straordinaria che non comporta opere sulle strutture portanti. Per questo tipo di intervento il testo unico in materia edilizia (d.p.r.380/2001) prevede la presentazione in comune della CILA (comunicazione inizio lavori asseverata).
      rispondi al commento
  • Erosturchi
    Erosturchi
    Martedì 30 Gennaio 2018, alle ore 13:56
    Salve,
    a breve entrerò in posesso di un immobile mai abitato acquistato tramite asta immobiliare da costruttore fallito.
    Dovrò fare alcuni interventi e vorrei capire se uno di questi può essere considerato ristrutturazione per poter accedere al bonus:

    Togliere una tramezza
    Installare box doccia
    Montare mobili del bagno
    Acquistare mobili sala, camera e cucina
    Acquistare grandi elettrodomestici

    La rimozione della tramezza mi da accesso al bonus ristrutturazione? Se si, questo dopo si allarga su tutto il resto?

    Grazie
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Erosturchi
      Martedì 6 Febbraio 2018, alle ore 11:03
      Bisognerebbe innanzitutto capire se l'immobile acquistato risulta in corso di costruzione oppure se c'è già stata una fine lavori della nuova costruzione. Nel primo caso le detrazioni purtroppo non sono possibili, nel secondo caso sono certamente valutabili per quasi tutti i lavori elencati.
      rispondi al commento
      • Erosturchi
        Erosturchi Sara.m.
        Martedì 27 Febbraio 2018, alle ore 08:50
        Altra domanda... se avvio oggi le pratiche per la ristrutturazione, rientro automaticamente nelle agevolazioni o devo sperare in una proroga degli incentivi anche per il 2018?

        Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.martinelli
          Arch.martinelli Erosturchi
          Martedì 27 Febbraio 2018, alle ore 16:55
          Gli incentivi sono già stati prorogati per tutto il 2018 con la la legge di bilancio 2018, approvata a dicembre 2017 ed entrata in vigore il 1° gennaio 2018.
          rispondi al commento
  • Simonethebest84
    Simonethebest84
    Lunedì 24 Luglio 2017, alle ore 10:54
    Buongiorno,a breve dovrò ristrutturare il bagno di una nuova casa che sto acquistando a Milano.La ristrutturazione sarà totale, comprensiva del rifacimento dell'impianto idraulico ed elettrico, visto che verrà modificata la disposizione della doccia, dei sanitari e del lavabo.Leggendo sul sito dell'Agenzia delle Entrate dovrei poter usufruire delle detrazioni in quanto dovrebbe esser un intervento di manutenzione straordinaria. Confermate?Per procedere con i lavori devo chiedere una pratica CILA?Vorrei far rientrare in detrazione anche il futuro acquisto dei mobili (bonus mobili 2017) è possibile?GrazieSimone  
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Simonethebest84
      Mercoledì 2 Agosto 2017, alle ore 12:44
      La risposta è sì per tutti i quesiti!
      rispondi al commento
      • Enrico3
        Enrico3 Sara.m.
        Sabato 5 Agosto 2017, alle ore 11:08
        Grazie Sara,
        ma se non faccio la CILA, posso comunque detrarre il 50%?
        Enrico
        rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali che potrebbero interessarti
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco...
Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?...
Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro...
Detrazione per demolizione con ricostruzione

Detrazione per demolizione con ricostruzione

Possibilità di accedere alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie per chi procede con la demolizione e la ricostruzione di un edificio residenziale.
Discussioni Correlate nel Forum LavorincasaTag ForumDetrazione 50%
Img anto0192
Salve,stiamo ristrutturando il bagno di servizio (tubi, mattonelle, water ecc.), ho letto che avrei diritto ad un rimborso se effettuo pagamento con bonifico ecc.Il problema...
anto0192 05 Marzo 2015 ore 10:30 2
usr REGISTRATI COME UTENTE
292.298 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Pannello termoisolante sottotegola Fibrotek
    Pannello termoisolante sottotegola...
    39.60
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Noleggio cartello divieti Milano
    Noleggio cartello divieti milano...
    150.00
  • Sovrapposizione piatto doccia e vasca da bagno
    Sovrapposizione piatto doccia e...
    500.00
  • Cordivari termoarredo design lola h 450x1516 watt
    Cordivari termoarredo design lola...
    1090.00
  • Idropulizia pavimento
    Idropulizia pavimento...
    5.00
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Policarbonato online
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Agosto 2018
€ 900.00
foto 2 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 1 000.00
foto 1 geo Roma
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 100.00
foto 2 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 1 000.00
foto 4 geo Bari
Scade il 30 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.