Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

La Comunicazione inizio lavori (CIL) introdotta nel 2010 dalla Legge 73/10 permette di semplificare l'iter per alcuni interventi tra cui la manutenzione straordinaria.
- NEWS Leggi e Normative Tecniche
Barra Progettazione Online

Lavori in casa: comunicazione inizio lavori CILDopo gli aggiornamenti normativi realizzati in questa legislatura per semplificare le autorizzazioni in materia edilizia, è nato uno strumento molto utilizzato dai cittadini e dai professionisti, che permette di velocizzare i tempi per realizzare alcuni interventi edilizi: la comunicazione di inizio lavori.

L'art. 6 del Testo Unico dell'Edilizia si occupa di attività edilizia libera ed è stato completamente riscritto dalla Legge 73 nel 2010.
Le modifiche principali introdotte da questa legge sono state:

- includere la manutenzione straordinaria all'interno dell'attività edilizia libera;
- introdurre uno strumento semplificato chiamato comunicazione inizio lavori.




Fino al 2010 lo strumento più utilizzato per la maggior parte degli interventi edilizi era la DIA (denuncia di inizio attività) che si caratterizzava per il silenzio-assenso di 30 giorni dopo il quale era possibile cominciare i lavori.

Oggi, dopo le modifiche apportate dalla Legge 73/2010 e dal Decreto Legge 70/2011, la DIA è sostituita (salvo alcune eccezioni) dalla CIL (Comunicazione Inizio Lavori) e dalla SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).


Art. 6 del Testo Unico: Attività edilizia libera


comunicazione inizio lavoriPrima di cominciare qualsiasi intervento edilizio è importante capire in quale categoria si rientra, per fare questo bisogna leggere l'Art. 3 del Testo Unico intitolato appunto definizioni degli interventi edilizi.
Gli interventi sono 6: manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, nuova costruzione, ristrutturazione urbanistica.

Rientrano nell'attività edilizia libera la manutenzione ordinaria (comma 1 Art. 6 T.U.) e la manutenzione straordinaria (comma 2 Art. 6 T.U.).

Va precisato che la straordinaria vi rientra solo se gli interventi non modificano parti strutturali dell'edificio, non comportano l'aumento delle unità immobiliari o la modifica dei parametri urbanistici.

Il tipico intervento di ristrutturazione di una casa con lo spostamento di alcuni tramezzi rientra solitamente in manutenzione straordinaria.

All'interno dell'attività edilizia libera, insieme alle due manutenzioni sono inclusi altri lavori come l'eliminazione di barriere architettoniche, opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo, opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, pannelli solari e fotovoltaici a servizio degli edifici, etc.

Vista la complessità della classificazione prima di iniziare qualsiasi lavoro è necessario valutare con il proprio tecnico di fiducia quale strumento normativo utilizzare per realizzare regolarmente i lavori.


Che tipo di comunicazione consegnare: i tre casi


Rivestimento di una pareteAbbiamo visto come all'interno dell'attività edilizia libera (Art.6) rientrano diversi tipi di interventi, rispetto a questi esistono 3 tipi di comunicazioni da effettuare al comune.

1) Lettera in carta semplice

2) Comunicazione di inizio lavori

3) Comunicazione di inizio lavori asseverata

1) Lettera in carta semplice


Nel caso in cui i lavori rientrano in manutenzione ordinaria (o altri interventi dell'elenco Art.6 comma 1 del T.U.) non è necessario presentare al comune nessuna comunicazione formale. Tuttavia per maggiore tutela, il proprietario può consegnare una lettera in carta semplice in cui comunica la data e la tipologia di lavori che realizzerà nel proprio immobile.

2) Comunicazione di inizio lavori


Per i seguenti interventi elencati nel comma 2 dell'Art.6 dalla lettera b) alla lettera e):

b) le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
c) le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l'indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
d) i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
e) le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Il proprietario presenta una comunicazione di inizio lavori su modulistica precompilata del comune senza alcun obbligo di asseverazione del tecnico.

I lavori possono iniziare subito dopo aver protocollato la CIL.

3) Comunicazione di inizio lavori Asseverata


In caso di manutenzione straordinaria (senza interventi strutturali) il proprietario deve consegnare una CIL Asseverata (chiamata anche CILA) che, oltre alla comunicazione, è composta da una relazione asseverata di un tecnico abilitato e da elaborati grafici di progetto.

Il tecnico dichiara di non avere rapporti di dipendenza con l'impresa né con il committente, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che per essi la normativa statale e regionale non prevede il rilascio di un titolo abilitativo.

Approfondisci la CILA , invia un commento in basso o apri una discussione sul Forum.

riproduzione riservata
Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
Valutazione: 3.88 / 6 basato su 193 voti.

Comunicazione Inizio Lavori (CIL): Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Piero Raffa
    Piero Raffa
    Domenica 9 Ottobre 2022, alle ore 09:25
    Devo sostituire gli infissi nella mia abitazione ,per usufruire dello sgravio fiscale del 50% gli infissi devono essere tagliò termico o taglio freddo ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Piero raffa
      Mercoledì 12 Ottobre 2022, alle ore 09:53
      Ormai tutti i profilati di alluminio per rispondere ad una conducibilità termica di circa 0,3 W/mk sono taglio termico. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Hop3
    Hop3
    Sabato 2 Luglio 2022, alle ore 01:10
    Ho acquistato una casa con un impianto datato e non più a norma.
    L'elettricista dovrebbe sostituire cablaggi, prese, scatole e sistemare il pannello elettrico con relativa massa a terra.
    Non verranno fatte o rifatte nuove piste perché fortunatamente sono abbastanza grandi per passare i cavi attuali a norma di legge.
    Volevo capire se si tratta di manutenzione straordinaria e se basta una C.I.L o mi serve un tecnico?
    Questa tipologia di lavori posso detrarla al 50%?
    Se si, basta pagare con bonifico bancario parlante?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Hop3
      Sabato 2 Luglio 2022, alle ore 18:56
      La rifazione dell'impianto elettrico è in  intervento di manutenzione straordinaria che beneficia della detrazione fiscale del 50% e non necessita di alcuna autorizzazione comunale. In questo caso, però, va redatta l'apposita autodichiarazione di atto notorio ed il pagamento deve avvenire esclusivamente con bonifico parlante. In ultimo, si faccia rilasciare la dichiarazione di conformità da parte dell'impiantista. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Hope
        Hope Pasquale
        Sabato 2 Luglio 2022, alle ore 21:35
        Posso chiederle cos'è il certificato di Atto Notorio?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Hope
          Mercoledì 6 Luglio 2022, alle ore 17:29
          La DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’ viene resa ai sensi dell'art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e s.m.i. e consiste in una autodichiarazione che - "l'interessato redige e sottoscrive, sotto la propria ed esclusiva responsabilità, su stati, fatti e qualità personali e che utilizza nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, con i concessionari e gestori di Pubblici Servizi e con i privati che vi consentano"-. Naturalmente va allegata copia del documento di riconoscimento del dichiarante. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Massimo
    Massimo
    Lunedì 6 Giugno 2022, alle ore 10:20
    Devo sistemare la pavimentazione di un balcone, spostare il motore di un un condizionatore sullo stesso balcone e quindi fare e richiudere le tracce e riverniciare i muri esterni.
    Con l'occassione installerò anche dei frangivento, (le famose vetrate panoramche pacchetto).
    Basta Una CIL fatta sul sito del comune giusto?
    Posso avere detrazione e iva agevolata?
    I frangivento non rientrano nella categoria infissi, ma posso detrarli al 50% come parte integrante dei lavori del terrazzo?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Massimo
      Martedì 7 Giugno 2022, alle ore 12:22
      Sì, basta una Cil. Riguardo alle detrazioni sull'installazione delle vetrate panoramiche a pacchetto non è possibile in quanto non sono considerati dei veri e propri infissi e nè essenziali per i lavori al terrazzo. Le rammento che per detrarre la spesa sostenuta serve il rilascio da parte della ditta installatrice della certificazione energetica da trasmettere, poi, all'Enea.  Per interventi su immobili ad uso abitativo, l'iva è al 10%. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Confuso
    Confuso
    Venerdì 6 Maggio 2022, alle ore 10:52
    Buongiorno, ieri ho presentato in comune la CIL per lavori di ristrutturazione straordinaria (lavori che non modificando la struttura) compilata in prima persona senza il supporto di tecnici progetti ecc...facendo protocollare il tutto.
    Il mio dubbio è se è necessario quanto fatto per la detrazione fiscale o devo comunque rivolgermi ad un tecnico per il progetto e presentare la cil tramite il tecnico?
    Per lae fatture è necessario attivare il casetto fiscale della persona fisica ?
    Grazie mille in anticipo
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Confuso
      Giovedì 12 Maggio 2022, alle ore 10:24
      Non modificando la struttura (tramezzature interne, finestre e portafinestre, ecc.) sono interventi di "edilizia libera" cioè senza rilascio di alcun provvedimento autorizzativo comunale. È necessario, però, che al termine dei lavori redigere una autodichiarazione contenente la data di inizio e fine lavori, la tipologia degli interventi eseguiti, ecc. che deve conservare nel Suo archivio, assieme alle fatture e copie bonifici, per almeno dieci anni.   Per le fatture non deve fare nulla, si faccia dare una copia cartacea della stessa.  Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Irebon
    Irebon
    Giovedì 28 Aprile 2022, alle ore 13:28
    Devo rifare i balconi per poter usufruire del Bonus facciate.
    Posso presentare io proprietario inizio lavori al Comune o devo per forza passare attraverso un tecnico?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Irebon
      Lunedì 2 Maggio 2022, alle ore 10:31
      Se gli interventi ricadono tutti nella manutenzione ordinaria, può fare a meno della figura tecnica. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Carlo56
    Carlo56
    Martedì 29 Marzo 2022, alle ore 09:40
    Attraverso impresa devo ristrutturare un locale commerciale, rifacimento intonaci e relativa verniciatura, pavimenti flottanti senza demolizione, erezione muri di confine condominiale.
    Posso usufruire dell'IVA agevolata?
    Devo presentare CILA?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Carlo56
      Mercoledì 30 Marzo 2022, alle ore 08:51
      I lavori da Lei elencati rientrano tra quelli di edilizia libera, cioè senza alcun provvedimento autorizzativo. Riguardo all'aliquota iva agevolata, ne ha facoltà. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Carlo56
    Carlo56
    Martedì 29 Marzo 2022, alle ore 09:33
    Interessante ed esaustivo.
    rispondi al commento
  • Emanuele Montecchio
    Emanuele Montecchio
    Mercoledì 23 Marzo 2022, alle ore 14:10
    Devo acquistare i serramenti con sconto in fattura.
    Posso fare il bonifico prima di aver aperto la CILA?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Emanuele Montecchio
      Giovedì 24 Marzo 2022, alle ore 11:14
      Sì, l'importante è che sulla fattura e sul bonifico parlante venga riportato la dicitura "Acconto sui lavori di..." e che il completamento dell'intervento avvenga a Cila presentata. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alessandra
    Alessandra
    Martedì 25 Gennaio 2022, alle ore 18:06
    Ho cambiato infissi esterni e interni.
    È stata fatta la CIL e comunicazione all'ENEA.
    In questo caso visto si tratta di CIL non posso usufruire del Bonus mobili visto ho letto la CIL si fa per lavori di manutenzione ordinaria?
    O c'è la probabilità visto che nella descrizione di manutenzione straordinaria compare la voce di sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alessandra
      Mercoledì 26 Gennaio 2022, alle ore 15:48
      Non è la Cil che determina la condizione per la detrazione fiscale, ma l'intervento. Nel Suo caso la sostituzione degli infissi esterni, con modifica della sagoma o dei materiali (non quelli interni), rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria che Le permette di beneficare della detrazione fiscale nella misura del 50% e del Bonus Mobili. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi