Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

La Comunicazione inizio lavori (CIL) introdotta nel 2010 dalla Legge 73/10 permette di semplificare l'iter per alcuni interventi tra cui la manutenzione straordinaria.
14 Giugno 2012 ore 18:49 - NEWS Leggi e Normative Tecniche

Lavori in casa: comunicazione inizio lavori CILDopo gli aggiornamenti normativi realizzati in questa legislatura per semplificare le autorizzazioni in materia edilizia, è nato uno strumento molto utilizzato dai cittadini e dai professionisti, che permette di velocizzare i tempi per realizzare alcuni interventi edilizi: la comunicazione di inizio lavori.

L'art. 6 del Testo Unico dell'Edilizia si occupa di attività edilizia libera ed è stato completamente riscritto dalla Legge 73 nel 2010.
Le modifiche principali introdotte da questa legge sono state:

- includere la manutenzione straordinaria all'interno dell'attività edilizia libera;
- introdurre uno strumento semplificato chiamato comunicazione inizio lavori.




Fino al 2010 lo strumento più utilizzato per la maggior parte degli interventi edilizi era la DIA (denuncia di inizio attività) che si caratterizzava per il silenzio-assenso di 30 giorni dopo il quale era possibile cominciare i lavori.

Oggi, dopo le modifiche apportate dalla Legge 73/2010 e dal Decreto Legge 70/2011, la DIA è sostituita (salvo alcune eccezioni) dalla CIL (Comunicazione Inizio Lavori) e dalla SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).


Art. 6 del Testo Unico: Attività edilizia libera


comunicazione inizio lavoriPrima di cominciare qualsiasi intervento edilizio è importante capire in quale categoria si rientra, per fare questo bisogna leggere l'Art. 3 del Testo Unico intitolato appunto definizioni degli interventi edilizi.
Gli interventi sono 6: manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, nuova costruzione, ristrutturazione urbanistica.

Rientrano nell'attività edilizia libera la manutenzione ordinaria (comma 1 Art. 6 T.U.) e la manutenzione straordinaria (comma 2 Art. 6 T.U.).

Va precisato che la straordinaria vi rientra solo se gli interventi non modificano parti strutturali dell'edificio, non comportano l'aumento delle unità immobiliari o la modifica dei parametri urbanistici.

Il tipico intervento di ristrutturazione di una casa con lo spostamento di alcuni tramezzi rientra solitamente in manutenzione straordinaria.

All'interno dell'attività edilizia libera, insieme alle due manutenzioni sono inclusi altri lavori come l'eliminazione di barriere architettoniche, opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo, opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, pannelli solari e fotovoltaici a servizio degli edifici, etc.

Vista la complessità della classificazione prima di iniziare qualsiasi lavoro è necessario valutare con il proprio tecnico di fiducia quale strumento normativo utilizzare per realizzare regolarmente i lavori.


Che tipo di comunicazione consegnare: i tre casi


Rivestimento di una pareteAbbiamo visto come all'interno dell'attività edilizia libera (Art.6) rientrano diversi tipi di interventi, rispetto a questi esistono 3 tipi di comunicazioni da effettuare al comune.

1) Lettera in carta semplice

2) Comunicazione di inizio lavori

3) Comunicazione di inizio lavori asseverata

1) Lettera in carta semplice


Nel caso in cui i lavori rientrano in manutenzione ordinaria (o altri interventi dell'elenco Art.6 comma 1 del T.U.) non è necessario presentare al comune nessuna comunicazione formale. Tuttavia per maggiore tutela, il proprietario può consegnare una lettera in carta semplice in cui comunica la data e la tipologia di lavori che realizzerà nel proprio immobile.

2) Comunicazione di inizio lavori


Per i seguenti interventi elencati nel comma 2 dell'Art.6 dalla lettera b) alla lettera e):

b) le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
c) le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l'indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
d) i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
e) le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Il proprietario presenta una comunicazione di inizio lavori su modulistica precompilata del comune senza alcun obbligo di asseverazione del tecnico.

I lavori possono iniziare subito dopo aver protocollato la CIL.

3) Comunicazione di inizio lavori Asseverata


In caso di manutenzione straordinaria (senza interventi strutturali) il proprietario deve consegnare una CIL Asseverata (chiamata anche CILA) che, oltre alla comunicazione, è composta da una relazione asseverata di un tecnico abilitato e da elaborati grafici di progetto.

Il tecnico dichiara di non avere rapporti di dipendenza con l'impresa né con il committente, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che per essi la normativa statale e regionale non prevede il rilascio di un titolo abilitativo.

Approfondisci la CILA , invia un commento in basso o apri una discussione sul Forum.

riproduzione riservata
Articolo: Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
Valutazione: 3.89 / 6 basato su 191 voti.

Comunicazione Inizio Lavori (CIL): Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Corsaroviola
    Corsaroviola
    4 giorni fa
    Dovendo fare lavori di sostituzione piastrelle e pavimenti del mio bagno, oltre alla riverniciatura delle stanze del mio appartamento, vorrei sapere se , una volta inviata la CIL, ho un tempo massimo in cui ultimare i lavori
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Corsaroviola
      3 giorni fa
      No, non ha limiti temporali. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Fabio
    Fabio
    Venerdì 12 Febbraio 2021, alle ore 10:11
    Devo effettuare dei lavori in cucina che prevedono la sostituzione del pavimento e il riposizionamento di alcune prese elettriche.
    Successivamente cambierò i mobili della cucina.
    Se ho ben inteso non è necessaria la CIL però non mi è chiaro se ho diritto alla detrazione del 50% ed al bonus mobili.
    Se si, che documentazione devo produrre (e a chi) ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Fabio
      Lunedì 15 Febbraio 2021, alle ore 09:16
      Per la tipologia di lavoro non è richiesto alcun provvedimento autorizzativo. Riguardo alla possibilità di beneficiare della detrazione fiscale e del bonus mobili deve mettere mano ad uno o più impianti della cucina come: l'impianto di adduzione del gas, impianto idraulico di carico e scarico, l'impianto elettrico, ecc. In questo caso è necessario effettuare i pagamenti delle fatture con bonifico bancario per ristrutturazione ed, al termine dei lavori, una autodichiarazione sul tipo di intervento eseguito, la data di inizio e fine lavori e i riferimenti utili per l'identificazione dell'immobile. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Claudia
    Claudia
    Venerdì 5 Febbraio 2021, alle ore 12:34
    Ho effettuato una ristrutturazione dell'intero appartamento (impianti, pavimentazione, tinteggiatura, infissi, caldaia e ho sostituito il vecchio impianto di riscaldamento con impianto canalizzato e relativo abbassamento del tetto del corridoio a 1,40 h.
    La ditta di ristrutturazione ha effettuato una pratica CIL motivando che non andando e effettuare modifiche alla planimetria dell'appartamento non era necessario fare una CILa.
    Ho presentato la documentazione giusta?
    Posso usufruire della detrazione al 50% e relativa cessione del credito in quanto sulla dichiarazione CIL è indicato ristrutturazione unità immobiliare?
    Per il canalizzato ho bisogno di fare la legge 10?
    Se si, è possibile farla dopo che sono terminati i lavori?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Claudia
      Lunedì 8 Febbraio 2021, alle ore 11:32
      La procedura adottata è corretta. Per quanto riguarda le detrazioni fiscali né ha facoltà di beneficiare nella misura del 50% della spesa sostenuta. Sulla legge 10/91 non è richiesta ma è necessario che la ditta esecutrice dei lavori le rilasci la certificazione di conformità dell'impianto di riscaldamento e degli altri impianti realizzati corredata dalla documentazione di rito. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Salvo
    Salvo
    Domenica 17 Gennaio 2021, alle ore 18:36
    Ho presentato una CIL per sostituzione e rinnovamento degli infissi in una casa singola con l'obiettivo di usufruire della detrazione fiscale del 50% (Bonus Infissi).
    Mi sono accorto successivamente che l'installazione di una nuova tipologia di infissi in una casa singola rientra tra le opere di manutenzione straordinaria, quindi è necessaria una CILA.
    Poiché i lavori devono ancora iniziare, cosa conviene fare?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Salvo
      Lunedì 18 Gennaio 2021, alle ore 18:29
      Sono due procedure differenti. Può presentare tranquillamente la Cila in sostituzione della precedente comunicazione. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Marty
    Marty
    Mercoledì 6 Gennaio 2021, alle ore 18:08
    Ho fatto dei lavori per l’abbattimento di un tramezzo con l’intenzione successiva di ristrutturare il bagno.
    Quando ho iniziato i lavori, mi è stata fatta una segnalazione prima che io presentassi una CILA e successivamente mi è stata fatta una sanzione di 1000€.
    Prima di pagare quest’ultima, mi è stato consigliato di fare subito una CIL online (l’ho fatta) tuttavia ho successivamente scoperto non servisse a nulla
    Poiché la mia intenzione era quella di modificare la struttura dell’appartamento in modo permanente e quindi non solo per 90 giorni.
    Ora la mia domanda é come posso annullare la CIL?
    C’è un modo per recuperare i soldi versati per quella e magari usarli per convalidare i lavori definitivamente?
    Inoltre: Subito dopo aver pagato la sanzione posso riprendere i lavori o devo fare qualche comunicazione ecc.?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Marty
      Venerdì 8 Gennaio 2021, alle ore 18:12
      La CIL è ormai superata dalla Cila. La sanzione amministrativa pagata non più possibile recuperarla ma può, contestualmente, eseguire tutte le opere definitive che aveva in mente e portare a termine il Suo progetto di ristrutturazione. Una volta pagata la sanzione può dare inizio ai lavori senza dare comunicazione, salvo diversa prescrizione. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
  • Logopedistagiusy
    Logopedistagiusy
    Venerdì 27 Novembre 2020, alle ore 23:48
    Salve,dovrei effettuare i seguenti lavori : ristrutturazione bagni , pavimentazione ,devo spostare una porta che rimarrà comunque nella stessa parete di appartenenza originaria e devo eliminare un piccolo intramezzo. Cosa devo fare cil o cila? Un'altra domanda ho acquistato casa e mi sono resa conto che il vecchio proprietario non ha presentato la variazione catastale conseguenziale ad un intervento di modifiche di un muro realizzato a muretto basso...cosa devo fare?grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Logopedistagiusy
      Sabato 28 Novembre 2020, alle ore 14:52
      Per le opere che intende eseguire è necessario che venga presentata una Cila. Inoltre con lo stesso provvedimento autorizzativo potrà regolarizzare anche la mancata variazione catastale in sede di acquisto. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Annamariastefanelli
    Annamariastefanelli
    Mercoledì 18 Novembre 2020, alle ore 09:29
    Buongiorno, a casa dei miei genitori, proprietari di un appartamento in condominio, sono andati i ladri e quindi abbiamo deciso di mettere le cancellate. Vorremmo usufruire del 50% per le detrazioni fiscali. Sono lavori di attività edilizia liberaed agevolata, giusto? Dobbiamo solo fare l'autocertificazione di inizi lavori agevolati. A CHI VA PRESENTATA QUESTA AUTOCERTIFICAZIONE? 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Annamariastefanelli
      Mercoledì 18 Novembre 2020, alle ore 17:13
      Ha inteso perfettamente. L'autocertificazione la deve conservare per almeno 10 anni e servirà solo in caso di controllo a testimoniare l'esecuzione delle opere su richiesta dell'AdE. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Annamariastefanelli
        Annamariastefanelli Pasquale
        Mercoledì 16 Dicembre 2020, alle ore 08:09
        Buon giorno, ho un'altro dubbio! la ditta che ha svolto i lavori per le inferriate a casa dei miei genitori mi ha presentato la fattura con quest dicitura: Operazione in franchigia da IVA ai sensi della legge 190 del 23 Dicembre 2014 art.1 commi da 54 a 89.
        Operazione effettuata ai sensi dell’art. 1, commi da 54 a 89 della Legge n. 190/2014 come modificata
        dalla legge n.208/2015 e dalla legge n.145/2018 – Regime forfetario.E' tutto regolare, posso scaricare qst fattura sulla dichiarazione dei redditi?se ci dovesse essere un controllo un domani, ai documenti allegati al 730, avrò dei problemi?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Annamariastefanelli
          Mercoledì 16 Dicembre 2020, alle ore 10:57
          È regolare. In pratica il fabbro ha aderito al regime fiscale agevolato "forfettario" che è esente dall'applicazione dell'iva. Lei, comunque, può detrarre la spesa sostenuta, in quota pro annua, nella misura del 50% in dieci anni. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Dazucchelli
    Dazucchelli
    Sabato 24 Ottobre 2020, alle ore 22:43
    Se voglio installare una cassaforte murale. I lavori straordinari previsti per rompere la parete e ricostruirla spessorata e includendo la cassaforte, sono soggetti a CILA? o CIL?
    I lavori li farei in fai da te, e spero di riuscire poi ad utilizzare il bonus ristrutturazione e bonus mobili.
    Io abito a Milano.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Dazucchelli
      Lunedì 26 Ottobre 2020, alle ore 10:36
      Le spese di acquisto della cassaforte e i relativi materiali occorrenti per l'installazione della stessa sono fiscalmente detraibili nella misura del 50% in dieci rate annuali di pari importo. Detto intervento, però, non beneficia del bonus mobili. Riguardo al tipo di intervento autorizzativo, non deve fare nulla. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Melissa2
    Melissa2
    Giovedì 18 Giugno 2020, alle ore 08:32
    Dovremmo rifare una pavimentazione esterna su un suolo privato.
    La pavimentazione esiste già, noi andremo a sostituirla e cambiarla.
    Leggendo l’articolo capisco che si tratterebbe di manutenzione straordinaria in edilizia libera e che servirebbe soltanto una CIL.
    Sbaglio o ho capito male?
    E in tal caso la cil deve essere fatta da un professionista o possiamo farla anche noi?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Melissa2
      Giovedì 18 Giugno 2020, alle ore 16:59
      L'intervento da Lei indicato rientra tra i lavori di "edilizia libera" cioè senza alcun tipo di permesso o di autorizzazione comunale, neache la Cil, fatta eccezione se l'area in questione è sottoposta a vincoli di natura paesaggistico-ambientali. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Melissa2
        Melissa2 Pasquale
        Giovedì 18 Giugno 2020, alle ore 17:41
        E in questo caso trattasi di manutenzione cosiddetta ordinaria e che non necessita di titoli autorizzativi, è compatibile con la detrazione?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Melissa2
          Venerdì 7 Agosto 2020, alle ore 15:32
          Sì, la sostituzione della pavimentazione esterna è ammessa alle detrazioni fiscali se cambia la forma, il colore ed il materiale. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
      • Sullellu
        Sullellu Pasquale
        Venerdì 7 Agosto 2020, alle ore 06:55
        Nel mio caso andrò a fare un' intercapedine nel cortile di mia proprietà in un muro contro terra per ridurre l'umidità.
        Questa intercapedine alla fine rimarrà completamente interrata e non cambierà lo stato dei luoghi.
        Cosa devo presentare?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Sullellu
          Venerdì 7 Agosto 2020, alle ore 15:34
          Non deve presentare nulla al comune. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.418 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Comunicazione Inizio Lavori (CIL) che potrebbero interessarti


Quando decade il permesso di costruire?

Leggi e Normative Tecniche - Permesso di costruire e inizio dei lavori: quali sono i termini per evitare la decadenza del titolo abilitativo. Ecco i chiarimenti del Tar della Valle d'Aosta.

Termine per l'inizio lavori con Permesso di Costruire

Leggi e Normative Tecniche - Quando si ottiene un permesso di costruire i lavori devono cominciare entro un anno dal rilascio del titolo abilitativo, a meno che non si chieda proroga motivata.

Pratiche edilizie

Leggi e Normative Tecniche - In questo articolo illustriamo quali sono le pratiche necessarie a seconda degli interventi edilizi, rimandandovi a ciascun articolo specifico per maggiori dettagli.

Interventi edili: quali sono le responsabilità del committente?

Leggi e Normative Tecniche - In caso di lavori edili, anche di piccola entità, il committente ha delle responsabilità sia per la regolarità urbanistica che per la sicurezza nei cantieri.

Quando occorre la DIA e quando il Permesso di Costruire

Leggi e Normative Tecniche - In questo articolo vediamo in quali casi è necessario richiedere un Permesso di Costruire e quando, invece, si può fare ricorso alla Denuncia di Inizio Attività.

Denuncia di inizio attività e opere illegittime

Leggi e Normative Tecniche - In materia di autorizzazioni amministrative inerenti le opere edilizie, che cosa può fare l'amministrazione comunale se si rende conto che il silenzio assenso è sbagliato?

Sismabonus: detrazione non ammessa se l'asseverazione del tecnico è tardiva

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate forniti ad un contribuente che si interroga circa l'ammissibilità di una asseverazione tardiva per il sismabonus.

Con lo Sblocca Italia rinnovare, frazionare o accorpare appartamenti è diventato più facile

Leggi e Normative Tecniche - Lo Sblocca Italia snellisce l'iter burocratico per chi intende realizzare opere edilizie su appartamenti esistenti ed anche per frazionamenti e accorpamenti.

Comunicazione Enea: slitta ad aprile il termine per l'invio dati bonus casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta la scadenza per la trasmissione all'Enea dei documenti relativi a lavori di ristrutturazione che comportino un risparmio energetico o energia rinnovabile
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fabioanaclerio
Buonasera mi sono ritrovato ahimè in una situazione un po' ingarbugliata: In data 12/11/2020 l'ingegnere mi comunica che ha presentato la CILA al Comune e mi da il via...
fabioanaclerio 26 Febbraio 2021 ore 10:51 14
Img mauriziovannoni
Salve,ho ricorrenti problemi con la serratura della porta esterna, quindi vorrei tagliare la testa al toro e cambiarla. Prima di comprare la sostituta, ho provato a smontarla per...
mauriziovannoni 24 Febbraio 2021 ore 16:44 1
Img casagratis2021
Abito in una villetta indipendente e circa tre anni fa ho ristrutturato tutto l'interno della casa tralasciando gli infissi in quanto a tutt'oggi si presentano bene. Adesso con il...
casagratis2021 29 Gennaio 2021 ore 10:15 4
Img davidevr
Buongiorno, non riesco a trovare risposte certe ad un quesito che mi sta attanagliando.Ho recentemente effettuato dei lavoretti in fai da te in cartongesso, un controsoffitto di...
davidevr 22 Gennaio 2021 ore 14:02 4
Img francescogrossi
Da quanto ho capito si può usufruire della detrazione al 50% senza la necessità di effettuare una comunicazione di inizio lavori in quanto la spesa in oggetto...
francescogrossi 08 Gennaio 2021 ore 17:35 1