Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Colorare i componenti di arredo: preparazione dei supporti e modalità di tinteggiatura

Seguendo alcuni semplici accorgimenti, colorare le superfici di arredo può essere una soluzione efficace ed economica per rinnovare gli spazi della propria casa.
22 Ottobre 2014 ore 12:55 - NEWS Decorazioni
riverniciare arredo , colorare arredo , tinteggiatura

Analisi preliminare dei componenti d'arredo


L'esigenza e la volontà di personalizzare la nostra casa ci porta spesso a giocare con i colori.

Scegliere le tonalità cromatiche delle pareti in primis, ma anche dei componenti di arredo, è un modo per ridisegnare gli spazi domestici.

Occorre però sapere operare nel modo corretto affinché questi lavori, apparentemente semplici ed economici, siano realmente efficaci e duraturi.

verniciare gli arrediTralasciando le murature, analizzeremo i restanti componenti d'arredo.

Un'analisi preliminare della superficie che vogliamo colorare è fondamentale poiché, a parità di materiali e strumenti usati, i risultati possono essere più o meno soddisfacenti.

Innanzi tutto bisogna distinguere tra i materiali di cui è fatta la superficie da tinteggiare e se si tratta di un supporto grezzo o già trattato o tinteggiato.

In linea di massima è auspicabile riportare il materiale alla condizione originaria, cioè quella precedente i trattamenti di finitura che si sono via via stratificati.

Questo al fine di evitare una qualche forma di incompatibilità tra il vecchio e il nuovo trattamento.

In pratica si consiglia sia per i materiali metallici sia per quelli legnosi di carteggiare con carta vetrata di opportuna grana il sottile strato superficiale, in modo da eliminare tracce di ruggine o gli strati impregnanti e vernicianti precedentemente stesi. La superficie vergine è a questo punto pronta per essere trattata.


Supporti metallici


Nel caso di oggetti metallici - ferro e ghisa in particolare - ubicati all'esterno o in ambienti interni umidi si consiglia un primo trattamento antiruggine.

Le vernici antiruggine aderiscono intimamente alla superficie e formano una pellicola, di per sé aggrappante, ideale per la successiva tinteggiatura a smalto ad acqua o solvente di ringhiere maniglie o termosifoni.

Si propende naturalmente per gli smalti ad acqua poiché meno inquinanti, inodori e sicuri per la qualità dell'aria, anche se meno resistenti di quelli a solvente.


Supporti legnosi


Impregnante su legno masselloPer quanto riguarda il legno, in tutte le sue declinazioni, quali legno massello, ma anche il compensato, MDF, i pannelli lamellari o listellari, impiallacciati o tamburati, la superficie risulta per sua natura grezza o quantomeno scabra; è pertanto sufficiente rimuovere attentamente le tracce dei precedenti trattamenti per evitare scollamenti e disomogeneità del nuovo strato verniciante.

Può essere utile, ma non necessario, stendere una mano di cementite.

Come nel caso del metallo, all'esterno o in ambienti umidi e aggressivi si consiglia una mano di impregnante.

Analogamente all'antiruggine, le vernici impregnanti nutrono e proteggono il legno senza inibirne la traspirabilità, e formano una pellicola di rivestimento idonea ad accogliere lo strato di colore successivo.

Legno già verniciatoEsistono in commercio impregnanti trasparenti o con tonalità simili ai più comuni legni, quali il mogano, il noce, etc.

Se vogliamo tinteggiare con colori diversi si consiglia nuovamente l'uso di smalti ad acqua stesi in due mani.

È importante controllare l'etichetta di tali smalti poiché spesso quelli più economici hanno rese al mq molto basse o un potere coprente minore, per cui potrebbero essere necessarie più riprese con le conseguenti perdite di tempo e soldi.


Altri tipi di supporti


Indubbiamente le superfici più ostiche da trattare sono quelle prefinite e lisce, in particolare le superfici laccate e i laminati di varia natura.

Le porte e la maggior parte dei mobili sono in effetti realizzati in pannelli truciolari o nei cosiddetti cartoni pressati a nido d'ape. Si tratta di supporti economici rivestiti e nobilitati, spesso con scarsi risultati, da uno strato protettivo.


Il laminato, conosciuto anche come fòrmica, è un prodotto sintetico costituito da più strati di materiale fibroso, normalmente carte impregnate con resine termoindurenti, ricoperto da un foglio di carta decorativa e uno strato di resina sintetica che conferisce al laminato plastico sia un effetto estetico sia impermeabilizzante.

La carta melaminica, impiegata per rivestire i comuni ed economici pannelli in truciolato, è costituita solo da una o poche sottilissime carte impregnate di resina sintetica.

I colori e le finiture sono illimitati e possono riprodurre il legno naturale così come fantasie e cromie totalmente differenti.

Su queste superfici non è possibile carteggiare il supporto, così come è sconveniente procedere direttamente alla tinteggiatura.

Infatti i laminati sono pensati per rendere impermeabile e lavabile la superficie, per cui presentano comportamenti quasi idrorepellenti e comunque tali da non permettere un'adesione perfetta della vernice al supporto.

Il risultato è che, in seguito ad un urto o un semplice contatto, la vernice applicata a pennello o rullo potrebbe saltare, oppure addirittura scollarsi come una pelle che di fatto non ha aderito al supporto.

Stesura di primer aggrappanteOnde evitare questi inconvenienti è necessario preparare le superfici con un apposito strato di primer aggrappante.

Si tratta di un sottile film trasparente di facile stesura che aderisce a tutte le superfici, persino il vetro, formando un rivestimento leggermente ruvido al tatto.

È proprio questa caratteristica a rendere la superficie pronta a ricevere la stesura di qualsiasi vernice assicurando una profonda adesione.

Infine, può essere utile applicare un ulteriore mano di fissativo o di vernice poliuretanica, ossia un sottilissimo film protettivo che rivestirà lo smalto sottostante preservandolo e garantendone una maggiore durata, tuttavia questo trattamento porta ad un leggero ingiallimento della superficie.

Le superfici, così trattate, risulteranno facilmente lavabili e manutenibili.

riproduzione riservata
Articolo: Colorare componenti d'arredo: preparazione e modalità di tinteggiatura
Valutazione: 4.34 / 6 basato su 41 voti.

Colorare componenti d'arredo: preparazione e modalità di tinteggiatura: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ilenia
    Ilenia
    Sabato 5 Gennaio 2013, alle ore 12:06
    Salve, molto interessante il vostro articolo, vorrei chiedere un informazione, sto colorando un vecchio mobile che avevo in casa, ma dalla cementite ad acqua viene fuori l 'impregnante con cui era colorato prima il mobile, come posso rimediare?
    Non vorrei che dopo lo smalto (ad acqua) venga macchiato così come succede alla cementite :(
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.777 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Colorare componenti d'arredo: preparazione e modalità di tinteggiatura che potrebbero interessarti


Riverniciare i termosifoni: tecniche e consigli

Idee fai da te - Per riverniciare i termosifoni con ottimi risultati, basta seguire una semplice procedura e scegliere le tecniche più adatte ed i migliori prodotti sul mercato.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Come ritinteggiare il camino con prodotti resistenti al calore

Pittura e decorazioni - Cambiare aspetto al camino di casa è possibile procedendo con la ricolorazione della cornice e della cappa con prodotti resistenti a temperature molto elevate.

Riverniciare gli infissi con poche mosse in fai da te

Bricolage legno - Come effettuare in faidate la riverniciatura degli infissi e delle persiane in legno, utilizzando prodotti idonei, una buona levigatrice e i pennelli giusti.

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?

Cura e pulizia dei pennelli

Idee fai da te - La scelta di pennelli adeguati al tipo di lavoro è importante quanto la loro corretta manutenzione nel tempo: ecco come prendersi cura dei propri strumenti di lavoro.

Rivestimenti in carta

Ristrutturazione - Lusso, fantasia e creativita': queste le novita' nei rivestimenti, tra le carte da parati moderne.

Scale colorate

Scale - Una scala interna o esterna con ciascun gradino di un colore diverso costituisce una soluzione d'arredo molto decorativa, particolare e utile per migliorare l'umore.

Pitturare casa

Decorazioni - Tinteggiare le pareti rappresenta un'occasione di rinnovo dei locali della vostra casa: vediamo ora come procedere dopo aver scelto ed acquistato il colore giusto.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img theluca
Buonasera a tutti, spiego brevemente il mio problema: avrei una camera in cui il precedente inquilino ha fumato per anni tenendo quasi sempre le finestre chiuse. Risultato?La...
theluca 25 Novembre 2020 ore 22:41 2
Img francescod94
Buongiorno a tutti. Riporto in allegato lo stile delle pareti di questa casa. Tra poco dovrò lasciarla ed il proprietario vuole che tinteggio la casa. Essendo che ho...
francescod94 06 Luglio 2020 ore 19:20 2
Img giuseppevergerio
Ciao, ho un problema e non so prendere la decisione giusta. Ho tolto la carta da parati dal mio appartamento, ma la colla è rimasta sul muro e si dimostra particolarmente...
giuseppevergerio 02 Luglio 2020 ore 12:59 1
Img phantomfruitz
Ciao a tutti, sono nuovo del forum e sono qui per chiedere un consiglio. Dovrei tinteggiare casa con idropittura di colore bianco e altri colori pastello.Per i soffitti...
phantomfruitz 15 Giugno 2020 ore 10:41 1
Img nicolatenente2
Cerco ditta che sia in grado di: - raschiare pitture e 3 mm di velo intonaco- rifare fondo - idropittura senza vocoppure- raschiare come sopra- stendere intonachino di argillaZona...
nicolatenente2 12 Giugno 2020 ore 18:24 7