Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Pavimenti e detrazioni fiscali

News di Normative
Il rifacimento del pavimento interno od esterno può beneficiare in alcuni casi delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie o sul risparmio energetico.
Pavimenti e detrazioni fiscali
Arch. Sara Martinelli
Arch. Sara Martinelli

posa pavimentoPuò il rifacimento dei pavimenti di un’abitazione esistente beneficiare di detrazioni fiscali? Come per molti altri interventi edilizi, la risposta non è immediata. In alcuni casi non è un’opera detraibile, mentre in altri può beneficiare della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie o quella sul risparmio energetico. Cerchiamo allora di chiarire tutti questi casi.



Rifacimento di un pavimento interno e detrazione sulle ristrutturazioni edilizie


La semplice sostituzione di una pavimentazione interna, se non accompagnata da altri interventi, si configura come un’opera di manutenzione ordinaria. La normativa sulla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie prevede che le opere di manutenzione ordinaria eseguite all’interno di spazi comuni condominiali possano accedere al beneficio fiscale.

In questo caso rientrano tra le spese detraibili la rimozione del pavimento esistente compreso il sottofondo, la realizzazione di un nuovo sottofondo, la fornitura e la posa del nuovo pavimento. Non ci sono caratteristiche particolari che debba avere il nuovo pavimento. È detraibile un pavimento di materiale e colore diverso dal precedente, come pure un pavimento con le medesime caratteristiche. Segnalo inoltre che sono detraibili anche le spese sostenute per semplici riparazioni di pavimenti interni di parti condominiali, senza dover per forza provvedere alla sostituzione di tutte le piastrelle. Stesso discorso è applicabile ad interventi di riparazione o sostituzione dei gradini delle scale comuni.

Qualora invece il medesimo intervento di sostituzione o riparazione del pavimento avvenga all’interno di un’abitazione privata, le spese sostenute non sono detraibili. Lo possono diventare solo nel caso in cui la rimozione e sostituzione del pavimento sia un’opera necessariamente conseguente ad un’altra opera che invece può beneficiare a pieno titolo della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie.

lavori bagnoFacciamo un esempio. Se all’interno del mio appartamento privato sostituisco il pavimento del bagno e non eseguo altre opere, le spese sostenute non possono beneficiare della detrazione sulle ristrutturazioni. Se invece rinnovo completamente l’impianto idraulico del bagno (opera che può accedere alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie) e per procedere sono costretta a rimuovere la pavimentazione esistente e posarne una nuova, anche le spese di rimozione delle vecchie piastrelle, la fornitura e la posa di quelle nuove possono rientrare nel beneficio fiscale.



Rifacimento di un pavimento interno e detrazione sul risparmio energetico


riscaldamento a pavimentoL’ultimo ragionamento descritto si può applicare in modo del tutto simile alla detrazione sul risparmio energetico. In questo caso non c’è distinzione tra parti condominiali e parti private, importante però che si tratti di locali riscaldati. La semplice sostituzione di un pavimento interno, sia che avvenga su parti condominiali che in un’abitazione privata, non è un’opera che rientra fra quelle agevolabili con la detrazione sul risparmio energetico. Se però si esegue un’opera che beneficia della detrazione fiscale sul risparmio energetico e il rifacimento del pavimento è un intervento necessario, allora anche le spese per il pavimento possono beneficiare della detrazione.

Spieghiamo meglio con un esempio. All’interno della mia abitazione decido di sostituire l’impianto di riscaldamento esistente con un impianto a pavimento alimentato da una caldaia a condensazione. L’opera può beneficiare della detrazione sul risparmio energetico. Per posare l’impianto a pavimento sarà necessario rimuovere la pavimentazione esistente e posarne una nuova. In questo caso allora anche le spese di rifacimento del pavimento possono accedere al beneficio fiscale.



Pavimenti esterni e detrazione sulle ristrutturazioni edilizie


pavimento esternoIl rifacimento o la nuova realizzazione di pavimenti esterni su parti comuni di edifici condominiali è un’opera sempre agevolabile con la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.

Se invece si parla di spazi esterni privati il discorso è diverso. La posa di una nuova pavimentazione dove prima non era presente è sempre detraibile, mentre nel caso di sostituzione di un pavimento esistente è necessario modificarne la superficie (intesa come forma dell’area pavimentata) e i materiali. Per far rientrare nella detrazione il semplice rifacimento di una pavimentazione esterna privata conservandone medesima superficie e materiali, bisogna trovarsi nella solita situazione legata all’esecuzione di altre opere agevolabili.

Rendiamolo più comprensibile con un esempio. Sotto la pavimentazione esterna del mio giardino passano delle tubazioni dell’impianto idraulico che devo sostituire completamente posando tubazioni più resistenti. L’opera può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie. Per procedere devo rimuovere la pavimentazione esistente e poi ripristinarla. In questo caso il rifacimento del pavimento è un’opera necessariamente conseguente ad un intervento agevolabile, pertanto rientrano nella detrazione anche le spese relative alla pavimentazione.



Pavimenti esterni e detrazione sul risparmio energetico


La detrazione sul risparmio energetico non è ammessa né per la semplice sostituzione né per la posa di nuovi pavimenti esterni. Tuttavia, qualora l’intervento relativo al pavimento esterno sia necessario per un’opera più vasta che invece può beneficiare della detrazione fiscale sul risparmio energetico (come ad esempio l’isolamento di una terrazza di copertura pedonabile), allora anche le spese per la pavimentazione esterna di copertura sono detraibili.

Articolo: Pavimenti e detrazioni fiscali
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 15 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 2
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Pavimenti e detrazioni fiscali
Caratteri rimanenti
  • Pippo7777
    Mercoledì 30 Luglio 2014, alle ore 19:12
    Ho comprato casa nuova da poco( vista e piaciuta) e vorrei apportare delle modifiche tipo demolizione di tramezzi spostamento di porte fornitura e posa di cassonetti coibentati rifacimento di due bagni spostamento della cucina con nuovo impianto idrico e elettrico modifiche all'impianto elettrico e di riscaldamento, con questi lavori è possibile che la demolizione e il rifacimento dei pavimenti e sottofondi sia detraibile? Grazie
    rispondi al commento
  • Evi0110
    Giovedì 17 Luglio 2014, alle ore 20:00
    Riqualificazione energetica camera da letto con cappotto interno e isolamento sul solaio: la sostituzione del pavimento, necessaria per consentire coibentazione fino al massetto, sconta la detrazione del 65% o del 50%?. Devo fare il bonifico e non so quale causale inserire tra ristr. ed. e riqu. energetica. Il rifacimento dell'impianto elettrico invece va sicuro al 50%. Seguono interventi in altri ambienti (bagni e imp. elet. a norma). Grazie
    rispondi al commento
  • Daved
    Venerdì 27 Giugno 2014, alle ore 12:46
    Per godere del bonus 50% sulla sostituzione del pavimento occorre anche effettuare una sostituzionemodifica degli scarichitubature dell'acqua e/o una sostituzionemodifica dell'impianto elettrico.In tal caso, tutte le spese sostenute sui lavori effettuati godranno del bonus fiscale 50%: quelle sostenute per modificare gli scarichi, quelle per modificare gli impianti elettrici, e sia quelle per la sostituzione della pavimentazione.
    rispondi al commento
  • Ansalorgre
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 22:25
    Buonasera,A seguito di allagamento dell'appartamento a causa della rottura di un rubinetto i pavimenti si sono ammalorati, in particolare il parquet della zona notte. Volevo sapere se in questo caso l'intervento di sostituzione dei pavimenti ammalorati e' configurabile come intervento di manutenzione straordinaria e in quanto tale detraibile.Grazie per la rispostaUn saluto
    rispondi al commento
    • Daved Ansalorgre
      Venerdì 27 Giugno 2014, alle ore 12:47
      No. Guida "casa" del Governo, punto 1.
      rispondi al commento
  • Antoniettadel vecchio
    Martedì 13 Maggio 2014, alle ore 18:56
    Buona sera Arch.,complimenti per il sito, poi spero mi possa aiutare riguardo ai lavori di ristrutturazione e alle aliquote iva da applicare perché ne sento tante e tutte diverse tra loro!!Ho iniziato i lavori idrauilici prima della scia(Man str),per colpa del geometra,rientrano nelle detrazioni del 50%?Poi i marmi sono al 10 o al 22 se li mette mio padre?Gli infissi sono beni significativi e vanno al 22% per la parte ecced il lavoro?I sanitari?
    rispondi al commento
    • Sara.m. Antoniettadel vecchio
      Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 14:00
      Se la fattura dei lavori idraulici è successiva alla presentazione della scia può farli rientrare nella detrazione. Marmi al 22% se posati con fai da te. Sì gli infissi e i sanitari sono beni di valore significativo, l'iva applicata come dice è corretta.
      rispondi al commento
      • Alessandro78283 Sara.m.
        Mercoledì 21 Maggio 2014, alle ore 22:12
        Buona sera, ho lo stesso problema della sig.ra antoniettadel vecchio, la data della scia 14 aprile 2014(presentata a fine febbraio!), una fattura dell'idraulico per "sostituzione tubazione termica per caldaia"; e l'altra per "tubazioni idriche e fognanti per n°2 bagni"!Visto che poi dovranno venire per finire il collegamento dei tubi, si può detrarre il tutto?E' come se fosse un acconto?Grazie
        rispondi al commento
  • Giosue78
    Domenica 11 Maggio 2014, alle ore 14:52
    E se si rientra come mobili oppure materiale per la ristrutturazione?
    rispondi al commento
  • Giosue78
    Domenica 11 Maggio 2014, alle ore 14:51
    Salve, dovrei fare questi tipi di interventi tramite SCIA:Rifacimento rivestimento cucina, rifacimento rivestimento bagno, sostituzione sanitari, sostituzione impianto idraulico della cucina e del bagno,sostituzione portone blindato, ampliamento ingresso cucina, posa parquet, sostituzione caldaia, installazione antifurto. Il parquet acquistato non dalla ditta che mi fa i lavori ma da me, e oltretutto posato da me, lo posso detrarre al 50%?
    rispondi al commento
  • Massimov
    Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 19:53
    Vorrei ricavare un piccolo bagno nella cameretta di mia figlia , con questo lavoro posso sostituire i pavimenti di tutto l'appartamento è avere la detrazione del 50% anche per il pavimento ? Grazie
    rispondi al commento
    • Sara.m. Massimov
      Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 15:15
      La detrazione sui pavimenti di tutta la casa non è giustificabile in questo caso. Potrà detrarre i lavori per la realizzazione del nuovo bagno ed eventualmente i pavimenti della casa che deve rimuovere per far passare le tubazioni per il nuovo bagno.
      rispondi al commento
  • Raffaele.campus
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 18:02
    Buonasera, sono in fase di ristrutturazione. Scia presentata in comune per ristrutturazione straordinaria, rifacimento impianti e tutto in regola ma leggendo la guida alle detrazione pubblicata dall'agenzia delle entrate noto che pavimenti e porte non sono inclusi nelle agevolazione. In questo articolo invece sembra di si, potrebbe inquadrare meglio normativamente la questione? Grazie in anticipo
    rispondi al commento
    • Sara.m. Raffaele.campus
      Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 18:22
      Confermo che le porte interne non sono di solito detraibili, a meno che si tratti dell'apertura di una nuova porta o allargamento o spostamento di porta esistente. Per i pavimenti la guida spiega molto bene la questione. La semplice sostituzione è considerata manutenzione ordinaria e non è detraibile. Se rientra invece in un discorso di manutenzione straordinaria (ovvero si rifanno gli impianti, ecc.) diventa detraibile: pag.6 guida gen2014.
      rispondi al commento
  • Gamiele
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 03:15
    Buonasera Arch. Martinelli,dovendo rimuovere nel soggiorno un muretto divisorio alto circa 70cm e lungo 150cm che divide il soggiorno dalla cucina volevo chiederLe se la rimozione e la posa di un nuovo pavimento in tutta la stanza (30mq) rientrava tra le agevolazioni al 50% per ristrutturazione edilizia, e in caso affermativo quale documentazione presentare per iniziare i lavori. La ringrazio anticipatamente
    rispondi al commento
    • Sara.m. Gamiele
      Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 10:11
      E' una situazione un po' al limite del consentito. Se intende procedere deve esserne consapevole. Per capire che tipo di pratica presentare in Comune consiglio di sentire preventivamente l'ufficio tecnico del Comune. E' probabile che sia sufficiente una semplice comunicazione di inizio lavori.
      rispondi al commento
  • Martegene
    Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 10:35
    Dopo aver ottenuto il permesso a costruire per un ampliamento di una casa unifamiliare nella quale è prevista anche la ristrutturazione interna si chiede se è possibile accedere alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico del 65% e contemporaneamente la riduzione dell'iva al 10% per l'acquisto dei materiali (quali infissi esterni, infissi interni, pavimenti e rivestimenti, igienici come previsto dalla ristrutturazione edilizia. grazie
    rispondi al commento
    • Sara.m. Martegene
      Martedì 4 Febbraio 2014, alle ore 11:40
      è possibile, ma solo per le spese sostenute per la parte ristrutturata, non per l'ampliamento.
      rispondi al commento
  • Michele
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 15:12
    La dipintura di parti esterne in colore diverso dall'originale e il contemporaneo rifacimento di un marciapiede attualmente costituito da una semplice gettata di cemento, parti comuni di un'abitazione privata con due appartamenti, possono rientrare nelle fattispecie dei lavori di ristrutturazione ammessi alla detrazione del 50% per il 2014?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Flavia
    Venerdì 20 Dicembre 2013, alle ore 17:21
    Sto presentanto dun progetto per ristrutturazione ed ampliamento dell'abitazione esistente, cosa è soggetto a detrazione?
    rispondi al commento
  • Arch.martinelli
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 13:37
    Può beneficiare della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.
    Gli impianti devono avere certificazione di conformità.
    rispondi al commento
  • Daniele
    Domenica 24 Novembre 2013, alle ore 12:18
    Le detrazioni fiscali sono applicabili a tutte le tipologie di pavimenti o solo ad alcune categorie specifiche, Piastrelle, legno, marmo, resine?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Daniele
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 18:53
      Non è data alcuna indicazione sul materiale del pavimento.
      rispondi al commento
    • Daved Daniele
      Venerdì 27 Giugno 2014, alle ore 12:38
      A tutte le tipologie e materiali... tranne che sia un pavimento di merda!
      rispondi al commento
  • Lore
    Sabato 23 Novembre 2013, alle ore 22:03
    Il tecnico che ha presentato SCIA per i grossi lavori che sto eseguendo in casa l'ha compilata alla bell'e meglio, omettendo nell'elenco lavori rifacimento completo di impianto elettrico e idrosanitario e di bagni e cucina, che presuppongono anche rifacimento totale di rivestimenti e pavimenti.
    Per la detrazione 50% di tutto quanto devo pretendere che prepari nuova SCIA più precisa o basta documentare le spese con fatture e bonifici?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Lore
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 18:52
      Potrebbero essere sufficienti le fatture e le ricevute dei bonifici, però per tutelarsi maggiormente consiglio, piuttosto che presentare una nuova SCIA, presentare un'integrazione di quella esistente elencando in modo preciso tutta la lista degli interventi previsti.
      rispondi al commento
  • Giampaolo
    Giovedì 7 Novembre 2013, alle ore 21:51
    Buonasera, a breve effettuerò una ristrutturazione edilizia (con permesso di costruire) su un immobile di proprietà (prima casa) in cui saranno risuddivisi gli ambienti e installati ex novo impianti idraulico, elettrico e di riscaldamento a radiatori.
    Dato che i pavimenti saranno da sostituire, vorrei sapere se l'acquisto degli stessi rientrerà nella detrazione sulle ristrutturazioni del 50% e beneficerà dell'iva agevolata, grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giampaolo
      Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 10:50
      In questo caso, dovendo rifare anche tutti gli impienti, ritengo che anche i pavimenti possano beneficiare della detrazione.
      rispondi al commento
  • Giampaolo
    Mercoledì 6 Novembre 2013, alle ore 19:16
    Buonasera, a breve effettuerò una ristrutturazione edilizia (con permesso di costruire) immobile di proprietà, acquisto prima casa, dovrò rifare impianto elettrico, impianto di riscaldamento, non a pavimento, tetto, due bagni e cucina, la pavimentazione sarà in parte da sostituire con quella esistente in parte da mettere nuova, l'acquisto di tutta la pavimentazione necessaria rientra nella detrazione sulle ristrutturazioni del 50%?
    Grazie.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Pavimenti e detrazioni fiscali che potrebbero interessarti
Posa di pavimenti e agevolazioni fiscali

Posa di pavimenti e agevolazioni fiscali

Con la Risoluzione n. 71 del 25.06.2012 l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato chiarimenti sulle detrazioni del 55% e l'Iva agevolata per la posa in opera di pavimenti.
Pavimento su pavimento

Pavimento su pavimento

Può capitare, in fase di ristrutturazione di un alloggio, di voler rinnovare un pavimento senza rimuovere quello esistente. Questo può avvenire per diversi
Ristrutturare senza problemi

Ristrutturare senza problemi

Posare il nuovo pavimento senza danneggiare la porta.
Guasti e ripristino del pavimento

Guasti e ripristino del pavimento

Il pavimento flottante e' una soluzione economica e gradevole per rinnovare il pavimento di una stanza in seguito alla compromissione di alcune piastrelle.
Come scegliere i pavimenti in resina

Come scegliere i pavimenti in resina

Elementi da valutare prima di applicare un pavimento in resina, per chi non vuole subire il trauma dello svellimento del pavimento con tutte le conseguenze del caso.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Pavimento vinilico
      Pavimento vinilico...
      29.00
    • Pavimento in legno
      Pavimento in legno...
      3.90
    • Pavimento resina trasparente
      Pavimento resina trasparente...
      90.00
    • Pavimento marmo
      Pavimento marmo...
      70.00
    • Pavimento galleggiante
      Pavimento galleggiante...
      20.00
    • Pavimento gres
      Pavimento gres...
      22.95
    • Pavimento industriale
      Pavimento industriale...
      4.50
    • Pavimento rivestimento bicottura
      Pavimento rivestimento bicottura...
      22.95
    • Pavimento mosaico
      Pavimento mosaico...
      25.00
    • Smalto pavimento
      Smalto pavimento...
      22.00
    • Pavimento impermeabile
      Pavimento impermeabile...
      43.00
    • Pavimento gres porcellanato
      Pavimento gres porcellanato...
      10.95

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE