Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie (50%)

News di Normative
Quali sono i documenti da produrre, conservare ed esibire in caso di eventuali controlli ai fini della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie (50%)?
Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie (50%)
Arch. Sara Martinelli

detrazione ristrutturazioni: documentiNonostante la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie sia in vigore ormai da parecchi anni, fra i contribuenti vi è ancora molta confusione sugli adempimenti necessari per ottenerla.

In effetti non c'è da stupirsi perché la lista dei documenti da produrre e conservare può variare in base al tipo di intervento che viene eseguito ed è altrettanto vero che la normativa ha subito modifiche nel corso degli anni.

Cerchiamo allora di fornire una lista completa dei documenti da produrre e capire in quali casi essi siano obbligatori o meno.


Detrazione 50%: documenti che attestino l'esistenza dell'edificio


Per poter accedere alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie è necessario assicurarsi che l'edificio sul quale vengono realizzate le opere sia provvisto dei requisiti richiesti.
La detrazione è ammessa per edifici esistenti adibiti ad abitazione e loro pertinenze ed anche per le parti comuni degli edifici residenziali. Questi edifici devono trovarsi all'interno del territorio dello Stato.

La prova di esistenza dell'edificio è data dalle ricevute di pagamento dell'Ici dal 1997, se dovuta, o dalla domanda di accatastamento qualora l'immobile non sia ancora censito.
Questi sono dunque i primi documenti da tenere a portata di mano in caso di controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate.

L'incentivo previsto per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente di carattere residenziale consiste in uno sconto dell'Irpef pari al 50%.
Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 € iva inclusa ( 87.272,72 € + IVA)



Detrazione 50%: abolizione della comunicazione all'Agenzia delle Entrate


individuazione documenti detrazione 50%Negli ultimi anni gli adempimenti per poter accedere all'agevolazione sono stati ridotti e semplificati.
In particolare è stato soppresso l'obbligo di invio della comunicazione di inizio lavori all'Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara.
Dal 14 maggio 2011 è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, qualora i lavori siano effettuati a spese del detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo.

Inoltre non è necessario inviare altra documentazione, bensì dichiarare le spese effettuate e conservare la lista dei documenti che vedremo di seguito, che dovremo esibire in occasione di eventuali controlli.


Detrazione 50%: abilitazioni amministrative


Chiedi un progetto per la tua casa

Quando si eseguono opere per le quali la normativa vigente prevede un titolo abilitativo (permesso di costruire, dia, scia, ecc.), è obbligatorio conservare tutta la documentazione anche ai fini della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie.

Nel caso in cui la normativa non preveda alcuna abilitazione amministrativa, il beneficiario della detrazione dovrà firmare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà in cui attesti che gli interventi realizzati rientrano fra quelli agevolati e riporti la data di inizio dei lavori.


Detrazione 50%: comunicazione ASL


detrazione ristrutturazioni: documenti da conservareDalle numerose domande che arrivano sull'argomento mi rendo conto che la questione non è chiara ai più.
La comunicazione all'Azienda Sanitaria Locale va fatta solo nei casi in cui i decreti legislativi relativi alle condizioni di scurezza nei cantieri ne prevedono l'obbligo.

A livello nazionale la comunicazione ASL è normata dal Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n.81, in particolare all'articolo 99. Qui si specifica che l'obbligo di invio della comunicazione ASL subentra quando in cantiere sono presenti almeno due imprese o quando in cantiere opera un'unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a 200 uomini-giorno (in quest'ultimo caso si tratta di opere di una certa consistenza).

Qualora sussistano tali requisiti, si deve mandare una raccomandata A.R. all'Azienda Sanitaria Locale competente per il territorio, in cui bisogna riportare: le generalità del committente dei lavori e l'ubicazione degli stessi, la natura dell'intervento da realizzare, i dati identificativi dell'impresa esecutrice, la data di inizio delle opere.

Se, però, il cantiere in esame non presenta uno dei due requisiti prima citati, la comunicazione ASL non è necessaria.


Detrazione 50%: altri documenti inerenti la sicurezza


Una delle condizioni per cui si potrebbe perdere la detrazione fiscale è il mancato rispetto delle norme inerenti la sicurezza e gli obblighi contributivi.
Il beneficiario della detrazione può però proteggersi da questo pericolo se è in possesso di una dichiarazione di osservanza delle suddette disposizioni resa dalla ditta esecutrice dei lavori ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445.


Detrazioni 50%: fatture


Tra i documenti fondamentali da conservare vi sono tutte le fatture relative alle spese che beneficiano della detrazione. In un precedente articolo abbiamo già approfondito questo argomento, pertanto in questa sede ricorderò solo che dal 14 maggio 2011 è stato abolito l'obbligo di indicare il costo della manodopera in maniera distinta nella fattura emessa dall'impresa che esegue i lavori.


Detrazioni 50%: bonifici


detrazione 50%: conservazione ricevute bonificiÈ importante conservare anche tutte le ricevute dei bonifici, che devono essere effettuati dalla medesima persona a cui sono intestate le fatture e che beneficerà della detrazione.
Per i pagamenti è necessario utilizzare un particolare modello di bonifico, da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.

Quando non è possibile effettuare i pagamenti con bonifico (ad esempio nel caso di diritti per permessi di costruire, dia, imposte di bollo, ritenute fiscali sugli onorari dei professionisti) sono ammesse anche altre modalità di pagamento.


Detrazione 50%: documenti per lavori effettuati dal detentore


Qualora le spese siano sostenute da un detentore dell'immobile diverso dai familiari conviventi (ad esempio comodatario, usufruttuario, locatario), è necessario produrre una dichiarazione di consenso del proprietario all'esecuzione delle opere.

Se le spese sono sostenute dal proprietario o da familiare convivente questo documento non è ovviamente necessario.


Detrazione 50%: documenti per lavori effettuati in condominio


Quando si eseguono lavori su parti comuni di edifici residenziali la normativa prevede che venga firmata una delibera assembleare di approvazione all'esecuzione dei lavori.
Inoltre, l'amministratore dovrà redigere una tabella millesimale con la ripartizione delle spese.

Articolo: Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie (50%)
Valutazione: 3.85 / 6 basato su 194 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 8
Commenta su Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie (50%)
Caratteri rimanenti
  • Sbrillo
    Venerdì 17 Luglio 2015, alle ore 12:33
    Ciao, io ho eseguito i seguenti lavori (indicati in fattura come "restauro") nel mio appartamento:tubazione per collegare la cappa all'apposito foro di uscita,controssoffitto per coprire latubazioneverniciatura della parte cucina al posto delle piastrelle, con apposita vernicerifacimento del piatto docciaPosso usufrire delle detrazioni, nonostante l'importo sia inferiore ai 2000 euro?
    rispondi al commento
  • Homecasa24
    Domenica 12 Luglio 2015, alle ore 10:32
    Buongiorno, volendo trasmettere la domanda all'ADE, via PEC, qual è l'indirizzo corretto? Ci sono un'infinità di settori ed indirizzi.... grazie
    rispondi al commento
  • Raimondisebastiano
    Lunedì 8 Giugno 2015, alle ore 16:50
    Buonasera Architetto,ho comprato un appartemento in un condominio (nuova costruzione) .l appartamento risulta accatastato in A2 ma manca l agibilita in quanto mancano gli infissi e la certificazione imopianto eletrrico .La mia domanda è questa:facendo i lavori per completamento posso portarli in detrazione visto che vorrei anche ristrutturare il sottotetto per creare la zona notte.
    rispondi al commento
  • Luca10.83
    Martedì 19 Maggio 2015, alle ore 15:47
    Buonasera...devo ristrutturare a nuovo un appartamento( impianti e rivestimenti senza apportare modifiche alle pareti esistenti)...quali documenti e che richieste devo effettuare in comune.devo fare comunicazione all' asl se oltre all'impresa edile saranno presenti idraulici ed elettricisti?Quali documenti inerenti alla sicurezza devo produrre?Ci vuole per forza un professionista che si occupi di questi documenti?grazie
    rispondi al commento
  • Pinolass
    Sabato 16 Maggio 2015, alle ore 12:20
    Salve, ho una domanda. In caso di acquisto (come seconda casa) di un appartamento nuovo (fine lavori 2013) da parte di un costruttore se volessi eliminare un muro che divide due stanze posso usufruire delle detrazioni? Se si posso anche usufruire delle detrazioni sull'acquisto di mobili?
    rispondi al commento
  • Alessandrozen
    Giovedì 16 Aprile 2015, alle ore 00:05
    Salve,Devo ristrutturare il begno (impianti,sanitari,piastrelle,sostituire vasca con box doccia), che tipo di domanda devo fare in comune? Serve un progett firmato da un proffessionista?Grazie
    rispondi al commento
  • Andreatrapani
    Mercoledì 8 Aprile 2015, alle ore 21:04
    Buongiorno architetto le sottopongo il mio caso: appartamento sub.3 "in corso di costruzione" presentata SCIA (24/12/2014) in sanatoria come diversa distribuzione spazi interni e completamento CE (mai chiusa dal precedente geom) a marzo fatta domanda accatastamento ed ora il sub3 è diventato sub4 A3 con rendita. i lavori a nuovo per renderlo abitabile, edili ed impianti rientrano nel bonus? grazie
    rispondi al commento
  • Antonellooliva
    Giovedì 26 Febbraio 2015, alle ore 14:34
    Buongiorno. Per lavori che non necessitano di autorizzazioni (es. ristrutturazione di un bagno, impianti, ecc.) la dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere fatta durante o dopo la fine dei lavori, anche se riporta una data di inizio anteriore? Cioè la posso andare a farla ora per lavori che indicherò iniziati a novembre? io ho pensato di sì, non avendo trovato nulla in contrario neanche nelle Guide dell'Agenzia delle Entrate. Grazie
    rispondi al commento
    • Sara.m. Antonellooliva
      Lunedì 23 Marzo 2015, alle ore 11:42
      La dichiarazione sostitutiva di atto notorio è un documento da redigere solo in occasione di controlli dell'Agenzia delle entrate per giustificare il motivo per cui nella lista dei documenti che si stanno esibendo non compare una pratica edilizia. Riporterà la data dell'eventuale controllo dell'Agenzia Entrate.
      rispondi al commento
      • Antonellooliva Sara.m.
        Giovedì 16 Aprile 2015, alle ore 11:19
        Grazie per la risposta. Poi volevo segnalare due imprecisioni nelle procedure che ho incontrato.Dichiarazione sostitutiva:l'ho fatta al mio municipio, a Roma, ma la funzionaria mi ha detto che bastava una semplice autocertificazione senza fare 3 ore di fila. Poi: ho fatto i bonifici online, ma la mia banca riporta come causale automatica L. 214/2011, considerata errata dall'Ag. Entrate, costringendomi a riscrivere il rif. esatto nella causale..
        rispondi al commento
  • Pisukina
    Mercoledì 11 Febbraio 2015, alle ore 17:57
    Buongiorno,ho bisogno di un chiarimento.Stiamo effettuando una ristrutturazione cointestata a me e mio marito.Tutte le fatture dei lavori saranno cointestate.Riguardo al bonus mobili è necessario che anche le fatture di cucina, mobilio, elettrodomestici siano cointestate o io posso comprare una cosa, mio marito un'altra e così via?E sulle fatture dei mobili deve sempre essere indicato il numero del protocollo della SCIA e gli articoli di legge?
    rispondi al commento
    • Sara.m. Pisukina
      Lunedì 23 Marzo 2015, alle ore 11:45
      Potete comprare anche separatamente. Il totale della spesa detraibile non deve però superare i 10.000 euro. Non è necesssario indicare in fattura nè scia, ne articoli di legge. Sono solo abitudini e scrupoli delle ditte, ma non esiste alcun obbligo in merito.
      rispondi al commento
Notizie che trattano Documenti per detrazione ristrutturazioni edilizie (50%) che potrebbero interessarti
Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

Sui bonifici per le detrazioni banche e poste devono operare una ritenuta a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori.
Sostituzione serramenti e detrazioni fiscali

Sostituzione serramenti e detrazioni fiscali

Quando la sostituzione dei serramenti può beneficiare delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico (65%) o per quelle sulle ristrutturazioni edilizie (50%)?...
Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

L'Agenzia delle Entrate individua gli errori sostanziali ritenuti inaccettabili che determinano la totale perdita della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.
Guida alle detrazioni fiscali per la sostituzione della caldaia

Guida alle detrazioni fiscali per la sostituzione della caldaia

La sostituzione di una caldaia esistente può beneficiare della detrazione sulle ristrutturazioni o di quella sul risparmio energetico, ma quale delle due scegliere?...
Comunicazione ASL tra gli adempimenti per la detrazione sulle ristrutturazioni

Comunicazione ASL tra gli adempimenti per la detrazione sulle ristrutturazioni

La notifica preliminare è un adempimento che deriva dalle norme sulla sicurezza nei cantieri ed è richiesta anche per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Daikin climatizzatore mono eco-plus inverter ftxb35c-rxb35c 12.000 btu
      Daikin climatizzatore mono...
      525.00
    • Climatizzatori gree by argo climatizzatore condizionatore inverter gree serie lomo 12000 btu pompa di calore - classe a++-a+ detrazione fiscale - deumidificatore -
      Climatizzatori gree by argo...
      424.00
    • Daikin climatizzatore mono serie k dc inverter ftxs35k-rxs35l 12000 btu-h p-c
      Daikin climatizzatore mono serie k...
      839.99
    • Daikin climatizzatore mono eco-plus inverter ftxb25c-rxb25c 9.000 btu
      Daikin climatizzatore mono...
      480.00
    • Ristrutturazioni facciate
      Ristrutturazioni facciate...
      40.00
    • Pratiche detrazione irpef 55%
      Pratiche detrazione irpef 55%...
      1.00
    • Ristrutturazione edile
      Ristrutturazione edile...
      250.00
    • Zanzariera perfecta a
      Zanzariera perfecta a...
      58.00
    • Hermann saunier duval caldaia condensazione a gas a condensazione vaillant hermann saunier duval 25 kw classe 5 - detrazione fiscale - doppio scambiatore -
      Hermann saunier duval caldaia...
      725.00
    • Climatizzatori gree by argo climatizzatore condizionatore inverter gree by argo serie lomo 9000 btu pompa di calore - classe a++-a+ detrazione fiscale - deumidificatore -
      Climatizzatori gree by argo...
      389.00
    • Multi split inverter samsung climatizzatore condizionatore dual split samsung inverter 9+12 9000+12000 btu a++ aj040fcj2 pompa di calore - detrazione fiscale
      Multi split inverter samsung...
      1.20
    • Climatizzatori super offerta climatizzatore condizionatore inverter midea dual split a++ 7+7 7000+7000 btu oasis - pompa di calore - detrazione fiscale -
      Climatizzatori super offerta...
      749.00
    • Motore per tapparella
      Motore per tapparella...
      179.00
    • Zanzariera perfecta a
      Zanzariera perfecta a...
      38.00
    • Infissi pvc
      Infissi pvc...
      165.00
    • Ristrutturazioni tetto impermeabilizzazioni grondaie
      Ristrutturazioni tetto...
      6.00
    • Climatizzatori hisense climatizzatore condizionatore hisense inverter serie apple pie 2 slim as12ur4svpsc5 12000 btu classe a++-a+ pompa di calore - detrazione fiscale - super slim - deumidificatore -
      Climatizzatori hisense...
      580.00
    • Pannelli solari pannello solare termico cordivari panarea 200 300 lt naturale detrazione fiscale
      Pannelli solari pannello solare...
      759.00
    • Vaillant caldaia a gas a condensazione vaillant ecoblock pro vmw 226-5-3 + kit fumi - riscaldamento + acqua calda sanitaria - detrazione fiscale - 4 stelle (92-42 cee) - cod.0010011692 metano -
      Vaillant caldaia a gas a...
      999.00
    • De longhi tch7091er termoventilatore a torre ceramico potenza 2000 watt funzione eco
      De longhi tch7091er...
      68.49
    • Ristrutturazioni chiavi in mano
      Ristrutturazioni chiavi in mano...
      395.00
    • Serramenti pvc
      Serramenti pvc...
      210.00
    • Ristrutturazioni chiavi in mano
      Ristrutturazioni chiavi in mano...
      250.00
    • Bioedilizia
      Bioedilizia...
      550.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Heasytech
  • Antifurto Casa Sicurezzapoint
  • Officine Locati
  • Murprotec
  • Geosec
  • Metra
  • Mansarda.it
  • Casa.it
  • Internorm
  • Kone
  • Black & Decker
  • Claber
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.