Dia, Denuncia di inizio attività

News di Normative
La Dia (Denuncia di inizio attività), oggi sostituita dalla SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), è ancora richiesta in molti Comuni.
Dia, Denuncia di inizio attività

Cos'è la D.I.A.?


Architetto a studioLa Denuncia di inizio attività è un atto amministrativo molto utilizzato dai cittadini fino al Luglio 2010 per numerosi interventi edilizi, tra cui la ristrutturazione di appartamenti con modifica della distribuzione interna (rientrante nella manutenzione straordinaria).

Le origini della DIA risalgono al 1985 con la legge 47, famosa perchè introduceva il primo condono edilizio.

La legge, all'articolo 26, individuava uno strumento normativo utile a coloro che avessero voluto realizzare opere interne grazie alla presentazione al comune di una relazione asseverata da un tecnico abilitato.

Nel 2001, con l'emanazione del Testo Unico dell'Edilizia DPR 380/01, viene inserita la Denuncia di inizio Attività (DIA) negli articoli 22 e 23 che definiscono quali sono gli interventi permessi e qual è la procedura che la disciplina.

Oggi la DIA non è stata formalmente eliminata dal Testo Unico dell'Edilizia ma il suo utilizzo è molto limitato per l'emanazione di due recenti provvedimenti:

- La Legge 30 luglio 2010, n. 122
con cui la D.I.A. è stata sostituita dalla S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).
- Il Decreto Legge 70/2011 che modifica il Testo Unico dell'edilizia ed inserisce la manutenzione straordinaria nel campo dell'attività edilizia libera.

Nonostante l'entrata in vigore da più di un anno, però, c'è da registrare che molti comuni continuano a pretendere la D.I.A., anche se non si capisce per quale fondamento giuridico, denotando le difficoltà logistiche in cui versano molti uffici tecnici italiani.


Interventi soggetti a D.I.A.


Lavori ediliziIl Testo unico dell'edilizia individua le opere realizzabili con DIA come quelle non realizzabili con il permesso di costruire (Art.10 Testo Unico) o con attività edilizia libera (Art.6 Testo Unico).

Ecco un elenco di lavori che si potevano effettuare con presentazione di D.I.A. ed ora con S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) o C.I.L. (Comunicazione Inizio Lavori):

• interventi di restauro e risanamento conservativo;

• interventi per l'eliminazione delle barriere architettoniche;

varianti al Permesso di costruire, che non comportino aumento di superfici e volumi o cambiamento della sagoma;

opere interne, come una diversa disposizione delle tramezzature, senza aumento di superfici e volumi;

• aree per l'attività sportiva, senza realizzazione di volumi (ad es. campetto da calcio senza spogliatoi e servizi igienici);

• realizzazione di tettoie aperte, gazebo o piccoli locali per gli attrezzi;

• opere per l'installazione di impianti tecnologici, come tutti i lavori necessari per l'installazione di pannelli solari o fotovoltaici.

La DIA ha anche il potere di sostituire il Permesso di Costruire se l'intervento è inserito in un piano particolareggiato.
Questo accade se il comune ha provveduto ad approvare un progetto attuativo che individua con una sufficiente definizione le caratteristiche volumetriche e dimensionali dell'edificio da costruire.

Prima di ogni intervento è consigliabile visionare, con il proprio tecnico di fiducia, il regolamento edilizio comunale per sapere quale strumento normativo utilizzare.


Come presentare la D.I.A.?


architetto con la pratica ediliziaCosì come per il Permesso di Costruire, per la SCIA o per la CIL è necessario rivolgersi ad un tecnico abilitato (architetto, ingegnere o geometra nei limiti delle competenze), che predisponga gli elaborati grafici di progetto e una relazione tecnica, che asseveri la conformità delle opere che si vanno a realizzare alla strumentazione urbanistica locale, il rispetto delle norme di sicurezza e di quelle igienico-sanitarie.
Generalmente gli elaborati e i documenti da presentare per una DIA sono simili a quelli che servono per una SCIA o una CIL.

La grande innovazione è la possibilità di iniziare i lavori sin dal giorno della presentazione al comune, mentre con la DIA era necessario attendere 30 giorni.
La mancanza di un controllo discrezionale del comune comporta una maggiore responsabilità sia civile che penale del tecnico.

La DIA si caratterizzava per il silenzio-assenso che prevedeva l'accettazione della pratica se l'ufficio tecnico non si fosse espresso nei 30 giorni successivi alla data di consegna.
Durante questo periodo, il Comune poteva sospendere i termini per richiedere ulteriore documentazione.

LA CIL e la SCIA sono strumenti che tendono a semplificare l'iter autorizzativo ma se l'edificio su cui si intende intervenire è vincolato, cioè presenta interesse storico o artistico, va richiesto un nulla osta preventivo agli enti preposti.

È importante anche comunicare preventivamente il nominativo dell'impresa a cui si intendono affidare i lavori.


Accatastamento e collaudo


Al termine dei lavori, il tecnico dovrà presentare un certificato di collaudo finale che attesti la conformità delle opere eseguite al progetto presentato. Inoltre se i lavori eseguiti hanno comportato modifiche della consistenza catastale (ad esempio è cambiato il numero di vani di un appartamento), il tecnico dovrà presentare, contestualmente al certificato di collaudo finale, ricevuta della denuncia di variazione presentata all'Agenzia del Territorio (il Catasto).
Questa procedura permette di evitare problemi in sede di rogito perchè da Luglio 2010 (con il DL 78/2010) è obbligatorio verificare la conformità catastale prima di un trasferimento a titolo oneroso.
Per cui ogni piccola modifica in un immobile deve essere denunciata al catasto ed all'ufficio tecnico del proprio comune altrimenti le conseguenze possono essere particolarmente onerose prima di un'eventuale vendita.


D.U.R.C.


Operai al lavoroÈ il Documento Unico di Regolarità Contributiva, il certificato che attesta la regolarità contributiva di un'impresa.

Fino ad alcuni mesi fa era uno dei documenti da consegnare obbligatoriamente per degli interventi edilizi.

Dopo il Decreto Semplificazioni del Marzo 2012 è stato deciso che, nell'ambito dei lavori pubblici e privati dell'edilizia, le amministrazioni pubbliche devono acquisirlo autonomamente d'ufficio.


Cosa si paga per presentare una D.I.A.?


mani in un portafoglioLa maggior parte delle opere soggette a D.I.A. erano di tipo non oneroso, quindi era sufficiente pagare i soli diritti di segreteria previsti dal Comune.

Per determinati interventi, come la realizzazione di autorimesse pertinenziali, o realizzazioni dipendenti da piani particolareggiati, alcune normative consentono ancora che la D.I.A. sostituisca il Permesso di Costruire. In questi casi sono dovuti gli oneri concessori previsti.


D.I.A. in sanatoria


In caso di interventi realizzati senza aver richiesto la DIA (oggi SCIA O CIL) l'immobile ricade in uno stato di irregolarità. Esiste uno strumento chiamato Dia in Sanatoria che permette di sanare lo stato non regolare.
Per accedere ad una Dia in Sanatoria (definito accertamento di conformità nell'art. 36 del Testo Unico) bisogna pagare una sanzione amministrativa e dimostrare che gli interventi erano conformi alle normative nel momento della realizzazione e lo sono anche al momento della richiesta di sanatoria (concetto di doppia conformità).

Per quanto riguarda le spese tecniche, bisogna ricordare che la parcella del professionista sarà comprensiva di:

progettazione;

direzione lavori;

• eventuale variazione catastale.

Per maggiori informazioni sulla DIA è possibile scrivere nello spazio dei commenti in basso o aprire una discussione sul Forum. o visionare alcune discussioni già trattate.

Articolo: Dia, Denuncia di inizio attività
Valutazione: 4.81 / 6 basato su 68 voti.

Dia, Denuncia di inizio attività: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Anna
    Anna
    Sabato 12 Novembre 2016, alle ore 11:20
    Buongiorno, sto acquistando un appartamento a Milano, a sua volta acquistato nel 1984.
    La venditrice non ricorda se è stata presentata la DIA per la costruzione al suo interno del bagno prima inesistente.
    Cosa posso richiedere per acquistare senza problemi?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Anna
      Lunedì 14 Novembre 2016, alle ore 09:20
      La proprietaria dell'appartamento è obbligata per legge, in sede di rogito, a produrre una relazione tecnica di conformità urbanistico-catastale attestando la storia dell'unità immobiliare con tutte le variazioni apportate nel corso del tempo, compreso la realizzazione del bagno. Senza tale documentazione non può vendere. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Ciro
    Ciro
    Giovedì 14 Luglio 2016, alle ore 15:50
    Nella mia villetta singola, vorrei aprire una porta interna tra la camera da letto ed il locale tecnico.

    Questo locale tecnico ha già una porta esterna, ma per comodità (quando piove o fa freddo) vorrei entrarci dalla camera da letto.

    Cosa occorre fare una Dia o una Scia ?
    rispondi al commento
  • Fabio
    Fabio
    Mercoledì 8 Giugno 2016, alle ore 20:47
    Ho fatto costruire una tettoia in legno un anno fa mt 3x3 aperta su tre lati.

    Ê necessaria la dia, o la scia?
    rispondi al commento
  • Marcopasquale
    Marcopasquale
    Domenica 3 Aprile 2016, alle ore 10:47
    Buongiorno, a breve aprirò una casa famiglia per anziani autosufficienti ( 6 anziani) in una casa presa in locazione. Per questo tipodi attività c'e' bisogno di una D.I.A. da presentare al comune di riferimento?
    rispondi al commento
  • Helgabastianello
    Helgabastianello
    Martedì 29 Marzo 2016, alle ore 20:39
    Salve, se una DIA e' stata aperta per un lavoro di ripartizione di locali, resta valida nel caso io decida di lasciare lo stabile nella ripartizione originaria o ne devo richiedere una nuova? Grazie
    rispondi al commento
  • Canigliam
    Canigliam
    Lunedì 22 Giugno 2015, alle ore 12:26
    Buon giorno , sono proprietario di un appartamento a Roma , a Luglio del 2005 ho effettuato dei lavori di ristrutturazione e tramite il tecnico che si è occupato della ristrutturazione ho fatto la DIA dei lavori pagando anche l'importo dovuto. Ora intendo vendere l'appartamento e mi chiedono la documentazione della DIA presentata , ma io non ho più quei documenti . E' possibile recuperarli ? a chi mi posso rivolgere
    rispondi al commento
  • Keitelpck
    Keitelpck
    Lunedì 23 Febbraio 2015, alle ore 22:12
    Ho appena acquistato un appartamento. I lavori che faro' non prevedono ne lo spostamento ne l'abbattimento di alcun muro. Devo ristrutturare il bagno e sdoppiare gli allacci acqua e gas da una stanza all'altra ma sullo stesso muro (quindi spostamento di 10cm circa), posa di nuovi pavimenti su quelli esistenti e revisione dell'impianto elettrico. E' necessario in questo caso la SCIA? Grazie in anticipo
    rispondi al commento
  • Aldodelia
    Aldodelia
    Lunedì 2 Febbraio 2015, alle ore 13:24
    Devo aprire un negozio di parrucchiere volevo chiedere se ce bisogno bagno disabili visto che ce un bagno con antibagno .il negozio mq 25 devo fare due postazioni posso andare avanti o ci sono problemio x ricchiedere autorizzazione
    rispondi al commento
  • Kazzuga78
    Kazzuga78
    Sabato 20 Settembre 2014, alle ore 03:05
    Salve, devo ristrutturale una casa che comprerò, rifacendo il bagno (tubature comprese), sostituzione di scaldabagno elettrico con quello a gas, rifacimento impianto elettrico per portarlo a norma e cambio infissi. Mi basta una semplice comunicazione oppure una scia (ci lavorerei io ad eccezione per l'impianto elettrico ovviamente che sarà fatto e certificato da un professionista).Senza scia si ha diritto alle detrazioni fiscali? Grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Dia, Denuncia di inizio attività che potrebbero interessarti
Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

La Comunicazione inizio lavori (CIL) introdotta nel 2010 dalla Legge 73/10 permette di semplificare l'iter per alcuni interventi tra cui la manutenzione straordinaria.
Opere edili

Opere edili

Differenza tra opere da eseguirsi liberamente e altre che necessitano di autorizzazione, è che si tratti di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.
Pratiche edilizie

Pratiche edilizie

In questo articolo illustriamo quali sono le pratiche necessarie a seconda degli interventi edilizi, rimandandovi a ciascun articolo specifico per maggiori dettagli.
Denuncia di inizio attività e opere illegittime

Denuncia di inizio attività e opere illegittime

In materia di autorizzazioni amministrative inerenti le opere edilizie, che cosa può fare l'amministrazione comunale se si rende conto che il silenzio assenso è sbagliato?...
Mutui per ristrutturazione casa

Mutui per ristrutturazione casa

Oltre che per l'acquisto, un mutuo può essere richiesto anche per finanziare lavori di ristrutturazione, manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria.
Registrati come Utente
269391 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20876 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Liaca laica ep1130 bilancia pesapersone meccanica
      Liaca laica ep1130 bilancia...
      9.96
    • Castelgarden trattorino tosaerba castelgarden ptx 200 hd - cambio idrostatico - cesto di raccolta
      Castelgarden trattorino tosaerba...
      3.42
    • Castelgarden trattorino tosaerba castelgarden xdc 140 - cambio meccanico - cesto di raccolta
      Castelgarden trattorino tosaerba...
      2.06
    • Mcculloch rasaerba trazionata mcculloch m46-125r a scoppio con motore briggs&stratton 450e
      Mcculloch rasaerba trazionata...
      324.00
    • Manutenzione ordinaria e straordinaria bologna
      Manutenzione ordinaria e...
      35.00
    • Impresa edile bologna
      Impresa edile bologna...
      30.00
    • Pulizia pavimento cotto
      Pulizia pavimento cotto...
      18.00
    • Contratti manutenzione
      Contratti manutenzione...
      110.00
    • De'longhi ecam45.760.w superautomatica eletta cappuccino top
      De'longhi ecam45.760.w...
      729.99
    • Lampadina led e14 votiva 0,3w 24v luce calda lllm001
      Lampadina led e14 votiva 0,3w 24v...
      1.12
    • Karag lavabo da incasso lt6001
      Karag lavabo da incasso lt6001...
      61.00
    • Friggitrice elettrica da banco in acciaio inox gv regolatore termico di sicurezza rubinetto per lo scarico dell'olio capacità 3/4 litri dimensi
      Friggitrice elettrica da banco in...
      117.12
    • Protettivo vinyl protectant
      Protettivo vinyl protectant...
      70.00
    • Progetto di ristrutturazione per appartamento di 60 mq
      Progetto di ristrutturazione per...
      500.00
    • Manutenzione antifurto milano
      Manutenzione antifurto milano...
      50.00
    • Hai mai pensato di fare manutenzione alla tua casa o di doverla ristrutturare?
      Hai mai pensato di fare...
      1.00
    • Mcculloch rasaerba mulching a scoppio mcculloch m56-150wf classic - tosaerba semovente
      Mcculloch rasaerba mulching a...
      349.00
    • Aspirapolvere a traino senza sacco dyson cinetic big ball animalpro nickel (100014-01)
      Aspirapolvere a traino senza sacco...
      518.90
    • Grecoshop decespugliatore + tagliasiepi + motosega/troncarami/tagliarami + disco girevole 3 denti a scoppio 42,7cc
      Grecoshop decespugliatore +...
      129.90
    • Mcculloch soffiatore aspiratore a scoppio mcculloch mac gbv 345 - made in usa
      Mcculloch soffiatore aspiratore a...
      199.00
    • Cartella linea due
      Cartella linea due...
      9.00
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      420.00
    • Pannello in nocciolo robusto mod compatto
      Pannello in nocciolo robusto mod...
      84.00
    • Pannello in salice rustico mod natura
      Pannello in salice rustico mod...
      39.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Immobiliare.it
  • Onlywood
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO

Vetro calpestabile copertura bocca di...

€ 260.00
foto 4 Viterbo
Scade il 30 Ottobre 2020

Arredamento bagno

€ 150.00
foto 5 Bologna
Scade il 28 Febbraio 2017

San giuliano milanese, sesto ulteriano,

€ 260 000.00
foto 6 Milano
Scade il 30 Luglio 2017

Letto a castello

€ 200.00
foto 0 Bologna
Scade il 31 Gennaio 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
77357

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.