Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

News di Normative
La Comunicazione inizio lavori (CIL) introdotta nel 2010 dalla Legge 73/10 permette di semplificare l'iter per alcuni interventi tra cui la manutenzione straordinaria.
Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
Arch. Andrea Denza

Lavori in casaDopo gli aggiornamenti normativi realizzati in questa legislatura per semplificare le autorizzazioni in materia edilizia, è nato uno strumento molto utilizzato dai cittadini e dai professionisti, che permette di velocizzare i tempi per realizzare alcuni interventi edilizi: la comunicazione di inizio lavori.

 

L’art. 6 del Testo Unico dell’Edilizia si occupa di attività edilizia libera ed è stato completamente riscritto dalla Legge 73 nel 2010.
Le modifiche principali introdotte da questa legge sono state:

 

  • - includere la manutenzione straordinaria all’interno dell’attività edilizia libera;
  • - introdurre uno strumento semplificato chiamato comunicazione inizio lavori.



Fino al 2010 lo strumento più utilizzato per la maggior parte degli interventi edilizi era la DIA (denuncia di inizio attività) che si caratterizzava per il silenzio-assenso di 30 giorni dopo il quale era possibile cominciare i lavori.
Oggi, dopo le modifiche apportate dalla Legge 73/2010 e dal Decreto Legge 70/2011, la DIA è sostituita (salvo alcune eccezioni) dalla CIL (Comunicazione Inizio Lavori) e dalla SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).


Art. 6 del Testo Unico: Attività edilizia libera


Modello casa in ristrutturazionePrima di cominciare qualsiasi intervento edilizio è importante capire in quale categoria si rientra, per fare questo bisogna leggere l’Art. 3 del Testo Unico intitolato appunto definizioni degli interventi edilizi.
Gli interventi sono 6: manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, nuova costruzione, ristrutturazione urbanistica.

 

Rientrano nell'attività edilizia libera la manutenzione ordinaria (comma 1 Art. 6 T.U.) e la manutenzione straordinaria (comma 2 Art. 6 T.U.). Va precisato che la straordinaria vi rientra solo se gli interventi non modificano parti strutturali dell'edificio, non comportano l’aumento delle unità immobiliari o la modifica dei parametri urbanistici.

 

Il tipico intervento di ristrutturazione di una casa con lo spostamento di alcuni tramezzi rientra solitamente in manutenzione straordinaria.

 

All’interno dell’attività edilizia libera, insieme alle due manutenzioni sono inclusi altri lavori come l’eliminazione di barriere architettoniche, opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo, opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, pannelli solari e fotovoltaici a servizio degli edifici, etc.

 

Vista la complessità della classificazione prima di iniziare qualsiasi lavoro è necessario valutare con il proprio tecnico di fiducia quale strumento normativo utilizzare per realizzare regolarmente i lavori.


Che tipo di comunicazione consegnare: i tre casi


Rivestimento di una pareteAbbiamo visto come all'interno dell'attività edilizia libera (Art.6) rientrano diversi tipi di interventi, rispetto a questi esistono 3 tipi di comunicazioni da effettuare al comune.

  1. 1) Lettera in carta semplice
  2. 2) Comunicazione di inizio lavori
  3. 3) Comunicazione di inizio lavori asseverata

 

1) Lettera in carta semplice

 

Nel caso in cui i lavori rientrano in manutenzione ordinaria (o altri interventi dell’elenco Art.6 comma 1 del T.U.) non è necessario presentare al comune nessuna comunicazione formale. Tuttavia per maggiore tutela, il proprietario può consegnare una lettera in carta semplice in cui comunica la data e la tipologia di lavori che realizzerà nel proprio immobile.

 

2) Comunicazione di inizio lavori

 

Per i seguenti interventi elencati nel comma 2 dell’Art.6  dalla lettera b) alla lettera e):

 

b) le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
c) le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
d) i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
e) le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

 

Il proprietario presenta una comunicazione di inizio lavori su modulistica precompilata del comune senza alcun obbligo di asseverazione del tecnico.

I lavori possono iniziare subito dopo aver protocollato la CIL.

 

3) Comunicazione di inizio lavori Asseverata

 

In caso di manutenzione straordinaria (senza interventi strutturali) il proprietario deve consegnare una CIL Asseverata (chiamata anche CILA) che, oltre alla comunicazione, è composta da una  relazione asseverata di un tecnico abilitato e da elaborati grafici di progetto.

Il tecnico dichiara di non avere rapporti di dipendenza con l’impresa né con il committente, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che per essi la normativa statale e regionale non prevede il rilascio di un titolo abilitativo. 

Approfondisci la CILA , invia un commento in basso o apri una discussione sul Forum.

Articolo: Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
Valutazione: 4.22 / 6 basato su 102 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 2
  • 1
  • 3
  • 0
Commenta su Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
Caratteri rimanenti
  • Angel126
    Mercoledì 15 Ottobre 2014, alle ore 00:30
    Salve! Abbiamo presentato la C.I.L. al comune (è già stata approvata) per sostituzione della pavimentazione sui balconi, spicconatura dell'intonaco con rifacimento dello stesso e tinteggiatura alle pareti esterne. In seguito è sorta l'esigenza di costruire un parapetto (di 90 cm di altezza) sul lastrico solare e vorrei sapere se è possibile integrare la suddetta oppure c'è bisogno della S.C.I.A.Ringrazio in anticipo chi si renderà disponibile.
    rispondi al commento
  • Antonio82140182
    Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 08:09
    Salve,dovremmo effettuare i seguenti lavori in casa:-Rifacimento 2 bagni (sostituzione sanitari,impianto elettrico ed impianto idraulico)-Rifacimento cucina(Piastrelle,impianto elettrico ed impianto idraulico)-Sostituzione infissi in PVC,installazione caldaia a gas,sostituzione porta blindata e porte.-Pavimentazione con parquet flottante in tutta la casa.Quale comunicazione da fare?Posso occuparmene io o devo affidarmi ad un professionista?
    rispondi al commento
  • Fabiodalessio77
    Mercoledì 3 Settembre 2014, alle ore 20:25
    Buonasera, volevo chiedere delucidazioni sul concetto di edilizia libera anche al fine della comunicazione al comune e per le detrazioni fiscali. In un immobile di mia proprietà, se vado a rifare il bagno (mattonelle, sanitari e doccia) pagando la ditta che fa la manodopera e che mi rilascia regolare fattura, ma acquistando IO i materiali, in che tipologia di lavoro rientro?
    rispondi al commento
  • Ghepardo
    Sabato 12 Luglio 2014, alle ore 13:42
    Buongiornodevo sostituire la vasca con doccia e modificare impianto idraulico; il geometra mi ha preparato una cil con lavori di manutenzione ordinaria (invece di straordinaria) dicendomi che va bene e di farla protocollare in comune. E' corretto ?
    rispondi al commento
  • Stefanoputi83
    Lunedì 7 Luglio 2014, alle ore 15:00
    Buongiorno, ho acquistato un appartamento e mi chiedevo se installando l'antifurto wi-fi rientro nei lavori straordianari e se di conseguenza accedo al bonus mobili e alle detrazioni ristrutturazione.Dovrei anche spostare i tubi dell'acqua e lo scarico in cucina e in un bagno.Può aiutarmi a capirci qualcosa?Cosa devo presentare al comune ho bisogno di un tecnico?Ringrazio e resto disponibile
    rispondi al commento
  • Davidenobili
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 16:31
    Buongiorno, a breve comincierò i lavori di ristrutturazione che ho affidato ad un'impresa. Non sposterò pareti ma farò altri lavori, che sono: ripavimentazione di tutta la casa, rifacimento impianto idraulico (bagno e cucina), rifacimento bagno (box doccia, sanitari, mobile con lavabo) e cucina, sost. scaldabagno da interno a esterno, sost. porte interne e calorifer, ipredisposizione aria condizionata. In quale di questi 3 casi rientro?Grazie
    rispondi al commento
  • Davidenobili
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 16:29
    Buongiorno, a breve cominciero i lavori di ristrutturazione che ho affidato ad un'impresa.Non sposterò pareti ma farò altri lavori, che sono:ripavimentazione di tutta la casa.rifacimento impianto idraulico (bagno e cucina).rifacimento bagno (box doccia, sanitari, mobile con lavabo) e cucina.sost. scaldabagno da interno a esternosost. porte interne e caloriferipredisposizione aria condizionata.In quale di questi 3 casi rientro?Grazie
    rispondi al commento
  • Tonyno82
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 15:04
    Buongiorno,dovrei far installare dei nuovi infissi in PVC (i vecchi sono in legno) con tapparelle e installare una porta blindata nuova, oltre poi ad altri lavoretti tipo sostituzione sanitari e tinteggiatura. Basta un'autocertificazione o si necessita di CIL o CILA, poi sostenendo le spese per questi interventi posso usufruire delle detrazioni del 50% per ristrutturazione e aggangiarmi quindi al bonus arredo sempre del 50%.Grazie
    rispondi al commento
  • Paolofrancovigh
    Giovedì 15 Maggio 2014, alle ore 14:15
    Buongiorno, nella stessa casa vivo io ed i miei genitori, 2 unità catastali differenti e due civici diversi 31 e 31/A. Ho fatto rifare il tetto nel 2013 in quanto completamente sgretolato con l'isolamento alle intemperie. Il commercialista non vuole farmi passare la detrazione in quanto ristrutturazione ordinaria: posso farlo come intervento di risanamento?Grazie.
    rispondi al commento
  • Claudio.p@tiscali.it
    Domenica 27 Aprile 2014, alle ore 09:04
    Salve, dovrei effettuare lavori di ristrutturazione straordinari, senza spostamento di tramezzi: rifacimento impianto idrico bagno e cucina, impianto elettrico, installazione condizionatore, infissi. La sostituzione infissi sarà effettuata da ditta differente dalle altre lavorazione. Posso effettuare una semplice CIL ed utilizzare i benefici fiscali al 50% anche con bonifici a due ditte differenti ? E' necessaria comunicazione ad ASL ? Grazie
    rispondi al commento
  • Malina_lavori
    Giovedì 17 Aprile 2014, alle ore 14:42
    Salve, nella mia abitazione inizierò a breve dei lavori di sostituzione rivestimento del bagno e lavabo-mobile, e sostituzione delle porte interne (su misura da falegname). Ho capito che è utile presentare la CIL in carta semplice.Posso avere iva agevolata? Sia su bagno che porte? Posso usufruire di altri benefici fiscali?Grazie dei consigli che mi darete!
    rispondi al commento
  • Vaspritz
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 14:48
    Buongiorno,ho versato due acconti per lavori di ristrutturazione, con bonifico parlante. La comunicazione inizio lavori sarà pronta in settimana e solo dopo che sarà presentata in Comune farò il bonifico del saldo e gli acquisti per gli arredi: rischio di perdere la detrazione per gli acconti versati prima della comunicazione inizio lavori o posso far rientrare anche quelli? Grazie!
    rispondi al commento
  • Zat81
    Sabato 8 Marzo 2014, alle ore 14:38
    Buonasera,ho acquistato un appartamento in cui mi accingo al rifacimento dei soli impianti elettrici e idrici della zona soggiorno/ac e spostamento della cucina, sempre nel medesimo vano.Mi sembra che il tipo di intervento che devo fare rientri in quelli agevolabili al 50% e che basta un'autocertificazione e niente di formale.Potete darmi conferma di questo?L'impianto non è certificato a norma.Può certificarlo un dipendente della ditta?
    rispondi al commento
    • Pasquale Zat81
      Giovedì 13 Marzo 2014, alle ore 09:37
      La semplice comunicazione fatta al Suo comune è la procedura più corretta anche in caso di controlli da parte dell'AdE. Per quanto riguarda le certificazioni di conformità possono essere emessi anche dalla stessa ditta installatrice che ne ha i requisiti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alessandro86
    Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 19:21
    Buonasera dovrei effettuare personalmente lavori di ristrutturazione come:cambio sanitari,tracce per nuove prese elettriche,istallare condizionatore,caldaia nuova,impianto d'irrigazione del giardino nonché tinteggiatura e cambio della pavimentazione del cortile.Al comune mi hanno riferito che basta una domanda in carta semplice per manutenzione ordinaria.Può confermarmelo?Per tali lavori(per i materiali) usufruisco del bonus 50%?Cordiali saluti
    rispondi al commento
    • Pasquale Alessandro86
      Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 19:47
      Sì! E' esatto quanto Le hanno indicato al Suo comune. Per quanto attiene all'esecuzione delle opere,può usufruire della detrazione fiscale se i lavori sono di manutenzione straordinaria che riguardano la parte impiantistica, come nel Suo caso. Il fatto che li esegue direttamente può detrarre solo beni finiti quali porte, caldaia, ecc. e non la pavimentazione, la tinteggiatura, ecc. Cordiali saluti
      rispondi al commento
  • V.racioppi84@gmail.com
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 10:41
    Buona sera, volevo chiedere se per compilare il modulo per la CILA relativo a semplici opere di ristrutturazione di un appartamento in condominio (spostamento parete e rifacimento impianti) sia necessario allegare, oltre alla planimetria dello stato di fatto e di progetto, anche piante, prospetto, sezione e particolari costruttivi. Essendo in un condominio lo vedo un po superfluo allegare tutti questi elaborati grafici.Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale V.racioppi84@gmail.com
      Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 10:34
      Sì, effettivamente sono superflui essendo opere interne la parte grafica si limita alla sola planimetria ante e quella di progetto con una relazione di corredo. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Lucatebaldi
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 20:57
    Buonasera,di recente mi sono aggiudicato ad un asta fallimentare un immobile nuovo mai abitato.Ho in mente di eseguire alcuni piccoli lavori, l'installazione di un impianto di condizionamento , il rifacimento del bagno con la sostituzione dei sanitari preesistenti, l'acquisto di tutto il mobilio comprensivo di tutti gli elettrodomestici in classe energetica A+++.Come devo procedere per poter usufruire dell'ecobonus ristrutturazioni?Saluti.
    rispondi al commento
    • Pasquale Lucatebaldi
      Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 09:41
      Per i lavori da Lei indicati, la Cil è il provvedimento da presentare al comune. Se Le opere comportano modifiche, integrazioni, sostituzioni agli impianti esistenti (idrico, elettrico, ecc.) sono di manutenzione straordinaria e quindi detraibili. Le rammento che la spesa massima per il bonus mobili non può superare l'importo dei lavori di ristrutturazione eseguiti, con un tetto di 10mila euro. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Lucatebaldi Pasquale
        Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 12:50
        Buongiorno e grazie per la celere risposta.Non mi è chiara solo una cosa, per quel che riguarda gli elettrodomestici si può usufruire dell'ecobonus anche come primo acquisto o bisogna fornire documentazione relativa alla sostituzione di un vecchio elettrodomestico con uno nuovo a risparmio energetico??saluti.
        rispondi al commento
        • Pasquale Lucatebaldi
          Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 17:18
          Nel contesto di una ristrutturazione edilizia non c'è il vincolo della sostituzione quindi Lei può acquistare liberamente. Discorso diverso è l'acquisto senza l'esecuzione dei lavori dove è necessaria la rottamazione di quello vecchio. Lo scopo della legge è quello di incentivare la rottamazione degli elettrodomestici obsoleti con nuovi ad alta efficienza energetica. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Storiagio
    Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 17:49
    Buongiorno,Devo eseguire due interventi. 1) installazione scaldabagno con relativo allacciamento 2) l?installazione di un nuovo portoncino blindato e la sostituzione dei sanitari con spostamento degli attacchi. Gli interventi sono svolti da ditte e in tempi differenti. Dovrebbero essere interventi di manutenzione straordinaria. Per ottenere le relative detrazioni devo presentare della documentazione al comune (dia,sci,cil..). Grazie. Saluti
    rispondi al commento
    • Pasquale Storiagio
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 23:41
      Per i lavori da Lei indicati, va presentata al comune una semplice comunicazione in carta libera. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andreasalsero
    Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 09:23
    Precisazione: Naturalmente, mobili e condizionatore verrebbero pagati con bonifico parlante ad hoc entro il 2014.
    rispondi al commento
    • Pasquale Andreasalsero
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:29
      Sì, deve seguire la procedura di legge. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andreasalsero
    Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 09:20
    Buongiorno, ad agosto '13 ho fatto sostituire la porta blindata e le tapparelle rinforzate. Quelli nuovi sono migliorativi e credo si possa ricadere nella manut. straord. Non ho fatto CIL, ma ho pagato con bonifico x godere del bonus 50%. Per comprovare la manut.straord. ed acquistare mobili/condiz. con bonus 50%, basta un'autocertificazione dei lavori? Una dichiar.sostit. atto di notorietà? Devo presentarli a qualche ente? Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale Andreasalsero
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:28
      L'autocertificazione è necessaria per testimoniare, su una possibile richiesta dell'A.d.E., la data di esecuzione ed il tipo di opera compiuta. E' una normalissima dichiarazione di notorietà e va fatta in comune (soprattutto per la data certa). Cordilali saluti.
      rispondi al commento
  • Lupiero
    Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 16:57
    Buongiorno,ho un problema da porvi.Sto per acquistare una casa con scia per lavori di ristrutturazione aperta intestata all'attuale proprietario.Alla ristrutturazione delle opere di muratura ha lavorato una sola ditta,ma ora entreranno altre ditte,soprattutto individuali.Il problema sta nel fatto che non è stata fatta la comunicazione all'asl per le detrazioni,Come posso comportarmi?la posso fare in ritardo?Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale Lupiero
      Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:09
      La comunicazione all'Asl va fatta solo se ci sono determinate condizioni, cioè più ditte operanti contemporaneamente (escluse le individuali). Se in corso d'opera mutano le condizioni iniziali la notifica all'Asl la può sempre fare. Riguardo alle detrazioni fiscali, le due cose non si sposano, quindi può beneficiarne tranquillamente. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Lupiero Pasquale
        Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 18:47
        Grazie per la risposta.Da quello che capisco allora se opera una ditta per volta la comunicazione non va fatta?basta che si verifichi questa condizione?
        rispondi al commento
        • Pasquale Lupiero
          Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 00:20
          Non va fatta se il lavoro viene appaltato a "lotti" definiti. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
          • Lupiero Pasquale
            Sabato 1 Marzo 2014, alle ore 11:12
            Grazie per la risposta,capisco a questo punto che se lavora una ditta per volta non va fatta.Un'ultima domanda. Dato che l'immobile in fase di ristrutturazione è stato acquistato da me e mia moglie da pochi giorni,dovrei cambiare anche la scia in quanto è a nome del vecchio proprietario oppure basta essere proptietari?
            rispondi al commento
            • Pasquale Lupiero
              Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 19:52
              Le consiglio di fare la voltura della Scia a nome Suo e di Sua moglie. E' un semplice richiesta con allegata copia del rogito notarile con gli estremi del provvedimento in corso.Cordiali saluti.
              rispondi al commento
  • V.racioppi84@gmail.com
    Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 12:52
    Inoltre, chiedo se è necessario allegare il progetto dei nuovi impianti elettrico ed idraulico (rientrano negli impianti tecnologici del DM 37/08 ?), la relazione preliminare sulla rispondenza del progetto alle prescrizioni in materia di risparmio energetico, ?Grazie nuovamente
    rispondi al commento
    • Pasquale V.racioppi84@gmail.com
      Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 16:55
      Alla Cila vanno allegati i grafici dello stato pregresso (ante) e quello di progetto con una relazione sulla tipologia delle opere da eseguirsi. In sede di ultimazione dei lavori il tecnico (D.L.), raccolte le certificazioni sul contenimento energetico (se realizzate), le conformità sugli impianti e la variazione catastale, redigerà la regolare esecuzione e la certificazione di agibilità da presentare al comune. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • V.racioppi84@gmail.com
    Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 12:37
    Salve, devo ristrutturare il mio appartamento e i lavori da svolgere sono:- rifacimento impianto elettrico ed idraulico;- rifacimento bagno;- realizzazione secondo bagno e ripostiglio (quindi demolizione e ricostruzione di alcuni tramezzi);- rifacimento pavimentazione.In questo caso, per il comune di Napoli, serve solo una CILA? E gli atti di assenso (parere igienico sanitario, risparmio energetico, ...) non sono richiesti?Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale V.racioppi84@gmail.com
      Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 16:40
      I lavori che Lei intende eseguire sono assoggettati alla presentazione in comune di una Cila che sarà redatta da un tecnico di Sua fiducia, il quale provvederà ad asseverarli nel rispetto di tutte le norme di sicurezza ed igienico sanitarie vigenti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Enzio lucarivieri
    Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 01:00
    Buonasera Arch.,devo ristrutturare il mio appartamento: nel bagno devo rifare tubature,massetto,piastrelle,sanitari;ricavare una stanza con pareti in cartongesso, abbassare una parete per attingere più luce dalla finestra e rifare l'impianto elettrico.Mi è parso di capire che questi si configurano come interventi straordinari,ma mi è poco chiaro quale comunicazione fare al Comune e se devo comunicare qualcosa alla Asl.La Ringrazio.
    rispondi al commento
    • Pasquale Enzio lucarivieri
      Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 18:40
      Ha perfettamente inteso: sono opere di manutenzione straordinaria. Il Suo caso richiede la presentazione al comune di una CILA. La comunicazione all'Asl va fatta solo se ad operare sono più ditte (escluse quelle individuali). Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Capitano1977
    Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 16:35
    Buonasera,è stata regolarmente presentata in data 24.10.2013 una CILA.
    Succede che ho avuto la necessità di fare nuovi lavori rispetto a quelli comunicati inizialmente.
    I nuovi lavori sono stati: adeguamento dell'impianto elettrico, installazione allarme, installazione di condizionatori pompe di calore.
    E' possibile presentare un'integrazione della Cila oppure eseguire una variante alla "Fine lavori"?
    Rischio di perdere la detrazione 50%?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale Capitano1977
      Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 22:46
      Sono, comunque, tutte opere che rientrano nella Cila presentata. In sede di dichiarazione di Ultimazione dei Lavori, il Suo tecnico indicherà tutti i lavori eseguiti anche quelli in "variante". Le detrazioni fiscali, sia per i vecchi che per i nuovi lavori, non sono assolutamente a rischio. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alessandro.busetti
    Martedì 28 Gennaio 2014, alle ore 08:47
    Buongiorno, ho acquistato all'asta un appartamento da ultimare. Dovrò installare caldaia+termosifoni, serramenti interni, sanitari, pavimenti ed arredamento.Vorrei sapere se e cosa può rientrare nel recupero fiscale e che tipo di comunicazioni devo effettuare. Grazie 1000
    rispondi al commento
    • Pasquale Alessandro.busetti
      Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 20:01
      Se l'impianto di riscaldamento viene realizzato per la prima volta (inesistente) va presentata una CILA, diversamente basta una semplice comunicazione in carta libera al Suo comune. Ha facoltà di accedere alle detrazioni fiscali ed al bonus mobili con un tetto di spesa che non può superare però i lavori eseguiti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Millaluna
    Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 11:21
    Buongiorno,dobbiamo ristrutturare ns appto in Roma nel modo seguente: rifacimento impianti, sanitari e rivestimenti bagni e cucina, rinnovo impianto elettrico, sostituzione caldaia, infissi interni, esterni e tapparelle. Installazione condizionatori. Non modifichiamo stanze o tramezzi.Dobbiamo presentare autocertificazione, CIL o CILA? Abbiamo diritto a detrazione IRPEF 50% spese ristrutt e bonus mobili?Vi ringrazio molto
    rispondi al commento
    • Pasquale Millaluna
      Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 19:54
      Se il Suo immobile non ricade in zona soggetta a vincoli (paesaggistico-ambientali, centro storico, ecc.), basta la semplice comunicazione al Municipio di appartenenza. In questo caso Stia molto attenta alla sostituzione degli infissi esterni che devono essere il più vicini a quelli vecchi (sagoma e colore). Per il resto Le spettano le detrazioni fiscali ed il bonus mobili fino a 10mila euro di spesa. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Millaluna Pasquale
        Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 12:17
        Buongiorno,non capisco perchè mi avete consigliato una CIL per rifacimento bagni, cucina, impianti e sostituzione infissi dicendo che ho diritto alle detrazioni quando l'opuscolo dellAdE chiarisce che la manutenzione ordinaria non dà diritto alle detrazioni se non effettuata sulle parti comuni. Siete sicuri che la CIL basti? Perchè più mi informo e più ricevo informazioni contrastanti? Aiuto!
        rispondi al commento
        • Pasquale Millaluna
          Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:42
          I lavori che Lei deve eseguire sono di manutenzione straordinaria (rifazione impianti idrico-sanitario, elettrico, ecc.) e sono compresive delle opere complementari (rifacimento di pavimenti, rivestimenti, pitture, ecc.). Ebbene questi lavori, come da Lei indicati, non rivestono carattere "ordinario" e rientrano tra quelli fiscalmente detraibili. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Rossano77
    Domenica 26 Gennaio 2014, alle ore 11:33
    Buon giorno un mesetto fa ho rifatto il bagno levato pavimento sostituito tubature e sanitari escluso la doccia che ho predisposto gli attacchi questi lavori li ho fatti io e non mi interessa la detrazione ,ora devo acquistare la cabina doccia posso richedere la detrazione che documento serve basta una cil ? grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale Rossano77
      Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 19:39
      La sola cabina doccia non beneficia di alcuna detrazione fiscale perchè trattasi di manutenzione ordinaria. Diversamente diventa detraibile se "complementare" ai lavori di ristrutturazione del bagno. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Vanzo115
    Mercoledì 22 Gennaio 2014, alle ore 21:24
    Salve sto acquistando casa ed eseguire lavori di manutenzione straordinaria, rifacimento piastrelle cucina, cambio sanitari bagno, tinteggiatura, acquisto di cucina, camera da letto, stufa ed altro, i lavori verranno svolti da me, volevo sapere il giusto iter da seguire e i documenti da utilizzare per usufruire del 50% anche su acquisto mobili, non verranno fatti interventi di tipo strutturale. Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale Vanzo115
      Venerdì 24 Gennaio 2014, alle ore 11:19
      Per beneficiare delle detrazioni fiscali, i lavori devono essere di "manutenzione straodinaria", quindi la rifazione o modifiche dell'impianto elettrico, idraulico, riscaldamento ecc., con annesse opere quali: pavimenti, rivestimenti, pitture, ecc. Nel Suo caso detrae solo la fornitura di pochi materiali "finiti" come i sanitari e la stufa. Per il bonus mobili, Le spetta un importo pari al totale di spesa sostenuta per i lavori. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • 161645
    Venerdì 17 Gennaio 2014, alle ore 16:31
    Salve, eseguito con inizio novembre 2013 lavori di rifacimento impianto sanitario con spostamento tubi di condotta acqua, cambio piastrelle, levato vasca e inserito cabina doccia, termino lavori a gennaio 2014.Lavori fatti in economia tranne che per parte idraulica. I suddetti sono da considerarsi lavori di manutenzione straordinaria? Quindi detraibili al 50%? Serve compilazione CIL o basta autocertificazione ai fini fiscali? Grazie e saluti Alehttp://media.lavorincasa.it/public/ico/btn-comment-send.png
    rispondi al commento
    • Pasquale 161645
      Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 08:33
      I lavori da Lei indicati sono di manutenzione straordinaria e quindi detraibili fiscalmente nella misura del 50% (in dieci rate annuali) se pagati con bonifico bancario. Per testimoniare il periodo e l'esecuzione stessa dei lavori, va fatta una autocertificazione, in considerazione che gli stessi sono cominciati nel novebre scorso. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 13 Gennaio 2014, alle ore 16:40
    Può stare tranquillo! La comunicazione in carta semplice è un "consiglio" e non un obbligo. Un consiglio comunque è necessario: visto che Lei ha usufruito o usufruirà delle detrazioni fiscali, faccia una autocertificazione dei tipo di lavori e del periodo di esecuzione, al fine di poter testimoniare da possibili controlli da parte dell'A.d.E. Cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Ghepardo Pasquale
      Sabato 12 Luglio 2014, alle ore 13:51
      Buongiornoho letto molte risposte simili ma non riesco a capire: se la AdE fa un controllo e mi chiede le concessione edilizia che ho presentato in comune per fare la manutenzione straordinaria e io non ho nulla? per fare alcuni lavori allora anche se sono straordinari non serve nessuna pratica? nel mio caso ho sostituito vasca con doccia e il geometra mi ha fatto una cil per manutenzione ordinaria (?!) e dice che va bene....è corretto?
      rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 13 Gennaio 2014, alle ore 13:00
    Un ringraziamento va a Lei per la fiducia riposta in lavorincasa.it
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 13 Gennaio 2014, alle ore 12:58
    Ha perfettamente inteso qual'è la procedura da intraprendere. Per quanto riguarda la recinzione, Le consiglio di farla bassa e non usare la muratura o calcestruzzo.Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 13 Gennaio 2014, alle ore 12:06
    Sì! Ne ha la facoltà. Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Sabato 4 Gennaio 2014, alle ore 11:51
    Nel Suo caso Le consiglio di fare solo una autocertificazione sul periodo in questione per poter usufruire delle detrazioni fiscali.
    La comunicazione fatta a posteriore si configura come una "sanatoria" e potrebbe prendere altre strade.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Venerdì 27 Dicembre 2013, alle ore 16:31
    Il Suo tecnico Le ha dato la giusta informazione: trattasi di manutenzione straordinaria.
    Riguardo alla notifica all'Asl, non andava fatta.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 11:12
    I tempi ci sono, considerata la data del collaudo avvenuto il 12/10.
    Ne parli con il Suo l'installatore che è pienamente consapevole delle detrazioni fiscali e delle procedure da evadere.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 09:57
    In caso di cil non è necessario realizzare tutti gli interventi richiesti.
    In questo caso, però, più che un intervento in meno, è stato realizzato un intervento diverso, per cui sarebbe opportuno comunicarlo.
    Il bonus mobili è dovuto per interventi almeno di manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Rbille
    Venerdì 11 Ottobre 2013, alle ore 16:51
    Grazie 1000.
    E' una casa singola ma adesso guaina e isolante non sono presenti.
    Non posso sfruttare la detrazione al 50% per risparmio energetico (che rispetti standard di legge) detraibile per Agenzia Entrate?
    Così modifico la stuttura del tetto attuale, ma non quella portante.
    Quindi potrebbe essere manutenzione straordinaria solo con CIL e certificazione trasmittanza per detrazione.
    Cerco di arrampicarmi sugli specchi per poter detrarre.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Rbille
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 11:58
    Salve mi ero fatto l'idea contraria.
    Non è un condominio e per detrarre serve manutenzione straordinaria Nel DPR 380/2001 all' ART.3 C1B la manutenzione staordinaria è: "le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire PARTI ANCHE STRUTTURALI."
    Mentre all' ART. 6C2A dell edilizia libera trovo "sempre che NON RIGUARDINO PARTI STRUTTURALI".
    Cambiare parte tavole e travi non "tocca" una parte stutturale e quindi serve SCIA?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Rbille
    Mercoledì 9 Ottobre 2013, alle ore 11:42
    Salve, per esegire sul tetto in legno di una vecchia casa in sasso i seguenti lavori: Installazione guaina ed isolante (ora assenti), sostituzione parti tavolato ammalorato e forse qualche travetto, grondaie nuove, occorre CIL o SCIA?
    Sono lavori detraibili al 50%?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Antonietta65
    Domenica 22 Settembre 2013, alle ore 12:20
    Salve, devo ristrutturare una monocamera senza modifica spazi interni e vorrei sapere se i seguenti lavori rientrano in edilizia libera: demolizione e rifacimento pavimenti, rivestimenti, intonaci, pitturazione.
    Rifacimento impianti elettrico ed idraulico.
    Nuove porta blindata, porta interna, finestra.
    Installazione caldaia a gas e condizionatore.
    Posso chiedere per tutto lo sgravio al 50%?
    Oppure cosa devo escludere?
    Evito 65% troppo complessa.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Comunicazione Inizio Lavori (CIL) che potrebbero interessarti
Pratiche edilizie

Pratiche edilizie

In questo articolo illustriamo quali sono le pratiche necessarie a seconda degli interventi edilizi, rimandandovi a ciascun articolo specifico per maggiori dettagli.
Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)

Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)

La SCIA sostituisce la DIA e semplifica l'iter permettendo di realizzare i lavori dal giorno della presentazione al comune. Tempi, procedure e interventi.
Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (CILA)

Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (CILA)

La comunicazione inizio lavori asseverata (CILA) permette di realizzare interventi di manutenzione straordinaria come per la ristrutturazione di un appartamento.
Opere edili

Opere edili

La differenza tra opere da eseguirsi liberamente e altre che necessitano di autorizzazione, è che si tratti di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.
Interventi edili e responsabilità del committente

Interventi edili e responsabilità del committente

In caso di lavori edili, anche di piccola entità, il committente ha delle responsabilità sia per la regolarità urbanistica che per la sicurezza nei cantieri.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Sicurezzapoint
  • Casa.it
  • WaterBarrier
  • Velux
  • Officine Locati
  • Murprotec
  • Uretek
  • Novatek
  • Zaccaria Monguzzi
  • Geosec
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Capitolato d'appalto per opere condominiali
      Capitolato d'appalto per opere...
      300.00
    • Cartella linea due
      Cartella linea due...
      9.00
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      320.00
    • Pratiche comunali d.i.a.
      Pratiche comunali d.i.a.
      600.00
    • Manutenzione caldaia
      Manutenzione caldaia...
      80.00
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      420.00
    • Contratti manutenzione
      Contratti manutenzione...
      110.00
    • Kit accessori di manutenzione askoll
      Kit accessori di manutenzione...
      53.07
    • Ristrutturazione totale fabbricati salerno
      Ristrutturazione totale fabbricati...
      77.00
    • Manutenzione antifurto milano
      Manutenzione antifurto milano...
      50.00
    • Termoimpianti
      Termoimpianti...
      1.00
    • Manutenzione roma
      Manutenzione roma...
      35.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Casa.it
  • Progettazione
  • Facebook
  • Preventivi