Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Come coibentare la casa

News di Ristrutturazione
Vediamo quali interventi attuare affinchè un edificio sia ben coibentato e quindi più efficiente dal punto di vista energetico, intervenendo sull'involucro edilizio.
Come coibentare la casa
Arch. Carmen Granata
Arch. Carmen Granata

Annunci immobiliari e classe energetica



Dal primo gennaio di quest’anno è in vigore l’obbligo di indicare, negli annunci immobiliari di vendita e locazione, la classe energetica dell’edificio.

Per la verità nella sola regione Lombardia sono previste, per il momento, delle sanzioni pecuniarie (anche salate), per il mancato rispetto di questa prescrizione. Infatti l’art. 27, comma 1 quater della l.r. 24/2006 prevede multe che vanno da 1.000 a 5.000 euro.
E non è un caso che sia proprio la Lombardia la regione più virtuosa dove si registra il maggior rispetto della legge.

Per indicare la classe energetica di un edificio è necessario che un tecnico abilitato rediga il relativo Attestato di Certificazione Energetica, sulla base di calcoli che determinino appunto questo valore.
Ma affinché la classe risultante sia elevata e quindi l’immobile appetibile sul mercato, è necessario che esso sia efficiente energeticamente.

Vediamo quindi quali interventi mettere in opera affinchè un edificio sia ben coibentato e quindi più efficiente dal punto di vista energetico, intervenendo sull’involucro edilizio, quindi tetto e pareti.

Come coibentare le pareti



Uno dei modi per migliorare l’efficienza energetica di un edificio è quello di contenere i consumi per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo e questo si può fare, per un edificio esistente, applicando un cappotto ai muri perimetrali.

Il cappotto può essere realizzato all’interno o all’esterno a seconda delle caratteristiche dell’edificio, quello interno è meno usato perché offre minori risultati e comporta una seppur minima riduzione degli spazi, ma si adotta in situazioni particolari quando non si può intervenire sulla facciata esterna.
E’ un sistema, tuttavia, che può risultare efficace per situazioni in cui l’edificio non è riscaldato o abitato di continuo, come edifici pubblici o seconde case.

Questa soluzione, che ha anche un costo inferiore rispetto al cappotto esterno, si adotta anche quando è necessario coibentare una singola unità immobiliare, piuttosto che l’intero edificio.

Anche l’applicazione è meno laboriosa, perché non è necessario asportare l’intonaco ma è sufficiente preparare adeguatamente il sottofondo su cui poi vengono applicati, con apposito collante, i pannelli in polistirene e cartongesso.

Il cappotto esterno rimane comunque la soluzione più efficace perché permette di uniformare i diversi coefficienti di isolamento dei materiali che costituiscono l’involucro (cemento, laterizi, mattoni) e superare anche il problema dei ponti termici da essi causati.

L’applicazione avviene con la preventiva rimozione dell’intonaco. Poi si procede all’incollaggio dei pannelli (di solito in polistirene estruso) e infine si applica una rete in fibra di vetro che servirà da supporto all’intonaco. Su questo si potrà poi applicare un rivestimento o una tinteggiatura.

Questa seconda soluzione consente anche di limitare i disagi per gli occupanti dell’immobile, visto che l’intervento si volge tutto all’esterno.

Come coibentare il tetto



Altro punto determinante dell’involucro edilizio che va adeguatamente coibentato è il tetto. Infatti, visto che il calore tende a salire verso l’alto, è chiaro che il tetto rappresenta uno dei punti di maggiore dispersione termica.

In un tetto con copertura a tegole di nuova costruzione, i pannelli isolanti o la guaina vengono posti sulle traversine al di sotto del manto di copertura, prima della sua posa in opera.

In caso di ristrutturazione di un tetto esistente, invece, i pannelli possono essere posati al di sotto delle travi. In questo modo si viene a creare una sorta di camera d’aria che può essere ulteriormente riempita con materiali termoisolanti.

Questo tipo di coibentazione si applica nel caso in cui il sottotetto sia abitabile o frequentemente utilizzato. In caso contrario, infatti, potrebbe essere sufficiente isolare l’ultimo solaio di copertura, quindi il pavimento del sottotetto.

I pannelli possono essere realizzati con materiali naturali (come legno, sughero, lana, gomma naturale, fibre vegetali) o sintetici (come guaine, fibre polistireni, materiali plastici, resine).
L’intervento di coibentazione è finalizzato ad ottenere un adeguato valore di trasmittanza termica. Questo termine indica il livello di passaggio termico attraverso una superficie ed è migliore quanto più è basso. Per ottenere un buon risultato la legge prescrive l’utilizzo di pannelli di spessore di almeno 12 cm.


Dove rivolgersi?



Il 37% di annunci completi di classificazione energetica,  già a un mese dall’entrata in vigore della norma, pubblicati su Casa.it, dimostra ancora una volta come gli annunci immobiliari pubblicati sul portale siano annunci di qualità.

www.casa.it - Casa.it, lanciato nel 1996, è il portale immobiliare più importate d'Italia con oltre 4.000.000 Utenti Unici (4.064.722 fonte Nielsen SiteCensus settembre 2011), che raccoglie l’offerta di più di 14.000 agenzie immobiliari affiliate, di 3.000 inserzionisti privati e costruttori edili.

Per maggiori informazioni:
www.casa.it

Articolo: Come coibentare la casa
Valutazione: 5.33 / 6 basato su 6 voti.

Azienda consigliata Casa.it

Casa.it è il punto di riferimento per chi cerca e chi offre immobili in Italia! Con 700mila annunci immobiliari Casa.it è il portale immobiliare n°1 in Italia.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Come coibentare la casa
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Come coibentare la casa che potrebbero interessarti
Nuove regole per gli annunci immobiliari

Nuove regole per gli annunci immobiliari

Dal primo gennaio 2012 sarà obbligatorio riportare l'indice di prestazione energetica negli annunci di compravendite immobiliari, ai sensi del D.Lgs 28/2011.
APE e annunci immobiliari

APE e annunci immobiliari

Il d.l. n. 63/2013 ha sancito l'obbligo di inserire l'indice di prestazione energetica e la classe energetica negli annunci di vendita o locazione di immobili.
Isolamento acustico e termico

Isolamento acustico e termico

Una migliore qualità abitativa può essere raggiunta con la giusta progettazione di parti costruttive atte a favorire l'isolamento termico ed acustico.Un
Coibentare un edificio

Coibentare un edificio

Per avere il massimo comfort termico e ambientale, è possibile isolare termicamente un edificio adottando diverse tecniche, a seconda della posizione dell'isolante.
Rivestimento a Cappotto

Rivestimento a Cappotto

Il Cappotto Termico è un'ottima soluzione d'isolamento per i manufatti edilizi, lo scopo di isolare due ambienti con temperature differenti.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Perizie rivalutazione immobili
      Perizie rivalutazione immobili...
      280.00
    • Abbonamento base di www.casando.it
      Abbonamento base di www.casando.it...
      96.80
    • Cameretta a ponte
      Cameretta a ponte...
      1290.00
    • Patiche catastali - docfa e voltura
      Patiche catastali - docfa e voltura...
      330.00
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00
    • Certificazione energetica per unità immobiliare fino a 100 mq
      Certificazione energetica per...
      150.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00
    • Prosuzione di attestati di certificazione energetica
      Prosuzione di attestati di...
      130.00
    • Perizie
      Perizie...
      180.00
    • Portland325 dove grey 60x60
      Portland325 dove grey 60x60...
      51.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE