• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Quali tasse si devono pagare per l'acquisto della casa?

Le tasse da versare nel caso di compravendita sono diverse a seconda che l'acquisto di casa avvenga da un'impresa o da un soggetto privato e nell'ipotesi di prima casa.
Pubblicato il

Tasse acquisto casa


acquistare-casa-1.jpgNel caso di acquisto di casa (compravendita) si deve prestare particolare attenzione alle imposte da versare:
IVA, imposta di registro, ipotecaria e catastale.

Sono sempre gravanti su chi acquista (l'acquirente), ma hanno misura diversa a seconda che la compravendita si effettui da un soggetto privato o da un'impresa di costruzioni e ancora se si tratti di immobile da adibire a prima casa.

La compravendita immobiliare è il contratto che viene stipulato obbligatoriamente in forma scritta tra le parti (venditore e acquirente) e con cui viene trasferita la proprietà di un immobile, dal primo al secondo, obbligando così il venditore a consegnare la casa e il compratore a pagare il prezzo della stessa.


IVA, imposta registro, ipotecaria e catastale


Le imposte gravanti sulla compravendita immobiliare sono, come detto, l'IVA, l'imposta di registro, quella ipotecaria e catastale. L'acquisto di un fabbricato da una impresa è solitamente soggetto a IVA, mentre l'acquisto da privati è sempre soggetto a imposta di registro.

IVA e imposta di registro sono alternative, a queste però si aggiungono le imposte ipotecaria e catastale, versate al momento della compravendita, solitamente al notaio che stipula l'atto il quale poi le riversa a sua volta allo Stato.

Ll'IVA è l'imposta sul valore aggiunto gravante sulla cessione di beni e servizi (la compravendita è per l'appunto la cessione di un bene, l'immobile) effettuata da soggetti passivi.

L'imposta di registro è dovuta per la registrazione di una scrittura, pubblica o privata (il contratto di compravendita), presso un registro pubblico tenuto dall'apposito Ufficio dell'Agenzia delle Entrate. È un'imposta che colpisce i trasferimenti di ricchezza, come appunto la vendita di un immobile.

L'imposta catastale è quella dovuta sulle volture catastali per il trasferimento di immobili.
Sono tenuti a pagarla i soggetti che richiedono la voltura al Catasto, quindi in caso di compravendita gli acquirenti. È un'imposta dipendente da trasferimenti immobiliari, come l'imposta ipotecaria. Sia per l'una che per l'altra è il notaio che redige l'atto di compravendita a provvedere direttamente al versamento delle imposte, addebitando l'importo al cliente.

Come quella catastale, anche l'imposta ipotecaria dipende dai trasferimenti immobiliari.
È dovuta infatti ogni qual volta si debba eseguire la trascrizione, iscrizione, rinnovazione e annotazione presso i pubblici registri immobiliari.


Compravendita immobiliare da privati e da imprese: le misure delle imposte


acquistare-casa-2.jpgPartendo dalla compravendita immobiliare da un privato, le imposte da versare sono:

- imposta di registro al 9%

- imposte ipotecaria e catastale,
rispettivamente di 50 euro ciascuna.

Se a vendere l'immobile è un'impresa invece, la compravendita può essere esente o meno da IVA.

Di regola la cessione è sempre esente da IVA, tranne nei casi di:

-compravendite effettuate dalle imprese di costruzioni, per il ripristino dei fabbricati, entro 5 anni dalla fine dei lavori

-compravendite di fabbricati abitativi destinati ad alloggi sociali.

In entrambi i casi la scelta di sottoporre la cessione a Iva deve essere manifestata nell'atto di vendita.

Nel caso di cessione esente da IVA, l'imposta di registro è al 9% e le imposte ipotecaria e catastale sono pari a 50 euro ciascuna. Se la compravendita è soggetta a IVA (aliquota al 10% o al 22% per le abitazioni di lusso), le imposte di registro, ipotecaria e catastale hanno misura pari a 200 euro ciascuna.


Agevolazioni prima casa: imposte ridotte


In caso poi di acquisto immobiliare con l'agevolazione prima casa le imposte da versare sono ridotte. In particolare, l'IVA è ridotta al 4 per cento e dal 1 gennaio 2014 l'imposta di registro è ridotta al 2%, mentre quelle ipotecaria e catastale fisse hanno misura pari a 50 euro (in caso di cessione soggette a imposta di registro) e 200 euro ( in caso di cessione soggetta a IVA).

Per godere delle imposte ridotte in caso di acquisto della prima casa, l'acquirente deve verificare la sussistenza di una serie di requisiti, ossia:

-non deve possedere nello stesso Comune in cui è ubicato l'immobile da acquistare con l'agevolazione prima casa un altro immobile, neanche in regime di comunione con il coniuge;

-non deve essere titolare di diritti di uso, usufrutto, abitazione su altro immobile nello stesso Comune;

-non deve essere titolare di altro immobile su tutto il territorio nazionale, per il quale abbia già fruito delle agevolazioni.


Una volta verificata la sussistenza di questi requisiti, per fruire dell'agevolazione prima casa, occorre che l'acquirente abbia stabilito (o stabilirà entro 18 mesi dall'acquisto) la propria residenza nel Comune ove si trova l'immobile.


Le agevolazioni prima casa valgono solo per immobili non di lusso, quindi non accatasti nelle categorie A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville), A/9 (Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici).

riproduzione riservata
Tasse per l'acquisto della casa
Valutazione: 4.20 / 6 basato su 5 voti.
gnews

Tasse per l'acquisto della casa: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giovanni Malanga.
    Giovanni Malanga.
    Martedì 23 Novembre 2021, alle ore 21:26
    Grazie mille è sto molto professionale
    rispondi al commento
  • Giovanni Malanga.
    Giovanni Malanga.
    Lunedì 22 Novembre 2021, alle ore 19:37
    Salve sono in procinto di comprare casa in categoria f/4.È possibile usufruire dell'agevolazione prima casa?Il notaio non è sicuro di questo.grazie in anticipo
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Giovanni malanga.
      Martedì 23 Novembre 2021, alle ore 18:25
      In sede di acquisto le agevolazioni prima casa si applicano solo sulla categoria catastale F3 (in corso di costruzione). Cordiali saluti.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.286 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img claudio gmail
Buona sera, ho acquistato una casa da privato che era in costruzione, in fase d'opera ho chiesto delle predisposizioni per dei lavori da eseguire dopo l'acquisto della casa...
claudio gmail 22 Febbraio 2024 ore 18:53 9
Img mario145814
Buongiorno. In marzo scorso ho acquistato da privato un appartamento di 50 mq circa, con installata una pompa di calore. Non ha mai avuto i documenti della macchina, e adesso ho...
mario145814 31 Dicembre 2023 ore 16:24 3
Img alessandra lecca
Ciao a tutti, sono in attesa del rilascio della concessione in sanatoria di un appartamento per cui ho firmato 2 mesi fa il preliminare di acquisto.La procedura semplificata...
alessandra lecca 28 Agosto 2023 ore 11:03 6
Img roberta carotti
Buongiorno a tutti,Scusate per l'intrusione cercherò di essere breveMi chiamo Roberta, insieme al mio compagno, abbiamo letto su alcuni siti della possibilità di...
roberta carotti 20 Agosto 2023 ore 12:52 4
Img sara tomei
Buonasera,A marzo 2023 ho individuato un immobile per il quale nello stesso mese ho fatto la proposta d'acquisto con assegno a deposito, accettata dalla proprietaria. Dalla fine...
sara tomei 26 Giugno 2023 ore 22:35 2