Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano

Che si chiami terrazza, lastrico solare o solaio interpiano, secondo il Tribunale di Trento è indifferente ai fini dell'applicazione analogica dell'art. 1125 c.c.
10 Settembre 2014 ore 00:59 - NEWS Ripartizione spese
solaio , solaio interpiano , utilità , del solaio

Spese per la manutenzione della terrazza


È legittima la delibera che ripartisce le spese relative ai lavori sulla terrazza sulla base del criterio ex art. 1125 c.c., se il bene è di utilità comune.

Spese condominialiQuesto è quanto ha deciso il Tribunale di Trento con sentenza 1 aprile 2014 n. 417.

Il caso. Alcuni condomini, proprietari di unità immobiliari sottostanti una terrazza di proprietà esclusiva di altro condomino, impugnavano la delibera condominiale che ripartiva le spese relative ai lavori di detta terrazza secondo il criterio di cui all'art. 1125 c.c., quindi per metà a carico del proprietario della terrazza e per metà a carico dei proprietari sottostanti.

L'impugnazione partiva dal presupposto secondo il quale trattandosi di interventi concernenti la praticabilità della terrazza, le relative spese si sarebbero dovute porre integralmente a carico dei proprietari utilizzatori della stessa. A sua volta, il condominio si difendeva asserendo che la delibera era addirittura favorevole agli attori, in quanto la ripartizione avrebbe in realtà dovuto seguire il criterio ex art. 1126 c.c. (1/3 al condomino con l'uso esclusivo e 2/3 agli altri sottostanti).

Il Tribunale di Trento con la sentenza succitata ha rigettato la domanda asserendo che nella determinazione del criterio di riparto di tali spese è necessario considerare anche l'utilità derivante dal bene comune e aderendo all'orientamento giurisprudenziale che applica in via analogica il criterio ex art. 1125 c.c.


Art. 1125 e applicazione analogica


Secondo l'articolo 1125 c.c. - non toccato dalla riforma del condominio del 2012 - Le spese per la manutenzione e ricostruzione dei soffitti, delle volte e dei solai sono sostenute in parti eguali dai proprietari dei due piani l'uno all'altro sovrastanti, restando a carico del proprietario del piano superiore la copertura del pavimento e a carico del proprietario del piano inferiore l'intonaco, la tinta e la decorazione del soffitto.

La norma, perlomeno nel suo significato letterale, ha carattere speciale perché si riferisce specificatamente alla categoria dei soffitti, delle volte e dei solai.

Ripartizione spese condominialiMa, afferma sempre il Tribunale di Trento, nel caso sottoposto alla sua attenzione non ha rilievo qualificare il bene quale terrazza a livello o lastrico solare : ciò che rileva ai fini dell'utilizzabilità del criterio ex art. 1125 è invece l'utilità derivante dal bene comune, rilevando poi, in via accessoria, il tipo di lavoro (cioè, non solo la pavimentazione, ma anche la guaina) e le cause del degrado, tra cui non solo il traffico veicolare, ma anche la scarsa manutenzione; manutenzione, dunque, a cui tutti i condomini sono tenuti.

Il carattere speciale della norma ex art. 1125 c.c. rispetto al generale criterio della ripartizione delle spese condominiali ex art. 1123, c.c., co.1 è dato dall'utilità del bene (testualmente la sentenza recita nella generalità dei casi le spese che riguardano i beni comuni devono essere ripartite tra tutti i condomini sulla base della tabella millesimale relativa alla proprietà. Tuttavia, nella determinazione del criterio di riparto di tali spese è necessario considerare anche l'utilità derivante dal bene comune).

Conclude dunque il Giudice con l'applicazione in via analogica della norma ex art. 1125 c.c. al caso di specie. L'applicazione analogica è possibile, secondo l'art. 12, co.2 delle Preleggi, se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione; infatti in tal caso si ha riguardo alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe; se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato.


Orientamenti della giurisprudenza attuale


In sentenza il Giudice accenna alla discordanza in giurisprudenza sul criterio di ripartizione delle spese in caso di lavori su terrazza e dichiara, senza motivare il perché, di propendere per il criterio di ripartizione in parti uguali, ex art. 1125.


Il criterio concorrente è invece fornito dall'art. 1126 c.c., che prevede la ripartizione di 1/3 e 2/3 tra proprietario soprastante e proprietari sottostanti, in merito al lastrico solare. Effettivamente la giurisprudenza sul punto è abbastanza ondivaga, ma sembra mostrare di recente una preferenza per il criterio fornito dall'art. 1126 c.c.: vedasi fra tante, Cass. Civ. 22896/2013, per cui […] le spese di manutenzione, riparazione e ricostruzione delle terrazze, anche a livello, equiparate ai lastrici solari, sono disciplinate dall'art. 1126 c.c., che ne prevede la ripartizione in ragione di un terzo a carico del condomino, che abbia l'uso esclusivo, restando gli altri due terzi a carico dei proprietari dei piani o porzioni di piano sottostanti […] (S.U. 29.4.1997 n. 3672, Cass. 13.12.2007 n. 26239, Cass. 17.10.2001 n. 12682, Cass. n. 3465/2012). (Tra le più recenti Trib. Lecce, 2573/2014; Trib. Bari, 14.03.2014).

La sentenza del Tribunale di Trento si pone quindi attualmente controcorrente, senza peraltro fornire un accenno al criterio ex art. 1126 c.c., che pure il convenuto menziona nelle sue difese.

riproduzione riservata
Articolo: Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
323.119 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano che potrebbero interessarti


Caldana

Architettura - La caldana è uno strato presente sia nei solai in calcestruzzo, sia nei solai lignei; la sua principale funzione è quella di irrigidire tutta la struttura.

Danni al solaio e risarcimento

Condominio - Il famoso detto chi rompe paga ?  trova applicazione anche in campo giuridico.Non è vero che chi, con dolo o colpa, commette un fatto illecito che

Solaio Innovativo

Ristrutturazione - Una struttura particolarmente rigida e leggera.

La proprietà, le spese e le responsabilità connesse al solaio interpiano

Ripartizione spese - Il solaio interpiano in condominio è escluso dal novero delle parti comuni tra tutti i condòmini ed è di proprietà di chi se ne serve come pavimento e soffitto.

Rafforzamento dei solai in legno

Ristrutturazione - Un metodo innovativo estremamente efficace per rafforzare le travi lignee di un solaio, garantendo un notevole aumento della capacità portante dell'intera struttura, oltre a restituirne intatta, l'immagine originaria e le dimensioni.

Un sistema solaio completo leggero, resistente ed economica

Soluzioni progettuali - Il sistema solaio THERMOREX consente la realizzazione di elevate luci di banchinaggio ed un eccellente isolamento termico.

Funzionalita' delle travi a spessore in c.a.

Progettazione - La liberta', nella distibuzione funzionale delle tramezzature interne di un alloggio, dipende anche da alcuni accorgimenti tecnici.

Connettori per rinforzo dei solai

Restauro edile - Anche i solai, come tutti gli elementi strutturali dopo un determinato periodo di vita necessitano di opere di rinforzo: i connettori hanno proprio questa funzione.

Smaltimento acque edifici e solai

Ristrutturazione - Per il dimensionamento ed il posizionamento dei sistemi di smaltimento delle acque è necessario spesso raccogliere delle informazioni che vengono direttamente dal campo.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cristiancurtis
Salve a tutti. Vivo in un appartamento al primo piano costruito negli anni 70. Sopra di noi i vicini sono spesso rumorosi ma il problema vero è che i solai sono molto...
cristiancurtis 03 Gennaio 2021 ore 12:30 3
Img gian antoniosampietro
Buongiorno a tutti, sto ristrutturando un appartamento con solaio di tavelloni appoggiati sopra travi IPN120 con interasse di 1 mt. Decisamente sottodimensionato, e le flessioni...
gian antoniosampietro 20 Dicembre 2020 ore 15:11 1
Img gennaritos
Salve a tutti. Da circa 1 anno mi sono trasferito in una palazzina anni 80 al secondo piano.Non ho nessun problema con i vicini. Sono persone per bene e abbastanza silenziose.Da...
gennaritos 18 Novembre 2020 ore 10:23 15
Img markee66
Buongiorno. Circa 7 anni fa ho acquistato una casetta a schiera due piani più mansarda e piano scantinato con taverna, garage e cantina.Ad aprile di quest anno una mattina...
markee66 04 Ottobre 2020 ore 14:59 4
Img totoarnone
Salve a tutti, leggendo tra i vari post di questo forum ho capito che comunque, prima di lasciarsi trasportare dal piacere di istallare una piscina in terrazza bisogna fare i...
totoarnone 20 Giugno 2020 ore 12:23 1