La delibera condominiale si contesta con atto di citazione

NEWS Assemblea di condominio08 Marzo 2014 ore 11:29
Una delle novità introdotte dalla riforma del condominio è stata la riscrittura dell'art. 1137 c.c. riguardante anche la forma dell'impugnazione delle delibere.

Nuova normativa sulle impugnazioni delibere condominiali


Impugnazione delibera condominiale La riforma del condominio entrata in vigore il 18 giugno del 2013, tra le varie cose, ha modificato l'art. 1137 c.c. eliminando dal testo della norma il riferimento al termine ricorso.

Il secondo comma dell'art. 1137 c.c., attualmente in vigore, recita:

Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto può adire l'autorità giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

Quanto alla richiesta di sospensione dell'efficacia della delibera (in sua assenza il deliberato è obbligatorio per tutti i condomini ai sensi dell'art. 1137, primo comma, c.c.) la legge n. 220/2012 ha chiarito, definitivamente, che essa ha natura cautelare e di conseguenza è assoggettata alle norme processuali che regolamentano questo genere di procedimenti.

È bene ricordare che ottenere la sospensiva della deliberazione condominiale, a differenza dei casi di procedimento per denuncia di nuova opera e danno temuto, non è considerata anticipatoria del giudizio di merito.

Ciò vuol dire che essa, come si capisce dal complesso normativo di cui all'art 1137 c.c. e dallo specifico richiamo all'art. 669-octies sesto comma, c.p.c. in esso contenuto, dovrà essere seguita dall'impugnazione nei termini di legge per non perdere valore.

Mentre sul procedimento cautelare non vi sono stati particolari problemi interpretativi, i dubbi sono sorti in relazione alla forma d'impugnazione delle deliberazioni.


Forma dell'impugnazione delle delibere


L'eliminazione nel secondo comma dell'art. 1137 c.c. del termine ricorso non ha avuto la stessa lettura in sede di prima interpretazione.

In dottrina, difatti, non è mancato chi non ha visto alcun cambiamento rispetto ai principi espressi dalle Sezioni Unite nel 2011 per il fatto che nell'art. 1137 c.c. non vi fosse il riferimento al termine ricorso.

Impugnazione delibereDetta più semplicemente: secondo i fautori di questa teoria la mancanza del termine ricorso nell'art. 1137 c.c., stante il dictum della Cassazione, non impedisce di iniziare il giudizio con un ricorso.

Chi scrive s'è detto fin da subito sostenitore della tesi opposta: l'eliminazione del termine ricorso doveva essere nel senso di eliminazione della possibilità di utilizzare questa forma d'introduzione del giudizio.

In giurisprudenza si iniziano ad annotare le prime decisioni contrarie alla prima lettura della norma.

In particolare, il Tribunale di Cremona, con la sentenza n. 37 resa il 23 gennaio 2014, ha dichiarato inammissibile l'impugnazione di una deliberazione condominiale proposta con ricorso.

In sostanza il giudice lombardo afferma che se è vero che nel 2011, nella vigenza della vecchia legge, le Sezioni Unite avevano salvato l'azione introdotta con ricorso in virtù del così detto principio di conservazione degli atti anche in considerazione del fatto che la parola ricorso fosse contenuta nell'art. 1137 c.c., oggi non è più così.

In questo nuovo contesto normativo, specifica il Tribunale di Cremona, non può operare il principio di conservazione degli atti processuali (poiché l'atto non può, comunque, raggiungere lo scopo cui è destinato, ex art. 156 ultimo comma, c.p.c., pena la completa abdicazione dal generalissimo principio di congruità delle forme allo scopo o della strumentalità delle forme che costituisce la stessa ratio della disciplina che il codice di rito dedica – per usare le stesse parole usate dal legislatore nell'intitolare il Capo I del Titolo dedicato agli atti processuali – alle forme degli atti e dei provvedimenti), né può operare il meccanismo sanante di cui all'art. 164, comma 2, c.p.c. (poiché esso è regolato espressamente nei soli casi di introduzione del giudizio con citazione e poiché manca totalmente l'indicazione di una udienza di comparizione, e non solo l'avvertimento previsto dal n. 7) dell'art. 163 di cui al primo comma dell'articolo in questione (Trib. Cremona 23 gennaio 2014 n. 37).

Il giudice adito, nella sentenza in esame, ha altresì specificato che la sua non è la prima presa di posizione in tal senso, rimandando ad altra pronuncia, resa dal Tribunale di Milano, in data 21.10.2013.

In questo contesto, quindi, è bene provvedere ad impugnare una delibera assembleare mediante atto di citazione lasciando da parte la vecchia prassi che consentiva l'utilizzo di una forma atipica di ricorso.

Un'annotazioe finale sui soggetti legittimati ad impugnare: la legge n. 220/2012 ha inserito specificamente nell'art. 1137 c.c. il riferimento agli astenuti che, nella vigenza della precedente legislazione, erano equiparati ai dissenzienti grazie da un consolidato orientamento giurisprudenziale espresso dalla Suprema Corte di Cassazione (si veda tra le tante Cass. 21298/07).

riproduzione riservata
Articolo: La delibera condominiale si contesta con atto di citazione
Valutazione: 4.83 / 6 basato su 6 voti.

La delibera condominiale si contesta con atto di citazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Legale
    Legale
    Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:13
    Vale il principio tempus regit actum.
    rispondi al commento
  • Siottopintor.lex
    Siottopintor.lex
    Sabato 8 Marzo 2014, alle ore 15:32
    Interessante ....Ma quid iuris in caso d'appello avverso la sentenza pronunciata a seguito di impugnazione proposta davanti al Tribunale con ricorso, rito previgente ?Sarebbe gradita un'opinione al riguardo
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano La delibera condominiale si contesta con atto di citazione che potrebbero interessarti
Quando si può ottenere la sospensione dell'efficacia della delibera condominiale

Quando si può ottenere la sospensione dell'efficacia della delibera condominiale

Assemblea di condominio - L'impugnazione della delibera condominiale non comporta automaticamente la sospensione della sua efficacia. Come fare per ottenerla e quali sono i presupposti?
Una causa condominiale è sempre utile se la delibera è illegittima?

Una causa condominiale è sempre utile se la delibera è illegittima?

Condominio - Non ci sono stime certe ma il sentire comune pone la causa condominiale ai primi posti tra le controversie nei nostri uffici giudiziari.
Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa

Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa

Condominio - Il condomino contro il quale il condominio inizia una causa, o alla cui azione la compagine decide di resistere, non può votare all'assemblea che lo riguarda.

Per individuare l'amministratore basta la deliberazione dell'assemblea

Condominio - S'ipotizzi che una persona debba far causa ad un condominio: a chi dev'essere notificato l'atto introduttivo del giudizio?

Delibera assemblea condominiale: quando può essere nulla o annullabile

Assemblea di condominio - Differenza tra delibera nulla o annullabile; quando i condomini possono impugnare una delibera e quali sono i termini da rispettare per invocare l'invalidità.

Documentazione condominiale e delibere assembleari

Condominio - Ogni condomino ha diritto di chiedere (e pretendere) copia della documentazione condominiale detenuta, in ragione del suo mandato, dall?amministratore.Questo,

Che cos'è una delibera condominiale programmatica?

Assemblea di condominio - L'assemblea di condominio può decidere su un argomento, oppure può decidere che su quell'argomento deciderà in seguito. In tal caso si ha una delibera programmatica.

La nomina del curatore speciale del condominio

Liti tra condomini - La questione della nomina del curatore speciale del condominio, è strettamente connessa con le liti che interessano la compagine condominiale.

Condominio, condotte illecite e responsabilità

Assemblea di condominio - Se una deliberazione condominiale può comportare la commissione di illeciti, il condomino può semplicemente dissociarsi da quella decisione oppure deve impugnarla?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonimo
Buongiorno,e grazie in anticipo a chi saprà dipanare alcuni dei miei dubbi.Vi spiego le mie perplessità:sono proprietario di una maisonette in una palazzina da 4...
anonimo 06 Novembre 2008 ore 08:21 2
Img robbie1956
A corredo del mio appartamento vi è già un garage detenuto in proprietà indivisa con altro condomino.L'accesso al box con una autovettura, anche piccola,...
robbie1956 25 Luglio 2007 ore 07:03 5
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img nicodemus
Buona giornata a tutti.Questo è la mia prima partecipazione al forum, e Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità accordatami.Il quesito è il seguente:Il...
nicodemus 08 Febbraio 2011 ore 08:03 6
REGISTRATI COME UTENTE
304.803 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Vimec
  • Faidatebook
  • Saint-Gobain ISOVER
  • Claber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.