Impermeabilizzare un terrazzo senza demolizione con le resine

NEWS DI Tetti e coperture07 Giugno 2016 ore 16:46
La risoluzione di problemi legati all'impermeabilizzazione richiede spesso gravosi lavori di demolizione, che però si possono eliminare con prodotti specifici.

L'importanza di una corretta impermeabilizzazione


L'impermeabilizzazione è fondamentale per qualsiasi tetto, terrazza o lastrico solare, perché le infiltrazioni di acqua piovana, soprattutto se molto prolungate nel tempo, possono provocare un drastico calo del comfort ambientale all'interno delle abitazioni e/o danni strutturali anche gravi.

Infatti, l'acqua piovana proveniente dalle coperture o dall'estradosso di balconi e terrazzi tende dapprima a creare antiestetiche macchie e aloni su pareti e soffitti e successivamente a favorire la proliferazione di funghi, muffe e licheni o la progressiva disgregazione dello strato di intonaco.

Impermeabilizzazione di una copertura con elementi trasparenti eseguita dall'Azienda Resine Industriali s.r.l.
Ma sulle parti strutturali aggettanti, come le solette dei balconi, i cornicioni, le velette e le pensiline in cemento armato, si può arrivare anche a veri e propri dissesti.

Infatti, nel lungo periodo l'acqua piovana riesce a infiltrarsi all'interno del calcestruzzo, corrodendo gravemente le barre di acciaio dell'armatura che, una volta completamente arrugginite, tendono ad aumentare il proprio volume, provocando il netto distacco del copriferro con grave rischio di danni a cose o persone.
Inoltre, un elemento strutturale di cemento armato con l'armatura esposta è intrinsecamente meno resistente alle sollecitazioni meccaniche. Infatti, il distacco del copriferro diminuisce la sezione resistente del calcestruzzo; mentre le barre di acciaio corrose e non più confinate possono andare soggette al fenomeno dell'instabilità: nei casi più gravi, si giunge quindi al crollo della struttura degradata.


Proteggere e impermeabilizzare le strutture di calcestruzzo


Occorre dunque prevenire questi fenomeni mantenendo costantemente in perfetta efficienza il sistema di smaltimento delle acque piovane e predisponendo adeguati sistemi di protezione per gli elementi strutturali di calcestruzzo.

Risulta particolarmente efficiente ad esempio dotare bancali e cimase di parapetti e muri di cinta in pietra del cosiddetto gocciolatoio (costituito da una scanalatura a forma di V), oppure proteggerli con scossaline di lamiera.

Per l'impermeabilizzazione di strutture in cemento armato a vista, sia orizzontali che verticali, è invece preferibile servirsi di prodotti come Polismus 685, una miscela di resine siliconiche e solventi ipotensivi dell'azienda Resine Industriali

È efficace anche su murature in materiali porosi come tufo, mattoni e arenaria, e non altera l'aspetto della superficie producendo la patina lucida responsabile dell'antiestetico effetto bagnato tipico di molti prodotti protettivi idrorepellenti.
Anziché formare una semplice patina superficiale, il prodotto penetra infatti nella muratura per uno strato di 10 o 20 centimetri, mantenendone quasi inalterata la traspirabilità.


Impermeabilizzare senza demolire balconi e terrazzi


Il caso più ricorrente riguarda tuttavia la sostituzione della guaina di impermeabilizzazione di balconi, terrazzi o lastrici solari, in seguito a eventi dannosi come forti grandinate, giunzioni tra i teli mal eseguite o per naturale obsolescenza. Le guaine bituminose o polimeriche esposte agli agenti atmosferici tendono infatti a perdere le proprie caratteristiche nel giro di alcuni decenni e perciò vanno regolarmente sostituite.

Impermeabilizzazione con guaine bituminose, dal sito dell'Azienda Bituver.

Una lavorazione a regola d'arte prevede dunque la demolizione dell'eventuale pavimentazione esistente, oppure il suo montaggio e temporaneo accantonamento nel caso di un pavimento galleggiante in piastrelle o listoni di legno; la successiva rimozione della guaina; la stuccatura e riparazione delle eventuali lesioni e/o avvallamenti del massetto di pendenza in calcestruzzo; la posa della nuova guaina per terrazzi calpestabile e infine l'esecuzione della nuova pavimentazione o il rimontaggio di quella preesistente.

Tuttavia, queste operazioni risultano lunghe, costose e a volte possono essere evitate con un notevole risparmio economico.

Impermeabilizzazione di un lastrico solare con resine eseguita dall'Azienda Resine Industriali s.r.l.

Nel caso delle coperture piane non praticabili, la soluzione più semplice consiste, infatti, nel sovrapporre una guaina bituminosa direttamente su quella preesistente, adottando però alcune accortezze:
- verificare che il tetto da impermeabilizzare sia ricoperto da una sola guaina bituminosa, preferibilmente del tipo a un unico strato: sovrapporre troppe guaine ammalorate potrebbe creare distacchi dal supporto, favorendo le infiltrazioni d'acqua;
- accertarsi che la guaina già esistente non sia screpolata o non presenti bolle, rigonfiamenti, parti parzialmente distaccate o bordi con parti taglienti in grado di danneggiare il nuovo strato;
- controllare l'ottimo stato di conservazione del massetto di pendenza, che dev'essere privo di parti distaccate, lesioni e infine rigonfiamenti o avvallamenti tali da favorire il ristagno dell'acqua;
- scegliere una guaina corazzata, cioè costituita da due strati sovrapposti con spessore di almeno 3 o 4 mm armati con una reticella di rinforzo in poliestere o fibra di vetro.

Guaina adesiva Monoself FV dell'Azienda Bituver.Per la posa in opera, si può invece utilizzare il metodo consueto: per prima cosa, occorre pulire alla perfezione la guaina esistente da qualsiasi traccia di erbacce, parti sfilacciate o sollevate e depositi pulverulenti. Successivamente si passa alla vera e propria applicazione del nuovo strato, che in genere avviene ammorbidendo la guaina alla fiamma di un cannello e facendola ben aderire al supporto: in questo modo si possono ricoprire agevolmente anche gli spigoli di eventuali parapetti e abbaini.

Per un lavoro perfetto, è inoltre molto importante:
- risvoltare la guaina sotto le soglie di eventuali porte e porte finestre;
- far risalire la guaina per almeno 15-20 cm su parapetti in muratura, comignoli e muri di eventuali terrazzi in falda;
- sovrapporre i vari teli per almeno 15-20 cm in senso sia orizzontale che verticale;
- non perforare la guaina con viti o chiodi, soprattutto in corrispondenza di scossaline e converse in lamiera per la protezione di velette, pensiline, comignoli o murature.

Più semplici da applicare sono invece le guaine adesive, tra cui Monoself FV dell'Azienda Bituver, formata da un unico strato di bitume modificato con polimeri elastomerici, rinforzata da un'armatura in poliestere con tessuto di vetro e munita di uno strato superficiale in scaglie di ardesia per la protezione dalle intemperie. L'applicazione avviene semplicemente rimuovendo lo strato protettivo posteriore, posandola sul supporto e praticando un'adeguata pressione per evitare bolle o rigonfiamenti.

Per balconi, terrazze e lastrici solari occorre invece una superficie rigida, calpestabile, non perforabile elementi di arredo come serie, tavoli e ombrelloni, e ovviamente esteticamente gradevole.

Un'ottima soluzione sono quindi le guaine liquide della già citata Resine Industriali, una gamma completa di prodotti per qualsiasi esigenza. Si tratta in genere di formulazioni a base di resine impermeabilizzanti mono o bi-componenti, già pronte per l'uso o da miscelare al momento secondo le indicazioni del produttore, e se necessario armate con un tessuto di vetro polidirezionale per una maggior resistenza.

Impermeabilizzazione di un lastrico solare con guaina liquida a base di resine eseguita dall'Azienda Resine Industriali s.r.l.

La superficie finita appare lucida e perfettamente liscia, ma la posa in opera va affidata a maestranze specializzate. Infatti, anche se la guaina liquida è autolivellante e perciò risulta particolarmente indicata per pareggiare le irregolarità del supporto, per un lavoro perfetto occorre predisporre accuratamente il sottofondo, se necessario miscelare correttamente la resina impermeabilizzante e distribuirla su tutta la superficie da impermeabilizzare senza otturare le eventuali grondaie incassate.

Infine, anche se questa soluzione presenta molti vantaggi, tra cui ovviamente la possibilità di applicare il prodotto direttamente su una pavimentazione preesistente senza opere di demolizione, occorre considerare anche alcuni possibili inconvenienti, tra cui:

- la guaina liquida a base di resina è garantita per dieci anni, e perciò può risolvere egregiamente qualsiasi problema di impermeabilizzazione, ma sul lungo periodo non è una soluzione definitiva;
- poiché la guaina liquida è autolivellante, risulta difficile predisporre le corrette pendenze per il deflusso dell'acqua piovana: si potrebbero dunque verificare sgradevoli ristagni di acqua;
- la resina è un materiale rigido, e perciò non adatto a tetti piani con orditure lignee;
- in caso di forti grandinate la superficie si potrebbe graffiare, diventando sgradevole alla vista;
- la stuccatura di eventuali lesioni o la sostituzione dell'intero strato di impermeabilizzazione è meno agevole della posa di una semplice guaina bituminosa.


Impermeabilizzanti liquidi


Gli interventisti puntano alla demolizione e al rifacimento completo, che però è molto oneroso, oltre al disagio del cantiere in casa .

La tenuta impermeabile è difficoltosa da ripristinare e coinvolge perlopiù la demolizione della pavimentazione, oltre al massetto esistente, con conseguente smaltimento dei detriti in aree apposite.

Impermeabilizzazione terrazzo applicazione della guaina

Ma anche nel caso si scelga di intervenire con l'utilizzo di ulteriori strati impermeabilizzanti di rivestimento, è necessario comunque utilizzare una serie di prodotti a base di composti cemento-plastici e bande elastiche per i giunti di dilatazione delle piastrelle, di successiva installazione.

La terza via da percorrere è ricorrere a strati sottili impermeabili di tipo polimerico.

L'applicazione deve avvenire su superfici adeguatamente preparate, sgrassate e ben spolverate, con primer e finiture pigmentate.

Infine, in casi di media gravità, ci sono soluzioni di impermeabilizzazione e protezione dalle infiltrazioni d'acqua di balconi, scale e terrazzi, che non necessariamente implicano demolizioni e interventi invasivi sui manufatti. Ciò implica notevoli risparmi di tempo e soldi, oltre che di disagi che accompagnano l'apertura di un cantiere in casa.

Tempistiche ridotte e durabilità con garanzia di decenni. Questo permettono i prodotti polimerici a base siliconica, che vengono impiegati per impermeabilizzarle superfici, utilizzabili dopo il trattamento, già dopo poche ore.


Prodotti non pellicolari e in grado di sigillare anche le microfessurazioni e le porosità delle superfici, senza imbibire e senza alterare le finiture superficiali che le caratterizzano.
Generalmente si stendono mediante spruzzi o passaggio di spazzoloni, previa pulizia delle superfici e asciugatura e stuccatura delle fughe tra mattonelle o piastrelle e battiscopa.

Inoltre alla fine, è necessaria un'accurata asportazione del materiale eccedente, utilizzando del semplice solvente al nitro o uno straccio imbevuto di benzina. In casi di presenza massiccia di materiale in eccesso, è bene intervenire con detergenti specifici, diluiti con acqua proporzionata alla rilevanza delle impurità, distribuendo il tutto con uno spazzolone tiraliquidi.
Una volta avvenuta la reazione acida e schiumosa, intervenire con acqua abbondante.

Per maggiori informazioni:

Imprese Lazio

Polistir Srl - Centro Artigiani & Tecnici - ICOS Srl

Imprese Lombardia

MP Costruzioni Edili Srl - Tubus System Italia Srl - Codice Insolito Srl


Cerca Imprese per Impermeabilizzazione terrazze calpestabili


Imprese impermeabilizzazioni terrazzo nella tua zona

riproduzione riservata
Articolo: Impermeabilizzare un terrazzo senza demolire
Valutazione: 4.56 / 6 basato su 9 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Impermeabilizzare un terrazzo senza demolire: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Supershield
    Supershield
    Martedì 26 Gennaio 2016, alle ore 14:34
    Con le morderni tecnologie e la ricerca applicata all'impermeabilizzazione si possono ottenere soluzioni molto performanti senza per forza dover ricorrere ad interventi di muratura. Noi ci occupiamo proprio di questo settore e abbiamo prodotto e brevettato diverse soluzioni per l'impermeabilizzazione del calcestruzzo applicabili in https://media.lavorincasa.it/box/notice-articoli.pngdiversi ambiti.Buona giornatahttp://www.supershield.it
    rispondi al commento
  • Previatoantonio
    Previatoantonio
    Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 00:52
    è interessante come intervento, in quanto è poco invasivo, senza dover intervenire sulla struttura...
    rispondi al commento
  • Daniele Caneva
    Daniele Caneva
    Lunedì 6 Gennaio 2014, alle ore 23:11
    Ho un ampio terrazzo circa mq. 300 dove c'è già un'impermeabilizzazione con sarnafil.
    Purtroppo i vecchi proprietari lo hanno trascurato e si sono formate piccole e grosse forature.
    Per temporeggiare e raggiungere la primavera ho cercato di risolvere il problema saldando sopra della carta catramata ma con esito negativo.
    Cosa posso fare?
    Sono di Bene Lario (COMO).
    A chi potrei rivolgermi?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Giuseppe
    Giuseppe
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 10:59
    Buongiorno, io ho una terrazza in montagna realizzata nel 2006 e la copertura e realizzata in pietra di losa con posa opus incertum.
    Purtroppo passa pochissima acqua nonostante tutte le precauzioni.
    È possibile fare un trattamento con i prodotti da voi indicati?
    Sono di Cesana Torinese , a chi devo rivolgermi? Grazie
    rispondi al commento
  • Maurizio
    Maurizio
    Sabato 12 Ottobre 2013, alle ore 10:36
    Ho delle piastrelle in ceramica da 50x50 nel corridoio, reparto camera di una dimensione di circa 8 mq.
    Queste piastrelle da un paio d'anni si stanno muovendo al passaggio delle persone, cioè si sente come se sotto mancasse l'appoggio.
    Cosa posso fare?
    rispondi al commento
  • Carlo
    Carlo
    Venerdì 3 Maggio 2013, alle ore 15:47
    Buongiorno, ho un terrazo che dopo 40 anni ha perso l'impermeabilizzazione e sotto ci sono i garage... Mi hanno detto che non c'è margine per impermeabilizzare sopra l'attuale pavimento, ma questo articolo mi fornisce qualche speranza. Io sono a Roma, a chi poso rivolgermi?
    Vi ringrazio fina da subito se vorrete rispondermi.
    rispondi al commento
    • Lavorincasa2
      Lavorincasa2 Carlo
      Venerdì 3 Maggio 2013, alle ore 22:05
      Per Carlo: In questo caso, cioè per la zona di Roma, può rivolgersi all'Azienda ACM Impresa Purger come si evince da un altro articolo inerente appunto l'Impermeabilizzare senza demolire.
      rispondi al commento
  • Bruno
    Bruno
    Martedì 26 Marzo 2013, alle ore 11:38
    La ringrazio per la sua tempestiva risposta al mio quesito. Terrò conto dei consigli. Grazie
    rispondi al commento
  • Bruno
    Bruno
    Giovedì 21 Marzo 2013, alle ore 15:02
    Mi serve un consiglio. Devo sistemare un balcone gia piastrellato. Hanno posato delle piastrelle da interno e ora si stanno staccando. Premetto che siamo in montagna e il clima fa la sua evoluzione. Posso io rifare dando due strati di colla e retina e poi posare con materiale idoneo? Grazie della vs. cortesia.
    rispondi al commento
    • Arch.caiazzo
      Arch.caiazzo Bruno
      Martedì 26 Marzo 2013, alle ore 07:49
      Per Bruno: Buongiorno, per la stessa delle nuove piastrelle, può procedere scegliendo prodotti per esterno, da posare però previa impermeabilizzazione del sottofondo. I montagna, come ha giustamente già detto, il clima influisce moto anche sui collanti e i materiali di posa, non solo sulla tenuta delle piastrelle. Saluti
      rispondi al commento
  • Luca Ripa
    Luca Ripa
    Domenica 10 Marzo 2013, alle ore 11:58
    Ho un terrazzo con pavimentazione alla veneziana con qualche micro fessurazione e non piu' impermeabile cosa posso fare? Grazie per Vs.risposta.
    rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Impermeabilizzare un terrazzo senza demolire che potrebbero interessarti
Sistemi d'impermeabilizzazione

Sistemi d'impermeabilizzazione

Il problema di impermeabilizzare le superfici di copertura è alla portata di tutti i giorni, ecco alcune soluzioni di origine naturale e sintetica per risolverlo.
Impermeabilizzare terrazzi e balconi di qualsiasi dimensione senza guaina

Impermeabilizzare terrazzi e balconi di qualsiasi dimensione senza guaina

Soluzioni innovative waterstop adatte a prestazioni d'impermeabilità e durabilità nel tempo, semplici e veloci da applicare rispetto al vecchio metodo di guaina...
Impermeabilizzare terrazzi e balconi con la guaina liquida

Impermeabilizzare terrazzi e balconi con la guaina liquida

Garanzia contro le infiltrazioni, facile applicazione, resistenti nel tempo, sono lo strumento efficace nella riparazione e realizzazione di barriere all'acqua.
Massetti e coperture solai

Massetti e coperture solai

Le coperture piane degli edifici, di ogni forma e tipologia costruttiva, necessitano di un'attenta progettazione e realizzazione in termini di tecnologie costruttive.
Ricerca delle perdite nelle guaine impermeabili

Ricerca delle perdite nelle guaine impermeabili

Nuove metodiche per la ricerca delle perdite nelle guaine ipermeabili.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.457 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Impermeabilizzazione terrazzi
    Impermeabilizzazione terrazzi...
    25.00
  • Impermeabilizzazione tetti
    Impermeabilizzazione tetti...
    110.00
  • Guaina in opera
    Guaina in opera...
    15.00
  • Impermeabilizzazione terrazzo elastomerica
    Impermeabilizzazione terrazzo...
    34.00
  • Tenda verticale spagna
    Tenda verticale spagna...
    26.00
  • Cillichemie cillit 55 m h universal sali
    Cillichemie cillit 55 m h...
    32.00
  • Samsung climatizzatore inverter trial split wi fi
    Samsung climatizzatore inverter...
    2010.00
  • Pistola multi jet claber
    Pistola multi jet claber...
    16.47
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.