Come estrarre i sali solubili dalle murature

NEWS DI Risanamento umidità12 Gennaio 2015 ore 18:48
La presenza di sali solubili nei paramenti murari a lungo andare può portare seri problemi poichè gli elementi lapidei tendono a degradarsi perdendo compattezza.

Cosa sono i sali solubili negli edifici


Per definizione i sali solubili sono tutti quei composti salini che si dissociano in acqua. In edilizia capita spesso di avere a che fare con questo problema; la presenza di sali solubili negli elementi murari posti in ambienti molto umidi si manifesta con efflorescenze sulla superficie, sottoforma di una patina biancastra.

Questi sali solubili nella maggior parte dei casi vengono trasportati sulle superfici e nei paramenti murari dall'acqua di risalita proveniente dal sottosuolo, soprattutto se ci si trova in prossimità di falde acquifere.

estrattori di sali solubili-1 (di Westox)La loro presenza sia superficialmente che internamente ai paramenti murari con il tempo comporta il degrado degli stessi.

Con le variazioni climatiche i sali tendono a sciogliersi in presenza d'acqua e a ricristallizzarsi quando invece l'ambiente diventa più secco.

Il cambio di stato comporta una variazione di volume spaccando così la pietra o l'elemento murario e favorendo l'ingresso di agenti aggressivi che con il corso del tempo portano al degrado del materiale.

La patina biancastra sintomo della presenza di sali nell'elemento murario può essere presente sia su manufatti litici come le pietre, sia su materiali ceramici e malte, all'interno e all'esterno di esse. Le superfici colpite da queste efflorenscenze possono essere anche superfici policrome, apparati decorativi di stucco e di terracotta.


Come si può intervenire per estrarre i sali solubili


Per ovviare a questo problema del degrado degli elementi lapidei, bisogna procedere con l'estrazione dei sali solubili dal materiale interessato.

Le tecniche da adottare sono molteplici; una di queste è l'estrazione mediante l'uso di argille speciali tipo la sepiolite e l'attapulgite.

Un secondo metodo, se le pietre hanno una elevata porosità, consiste nell'eseguire degli impacchi di polpa di carta, ovviamente priva di sali solubili e bagnata con acqua deionizzata.

L'impacco, preventivamente umidificato, verrà poi ricoperto con un film sottile di plastica, lasciandolo asciugare completamente.

Con questo tipo di trattamento, nella prima fase, l'acqua penetra nella pietra disciogliendo i sali presenti. Si passa alla fase di essiccazione in cui la stessa acqua, per fenomeni naturali, viene richiamata verso la superficie esterna dell'impacco, trasportandovi i sali in essa disciolti.

estrattori di sali solubili-2 (di Westox)Questa pratica dell'estrazione di sali solubili mediante impacchi consente di asportare le efflorescenze saline dagli strati immediatamente sottostanti alla superficie del manufatto.

Dovendo agire anche in profondità, la pratica implica l'impiego di sostanze a elevata capacità assorbente, come la polpa di cellulosa e alcuni particolari tipi di argille come bentonite, sepiolite e attapulgite.

estrattori di sali solubili-3 (di Dry Wall System S.r.l.)Un'altra soluzione prevede invece l'utilizzo di resine sintetiche a cambio ionico, in grado di liberare ioni acidi o basici, a seconda del tipo di resina, che scindono i sali favorendone l'asportazione.

In alternativa possono essere utilizzati anche prodotti realizzati con siliconi in emulsione, con l'aggiunta di fluidificanti e altre sostanze come DWS SAL, della Dry Wall System S.r.l.Si tratta di un prodotto che ha un'elevata affinità con tutti i materiali lapidei, capace di creare una vera e propria barriera chimica, dopo la quale sarà possibile rifare l'intonaco. È specifico per la formazione di barriere antisaline.

estrattori di sali solubili-4 (di Westox)Il prodotto va applicato a spruzzo sul muro già privo di intonaco, da una persona esperta.
In seguito sarà possibile applicare l'intonaco con il procedimento tradizionale dal rinzaffo alla finitura.

Se le superfici sono coperte da efflorescenze visibili e poco aderenti, bisogna asportarle prima meccanicamente, con l'utilizzo di una spazzola morbida.

Successivamente si potrà procedere con un trattamento che tenda a sciogliere i residui salini.
Gli impacchi sono di natura chimica ed emolliente e sono a base di argille inerti assorbenti; in alternativa possono anche essere realizzati con del cotone idrofilo o di qualsiasi altro materiale capace di mantenere la superficie umida quanto più a lungo possibile.

Il rivestimento che va posto sopra l'impacco è di solito realizzato con teli di polietilene, da sigillare e collegare con nastri adesivi impermeabili.

Per rimuovere il tutto, l'ultima fase sarà quella di asportazione dell'impacco che prevederà poi una fase finale di ulteriore pulizia, con l'azione combinata di spazzole vegetali, bisturi e leggeri spruzzi d'acqua nebulizzata.

estrattori di sali solubili-5 ( di Westox))Se si vogliono utilizzare prodotti completamente naturali, un prodotto bio eco-compatibile capace di compiere questa azione di estrazione dei sali solubili è la pasta COCOON dell'azienda Westox.

Cocoon
non è altro che un bioestrattore di sali applicabile anche a spruzzo su grande scala architettonica.
È un materiale bio eco-compatibile completamente naturale, a base di acqua distillata e fibre di purissima cellulosa; non è una sostanza tossica né infiammabile e non richiede nessuna precauzione particolare durante il suo utilizzo.
Rispetto alle comuni argille non subisce la fase di ritiro tipica delle argille quali la sepiolite, mantenendo l'aderenza e la sua azione nel tempo. È inoltre totalmente compatibile sia chimicamente che fisicamente con qualsiasi tipo di supporto.

Il principio di azione è quello dell'evaporazione; grazie al differenziale di capillarità dalla sua superficie evapora appunto l'acqua della soluzione salina estratta dal substrato.

riproduzione riservata
Articolo: Estrattori di sali solubili
Valutazione: 4.81 / 6 basato su 16 voti.

Estrattori di sali solubili: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Estrattori di sali solubili che potrebbero interessarti
Apparecchi trattamento acqua

Apparecchi trattamento acqua

Impianti - Per eliminare o ridurre in parte le sostanze nocive presenti nell'acqua, ci sono dosatori di sali, addolcitori, filtri, deferrizzatori, declorizzatori.
Acqua Impianti Termici

Acqua Impianti Termici

Impianti - La tipologia e la qualita' dei materiali che costituiscono le caldaie le puo' preservare dagli attacchi acidi e/o corrosivi.
Malte compatibili per i restauri

Malte compatibili per i restauri

Restauro edile - Per non favorire situazioni di degrado, nella manutenzione degli edifici storici è necessario servirsi di prodotti compatibili con le materie prime tradizionali.

Efflorescenze sulle murature in mattoni

Progettazione - Una delle patologie piu' diffuse nelle murature di mattoni puo' essere un semplice fenomeno passeggero o rappresentare la spia di un problema da approfondire e risolvere.

Doccia e calcare

Bagno - Quando l'acqua evapora o si scalda i sali in essa presenti precipitano formando incrostazioni di calcare che, però, si possono prevenire con apposita manutenzione.

Le efflorescenze saline e il degrado degli edifici storici

Restauro edile - Efflorescenze saline e subefflorescenze, accumuli di sali che si formano sopra o sotto la superficie muraria, provocano danni alle decorazioni architettoniche.

Solare termodinamico

Impianti - Energia dal sole sempre.

Maioliche

Pavimenti e rivestimenti - La maiolica è un tipo di rivestimento artigianale, poco diffuso ma di estrema bellezza. Con la sua unicità la maiolica permette di rivestire ambienti di ogni tipo.

Pozzolana, cocciopesto e malte idraliche

Materiali edili - Le malte idrauliche, ottenute da alcuni tipi di calce o aggiungendo additivi come il cocciopesto e la pozzolana, fanno presa in ambienti molto umidi o sottacqua
REGISTRATI COME UTENTE
295.631 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Nexa kb formiche in granuli solubili 800
    Nexa kb formiche in granuli...
    14.40
  • Pittura di argilla Clayfix di Yosima
    Pittura di argilla clayfix di...
    19.82
  • Cillichemie cillit 55 m h universal sali
    Cillichemie cillit 55 m h...
    32.00
  • Intonaco fine per interni in argilla Claytec Fei 06
    Intonaco fine per interni in...
    18.85
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.