Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali13 Gennaio 2015 ore 01:14
Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.

Detrazione 65%: errori negli adempimenti


errori detrazione 65% - 3La detrazione fiscale sul risparmio energetico prevede il rispetto di alcuni adempimenti, di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato all'argomento. Alcuni di questi adempimenti sono sempre obbligatori, altri invece variano in base al tipo di intervento eseguito.

Ad esempio, per alcuni interventi è richiesta la certificazione energetica, per altri no. Per alcuni interventi è obbligatoria l'asseverazione di un tecnico abilitato, per altri invece (come nel caso della sostituzione dei serramenti o della caldaia) l'asseverazione può essere sostituita da una certificazione del produttore.

Spesso la complessità della materia porta il contribuente (o il tecnico incaricato all'espletamento della pratica) a commettere errori. Esistono alcuni errori considerati ininfluenti ai fini della detrazione fiscale, altri invece possono determinarne la perdita e possibili sanzioni. Per questi ultimi, però, non è detto che una volta commessi non ci sia più possibilità di rimedio. Infatti in alcuni casi è possibile correggerli.

In qualità di tecnico, gli errori che maggiormente riscontro riguardano le fatture, i pagamenti e la comunicazione da inviare all'Enea.


Detrazione 65%: errori in fattura


La fattura per lavori che beneficeranno delle detrazioni fiscali deve contenere tutte le informazioni richieste per normali fatture, senza dover obbligatoriamente fare riferimento a leggi sulla detrazione o riportare particolari diciture.

I punti a cui bisogna prestare particolare attenzione nelle fatture sono invece l'intestatario, che deve combaciare con la persona che effettuerà il pagamento e che beneficerà della detrazione fiscale, e la descrizione dei lavori, che deve essere chiara o, nei casi in cui risulti lunga e complessa, può far riferimento ad un SAL (Stato Avanzamento Lavori).

È importante verificare questi elementi prima che la fattura venga registrata, in modo da poterli eventualmente modificare. Qualora l'errore emerga a registrazione avvenuta, si potrà eventualmente chiedere alla ditta o all'artigiano l'emissione di una nota di credito per stornare la fattura. Per maggiori informazioni su come compilare correttamente la fattura rimando all'articolo Fattura per detrazioni fiscali.


Detrazione 65%: errori nei pagamenti


errori detrazione 65% - 2L'unica modalità di pagamento ammessa per godere della detrazione fiscale sul risparmio energetico è un particolare modello di bonifico da cui risultino:
- la causale del versamento, con riferimento alla norma relativa alla detrazione fiscale di nostro interesse;
- il codice fiscale del soggetto che paga;
- il codice fiscale o numero di partita iva del beneficiario del pagamento.

Uno degli errori più frequenti nei pagamenti è l'utilizzo di modalità di pagamento differenti da questo bonifico: contanti, assegni, carte di credito, bancomat. Tutte queste modalità di pagamento non permettono di beneficare della detrazione, pertanto l'unico modo per correggerle è farsi restituire il pagamento ed effettuarlo nuovamente con il bonifico corretto.

C'è poi chi paga con bonifico ordinario o chi, pur avendo pagato con il modello di bonifico per le detrazioni fiscali, ne sbaglia la compilazione. Per chi ha effettuato questi ultimi errori consiglio la lettura di un articolo pubblicato qualche tempo fa sul nostro portale: Bonifico detrazioni errato.


Detrazione 65%: errori nella comunicazione all'Enea


errori detrazione 65% - 1Uno degli adempimenti più importanti per fruire della detrazione fiscale sul risparmio energetico è l'invio della comunicazione telematica all'Enea. Questa comunicazione si compone di:
- una scheda informativa (da inviare sempre obbligatoriamente e contenente i dati personali del beneficiario della detrazione, i dati dell'immobile su cui è stato realizzato l'intervento e i costi sostenuti);
- l'attestato di prestazione energetica (da inviare solo per alcuni interventi).

La comunicazione deve essere inviata all'Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori. Il contribuente può però rettificare, anche dopo il termine della scadenza previsto per l'invio, eventuali errori commessi nella compilazione della scheda informativa. L'importante è che ciò avvenga prima del termine della presentazione della dichiarazione dei redditi in cui si comincerà a beneficiare della detrazione.

È consentito modificare i dati anagrafici del beneficiario della detrazione, i dati identificativi dell'immobile e gli importi relativi alle spese sostenute.

La possibilità di correggere l'importo delle spese sostenute non è elemento da sottovalutare. Considerato l'obbligo di invio della comunicazione Enea entro 90 giorni dalla fine lavori, può capitare che questo adempimento debba essere espletato prima che i pagamenti siano effettivamente conclusi. Ovviamente l'ideale sarebbe eseguire i lavori, pagarli subito e, una volta chiare tutte le spese, inviare la comunicazione all'Enea entro il termine dei 90 giorni dalla fine lavori.

Purtroppo a volte capita che i 90 giorni siano in scadenza e che il contribuente non abbia ancora pagato tutte le fatture. In questi casi la procedura consente di effettuare la comunicazione Enea inserendo sia le spese già sostenute sia quelle previste per il futuro, dando la possibilità di riaprire la pratica in un momento successivo (che, come prima indicato, deve avvenire entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi) per rettificare l'importo finale delle spese.

riproduzione riservata
Articolo: Errori detrazione 65%: come risolverli
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 12 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Errori detrazione 65%: come risolverli: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Archmarcccom
    Archmarcccom
    Lunedì 19 Marzo 2018, alle ore 12:58
    Ho richiesto la detrazione del 65% inviando anche la pratica all'ENEA.
    In fase successiva è emerso che per alcuni problemi di realizzazione del cappotto i dati inseriti realtivi alla trasmittanza del cappotto non sono conformi e quindi la pratica ENEA non era possibile farla.
    Si può trasformare la detrazione del 65% nel 50%?
    rispondi al commento
  • Giorgio
    Giorgio
    Lunedì 30 Maggio 2016, alle ore 18:54
    Ho quasi terminato la ristrutturazione del mio appartamento, iniziata a fine 2013.

    L'impresa che l'ha effettuata ha eseguito e fatturato molti lavori che ho pagato con detrazione fiscale per ristrutturazione e altri lavori per risparmio energetico.

    Ho fatto poi eseguire alcun i lavori minori (ad esempio impianto di condizionamento e porta d'ingresso a taglio termico), che mi sono stati forniti e fatturati direttamente da altre aziende anche se l'impresa principale ha contribuito all'istallazione murarie.

    Ritengo che il termine di fine lavori da cui conteggiare i 90 giorni di tempo per la comunicazione all'Enea sia quello della fine lavori dell'appartamento nel suo insieme, che non è ancora stata fatta, anche se è imminente.

    E' corretta questa interpretazione? O devo calcolare una data separata per i lavori minori ?

    In questo caso sarebbero scaduti i 90 giorni dal pagamento.

    O ancora, il mio direttore dei lavori può certificare una data unica per il fine lavori?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Errori detrazione 65%: come risolverli che potrebbero interessarti
Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 50%

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 50%

La complessità della normativa in materia di detrazioni fiscali porta spesso il contribuente a commettere errori negli adempimenti, che talvolta si possono risolvere.
Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

L'Agenzia delle Entrate individua gli errori sostanziali ritenuti inaccettabili che determinano la totale perdita della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.
Bonifico detrazioni errato

Bonifico detrazioni errato

Cosa accade quando si sbaglia ad effettuare il bonifico per lavori che beneficiano della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni o sul risparmio energetico?...
Bonifico detrazioni errato: come rimediare?

Bonifico detrazioni errato: come rimediare?

Una condizione essenziale per godere delle detrazioni è quella del pagamento tramite bonifico parlante: vediamo quali sono le informazioni corrette da inserire.
Detrazioni fiscali: il bonifico parlante

Detrazioni fiscali: il bonifico parlante

Adempimento necessario per poter fruire delle detrazioni fiscali per interventi su immobili, è pagare le spese relative con bonifico bancario o postale parlante...
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.402 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pratiche detrazioni fiscali
    Pratiche detrazioni fiscali...
    500.00
  • Ferro raccogli asparagi in acciaio inox 70
    Ferro raccogli asparagi in acciaio...
    23.18
  • Dipinto italiano paesaggio neoclassico dei primi del
    Dipinto italiano paesaggio...
    1275.00
  • Isolamento cappotto  in EPS
    Isolamento cappotto in eps...
    50.00
  • Angolo interno wpvc
    Angolo interno wpvc...
    21.00
  • Armadi a cabina di cartongesso Milano e provincia
    Armadi a cabina di cartongesso...
    35.00
  • Mitsubishi climatizzatore inverter dual 9+12 kirigamine zen
    Mitsubishi climatizzatore inverter...
    1770.00
  • Impermeabilizzazioni Prato e provincia
    Impermeabilizzazioni prato e...
    12.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.