Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Fattura per detrazioni fiscali

NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali09 Luglio 2013 ore 10:08
A chi vanno intestate le fatture relative a lavori che possono beneficiare delle detrazioni fiscali sulla casa, quando vanno emesse e cosa devono riportare?

Come devono essere redatte le fatture per lavori che possono beneficiare delle detrazioni fiscali per ristrutturazione o per risparmio energetico?


Numero di fatture emesse


redazione fattureInnanzitutto specifichiamo che ai fini delle detrazioni fiscali il numero di fatture emesse è indifferente. Quindi, se si eseguono lavori di ristrutturazione che implicano la presenza in cantiere di più imprese (muratore, elettricista, idraulico, falegname, pittore…) ogni ditta potrà fatturare i lavori che le competono. Ci sarà quindi una fattura per il muratore, una per l'elettricista e così via.

Il numero di fatture è indifferente anche quando si parla di lavori relativi ad un'unica ditta. Ad esempio, per i medesimi lavori di ristrutturazione prima citati, potranno esserci anche più fatture della stessa ditta, come le fatture di acconto e saldo del muratore o di qualsiasi altra impresa.


Intestatario della fattura


La fattura dovrà essere intestata alla persona che pagherà i lavori e che beneficerà della detrazione fiscale. Parliamo quindi del proprietario o del detentore dell'immobile. Il detentore può essere un familiare convivente del proprietario (deve sussistere un legame ufficiale), l'affittuario, l' usufruttuario , il comodatario ecc.
Poiché il semplice convivente del proprietario non è considerato detentore (nemmeno se risulta residente nell'immobile ristrutturato), consiglio di stipulare un contratto di comodato gratuito qualora il convivente voglia beneficiare dell'agevolazione.

L'indirizzo dell'intestatario della fattura sarà quello in cui è residente al momento dell'emissione del documento. Ciò anche quando si ristruttura un immobile dove successivamente l'intestatario della fattura andrà a risiedere: l'indirizzo da riportare è sempre quello della residenza al momento della fattura.


Data della fattura


La data della fattura è indifferente ai fini della detrazione fiscale, poiché ciò che fa fede per l'agevolazione è la data del pagamento. Non è quindi necessario, come qualcuno ogni tanto chiede, emettere tutte le fatture prima della consegna in Comune della fine lavori.
Tuttavia, nonostante non vi siano particolari prescrizioni sulle date della fattura, è consuetudine emetterle in un tempo che si relazioni in modo logico alle pratiche comunali e all'effettiva esecuzione delle opere.

Ci sono poi casi in cui la fattura e il pagamento possono avvenire a cavallo di cambiamenti sulle detrazioni fiscali. Ad esempio, dal 6 giugno 2013 la detrazione per il risparmio energetico è passata da una percentuale di detrazione del 55% al 65%.
Se prima del 6 giugno è stata emessa una fattura e questa viene pagata dopo tale data, non c'è alcun problema. Poiché la detrazione utilizza come riferimento la data del bonifico, in questo caso si potrà beneficiare della detrazione del 65%, anche se la fattura è stata emessa nel periodo in cui vigeva il 55%.


Contenuto della fattura


fattureIn passato vi era l'obbligo di indicare il costo della manodopera in maniera distinta nella fattura emessa dall'impresa che esegue i lavori. Dal 14 maggio 2011 tale obbligo è stato abolito. Non è nemmeno necessario indicare in fattura riferimenti alle detrazioni fiscali, come ad esempio estremi di leggi e decreti.

Tuttavia ritengo opportuno che in fattura sia specificata ogni opera eseguita, in modo che in occasione di eventuali controlli si abbia chiaro che i lavori effettuati possono beneficiare delle detrazioni. Nel caso in cui la descrizione dei lavori dovesse risultare molto lunga, consiglio di fare riferimento in fattura ad un sal (stato avanzamento lavori) o a un consuntivo dove compariranno tutte le voci di lavorazione ed i loro prezzi.

Mi è stato chiesto più volte come comportarsi in occasione di fatture di acconto e di saldo. Non ci sono particolari regole, è però importante che tutto risulti chiaro.

Una modalità che mi pare abbastanza comoda sia per chi redige la fattura che per chi dovrà esaminarla in caso di controlli è emettere dapprima una fattura di acconto, anche con indicazione generica (es. sostituzione di serramenti presso l'immobile in via….), e poi una fattura di saldo, in cui si riporteranno in modo preciso tutti i lavori eseguiti (ad esempio per i serramenti si metterà quanti sono e che caratteristiche hanno) dalla quale si dedurrà il precedente acconto, facendo specifico riferimento alla fattura ad esso relativo.

C'è poi la questione relativa a più lavori eseguiti dalla medesima ditta, ma di cui solo una parte può beneficiare delle detrazioni fiscali. È allora utile emettere fatture differenziate: una con le voci di opere non detraibili, una con le voci che possono beneficiare della detrazione per le ristrutturazioni edilizie e una per le voci che possono beneficiare della detrazione sul risparmio energetico. Questo argomento è stato approfondito in un precedente articolo, di cui consiglio la lettura.

riproduzione riservata
Articolo: Fattura per detrazioni fiscali
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 235 voti.

Fattura per detrazioni fiscali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Lilla1
    Lilla1
    Giovedì 14 Febbraio 2019, alle ore 17:34
    Ho una fattura dicembre 2018 con pagamento gennaio 2019, rientra come detrazione a partire dall'anno 2019?
    L'acquisto di illuminazioni tipo lampadari ecc, rientrano nel piano generale di ristrutturazione ?
    rispondi al commento
  • Cristiana2
    Cristiana2
    Martedì 11 Settembre 2018, alle ore 16:31
    Sto effettuando lavori di ristrutturazione ma per comprare sanitari, maioliche pavimenti colla e vari materiali, mi hanno rilasciato il preventivo sul quale effettuare un bonifico parlante con l'acconto del 30% e successivamente effettuare poi il bonifico di saldo e solo allora mi rilasceranno fattura.
    E' corretto?
    Non perderò così le detrazioni? 
    rispondi al commento
  • Betta jolli
    Betta jolli
    Lunedì 10 Settembre 2018, alle ore 20:16
    Ma la fattura deve essere intestata a chi fa' il bonifico è dal proprietario  dell'immobile Ok,ma se il proprietario  dell' immobile non fosse residente nell'appartamento  dove vanno fatti i lavori , come si fffa' ?
    rispondi al commento
  • Betta jolli
    Betta jolli
    Lunedì 10 Settembre 2018, alle ore 20:13
    Salve sto facendo lavori per mettere il riscaldamento ti termosifoni più caldaia con tubazioni ecc, come deve essere fatta la fattura ? Ho la detrazione del 65% ? Grazie
    rispondi al commento
  • Betta jolli
    Betta jolli
    Lunedì 10 Settembre 2018, alle ore 19:53
    Sto facendo dei lavori per realizzare l'impianto di riscaldamento con termosifoni, caldaia, tubazioni ecc.
    Come va fatta la fattura?
    Ho la detrazione del 65%?
    rispondi al commento
  • Rosario2
    Rosario2
    Martedì 3 Luglio 2018, alle ore 09:56
    Ho sostituito i vecchi condizionatori acquistando i nuovi con lo scontrono parlante.
    Come deve essere fatta la fattura dall'installatore per usufruire degli sgravi fiscali del 65% ?
    Immagino che lo debba pagare con bonifico che faccia riferimento al numero di fattura essa.
    rispondi al commento
  • Conterocco
    Conterocco
    Lunedì 5 Marzo 2018, alle ore 11:59
    Salve,ho effettuato una ristrutturazione edilizia già conclusa a dicembre 2017, con tutte le fatture pagate con bonifico parlante.
    Ieri ricevo una lettera da parte di una delle Ditte che hanno svolto i lavori, in cui si asserisce che in due delle fatture da loro emesse mi avevano indicato un numero progressivo errato, e che quindi dovevo provvedere autonomamente a sostituire il numero con quello corretto.
    Poiché nel bonifico avevo indicato il precedente numero di fattura, potrei avere dei problemi?
    Grazie in anticipo,
    Rocco
    rispondi al commento
  • Conterocco
    Conterocco
    Lunedì 5 Marzo 2018, alle ore 11:45
    Salve,ho effettuato una ristrutturazione edilizia già conclusa a dicembre 2017, con tutte le fatture pagate con bonifico parlante.
    Ieri ricevo una lettera da parte di una delle Ditte che hanno svolto i lavori, in cui si asserisce che due delle fatture da loro emesse avevo indicato un numero progressivo errato, e che quindi dovevo provvedere a sostituire il numero con quello corretto.
    Poiché nel bonifico avevo indicato il precedente numero di fattura, potrei avere dei problemi?
    Grazie in anticipo,
    Rocco
    rispondi al commento
  • Arch.martinelli
    Arch.martinelli
    Giovedì 22 Febbraio 2018, alle ore 17:52
    L'unica regola da rispettare nella descrizione della fattura è un'indicazione chiara del lavoro svolto (es. realizzazione di pareti in cartongesso)
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
305.934 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Serramenti risparmio energetico
    Serramenti risparmio energetico...
    220.00
  • Tetto
    Tetto...
    49.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ventola di aspirazione bagno Vortice
    Ventola di aspirazione bagno...
    27.02
  • Piano cottura a induzione
    Piano cottura a induzione...
    129.00
Notizie che trattano Fattura per detrazioni fiscali che potrebbero interessarti
Contabilità e fatture per detrazioni 50% e 65%

Contabilità e fatture per detrazioni 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si eseguono lavori che possono beneficiare di detrazioni fiscali è utile stilare contabilità e fatture distinte per agevolare pagamenti e archiviazione.
Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 50%

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 50%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La complessità della normativa in materia di detrazioni fiscali porta spesso il contribuente a commettere errori negli adempimenti, che talvolta si possono risolvere.

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Quali errori possono comportare la perdita della detrazione sulle ristrutturazioni (50%)?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate individua gli errori sostanziali ritenuti inaccettabili che determinano la totale perdita della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.

Fatture e bonifici Conto Termico

Impianti rinnovabili - In allegato alla domanda per accedere al Conto Termico è necessario fornire copia delle fatture e delle ricevute dei bonifici, compilati rispettando alcune regole.

Detrazioni fiscali e pagamenti con finanziamento

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Le detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione o risparmio energetico pagati con finanziamento sono ammesse, ma solo se vengono rispettate alcune procedure.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 64brunica
Gentilissima redazione,vi pongo il seguente quesito:L' amministratore condominiale ha effettuato un pagamento a una ditta facendosi rilasciare come ricevuta un foglio di quelli da...
64brunica 18 Marzo 2015 ore 21:26 2
Img patriziaberetta
Posso usufrire della detrazione anche se la documentazione inviata al Comune porta diverso nominativo dalla fattura emessa dall'impresa?...
patriziaberetta 24 Luglio 2019 ore 12:00 1
Img 64brunica
Buona sera,si è di fronte a un trimestre di fatturazione non pagata dal oltre 15 gg dall'attuale amministratore a tutt'ora relativamente all'acqua (scoperta per caso).Di...
64brunica 07 Gennaio 2016 ore 22:04 1
Img mpac
Gent.mi,siamo un condominio di 9 villette a schiera privo di amministratore, provvederemo a nominarne uno tra i condomini e a chiedere il codice fiscale.Vorremmo eseguire dei...
mpac 18 Maggio 2015 ore 17:42 2
Img pinturicchio14
Salve a tutti.Sono alle prime armi nell'acquisto di una casa a Roma e, dopo averne individuata una di circa 85 mq calpestabili, ho chiesto ad un amico architetto di farmi un...
pinturicchio14 22 Luglio 2015 ore 21:53 3