Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Elementi per suddividere gli ambienti

NEWS Zona living29 Maggio 2013 ore 01:03
L'open space è la tipica soluzione moderna per il living, ma in alcuni contesti può essere necessario dover suddividere gli spazi in base alle diverse funzioni.

Dividere gli spazi con pannelli scorrevoli


Rimadesio. Stripe.Dato per scontato che l'open space è la soluzione più adottata negli ambienti abitativi moderni, come già illustrato in altri articoli, va da sé che comunque, almeno in contesti in cui ciò sia possibile per spazio disponibile e per obiettiva necessità, a volte è necessario dover suddividere gli spazi in base alle diverse funzioni che vi si svolgono.

Può succedere in un living che ospita anche l'home office, così come in un ambiente giorno con la cucina a vista nel caso di un pranzo importante di lavoro. Si tratta di una soluzione di pareti per una chiusura momentanea, niente di definitivo, che sia anche esteticamente risolutiva per ambienti multifunzione.

Essendo soluzioni cosiddette leggere, non necessitano di particolari lavori murari e possono essere adottate anche in un secondo momento rispetto ad eventuali ristrutturazioni già avvenute, quando ci si rende conto che la suddivisione degli ambienti, così come prevista in un primo momento, sia da rivedere.


Porte e pannelli scorrevoli in vetro



Le porte scorrevoli in vetro sono senz'altro la soluzione più appropriata per questo tipo di chiusura perché giocano sull'effetto leggerezza del materiale, coniugato ad infinite combinazioni di colori, finiture e decorazioni possibili, da coordinare con il resto dell'arredamento.

Rimadesio è tra le aziende leader del mercato italiano e internazionale per la produzione di porte e pannelli scorrevoli realizzati rigorosamente su misura per adattarsi a qualsiasi situazione di impianto distributivo già esistente.

I materiali adottati sono essenzialmente l'alluminio e il vetro, entrambi ecologici, entrambi da poter essere plasmati e personalizzati in infinite creazioni. Rimadesio. Graphis.

Il modello Stripe è caratterizzato dai traversi in alluminio presenti su entrambe le facciate.

Questo tipo di decorazione, oltre a creare un particolarissimo gioco di luci e ombre, vedo/non vedo, tra un ambiente e l'altro, sono l'ideale per suddividere spazi living, per ricavarne ambienti da dedicare all'home office.

Più adatte per un ambiente giorno da suddividere in zone funzionali diverse, ad esempio cucina/pranzo e zona conversazione più propriamente dedicata, sono le collezioni Graphis e Graphis Plus.

Rimadesio. Graphis Plus.Il primo modello sfrutta le infinite combinazioni cromatiche dei vetri Rimadesio, laccati nei 60 colori della gamma Ecolorsystem e nelle varie finiture lucide, opache, reflex e metallizzate o acidate.

La struttura è un profilo in alluminio di spessore minimo, con il traverso orizzontale che presenta la maniglia integrata.

Più essenziale la linea di Graphis Plus, evoluzione della precedente, caratterizzata dalla grande dimensione delle superfici dei pannelli, in vetro riflettente, satinato o laccato e sottilissimo profilo strutturale in alluminio. La maniglia è incassata in metallo.

Dall'esperienza nella lavorazione del vetro per la realizzazione di complementi di arredo alle porte scorrevoli in vetro: questo il salto di qualità di GLAS ITALIA che si apre a questa nuova esperienza grazie al progetto Aladin, design Piero Lissoni.Glas Italia. Aladin.

Glas Italia si è presentata in questa nuova veste in occasione della recente kermesse milanese del Salone del Mobile 2013, allestendo lo stand KERAKOLL con le porte scorrevoli Aladin, create per progettare e definire lo spazio con elementi divisori eleganti e molto versatili, che filtrano, più che dividere gli ambienti, grazie a linee e finiture essenziali e leggere, in puro stile Glas.


Librerie e contenitori bifacciali


Esalinea. Brooklyn.Esalinea. Brooklyn, c. 34.Un altro modo per suddividere gli spazi senza alcun lavoro di tipo murario è quello di utilizzare un mobile contenitore bifacciale, cioè rifinito su entrambe le facciate.

Questo contenitore potrebbe essere tutto chiuso o parzialmente chiuso nella parte inferiore ed essere a servizio dell'uno o dell'altro ambiente, oppure fare da filtro e quindi in questo caso sarebbe una struttura libreria.

Esalinea. K2 NÈ il tipico caso degli ingressi, visto che ora quasi sempre non esiste una vera e propria suddivisione muraria.

Tuttavia, non sempre è funzionale una soluzione planimetrica che non preveda una sorta di filtro tra il portoncino d'entrata e l'ambiente living, di solito il primo che si trova entrando in casa .

Una chiusura funzionale mista è risolutiva per piccoli spazi: divide, contiene, filtra senza chiudere troppo.

Brooklyn, di Esalinea, nelle varie combinazioni, può essere un ottimo esempio da prendere in considerazione.

La Composizione 34 misura 145 cm di larghezza, 208 cm di altezza e 45 cm di profondità, è retrofinita, ha una parte chiusa per riporvi soprabiti e giacche e una parte aperta ad uso libreria.

Se invece preferite una composizione un po' più particolare, c'è la K2 N, laccata bianco lucido, con un'anta a specchio (comodo all' ingresso ), con misure cm 130 x 50 x 248.

Calligaris. Lib.Lib, della collezione My Home di Calligaris è una libreria autoportante modulare, disponibile in varie finiture e misure, in legno o laccata.

Quella in foto misura cm 188 in larghezza, cm 40 in profondità, cm 171 in altezza.

Questa tipologia di libreria, di altezza intorno ai 190 cm, quindi più bassa rispetto ad una porta, pur creando una sorta di chiusura, offre tuttavia il vantaggio di sfruttare la luce naturale proveniente dalle aperture nell'ambiente più grande.

riproduzione riservata
Articolo: Elementi per dividere spazi
Valutazione: 4.86 / 6 basato su 7 voti.

Elementi per dividere spazi: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.771 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Elementi per dividere spazi che potrebbero interessarti


Open space

Zona living - L'open space è una soluzione progettuale molto usata per gli uffici, ma anche in ambito residenziale per avere una organizzazione ampia e luminosa degli spazi.

Progettare un open space

Soluzioni progettuali - Open space: spazi aperti e fluidi, spazi multifunzione che cambiano a seconda delle abitudini e dei cambiamenti in atto all'interno della piccola comunità che vi abita.

Pareti mobili per dividere gli spazi in modo flessibile

Porte interne - Le pareti mobili a pannelli scorrevoli, su binario a soffitto, possono dividere e far connettere gli ambienti, creando separazioni funzionali e agevoli passaggi

Attico open space: più luce agli ambienti interni

Soluzioni progettuali - Attico open space: living con vetrate a tutta altezza e parete in pietra a vista o un ambiente notte con lucernario e setto divisorio, per amplificare la luce.

Se la porta scorrevole scompare

Porte interne - La porta scorrevole si fonde con l'ambiente circostante in un continuum ornamentale e decorativo, caratterizzate dal montaggio a filo muro, senza stipiti e cerniere.

Progettare su misura una zona giorno open space

Zona living - La zona giorno è tutta aperta: nell'open space gli armadi su misura in cartongesso e un pilastro con lati specchiati, definiscono gli spazi riflettendo la luce.

Tante soluzioni per dividere un open space

Soluzioni progettuali - L'open space è di grande tendenza nel design d'interni, soprattutto nella zona giorno. Ecco allora alcune idee, per arredare cucina e soggiorno in un open space

Soluzioni progettuali per arredare una zona giorno open space

Zona living - Come arredare un open space moderno: un'interparete diagonale fa da schermo tra cucina e salone, garantendo una dinamica interconnessione tra le zone funzionali

Spazi, arredi e mobili multifunzione

Arredamento - Ormai gli spazi domestici sono fluidi e le porte spesso sono un optional più che altro estetico, ormai questa è l'era dei mobili e degli arredi multifunzione.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img berserker
Salve a tutti,possiedo un appartamentino da 45mq circa sito al primo piano di uno stabile sempre di mia proprietà, in questo periodo trovando leggerissimamente più...
berserker 09 Giugno 2014 ore 14:03 1
Img fost
Buongiorno,sto valutando se ristrutturare un appartamento e una tra le possibilità è quella di avere un ambiente open space (zone cucina-soggiorno-letto) con tetto a...
fost 17 Aprile 2014 ore 11:06 2
Img angelovenuti
Salve a tutti,come da titolo devo fabbricare una villa moderna di 200 mq su due livelli, zona giorno e zona notte.Sapendo che nella zona giorno a me piace con cucina, sala da...
angelovenuti 25 Luglio 2014 ore 09:57 5
Img sanela dragankrstovi
Salve a tutti. Allora vorrei acquistare un appartamento ultimo piano in palazzina anni 90.Vorrei sapere se si possono togliere due muri, eliminare bagno e fare uno open space...
sanela dragankrstovi 13 Gennaio 2020 ore 00:48 4
Img aada
Buongiorno,vorrei sottoporre alla vostra attenzione un problema sulla divisione della zona giorno.Provo ad esporre il problema su cui mi sto arrovellando da qualche settimana in...
aada 15 Ottobre 2014 ore 16:15 13