Distanze da rispettare

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche06 Giugno 2012 ore 15:29
Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.

Distanze tra fabbricati


distanze da rispettareUna delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà.

Le distanze tra i fabbricati e i confini delle proprietà sono regolati dal Codice Civile, ed è proprio il mancato rispetto di queste norme che provoca queste liti.
Per quanto riguarda il condominio, invece, la Corte di Cassazione ha ribadito che le norme condominiali hanno il sopravvento su quelle del Codice Civile.

Prima di costruire sul proprio suolo, bisognerebbe porsi alcuni interrogativi, come:

- Quale distanza devo rispettare dalla casa del mio vicino?
- A che distanza posso piantare gli alberi?
- Posso sempre recintare il giardino?

Infatti se si realizzano opere o piantano alberi che infrangono le norme che regolano queste distanze, si può essere chiamati a risarcire il danno o ad abbattere il manufatto.


Distanze da rispettare e codice civile


il codice civileGli articoli del Codice Civile che stabiliscono le distanze minime da rispettare e regolano in maniera precisa i confini tra le proprietà, sono quelli che vanno dal numero 873 al numero 907, con qualche eccezione che vedremo più avanti.

I piani regolatori, i vincoli ambientali, i Regolamenti edilizi locali, le norme di sicurezza sugli impianti e anche il codice della strada, possono aumentare le distanze minime imposte dalla Legge , ma non diminuirle.

Se due costruzioni non sono aderenti, la distanza minima tra di esse in linea d'aria deve essere di almeno 3 metri.


Eccezioni alle distanze minime dai confini


Esistono, però, delle eccezioni anche alle distanze minime fissate dal codice civile.


Prima eccezione


La Cassazione, con la sentenza numero 2331 del 1983 ha riconosciuto ai proprietari di terreni confinanti la possibilità di stabilire tra loro un accordo per ridurre la distanza minima.

Questo vale solo però nel caso in cui il regolamento edilizio locale non abbia fissato le distanze minime.


Seconda eccezione


le eccezioni
Se due fabbricati costruiti da oltre venti anni, hanno una distanza inferiore a quella fissata dalla Legge e i proprietari non hanno mai opposto alcuna obiezione, può scattare il diritto all'usucapione cioè il diritto o il possesso protratto per un lungo periodo di tempo si trasforma in diritto o proprietà vera.

Tale diritto è regolato dagli articoli 1158 e seguenti del codice civile e deve essere fatto valere in giudizio con una sentenza.


Cosa si intende per costruzione?


È bene precisare che il concetto di costruzione non si esaurisce semplicemente in quello di edificio, manufatto costituito da muri perimetrali, ma per la giurisprudenza essa è costituita da qualsiasi opera stabilmente infissa al suolo.

balconeCon sentenze succedutesi nel corso degli anni la Cassazione ha stabilito che devono intendersi come costruzioni manufatti quali la tettoia che avanzi rispetto all'edificio già esistente, i balconi, una pensilina costruita su un terrazzo con materiali metallici, una scala esterna in muratura, un manufatto, con finestra, coperto da tettoia formata da travi con soprastanti lamiere, destinata a fienile, magazzino e pollaio, un barbacane quale elemento costruttivo di completamento dell'edificio.

Allo stesso modo ha stabilito che non rientrano in tale concetto le condutture elettriche ed i pali che le sostengono, uno zoccolo basso in muratura con rete metallica infissa, i manufatti realizzati all'interno di preesistenti costruzioni eseguite in appoggio o in aderenza ad un muro comune sul confine, un campo da tennis ad uso privato, dato che la rete metallica che di solito circonda simili campi, non può formare un'intercapedine e come tale non rientra nella previsione dell'art. 873, il muro di contenimento di una scarpata o di un terrapieno, il muro di cinta con altezza non superiore ai tre metri.

In generale, quando in un edificio sono presenti sporti o aggetti, essi non devono essere considerati costruzione quando hanno una funzione meramente decorativa e non hanno alcun compito strutturale.


Muri di confine


Il Codice Civile all'articolo 841 afferma che in qualsiasi momento si ha il diritto di recintare la propria proprietà.

muri di confineSe il muro è alto meno di tre metri l'edificio dovrà essere costruito a più di tre metri di distanza dalla costruzione del vicino, altrimenti i tre metri minimi vanno considerati dal muro di recinzione.

Se un muro è costruito su confine anche da uno solo dei proprietari, l'altro confinante può chiederne la comunione, a patto che divida le spese di costruzione e manutenzione.

Se una costruzione sorge a ridosso di un muro di confine, anche l'altro confinante potrà appoggiare la sua costruzione al muro comune.

Se un muro è a meno di un metro e mezzo dal confine è possibile chiedere la comunione al vicino che dovrà comunque acconsentire e richiedere a sua volta la costruzione del nuovo muro sul confine.

Il Codice Civile stabilisce alcune prove che si possono portare a sostegno del fatto di essere l'unico proprietario del muro, come per esempio la presenza da un lato del muro di cornicioni, mensole, ecc.


Alberi e piante


alberi e pianteIl Codice Civile stabilisce che i confini possono essere segnati anche da siepi o alberi che sono considerati in questo caso comuni.

Piantando nuovi alberi bisogna rispettare una distanza che va da 1 metro a 3 metri a seconda delle dimensioni delle piante, se cioè queste sono di alto, medio fusto o di altezza inferiore a 2,50 mt.
Se le piante sono più basse di un muro di recinzione nessuna distanza deve essere rispettata. (art. 892 c.c.)

Anche per le piante si può applicare il diritto di usucapione . Se muoiono però non è possibile rimpiazzarli.

È possibile pretendere il taglio delle radici o dei rami che invadono il terreno o lo spazio dell'altro confinante.

riproduzione riservata
Articolo: Distanze da rispettare
Valutazione: 4.56 / 6 basato su 451 voti.

Distanze da rispettare: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Gianna1
    Gianna1
    5 giorni fa
    Vorrei sapere quanto spazio ci deve esserei come calpestio tra un pezzo e altro di terreno di diversi utilizzatori.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Gianna1
      4 giorni fa
      Non c'è una regola. La larghezza di una stradina di passaggio a servizio  di più appezzamenti di terreno è un accordo privato tra i vari fruitori e può avere dimensioni diverse: a seconda dell'uso. Dal carretto di una volta ai mezzi di oggi può variare da 1,5 metri in poi. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alek1
    Alek1
    Mercoledì 8 Maggio 2019, alle ore 10:08
    Vorrei posare un costruzione di alluminio che è alta 2,20, vicino il muro di recinzione del mio vicino.
    Questo muro è alto 1.90 mt, posso superare quest'altezza?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alek1
      Giovedì 9 Maggio 2019, alle ore 11:06
      Come tutte le costruzion o manufatti di qualsasi genere a ridosso del confine devono sottostare alle regole sulle distanze minime previste dal regolamento edilizio comunale che vanno, di solito, dai 5 ai 10 metri. In assenza di norme in tal senso vige quanto previsto dal codice civile, cioè 3 metri. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Alek1
        Alek1 Pasquale
        2 giorni fa
        Va bene x quanto riguarda la distanza dal muro, ma la mia domanda si riferiva all'altezza. Se posso superare il 1,90 del muro? 
        rispondi al commento
  • Remote
    Remote
    Domenica 5 Maggio 2019, alle ore 19:39
    Salve A che distanza devo costruire un pergolato dal confine, se nell' altra proprietà esiste un'altro sorretto da unico palo a 138 cm dal confine. Devo comunicare qualcosa della distanza al proprietario o come procedere in corretto sistema legislativo.?Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Remote
      Martedì 7 Maggio 2019, alle ore 13:14
      Nel Suo caso, considerato l'altro manufatto esistente, la distanza minima è di un metro e mezzo. Per quanto attiene alle autorizzazioni è opportuno accertarsi presso la sezione urbanistica del Suo comune sulle prescrizioni da adottare ed i tempi di rinnovo. Cordiali saluti.  
      rispondi al commento
  • Aidan1
    Aidan1
    Venerdì 3 Maggio 2019, alle ore 10:38
    Ho un pezzo di giardino che confina con un muro di contenimento di proprietà della vicina (alto circa 1.60 il muro in cemento e poi rete metallica alta 1.20) ho piantato delle piante di mirtillo a poca distanza dal muro, devo comunque rispettare la distanza di 1,50 metri?
    La vicina ha inoltre piantato dell'edera nella sua proprietà che ricopre il suo muro, ma la pianta si sviluppa per la lunghezza del muro che da sulla mia proprietà, posso richiedere di toglierla?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Aidan1
      Martedì 7 Maggio 2019, alle ore 13:08
      Salvo diverse indicazioni locali, l'art. 892 del codice civile al punto n. 3) regola come segue: "mezzo metro per le viti, gli arbusti, le siepi vive, le piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo". Riguardo all'edera della vicina, può chiedere la rimozione della parte che invade la Sua proprietà. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Luigi13
    Luigi13
    Martedì 23 Aprile 2019, alle ore 11:52
    Vorrei comprare una casetta in legno 2mt x 3mt h max. 2,20, da posizionare in un terreno agricolo di mia proprietà.
    posso metterla a confine con un altro terreno agricolo o devo rispettare le distanze previste per i terreni edificabili (mt. 1,5 ?)
    Luigi
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Luigi13
      Lunedì 29 Aprile 2019, alle ore 22:57
      Se l'altezza di 2,20 mt. della casetta in legno non supera il muro di recinzione, non è tenuto all'osservanza della distanza minina. Diversamente deve posare il manufatto in legno a non meno di tre metri dal confine. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Luigi13
        Luigi13 Pasquale
        Martedì 30 Aprile 2019, alle ore 11:55
        Se invece del muretto c'è una rete (con tela oscurante) di recinzione ? vale come muretto? qual'è la norma di riferimento per questo caso ?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Luigi13
          Martedì 30 Aprile 2019, alle ore 12:18
          In questo caso la distanza minima prevista dal c.c., per  manufatti in pianta stabile, è di tre metri, salvo diversa regolamentazione locale. Inoltre Le consiglio di informarsi sulle norme comunali se è richiesta l'autorizzazione, la scadenza (di solito vale un anno) ed, eventualmente, la rotazione del sito di sedime della casetta in legno. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
      • Manuel1
        Manuel1 Pasquale
        Domenica 12 Maggio 2019, alle ore 10:39
        Se la casetta fosse munita di rotelle, con le quali si potesse spostare, ci sarebbe sempre la distanza di 1,5 mt da rispettare?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Manuel1
          4 giorni fa
          Per il codice civile le ruote al manufatto non hanno rilevanza. Potrebbe essere una soluzione riguardo ai permessi comunali, in quanto il manufatto non figurerebbe in pianta fissa. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Rosario731
    Rosario731
    Martedì 16 Aprile 2019, alle ore 11:35
    Sono un condomino, giorni fa la proprietaria di parte del condominio arbitrariamente e senza nessuna autorizzazione installa una barra elettrica tipo cancello a delimitare una porzione di parcheggio che asserisce di essere di sua proprieta.
    Detta barra e sul limite condominiale ci potrebbero essere distanze minime di installazione e se si quali .

    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Rosario731
      Martedì 23 Aprile 2019, alle ore 08:57
      Fermo restando la veridicità sulla titolarità della proprietà confinante, non vi è alcuna distanza minima per l'apposizione di una barra delimitarne del fondo, salvo per motivi di sicurezza e viabilità. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Antonio21
    Antonio21
    Domenica 14 Aprile 2019, alle ore 09:51
    Il mio giardino termina con le pareti dell’abitazione del vicino.
    L’architetto che ha redatto il progetto ha previsto un prato che copre tutta l’area ed arriva dunque fino allabitazione vicina.
    Tuttavia ho dei dubbi in merito (umidità?) e volendo evitare discussioni future desidererei sapere se esiste e qual’e la distanza minima dalle pareti vicine per un’installazione di questo tipo.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Antonio21
      Lunedì 15 Aprile 2019, alle ore 08:41
      La distanza minima è di 50 cm. Gli irrigatori, per ovvi motivi, devono essere indirizzati verso il centro del giardino o fare in modo da non innaffiare la parete del vicino. Cordiali saluti
      rispondi al commento
  • Chicco3
    Chicco3
    Giovedì 11 Aprile 2019, alle ore 09:30
    Ho comprato all'asta un terreno edificabile.
    I proprietari delle case confinanti avevano precedentemente recintato i loro giardini, appropriandosi di porzioni del mio terreno (da meno di 20 anni).
    Saputo del mio acquisto, mi hanno proposto di acquistare le parti di cui si sono appropriati ma, in attesa di decidere, vorrei recintare esattamente la mia proprietà.
    Ho già inviato raccomandata A.R. comunicando loro che abbatterò la loro recinzione e ne posizionerò una nuova.
    Posso farlo o devo rivolgermi prima ad un tribunale?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Chicco3
      Venerdì 12 Aprile 2019, alle ore 16:25
      Anche se ne ha pieno titolo, non può provvedere autonomamente all'abbattimento. Prima di ogni altra azione, Le consiglio di picchettare l'area con paletti o termini ben visibili e di documentarli in pianta e con fotografie identificative dei luoghi. La materializzazione dei confini rappresenta il primo passo per procedere alla limitazione della proprietà.  Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alfredo1
    Alfredo1
    Giovedì 4 Aprile 2019, alle ore 10:08
    Buongiorno, mi è stato chiesto di tagliare delle piante di medio fusto su un terreno agricolo che non sapevo neanche di possedere, il proprietario della casa confinante al mio terreno dice che è stufo di pulire tutti anni il tetto dalle foglie provenienti da questa boschiva.
    Volevo chiederle a quale distanza devono essere le mie piante al suo muretto di cinta?
    La ringrazio in anticipo della sua risposta.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alfredo1
      Venerdì 12 Aprile 2019, alle ore 16:13
      La distanza minima per alberature di medio fusto, prevista dal c.c., è di 1,5 mt.  Per ulteriore chiarezza Le riporto quanto l'art. 892 del codice civile dispone in materia: "Chi vuol piantare alberi presso il confine deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali. Se gli uni e gli altri non dispongono, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine:1) tre metri per gli alberi di alto fusto. Rispetto alle distanze, si considerano alberi di alto fusto quelli il cui fusto, semplice o diviso in rami, sorge ad altezza notevole, come sono i noci, i castagni, le querce, i pini, i cipressi, gli olmi, i pioppi, i platani e simili (art. 898);2) un metro e mezzo per gli alberi di non alto fusto. Sono reputati tali quelli il cui fusto, sorto ad altezza non superiore a tre metri, si diffonde in rami;3) mezzo metro per le viti, gli arbusti, le siepi vive, le piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo.La distanza deve essere però di un metro, qualora le siepi siano di ontano, di castagno o di altre piante simili che si recidono periodicamente vicino al ceppo, e di due metri per le siepi di robinie.La distanza si misura dalla linea del confine alla base esterna del tronco dell'albero nel tempo della piantagione, o dalla linea stessa al luogo dove fu fatta la semina.  Le distanze anzidette non si devono osservare se sul confine esiste un muro divisorio, proprio o comune, purché le piante siano tenute ad altezza che non ecceda la sommità del muro.Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Alfredo1
        Alfredo1 Pasquale
        Venerdì 12 Aprile 2019, alle ore 16:33
        GRAZIE PASQUALE.
        rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Distanze da rispettare che potrebbero interessarti
Distanze legali tra edifici: non valgono in presenza di strada pubblica

Distanze legali tra edifici: non valgono in presenza di strada pubblica

Leggi e Normative Tecniche - Le norme sulle distanze legali previste dal codice civile prevalgono su regolamenti edilizi locali. Non valgono però se tra gli edifici c'è una strada pubblica.
Distanze tra fabbricati

Distanze tra fabbricati

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti di lite tra vicini è costituita dalle distanze tra le proprietà o dai muri di confine, regolamentate dal c.c. e dalle norme locali.
Alberi e distanze dal confine

Alberi e distanze dal confine

Proprietà - Chi vuol piantare alberi presso il confine, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali, in caso contrario, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine...

Distanza dei tubi dal confine

Leggi e Normative Tecniche - Le tubazioni di acqua, gas e simili devono essere poste ad almeno un metro dal confine. Quando si applica questa norma? Qual è il ruolo dei regolamenti locali?

Abbattimento delle barriere architettoniche e distanze tra le costruzioni

Leggi e Normative Tecniche - In base alla decisione del Tar della Lombardia si può derogare alle norme sulle distanze per eseguire opere finalizzate all'abbattimento barriere architettoniche

Distanze minime tra i sanitari in bagno

Zona bagno - Alcuni consigli sulle distanze minime da utilizzare tra i componenti sanitari al fine di garantire un corretto uso degli stessi.

Deroga distanze minime e barriere architettoniche

Normative - Una sentenza della Corte di Cassazione ribadisce che gli impianti necessari al superamento delle barriere architettoniche possono derogare alle distanze minime.

Approvati bonus volumetrici

Normative - Previsti dalla normativa nazionale premi di cubatura per incentivare l'isolamento termoacustico.

La costruzione di una piscina e il rispetto delle distanze legali

Leggi e Normative Tecniche - Le piscine devono rispettare le distanze minime tra edifici e dai confini del lotto? La risposta è complessa e dipende dalle caratteristiche di ciascuna piscina
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefan
Salve a tutti, nel mio condominio vi è un muro che delimita dalla nostra parte la rampa per i garage, dalla parte dell'altro condominio fa da contenimento a tutto il loro...
stefan 13 Febbraio 2014 ore 23:26 1
Img renzoristori
Ciao mi chiamo Renzo ho un problema con il vicino:ho costruito un riparo per poter stivare la legna all'asciutto vicino la rete di recinzione che divide il mio giadino dal...
renzoristori 04 Novembre 2015 ore 18:51 1
Img rj72
Buongiorno,su un muro di confine in comune è possibile applicare una rete per favorire una rampicante sul muro cieco, il problema sono i fori dei tasselli per far stare su...
rj72 18 Maggio 2015 ore 17:12 5
Img stefo75
Buongiorno a tutti, prima di tutto piacere di "conoscervi", sono Stefano e sono nuovo del forum.Ho comprato casa in un consorzio nel comune di Ardea (Rm); la mia proprietà...
stefo75 17 Novembre 2015 ore 10:30 1
Img piccoletto67
Salve,volevo sapere da Voi esperti in che modo vanno suddivise le spese per la costruzione di un muro divisorio di confine dove da una parte il proprietario è uno solo,...
piccoletto67 18 Ottobre 2014 ore 11:17 1
REGISTRATI COME UTENTE
303.450 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Muri pietra naturale
    Muri pietra naturale...
    220.00
  • Esecuzioni intonaci Prato
    Esecuzioni intonaci prato...
    15.00
  • Progettazioni e costruzioni edili Milano e dintorni
    Progettazioni e costruzioni edili...
    1500.00
  • Insetticida fordaprim combo 250 ml
    Insetticida fordaprim combo 250 ml...
    39.96
  • Lavastoviglie 14 coperti
    Lavastoviglie 14 coperti...
    249.00
  • Lavastoviglie da incasso
    Lavastoviglie da incasso...
    239.50
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Weber
  • Internorm
  • Hormann
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.