Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Cappotti sottili

NEWS Isolamento termico10 Dicembre 2013 ore 00:22
Come realizzare un buon isolamento termico all'interno ed all'esterno impiegando materiali innovativi e usuali capaci di alte rese termiche con spessori ridotti.
cappotto , isolamento termico , depron , termicità

Cappotti sottili per isolare in poco spazio


La necessità di isolare termicamente le costruzioni, si scontra di frequente con la necessità di impiegare spessori ridotti di materiale isolante al fine di poter ridurre al minimo indispensabile l'ingombro del rivestimento .

L'esecuzione di un cappotto tradizionale all'esternoIl problema ricorre sia che il cappotto venga eseguito all'interno sia che la stessa operazione venga eseguita all'esterno.

Per rimediare alla necessità di ridurre tali ingombri, senza peraltro ridurre la capacità di isolamento del materiale usato, è necessario impiegare materiali particolari che grazie alle loro spiccate e particolari caratteristiche riescono ad isolare molto meglio di materiali di spessore maggiore.

A questo punto è necessario spiegare quali sono gli elementi che influenzano la capacità termica di un materiale isolante come la densità ecc., ma in questa sede non è necessario per illustrare come realizzare praticamente sistemi a cappotto di spessore ridotto.


Cappotti sottili: quali materiali usare


Prenderò in esame due sistemi distinti che impiegano due tipi di materiale molto diversi tra loro con costi e caratteristiche altrettanto differenti che rappresentano la maniera più efficace di risolvere il problema.

Un campione di AerogelIl primo materiale con il quale è possibile realizzare dei cappotti di particolare efficienza termica con spessori che non superano i 20 mm è l'Aerogel.

L'Aerogel rappresenta, quasi sicuramente, il materiale isolante più leggero al mondo, recenti studi fatti da ricercatori cinesi attestano di aver messo a punto un tipo di Aerogel particolarissimo tale che una sfera di 10 cm di diametro poggiato sull'erba di un prato non provoca la piegatura dei fili d'erba, e ciò a dimostrazione dell'esiguità del peso in rapporto alla massa.

L'Aerogel si ricava da un gel nel quale la componente liquida è stata sostituita da aria, fino a poco tempo fa il suo impiego lo si ritrovava solamente nelle imprese spaziali o di alto impegno tecnologico, oggi grazie ad un tipo di produzione più economica lo ritroviamo impiegato anche in campo edile come materiale isolante di alta resa termica.

Il suo alto grado di prestazione termica, unitamente al suo ridotto spessore, gli consentono di ottenere le stesse prestazioni termiche dei tradizionali isolanti con spessori fino a 10 volte inferiori, la sue prestazioni termiche sono talmente elevate che la NASA lo ha impiegato per realizzare l'isolamento delle tute spaziali e del Mars Rover.

L'applicazione all'interno di un pannello di materiale isolante a base aerogelIl suo impiego in edilizia è estremamente facile, infatti può essere applicato con dell'apposita biocolla direttamente sulle pareti da isolare, una volta applicato il pannello la cui misura in lunghezza permette facilmente di coprire intere pareti con pochi tagli, occorre applicare su esso uno strato di intonaco fibrorinforzato su cui verrà infine effettuato lo strato di finitura desiderato.

Prima di eseguire lo strato di finitura è necessario fissare con appositi tasselli il rivestimento alla sottostante muratura, fatto ciò è possibile portare l'opera a compimento.

L'intervento descritto ha il pregio di raggiungere elevate prestazioni termiche, può essere applicato su forme anche irregolari all'esterno come all'interno senza particolari problemi.


Cappotti sottili con materiali poveri


Per chi vuole raggiungere buoni risultati dal punto di vista termico, senza spendere cifre elevate con la possibilità di operare senza l'impiego di particolari maestranze specializzate e con costi estremamente più bassi dei soliti interventi di isolamento, può ripiegare su di un materiale molto comune come il Depron.

L'applicazione di pannelli di DepronIl Depron o più semplicemente polistirolo estruso, ormai noto a molti grazie anche al grande dibattito circa il suo impiego che la nostra testata ha ormai da molto tempo favorito, con la sua particolare densità attorno ai 35 Kg/mc. riesce con spessori ancora più ridotti del sistema Aerogel a garantire un confort termico di tutto rispetto.

Il Depron può essere impiegato per realizzare dei cappotti termici interni ed esterni, può essere applicato a soffitto e prima della posa del pavimento per evitare dispersioni termiche verso ambienti non riscaldati.

Con il Depron stante il suo ridottissimo spessore e grazie alle notevoli capacità termoisolanti, è possibile ottimizzare la resa termica dei termosifoni realizzando alle spalle del radiatore specialmente quando l'elemento radiante è posto sotto una finestra, un ottimo strato isolante che evita la dispersione del calore verso l'esterno.

Per quando riguarda la posa in opera del Depron, occorre dire subito che non presenta particolari difficoltà e questo grazie alla sua maneggevolezza, alla sua estrema lavorabilità senza l'impiego di particolari attrezzature ed infine grazie alla sua assoluta atossicità che ne permette la lavorazione in tutti gli ambienti domestici e senza la preoccupazione di disperdere dannose e fastidiose polveri nell'ambiente.

La colla speciale per il DepronPer la posa del Depron oltre a munirsi di un semplice taglierino, occorre usare un collante apposito come Glutolin HS che si trova in commercio in confezioni da 1 a 8 Kg.

Mediamente per posare circa 20 mq di Depron, occorrono circa 8 Kg di collante, una volta posato il materiale e dopo aver eliminato eventuali bolle d'aria, sarà possibile applicare sul Depron ogni sorta di rivestimento come parati di ogni tipo, piastrelle, intonaco fibrorinforzato, perline, pannelli in legno ecc..

La praticità della confezione del Depron, ci consente di disporre in un semplice pacco di lastre nel formato 80*125 cm che sono riposte a libro per cui aprendone una è possibile raggiungere facilmente la lunghezza di m 2.50.

Utile raccomandazione per la posa, riguarda il lato della lastra da incollare sulla parete per cui occorre prestare attenzione alle istruzioni contenute nella confezione che normalmente consigliano di utilizzare il lato con la scritta riportata in superficie.

Infine mi corre l'obbligo di ricordare che il Depron non teme assolutamente l'umidità per cui anche in presenza di umidità dall'esterno in spinta attiva, non risulta alterata la sua struttura che in ogni caso rende impossibile il passaggio di vapore acqueo.

riproduzione riservata
Articolo: Cappotti sottili
Valutazione: 3.89 / 6 basato su 72 voti.

Cappotti sottili: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Kio2008
    Kio2008
    Lunedì 4 Marzo 2019, alle ore 19:37
    Devo posare un battiscopa su un pannello depron, che collante uso?
    Gesso, colla glutolin o altro?
    rispondi al commento
  • Bissa40
    Bissa40
    Giovedì 30 Marzo 2017, alle ore 15:56
    Buon giorno architetto, ho letto con molto interesse l'articolo in quanto un geometra, con l'apposita apparecchiatura, l'anno scorso ha evidenziato che l'isolamento termico del 2° piano del mio appartamento, ristrutturato 7 anni fa, o è stato fatto male o non è stato proprio fatto !!  delle quattro pareti, su due si può operare dall'esterno mentre per le altre due solo dall'interno. potrebbe darmi qualche suggerimento ?? 
    rispondi al commento
  • Fg77
    Fg77 Ferrari Group 77 Srl
    Giovedì 30 Marzo 2017, alle ore 12:35
    Siamo distributori in italia del prodotto SkudoKlima, l'unico isolamento termico in nanotecnologia a basso spessore con un lambda certificato di 0,0019 w/mK
    rispondi al commento
  • Piero
    Piero
    Lunedì 19 Dicembre 2016, alle ore 17:00
    Volevo fare il cappotto esterno con il Depron, per me l'isolamento OK!,
    Ho telefonato a Milano a Tillmanns s.p.a. per chiedere conferma, mi hanno detto che questo materiale ha la certificazione solo per l'interno non per l'esterno
    Qualcuno puó confermare o smentire?
    Piero
    rispondi al commento
  • Fracor56
    Fracor56
    Domenica 9 Ottobre 2016, alle ore 11:46
    Ho costruito una Baita a 1550 metri di altezza in valtellina e il termotecnico che mi ha redatto la legge 10 mi impone di coibentare ulteriormente le pareti per rispettare i valori di trasmittanza termica la parte inferiore già finita dell'abitazione in muratura e la parte superiore costituita da due piani in tronchi di legno.Volevo sapere quale prodotto mi consigliate di usare Aerogel o Depron.Tenendo presente che avevo già intenzione di coibentare il tutto con materiali classici tipo cartongesso con EPS e lana di roccia per poi togliere il tutto visto che la casa è praticamente finita e io voglio tenere ovviamente la finitura interna ed esterna in tronchi a vista
    rispondi al commento
  • Bissa40
    Bissa40
    Venerdì 13 Marzo 2015, alle ore 16:50
    Sono un privato estremamente interessato all'argomento; ho letto i suoi suggerimenti come si...legge un romanzo !! estremamente interessante !! ho il problema di coibentare tre pareti di una stanza scarsamente coibentata: su due è possibile lavorare dall'esterno ma la terza solo dall'interno. vorrei utilizzare un materiale molto sottile ma estremamente efficiente perchè la stanza è già di soli 14 mq. che consiglio mi darebbe ? buona giornata.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
308.236 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Kone
  • Velux
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Isolamento termoacustico
    Isolamento termoacustico...
    45.00
  • Isolamento
    Isolamento...
    29.00
  • Controsoffitto nuvolato s1
    Controsoffitto nuvolato s1...
    3.50
  • Persiana velux scl
    Persiana velux scl...
    412.00
  • Tapparella oscurante a rullo
    Tapparella oscurante a rullo...
    59.44
  • Plafoniera led soffitto
    Plafoniera led soffitto...
    53.76
Notizie che trattano Cappotti sottili che potrebbero interessarti


Come scegliere l'isolamento termico: caratteristiche, costi e applicazioni

Isolamento termico - L'isolamento termico è fondamentale per abbattere le dispersioni di calore durante i mesi freddi, migliorando sensibilmente l'efficienza energetica degli edifici

Novità per l'isolamento a cappotto termico

Isolamento termico - Le aziende sono alla continua ricerca di nuove soluzioni per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, oggi di primaria importanza.

Il depron, un materiale isolante versatile ed efficiente

Restauro edile - Il Depron è un materiale isolante versatile, economico, facile da applicare e con ottime prestazioni, ideale per la coibentazione termica degli edifici esistenti.

Come isolare termicamente un balcone

Isolamento termico - Gli aggetti dei balconi costituiscono un potenziale ponte termico per l'edificio: vediamo quali sistemi utilizzare per isolarli al meglio, risparmiando energia.

Il cappotto termico di un edificio

Isolamento termico - Il cappotto termico, esterno o interno, è uno dei sistemi di isolamento termico ed acustico della parte di involucro opaco di un edificio rappresentato dalle pareti.

Case passive: isolamento con cappotto termico

Isolamento termico - La progettazione volta al risparmio energetico, l'isolamento a cappotto, uno dei sistemi più utilizzati per la sua efficienza, economicità e semplicità di posa.

Dal cappotto termico tradizionale ai pannelli in calcestruzzo cellulare

Isolamento termico - Intervenire sull'involucro edilizio è tra i modi più efficaci per ottenere un buon risultato di isolamento termico e il rivestimento a cappotto è tra le soluzioni maggiormente auspicabili.

Isolamento a cappotto in murature di edifici storici

Isolamento termico - La valutazione della stratigrafia di una muratura esterna di un edificio storico è di fondamentale importanza per un corretto progetto di riqualificazione energetica.

Serramenti per edifici passivi

Infissi - A taglio termico, a giunto aperto, con isolanti interposti, in legno, alluminio e pvc: le diverse tipologie di serramenti garantiscono una varieta' di scelta, abbinata ad alte prestazioni.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img carolavet
Salve a tutti.Vorrei realizzare un cappotto termico sulle pareti esterne del mio appartamento al sesto piano di un condominio durante i lavori di ristrutturazione dello stesso;...
carolavet 21 Febbraio 2017 ore 11:07 1
Img biagiom
Salve,ho problemi di umidità, di risalita pavimentazione, provocati da garage condominiale aperto sottostante la mia camera da letto.Volevo sapere chi deve sostenere i...
biagiom 19 Novembre 2013 ore 00:24 2
Img antonella29
Salve a tutti!Dovrei coibentare la mia abitazione di circa 200 mq disposta su due piani 140 + 60 ca. Per non togliere spazio alle stanze con un'intercapedine interna che ne...
antonella29 05 Aprile 2005 ore 16:02 97
Img nico29
Buonasera, vi espongo questo quesito:in base alla nuova legge finanziaria 2015 nella ristrutturazione del mio immobile condominiale è possibile creare un cappotto...
nico29 02 Febbraio 2016 ore 17:36 3
Img mauro85
Salve a tutti, abito in un condominio di 15 famiglie dove il mio appartamento e situato al primo piano. Di questo appartamento solo la camera da letto e la stanzetta sono soggette...
mauro85 20 Novembre 2016 ore 14:20 3