Il depron, un materiale isolante versatile ed efficiente

NEWS DI Restauro edile12 Ottobre 2018 ore 09:49
Il Depron è un materiale isolante versatile, economico, facile da applicare e con ottime prestazioni, ideale per la coibentazione termica degli edifici esistenti.
coibentazione , depron , isolanti , coibentazione pareti

La coibentazione termica, un problema fondamentale


Al giorno d'oggi la coibentazione termica riveste importanza decisiva per un edificio da numerosi punti di vista.

Innanzitutto migliora drasticamente il comfort abitativo interno, soprattutto nel caso di costruzioni con struttura a telaio di cemento armato e altissime dispersioni a causa dei numerosi ponti termici. Inoltre contribuisce a prevenire la formazione di umidità di condensa con conseguente proliferazione di muffa, che abbassa notevolmente la salubrità degli ambienti.


La gamma completa dei pannelli di Depron

La gamma completa dei pannelli di Depron

La gamma completa dei pannelli di Depron
Le dimensioni dei pannelli di Depron

Le dimensioni dei pannelli di Depron

Le dimensioni dei pannelli di Depron
I pannelli di Depron

I pannelli di Depron

I pannelli di Depron
Principali applicazioni dei pannelli di Depron

Principali applicazioni dei pannelli di Depron

Principali applicazioni dei pannelli di Depron
Esecuzione delle spallette di una finestra con il Depron

Esecuzione delle spallette di una finestra con il Depron

Esecuzione delle spallette di una finestra con il Depron
Il Depron può essere intonacato

Il Depron può essere intonacato

Il Depron può essere intonacato
Sul Depron si possono posare le piastrelle

Sul Depron si possono posare le piastrelle

Sul Depron si possono posare le piastrelle
Il Depron può essere tinteggiato

Il Depron può essere tinteggiato

Il Depron può essere tinteggiato
Il Depron può essere rivestito di carta da parati

Il Depron può essere rivestito di carta da parati

Il Depron può essere rivestito di carta da parati

Consente infine di risparmiare sui costi per il riscaldamento invernale, particolarmente gravosi nelle zone montane come il Trentino o la Valle d'Aosta.

Posa Depron fase 1: rimozione dell'eventuale carta da parati
Rende infine più appetibile l'abitazione sul mercato immobiliare: tra i parametri che influenzano il valore di mercato di un immobile vi è infatti anche la sua efficienza energetica.

Il mercato dei prodotti isolanti per muri non ha dunque risentito pesantemente della crisi, stimolando le aziende del settore a diffondere nuovi materiali, più versatili e performanti rispetto alle coibentazioni tradizionali: uno di questi è il Depron


Il Depron, un innovativo materiale isolante


Il Depron è un materiale isolante di nuova concezione, distribuito in Italia da TILLMANNS s.p.a.

É venduto in pannelli già pronti per l'uso con dimensioni di 250 o 125 x 80 cm.
Lo spessore è molto ridotto: 3, 6, 9 o 12 mm. Le lastre sono costituite da polistirolo espanso estruso e risultano particolarmente sottili, flessibili e resistenti a compressione: sono perciò molto adatti anche per coibentare superfici orizzontali.

Anche il potere isolante risulta eccellente. Secondo le indicazioni del fabbricante, assumendo come base una parete non coibentata con uno spessore di 24 centimetri, il coefficiente di riduzione delle trasmissioni termiche è del:

  • 17% per i pannelli di 3 mm;

  • 30% per i pannelli di 6 mm;

  • 38% per i pannelli di 9 mm;

  • 43% per i pannelli di 12 mm.

Sovrapponendo vari pannelli si ottengono prestazioni ancor più elevate.

Posa Depron fase 2: eliminazione delle eventuali macchie di muffa
A parità di risultati si può quindi adottare uno spessore isolante decisamente inferiore, che nel caso di un isolamento per interni consente di ridurre lo spreco di spazio.

Il materiale presenta tuttavia alcuni altri vantaggi:

  • buon rapporto qualità/prezzo;

  • non risente dell'umidità e può conservare inalterato per lungo tempo il proprio potere isolante;

  • l'installazione non richiede opere murarie, è molto veloce e si può eseguire in qualsiasi periodo dell'anno;

  • il ridotto spessore isolante è compatibile con le murature irregolari degli edifici storici, purché non decorate;

  • i pannelli si lavorano facilmente, facilitando notevolmente l'esecuzione di spigoli, raccordi, nicchie o riseghe.


Usi e applicazioni del Depron


Il Depron nasce come un isolante per muri interni.

Posa Depron fase 3: stuccatura delle lesioni
Le sue applicazioni principali sono dunque numerose e riguardano principalmente:

  • l'isolamento di pareti fredde esposte a nord, con conseguente attenuazione dell'umidità di condensa: il Depron riveste quindi anche la funzione di veri e propri pannelli antimuffa;

  • abbattimento dei ponti termici soprattutto in corrispondenza di travi, pilastri o spallette di porte e finestre;

  • coibentazione dell'intradosso della copertura e dei solai interpiano, soprattutto se formati da una soletta di calcestruzzo;

  • isolamento termico interno in corrispondenza delle pareti perimetrali o dei divisori di ambienti non riscaldati come le scale;

  • attenuazione delle dispersioni termiche a pavimento, specialmente negli edifici multipiano con il piano terra adibito a cantine o garage;

  • isolamento delle nicchie per i termosifoni, generalmente poste sotto le finestre e perciò particolarmente dispersive.

Posa Depron fase 4: stesura di un primer su una superficie decoesa
Il Depron è inoltre molto versatile, perché compatibile con le finiture più comuni: presentando infatti una superficie ben liscia può essere rivestito di carta da parati, tinteggiato, rivestito di piastrelle o foderato di cartongesso.


Un isolamento di Depron a perfetta regola d'arte


L'applicazione di uno strato isolante con pannelli Depron è semplice ma per una coibentazione ottimale occorre eseguirla a perfetta regola d'arte.

La lavorazione prevede numerose fasi.

Posa Depron fase 5: prove per la collocazione ottimale dei pannelli
Per prima cosa bisogna rimuovere i vecchi rivestimenti in piastrelle, carta da parati o tinteggiatura. Una parete con patine biologiche o infestazioni di muffa va invece accuratamente disinfettata e bonificata con prodotti antimuffa e successivamente lasciata asciugare completamente con le finestre aperte.

Si passa quindi alla preparazione del supporto, che comprende la stuccatura preliminare di tutte le soluzioni di continuità come crepe, fori o cavità con prodotti stuccanti.

Una superficie decoesa, ad esempio un intonaco disgregato o pulverulento, va invece carteggiata leggermente, spazzolata per rimuovere qualsiasi traccia di materiali incoerenti e infine trattata con una mano di primer. Una pulitura mediante aspirazione dei depositi pulverulenti, leggera carteggiatura e applicazione di una mano di fondo è però consigliata anche in caso parete ben conservata.

Posa Depron fase 6: marcatura della posizione dei pannelli
La disposizione dei pannelli dev'essere pianificata con precisione per coprire efficacemente l'intera superficie da isolare minimizzando gli sfridi. Dopo aver aperto le confezioni ed estratto i pannelli è quindi consigliabile provare la disposizione per individuare la combinazione ideale, segnando con una matita i bordi dei vari pannelli e numerandoli accuratamente.

In questa fase si possono anche fare i tagli a misura in corrispondenza di spigoli, bordi o riseghe: per un risultato esteticamente perfetto i bordi che formano lo spigolo vanno tagliati a 45° con un cutter molto affilato.

Posa Depron fase 7: stesura del collante sulla parete da isolare
Si stende quindi sulla parete una mano uniforme di collante per polistirolo espanso rigido con un rullo da imbianchino o una pennellessa, evitando di applicare materiale in eccesso o viceversa tralasciare alcune zone. Si prende poi ciascun pannello e, facendo attenzione a orientarlo correttamente (cioè con il lato con scritto Depron a diretto contatto con la parete), lo si pone sull'adesivo ancora bagnato e si passa l'intera superficie con un rullo di gomma per eliminare le bolle d'aria.

Si procede in questo modo per la posa di tutti i pannelli, lasciando asciugare per 24-48 ore.

Posa Depron fase 8: adesione definitiva dei pannelli alla muratura
L'ultima fase della posa vera e propria consiste nella stuccatura delle fughe tra i pannelli per minimizzare le dispersioni termiche: si usa un sigillante applicato con un'apposita siringa e si livella perfettamente la superficie, se necessario asportando il materiale in eccesso.

Si passa quindi alla finitura, consistente nella stesura con un rullo di gomma di uno strato di colla per polistirolo espanso diluito con il 20% di acqua: questa lavorazione costituisce una vera e propria mano di imprimitura, necessaria per una corretta adesione della finitura superficiale prescelta.

I punti più complessi come nicchie, spigoli, riseghe o spallette di porte e finestre richiedono una cura particolare: le modalità di posa sono uguali a quelle appena descritte ma occorre scegliere con attenzione il corretto spessore e tagliare con precisione gli spigoli per un risultato estetico ottimale.

Posa Depron fase 9: completamento della coibentazione
Sul Depron è possibile applicare vari tipi di finiture ma anche in questo caso occorre sapere come procedere per non commettere errori.

Un rivestimento di carta da parati o lastre di cartongesso si applica normalmente, cioè come per una muratura non isolata: bisogna però che lo strato di Depron si sia asciugato perfettamente.

Anche la tinteggiatura non presenta particolari problemi.
Si può inoltre tirare un intonaco a base cementizia o resinosa, previo montaggio di un'apposita reticella di sostegno.

Posa Depron Fase 10: stuccatura delle fughe tra i pannelli
Un rivestimento di piastrelle in ceramica richiede invece un po' di cautela: si deve utilizzare un adesivo in dispersione specifico per piastrelle e lasciare asciugare per quattro giorni.
A questo punto si può completare il lavoro stuccando le fughe.

riproduzione riservata
Articolo: Depron come usarlo
Valutazione: 4.23 / 6 basato su 213 voti.

Depron come usarlo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Aldo cespuglio
    Aldo cespuglio
    Venerdì 20 Luglio 2018, alle ore 22:13
    Volevo sapere se i pannelli di polistirolo depron oltre ad avere un potere termico sono anche utili per isolare acusticamente i locali.
    rispondi al commento
  • Nicola moiola
    Nicola moiola
    Giovedì 15 Marzo 2018, alle ore 10:03
    Buongiorno a voi. Volevo fare alcune precisazioni in merito alla posa in opera del Depron.
    Per prima cosa è necessario, se non indispensabile usare la sua di colla per la posa in opera, la Glutolin e vi spiego il perché.
    Ho iniziato il lavoro a fine gennaio con l'idea di farne solamente 10 metri quadrati e ho ordinato il Depron da 9 mm e una confezione di glutolin da 8 kg. bene, con 8 kg di colla si riesce a malapena ad incollarne 10 metri quadrati, con una spatola dentata da 2 mm, il minimo direi, e non come si legge che con 8 kg si incollano fino a 20 metri quadri di prodotto, questa è  pura fantasia.
    Poi, vista l'ottima efficienza del prodotto ho deciso di fare anche il giroscale che è sempre freddino e cosi ho ordinato solamente il Depron e come colla mi sono rivolto alla cosiddetta colla cementizia ( piastrelle, rasature e altro) e solamente di marca con l'intento di risparmiare un pò, visto che siamo nell'ordine di E 15/20 per un sacchetto da 25 kg. Bene, fatto il lavoro...
    rispondi al commento
    • Arch.oliva
      Arch.oliva Nicola moiola
      Venerdì 16 Marzo 2018, alle ore 10:33
      Egregio Signor Nicolanon si capisce bene se il lavoro le sia riuscito meglio impiegando colla cementizia, comunque deve sapere che il Glutolin ha un maggior potere isolante essendo realizzata con cellulosa
      rispondi al commento
  • Mirco2
    Mirco2
    Mercoledì 24 Gennaio 2018, alle ore 15:02
    Ho una casa con muri in pietra e voglio isolare pareti interni termiche d acustiche contro umidita e muffa.
    Che tipo di isolanlte posso usare ed un tutorial se mi serve.
    rispondi al commento
    • Eskimo
      Eskimo Mirco2
      Giovedì 25 Gennaio 2018, alle ore 19:02
      Io avevo umidita di tutti i tipi e freddo.
      Ti consiglio di usare il depron di almeno 6 millimetri, quello di 3 mm serve per togliere la visione della muffa, ma poco per il calore, anche se il suo lavoro lo fa.
      É facile da applicare, ma devi usare la sua colla, costa un po, ma il lavoro si semplifica e anzi, diventa banale e divertente.
      Inoltre secca abbastanza presto,
      i pannelli restano sui muri subito.
      Inoltre lo puoi pitturare come vuoi. basta una taglierina, una scala, una spattola dentata per applicare la colla alla stessa misura omogenea.  
      rispondi al commento
  • Nico 1
    Nico 1
    Venerdì 13 Ottobre 2017, alle ore 21:14
    Sono un decoratore; circa due anni fa ho fatto un lavoro a dei soffitti utilizzando depron e come adesivo gavades.
    A finitura ho usato pannelli in polistirolo 50 x 50.
    A distanza di due anni si sta staccando, il pannello depron risulta totalmente pulito.
    Come posso rimediare?
    rispondi al commento
  • Eurofigther
    Eurofigther
    Mercoledì 27 Settembre 2017, alle ore 21:26
    E' possibile utilizzarlo per coibentare internamente un portone basculante in legno?
    rispondi al commento
  • Oscar Baessato
    Oscar Baessato
    Venerdì 2 Dicembre 2016, alle ore 12:21
    Vorrei sapere se è possibile incollare piu strati di depron ( per esempio,  due pannelli da 6 mm ) per avere in maggiore isolamento senza dover usare un pannello di 12 mm. Questo perchè, più il pannello e spesso più è rigido e questo comporta la presenza di superfici perfette, (non è una realta nelle costruzioni edili ). Se si che collanti usare ?
    rispondi al commento
  • Gilberto65
    Gilberto65
    Domenica 27 Novembre 2016, alle ore 17:05
    Ho coimbentato totalmente una camera a nord con il Depron di 6mm.
    Non funziona completamente! Lo sconsiglio. La temperatura interna senza riscaldamento è rimasta più bassa del resto dell'appartamento di 1,5 gradi e la camera anche con il riscaldamento resta sempre la più fredda e non mantiene il calore.
    I muri restano gelidi.
    Stesso discorso d'estate: nessuna differenza con prima. Secondo me non va lo spessore, perchè troppo ridotto, essendo le caratteristiche isolanti identiche a quelle dell'EPS: 6mm di Depron corrispondono a 6mm di comune EPS!
    Potessi tornare indietro con gli stessi soldi farei una controparete con EPS di 5 cm e cartongesso, come mi aveva consigliato un altro artigiano.
    rispondi al commento
    • Nicola
      Nicola Gilberto65
      Sabato 22 Luglio 2017, alle ore 10:05
      Resta di fatto che già alla acquisto sapevi che la resa di questo materiale influirà in un guadagno stimato del 30%, se la stanza isolata e a nord non porterai mai la temperatura interna a determinate temperature, in quanto stai su un 50% non 30%.
      Oltretutto, non solo i muri la fanno da padrone, sole, serramenti, spifferi dai cassonetti...
      Troppe variabili che non hai detto, ricordiamoci sempre e comunque che non è un prodotto adatto in ambienti umidi, a cui se si vuole si potrebbe associare calcio silicato o simili materiali, anche se l'ambiente e secco e che questo metodo e un rattoppo, costa meno ma se il lavoro lo vuoi fatto bene devi farlo da zero.
      Se fai una controparete isolante di quel tipo ti porta via spazio, ci sono materiali migliori,con maggiore resa, traspiranti, che a regola ti porterebbero via 5cm ma in totale..
      Lli sei già più tutelato anche dal fatto umidità...
      Questo materiale, fatto a rotoli, ti garantisce un cappotto del 20 ,in lana di roccia ma occupa solo 0,8mm di spessore.
      Costo?85-100 euro a Mt/q.
      rispondi al commento
      • Scu'
        Scu' Nicola
        Martedì 21 Novembre 2017, alle ore 17:01
        Mi sembra che ci sono molti numeri ma un po' a casaccio e senza un filo logico, 6mm con un lambda di 0,03 isola come 6mm di un qualsiasi isolante generico.
        Un guadagno stimato del 30% rispetto a cosa?
        Al massimo ad una casa con i buchi nei muri..
        Equivale ad un cappotto del 20 in lana di roccia? Immagino si intenda un cappotto degli anni 20...
        Perchè la lana di roccia ha un lambda di circa 0,035, quindi al massimo 6mm di quasto prodotto potranno isolare come 7-8 di lana di roccia.
        Semplicemente questo prodotto serve a mantenere leggermente più elevata la temparatura superficiale della parete, limitando l'insorgenza di muffe per condensa e potrebbe (forse) migliorare leggermente il comfort invernale limitando le dispersioni del corpo verso superfici fredde.
        Contro le dispersioni, con quello spessore non può fare molto (daltronde gli altri isolanti sottili hanno un lambda di un ordine di grandezza inferiore), per il benessere estivo può solo peggiorarlo, come tutti i materiali leggeri posati internemente.

        rispondi al commento
  • Damiano
    Damiano
    Lunedì 21 Novembre 2016, alle ore 18:05
    Vorrei realizzare un mobile contenitore per un’asciugatrice composto da un “sandwich” di pannelli di legno, lastre di depron e pannelli di legno, da posizionare su un terrazzo al coperto (non ho altro spazio a disposizione)
    Consiglia il depron come materiale da coibentare?  
    O è meglio utilizzare il sughero?
    Damiano  
    rispondi al commento
  • Paolo
    Paolo
    Mercoledì 17 Agosto 2016, alle ore 15:04
    Ho usato i pannelli depron per coimbentare una cameretta.

    Che materiale posso usare per finitura?

    Serve mettere la rete?
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Depron come usarlo che potrebbero interessarti
Cappotti sottili

Cappotti sottili

Isolamento termico - Come realizzare un buon isolamento termico all'interno ed all'esterno impiegando materiali innovativi e usuali capaci di alte rese termiche con spessori ridotti.
Tipi di isolanti e applicazioni

Tipi di isolanti e applicazioni

Isolamento termico - Dal punto di vista chimico i materiali isolanti si distinguono in materiali organici e materiali inorganici, sono disponibili in pannelli, granuli e spray.
Pannelli isolanti naturali autocostruiti

Pannelli isolanti naturali autocostruiti

Fai da te - Come realizzare da soli pannelli isolanti con materiali naturali.

Pellicole di alluminio isolanti

Progettazione - Tutti i vantaggi dell'isolamento termoriflettente, in termini di risparmio energetico, grazie ad una serie di materiali performanti, accoppiati in strati molto ridotti.

Vespaio coibentato

Risanamento umidità - Le ultime tipologie di vespaio areato includono dei pacchetti in EPS che permettono nel contempo di coibentare e raggiungere il massimo livello di comfort.

Pannelli isolanti in legno cemento, betonwood e airwood

Isolamento termico - Il legno cemento è un materiale molto particolare, ecocompatibile e dalle caratteristiche uniche di isolamento, resistenza ed ecocompatibilità, come betonwwod ed airwood.

Risparmio energetico nei tetti

Progettazione - Il tetto ventilato

Isolanti naturali

Isolamento termico - Utilizzare materiali naturali per l'isolamento degli edifici garantisce il giusto rapporto tra coibentazione e salubrità grazie all'assenza di sostanze tossiche

Caratteristiche dei materiali isolanti

Isolamento termico - L'isolamento termico ed acustico di un edificio è ormai un valore fondamentale nella definizione del comfort abitativo e del valore commerciale di un immobile.
REGISTRATI COME UTENTE
294.404 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Insufflaggio per coibentazione pareti
    Insufflaggio per coibentazione...
    12.00
  • Coibentazione sottotetto
    Coibentazione sottotetto...
    16.00
  • Coibentazione delle coperture Bologna
    Coibentazione delle coperture...
    29.00
  • Isolamento fibre di cellulosa Roma
    Isolamento fibre di cellulosa roma...
    1500.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.