Caldaia a Condensazione: efficienza e risparmio energetico

News di Impianti
Le caldaie a condensazione Ariel Energia hanno numerosi vantaggi: consumano meno, hanno un minor impatto ambientale e godono delle detrazioni fiscali fino al 65%
20 Aprile 2017 ore 09:33

Funzionamento caldaia a condensazione


La scelta della caldaia deve tener conto di tanti fattori, perché non solo serve a produrre calore durante la stagione fredda, ma acqua calda sanitaria tutto l'anno. 

Affidarsi a una caldaia efficiente è inevitabile, purché garantisca il giusto tepore alla nostra abitazione e, nello stesso tempo, non vada a incidere troppo sulla bolletta del gas.

Tra le tante caldaie in commercio, si distinguono quelle ad alto rendimento, o tradizionali, e quelle a condensazione.

Ariel Energia opera da 40 anni nel settore del riscaldamento e, per andare incontro alle esigenze dei consumatori con prodotti all’avanguardia, ha creato la nuova caldaia a condensazione Eco Wind, interamente fatta in Italia.

La struttura della caldaia a condensazione Ariel Energia è a doppio scambiatore fatto di una speciale lega di Alluminio/Silicio/ Magnesio, garantito ben 5 anni, per assicurare efficienza e resistenza nel tempo.

Il doppio scambiatore fa sì che i fumi non vengano espulsi immediatamente, ma ritornino in circolo.

Caldaia a condensazione eco-wind
Se una caldaia tradizionale utilizza solo una parte del calore dei fumi di combustione (calore latente) perché il vapore acqueo generato viene disperso in atmosfera attraverso il camino, la caldaia a condensazione, invece recupera e sfrutta l'energia dei fumi di scarico prodotti dalla combustione e del vapore acqueo che questi contengono, consentendo di sfruttare una risorsa di calore in più, che nelle caldaie tradizionali va dunque dispersa.

Per questo motivo i fumi di uscita delle caldaie a condensazione hanno una temperatura decisamente più bassa rispetto a quelle tradizionali e il calore trattenuto viene usato per riscaldare l’acqua, in modo stabile e continuativo, consentendo di usare meno combustibile per riscaldare la casa. La tecnologia della caldaia a condensazione, infatti, permette di risparmiare fino e oltre il 35% in più rispetto ad una caldaia tradizionale.

Tutte le caldaie Ariel sono costruite in linea con le nuove direttive italiane in merito alla produzione di apparecchi a gas e rispettano le norme entrate in vigore il 26 settembre 2015, che prevedono l’obbligo di installare caldaie a condensazione per ridurre i consumi e l’inquinamento ambientale.


Scambiatore di Calore


Lo scambiatore di calore primario in speciale lega Al/Si/Mg (alluminio, silicio, magnesio) è a basso contenuto d’acqua e con il più alto rendimento termico del mercato.

Scambiatore di calore per le caldaie a condensazione
Grazie a questo tipo di scambiatore si possono raggiungere rendimenti superiori al 100% in regime di condensazione, che si traducono in un grande risparmio e rispetto per l’ambiente.

Le versioni Eco Wind 28kw ed Eco Wind 35kw sono dotate di un collettore di aspirazione dell’aria maggiorato.



Caldaie a condensazione: le caratteristiche principali


Le caldaie a condensazione, essendo di ultima generazione, sono perfette per i nuovi impianti a pavimento, ma sono ideali anche se installate su impianti tradizionali a radiatori.

I consumi ridotti delle caldaie a condensazione permettono un risparmio fino al 35% su impianti a bassa temperatura rispetto alle caldaie tradizionali, che significa un minor impatto sull’ambiente.

Il risparmio energetico non riguarda solo la bolletta del gas, ma anche quella elettrica, grazie al circolatore modulante in continuo, che adatta la portata d’acqua e migliora le prestazioni della caldaia.

Tutti i modelli di caldaie Ariel Energia hanno un nuovo tipo di silenziatore e pannelli fonoassorbenti che riducono il rumore; sono dotate di un sistema di protezione antigelo e anticalcare per limitare al minimo il rischio di blocco o malfunzionamenti.

Le caldaie a condensazione dispongono di un complesso di premiscelazione che ha un ingombro minimo, composto da elettrovalvola a gas pneumatica e ventilatore modulanti.

La valvola è studiata per compensare le fluttuazioni di pressione del gas in rete e di stabilizzare la pressione di alimentazione del bruciatore premix; viene regolata per assicurare la giusta quantità di aria e gas che compongono la miscela di combustione.

Il bruciatore premix modulante è di tipo “FLAT”: assicura lunga durata alla caldaia, fiamma morbida e luminosa, Low NOx (classe 5 EN 297 e EN 483) e sblocco Quick release della piastra completa, per la rimozione del sistema di combustione e lo sgancio del collettore di scarico della condensa.

Comandi intuitivi della caldaia a condensazione Ariel Energia
Tutte le caldaie a condensazione sono di facile installazione e dotate di un pannello di controllo di semplice utilizzo, con manopola di Stand-by, per selezionare la modalità e la regolazione del riscaldamento da 30-85°C e di una manopola di regolazione della temperatura dell’acqua da 38 a 60°C.

Il display a LCD multifunzionale permette di leggere la temperatura, visualizzare lo stato di blocco della caldaia per mancanza di fiamma, lo stato di funzionamento del bruciatore, lo stato di funzionamento in produzione di acqua calda sanitaria, lo stato di funzionamento in riscaldamento e per diagnosticare fino a 11 anomalie. Il display è di interpretazione immediata, grazie alle icone grafiche.

Ariel Energia produce 3 tipi di caldaie a condensazione:

- Eco Wind 24kw;
- Eco Wind 28kw;
- Eco Wind 35kw.

Le caldaie tradizionali a camera aperta continueranno ad essere prodotte dall’Azienda per essere installate dove non è possibile mettere le caldaie a condensazione, a causa della struttura della canna fumaria.


La Caldaia a condensazione riqualifica la classe energetica di casa


La riqualificazione energetica di una casa comprende una serie di interventi che comportano l’isolamento termico, la produzione di energia e l’ottimizzazione dell’impianto di riscaldamento domestico.

Sostituire la caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione Ariel Energia è sicuramente l’intervento più veloce da fare per ridurre le spese di riscaldamento.
Per installare una nuova caldaia a condensazione è obbligatorio procedere con il lavaggio dell’impianto.

Caldaia a condensazione eco-wind di Ariel Energia
Cos’è il lavaggio dell’impianto?

Le normative vigenti impongono di lavare e risciacquare l’impianto di riscaldamento prima dell’avvio e di proteggerlo con additivi idonei per evitare incrostazioni e corrosioni.

La stessa procedura è raccomandata quando viene installata una nuova caldaia a condensazione su un impianto esistente. Il lavaggio è essenziale per avere un impianto efficiente.

Quando il lavaggio non viene eseguito, la caldaia diventa più rumorosa, l’impianto impiega molto tempo per riscaldarsi e i radiatori, che presentano parti fredde nella parte inferiore, necessitano di uno sfiato. Inoltre, se non si procede al lavaggio dell’impianto, si rischia di non essere coperti da garanzia.

Procedere con il lavaggio dell’impianto fa risparmiare denaro perché si consuma meno carburante e si aumenta la durata e l’efficienza dell’impianto, riducendo gli interventi di manutenzione. Un impianto efficiente e con alti rendimenti termici vuole anche una canna fumaria idonea che, in totale sicurezza, porti verso l’esterno i fumi di scarico della caldaia.

Le case non di nuova costruzione hanno la canna fumaria in mattoni che, per legge, deve essere sanata intubandola con materiali plastici idonei. Ariel Energia propone ai suoi clienti l’acquisto del Pacchetto Riqualificazione Energetica, che prevede tutti gli interventi necessari per riqualificare casa usufruendo anche degli incentivi fiscali detraenti.


Le caldaie a condensazione Ariel Energia: risparmio e detrazione fiscale


Detrazioni fiscali per acquisto caldaia a condensazioneAcquistare una caldaia a condensazione conviene grazie alla promozione in corso, al ritiro e alla supervalutazione dell’usato. Il prezzo della caldaia può essere pagato in piccole rate mensili.
Ariel Energia offre anche un servizio Assistenza Caldaie che risponde a tutte le domande e risolve in modo rapido qualsiasi vostra richiesta.
Chiamando il Servizio Clienti è possibile fissare un appuntamento per avere un sopralluogo, se interessati ad acquistare una caldaia a condensazione.

L’Agenzia delle Entrate ha confermato la possibilità di avere incentivi fiscali nel caso di installazione di una nuova caldaia a condensazione.

Con l’acquisto di una caldaia a condensazione, considerato come intervento di riqualificazione energetica, è possibile ottenere una detrazione del 50% della spesa sull’IRPEF, arrivando fino al 65%, se vengono montate le valvole termostatiche a ciascun termosifone.

È molto importante personalizzare la temperatura di ogni stanza perché così facendo diminuiscono i consumi di gas.

Caldaia a condensazione: la Redazione consiglia

Caldaia a condensazione: a chi rivolgersi?



Ariel EnergiaContatta Ariel Energia per avere maggiori informazioni sulle caldaie a condensazione.
Assistenza clienti : tel. 011-224.80.82
Visita il sito dell’azienda: www.arielenergia.it
Email: info@arielenergia.it
GDL Spa - Via Orbetelllo, 54/D
10148 Torino (TO)
Partita Iva: 10062800015


Articolo: Risparmiare con la caldaia a condensazione
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.
Ariel Caldaie basa tutta la sua attività di produzione e installazione di caldaie a condensazione.

Risparmiare con la caldaia a condensazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Fulvio Francesco Bottini
    Fulvio Francesco Bottini
    Sabato 25 Marzo 2017, alle ore 01:47
    Sto acquistando una casa costruita negli anni settanta su due piani (130 mq per piano).
    Attualmente l'impianto di riscaldamento ed acqua calda è a gasolio ed un'unica caldaia svolge tutto il lavoro.
    Vorrei sostituire la caldaia cpn una nuova a condensazione ma chi segue i lavori mi dice che una caldaia nuova su un impianto vecchio potrebbe generare dei fischi o comunque dei rumori di difficile gestione.
    È una preoccupazione lecita oppure è un problema risolvibile ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Fulvio Francesco Bottini
      Martedì 28 Marzo 2017, alle ore 13:40
      E' un problema che spesso si presenta quando si sostituisce la vecchia caldaia. In genere il fischio o il rumore si forma in un determinato punto dove si restringe la mandata e la velocità dell'acqua in circolazione supera 1 m/s.  In questo caso è necessario valutare e, all'occorrenza, ridurre la portata della pompa in relazione all'impianto esistente ed in via subordinata a controllare il componente come potrebbe essere una valvola a tre vie, flessibili, raccordi, qualche gomito di troppo, ecc.) che creano turbolenze o strozzature in cui l'acqua aumenta la pressione e la velocità. Comunque con pò di pazienza è un problema che si risolve. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Fubomusica
        Fubomusica Pasquale
        Giovedì 30 Marzo 2017, alle ore 13:27
        Grazie mille Sig. Pasquale, ho già avuto modo di apprezzare la sua competenza su un altro forum per una storia di "balconi" cosruiti negli anni 70 sul confine con i vicini ed ora ho letto con attenzione quel che mi ha risposto.Ne deduco che non sarebbe un disastro sostituira la sola caldaia senza ribaltare casa ?E' chiaro che parlaimo di una casa anni 70 su due piani nella quale è stato di recente rifatto solo il bagno al piano primo, per cui tutte le altre tubazioni (acqua, scarichi, riscaldamento) sono una mina vagante pronta ad esplodere ma incrociando le dita si potrebbe sperare che durino ancora a lungo senza riservarci sorprese.Al limite con un po' più di scomodità ci metteremo mano quando e se sarà il caso.Ovviamente mi consiglierà: lavaggio dell'impianto, verifica della canna fumaria (se idonea) ..... consiglia qualche altra precauzione.Faccio i complimenti a tutto lo staff di Lavorincasa e ai professionisti che si prestano a rispondere sui vari post.Non è sempre facile trovare dei professionisti che perdano tempo a spiegare il perchè delle cose anche se gli stai affidando lavori per svariati migliaia di euro ..... mettiamo ci a volte anche tanto pressapochismo e un po' di incompetenza ? 
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Fubomusica
          Martedì 4 Aprile 2017, alle ore 13:43
          Ha inteso perfettamente. Le consiglio di affidarsi ad una ditta specializzata con idonei requisiti tecnici e buone recensioni acquisite sul campo. La ringrazio per i complimenti e Le porgo cordiali saluti. 
          rispondi al commento
  • Gianni Rigon
    Gianni Rigon
    Martedì 27 Settembre 2016, alle ore 13:04
    Avete mai sentito della micocogenerazione da installare nei condomini la quale con il medesimo consumo di gas produce gratuitamente l'energia elettrica che si consuma negli appartamenti.

    Io la sto installando nei condomini.
    rispondi al commento
    • Roberto Nascimbeni
      Roberto Nascimbeni Gianni Rigon
      Mercoledì 11 Gennaio 2017, alle ore 08:20
      Salve Gianni, vorrei alcune info sulla micro-cogenerazione. possiamo avere un contatto?
      rispondi al commento
  • R Francesco
    R Francesco
    Mercoledì 29 Giugno 2016, alle ore 14:55
    Interessante, solo che non ho mai sentito questa marca di caldaie Rinnai.

    È prodotta in Italia ? Ci sono centri assistenza ? Io sto a Chivasso (To) esiste un rivenditore nonché installatore ?
    rispondi al commento
  • Domenico Campanella
    Domenico Campanella
    Giovedì 19 Maggio 2016, alle ore 11:39
    Salve, volevo chiedere,
    il mio condominio all'unanimità ha deciso di disattivare l'impianto centralizzato perché vetusto.
    Ognuno dei 24 appartamenti dovrà provvedere.
    Agli inizi anni '90, nel rifare i pavimenti predisposi l'impianto autonomo, con le sole tubazioni e una centralina, ora dovrò metterlo in funzione, installare una caldaia a condensazione e cambiare gli 8 elementi distribuiti nei vani di casa.
    Vengo al quesito:
    Di quali detrazioni posso usufruire e cosa mi occorrerà come documentazione?
    Al Comune di residenza quali documenti dovrò presentare, avendo già predisposto l'impianto più di 20 anni fa?
    rispondi al commento
    • Riccardo Lopez
      Riccardo Lopez Domenico Campanella
      Giovedì 19 Maggio 2016, alle ore 11:49
      Anche io sono nella tua stessa situazione.
      Per certo so che, si può usufruire della detrazione del 50% se sostituisci o installi solo la caldaia a condensazione, se poi inserisci nel lavoro anche le valvole termostatiche su ogni termosifone, puoi usufruire della detrazione del 65%.
      Per quanto riguarda la documentazione necessaria, sempre su Lavorincasa.it trovi i due articoli 50% e 65%.
      Saluti
      rispondi al commento
      • Domenico Campanella
        Domenico Campanella Riccardo Lopez
        Giovedì 19 Maggio 2016, alle ore 12:02
        OK, grazie, sei stato molto gentile e ....chiaro! A proposito hai presentato in Comune e nel caso, cosa?
        rispondi al commento
  • Pino16
    Pino16
    Giovedì 15 Gennaio 2015, alle ore 22:23
    Ottimo,complimenti
    rispondi al commento
  • Mariellamatteotti
    Mariellamatteotti
    Sabato 15 Novembre 2014, alle ore 15:53
    Appartamento 60 mq, ora riscaldamento a gpl con caldaia tradizionale, consigliate caldaia a condensazione?
    rispondi al commento
  • Flavio.bechelli
    Flavio.bechelli
    Venerdì 28 Febbraio 2014, alle ore 12:29
    Salve, sto costruendo una villetta in bioedilizia di circa 130mq + centrale termica separata. la classe energetica finale sarà a+. E' consigliabile una caldaia a condensazione (inizialmente a gpl in futuro metano quando disponibile) abbinata ai pavimenti radianti e ai 2 pannelli già predisposti per la produzione acqua sanitaria calda e riscaldamento? non conosco i costi del gpl..
    rispondi al commento
  • Lucia
    Lucia
    Domenica 22 Dicembre 2013, alle ore 21:15
    Abito in un terratetto di circa 700 m cubi riscaldati finora da una beretta 30KW con radiatori in ghisa e alluminio, metano, volevo caldaia a pellet per risparmiare, possiedo fotovoltaico da giugno 2012, mi hanno proposto caldaia Viesmann a condensazione 100 Vitodens W222, ho dei dubbi sul risparmio del metano e sul riscaldamento degli ambienti divisi in tre termostati.
    In futuro volevo installare solare termico.
    Cosa consigliate?
    rispondi al commento
  • Carlo
    Carlo
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 11:04
    Buongiorno, essendo intenzionato a cambiare la caldaia con una a condensazione, mi hanno proposto la marca Baxi Prime HT 28 kw per una villa di 200 mq con 4 bagni ed un impianto di riscaldamento vecchio con i tubi in ferro.
    Mi sembra una potenza insufficiente, me lo può confermare?
    Mi può dare dei consigli?
    In attesa, ringrazio anticipatamente.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Risparmiare con la caldaia a condensazione che potrebbero interessarti
Requisiti immobile per detrazione 65%

Requisiti immobile per detrazione 65%

Per accedere alla detrazione sul risparmio energetico è necessario che l'immobile sia esistente, sia iscritto al catasto e sia dotato di impianto riscaldamento.
Energia solare

Energia solare

Come sfruttare l'energia dal sole ? Novità per gli impianti solari termici. Costi e benefici - LAVORINCASA.it...
Detrazione 65% per pannelli solari

Detrazione 65% per pannelli solari

Quali requisti tecnici e che adempimenti burocratici sono necessari per beneficiare della detrazione sul risparmio energetico per l'installazione di pannelli solari?...
Differenze tra fotovoltaico e solare termico

Differenze tra fotovoltaico e solare termico

La scelta del fotovoltaico oppure del solare termico non risulta sempre così semplice, importante è comprendere, in primis, il funzionamento e le differenze tra le due tecnologie.
Pannelli Solari 55%

Pannelli Solari 55%

I pannelli solari termici riducono la spesa energetica degli edifici, grazie all'impiego di energia rinnovabile, e possono essere detratti come spesa dall'IRPEF.

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.