Tipi di Cemento

NEWS DI Progettazione13 Dicembre 2011 ore 00:31
Il calcestruzzo, comunemente conosciuto come cemento, resta ancora oggi il materiale principale di riferimento da utilizzare per costruzioni e ristrutturazioni.
cemento , cementi , calcestruzzo , calcestruzzi
Ing. Vincenzo Granato

Nonostante il diffondersi della bioedilizia con l'adozione di materiali ecosostenibili per le nuove costruzioni, sia in caso di ristrutturazione di edifici esistenti che di realizzazione di nuovi edifici, il calcestruzzo resta ancora il materiale principale di riferimento nella maggior parte dei casi; innumerevoli sono i fattori che concorrono a determinare ciò, tra essi la mancanza di sensibilità culturale, i tempi ed i costi realizzativi delle strutture in calcestruzzo.

L'elemento caratterizzante del calcestruzzo è il cemento, che mescolato nelle proporzioni di circa 3 - 4 ad 1 con l'acqua produce un materiale plastico, lavorabile e che si rapprende nel tempo di qualche giorno; in tal modo si producono strutture resistenti alle sollecitazioni meccaniche di varia natura, in primis quelle di tipo sismico, siano sollecitazioni di compressione che di trazione grazie alla presenza delle armature.

La principale norma di riferimento europea per la classificazione dei cementi, in relazioni alle loro prestazioni è la EN 197/1, quest'ultima definisce 150 tipologie diverse di cementi che possono essere prodotti ed utilizzati in tutta Europa, ognuno identificato in maniera univoca da un proprio codice di riferimento. In ogni caso due sono gli elementi fondamentali di riferimento per individuare una tipologia di cemento: la classe di resistenza e la composizione.

Le classi di resistenza di riferimento per il cemento sono: 32.5N, 32.5R, 42.5N, 42.5R, 52.5N,52.5R; in tali codici il numero identifica la resistenza del cemento espressa come Newton per millimetro quadrato, N/mmq, mentre R ed N indicano il comportamento prestazionale del cemento; 32.5N indica che il cemento in questione deve raggiungere il limite prestazionale di 16N/mmq ogni 7 giorni, mentre 32.5R indica che il cemento deve superare la soglia di resistenza di 10N/mmq a due giorni dal getto. Per entrambe le tipologie, a 28 giorni dal getto deve essere superata la soglia di resistenza di 32.5 N/mmq.

I risultati di misurazioni della resistenza dovrebbero essere ottenuti attraverso precise procedure che dovrebbero essere applicate dal direttore dei lavori, con l'ausilio di un laboratorio autorizzato per le prove, con esse si dovrebbero verificare i valori minimi di riferimento per la resistenza, dettati dalle norme.

Per la composizione il cemento storico di riferimento è il Portland, nella cui procedura di produzione è prevista la cottura di particolari tipi di terre naturali e/o artificiali opportunamente proporzionate e che ne costituiscono non meno del 95%; il Portland viene considerato come riferimento, per la produzione dei leganti idraulici e per la definizione di altri tipi di cemento con variazioni di ingredienti rispetto ad esso.

Tra i tipi di cemento, classificati in base alla composizione ci sono: il Portland, il cemento Portland di miscela, il cemento d'altoforno, il cemento pozzolanico, il cemento composito; ognuno di essi contiene diversi sottotipi; il cemento pozzolanico con i relativi sottotipi è tra quelli maggiormente diffusi nelle case italiane.

riproduzione riservata
Articolo: Tipi di Cemento
Valutazione: 3.92 / 6 basato su 13 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Tipi di Cemento: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Alessandro De Matteis
    Alessandro De Matteis
    Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 11:16
    Veramente bello.
    rispondi al commento
  • Pio
    Pio
    Lunedì 26 Novembre 2012, alle ore 11:24
    Ciao, non so se è opportuno rivolgere, in questo articolo, la mia domanda:
    vorrei realizzare una lastra refrattaria per il forno, su cui cucinare la pizza o il pane.
    Cercando su internet ho trovato un modo semplice per realizzarla, utilizzando la malta refrattaria e il cemento.
    Ora mi sono recato alla ferramenta e mi hanno dato il cemento refrattario e poi mi hanno detto di procurarmi il cemento nero, perchè ha più presa. Vi chiedo che differenza c'è tra la malta refrattaria e il cemento refrattario e che tipo di cemento dovrei utilizzare?
    rispondi al commento
    • Arch.oliva
      Arch.oliva Pio
      Lunedì 26 Novembre 2012, alle ore 13:47
      Per Pio: Per costruire il piano del suo forno, le consiglierei di usare i mattoni refrattari posti in opera con malta refrattaria, non ritengo una buona soluzione realizzare una lastra impiegando il cemento nero che, altro non è che, un cemento a base pozzolanica.
      Una lastra così realizzata si spaccherebbe dopo non molto, creandole non pochi problemi.
      I mattoni refrattari oltre a garantirle una resa termica migliore, la mettono a riparo da pericolose contaminazioni dovute agli additivi che spesso vengono aggiunte alle malte premiscelate.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Tipi di Cemento che potrebbero interessarti
Danni provocati dal gelo a pavimentazioni in calcestruzzo

Danni provocati dal gelo a pavimentazioni in calcestruzzo

Tecniche d'intervento per limitare i danni del gelo ai pavimenti in calcestruzzo.
Calcestruzzo strutturale leggero

Calcestruzzo strutturale leggero

Lo scorso primo luglio sono entrate in vigore le Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, introdotte dal D.M. 14/01/2008 e dalle relative Istruzioni contenute...
Protezione delle superfici in calcestruzzo a vista

Protezione delle superfici in calcestruzzo a vista

E' importante garantire una buona resa estetica ed un'adeguata protezione dei manufatti in calcestruzzo a vista.
Opere strutturali a contatto con l'acqua

Opere strutturali a contatto con l'acqua

Manufatti speciali per infrastrutture richiedono cementi speciali ed additivi che garantiscano protezione e durabilita'. ...
Qualità del Calcestruzzo

Qualità del Calcestruzzo

Prima dell'inizio dei lavori che prevedano l'uso di calcestruzzo strutturale è necessaria una valutazione preliminare della resistenza dello stesso.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.435 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimenti acidificati Roma, Velletri e dintorni
    Pavimenti acidificati roma,...
    55.00
  • Fornitura lastricato in porfido, Marino di Roma
    Fornitura lastricato in porfido,...
    45.00
  • Pavimenti in sasso lavato Roma e dintorni
    Pavimenti in sasso lavato roma e...
    48.00
  • Collante elastico Schluter-KERDI-FIX
    Collante elastico...
    17.89
  • Mollettone cristallino per tavolo 120 x 90 cm
    Mollettone cristallino per tavolo...
    58.00
  • Climatizzatore lg artcool
    Climatizzatore lg artcool...
    813.00
  • Porta a strisce
    Porta a strisce...
    140.00
  • Blumen seme prato rustico 1 kg
    Blumen seme prato rustico 1 kg...
    13.09
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.