Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Le tegole in laterizio

NEWS Tetti e coperture01 Aprile 2015 ore 16:39
Uno dei sistemi più antichi di copertura prevede l'utilizzo di tegole in laterizio, il cui scopo è quello di proteggere il tetto dalle infiltrazioni di pioggia.
tegole , coppi , tegole in laterizio

Copertura dei tetti con tegole in laterizio


Uno dei sistemi più antichi per realizzare le coperture degli edifici è quello di utilizzare manti di tegole in laterizio, il cui scopo principale è quello di proteggere il tetto dalle infiltrazioni di pioggia.
L'uso delle tegole in laterizio è consigliabile soprattutto in zone dal clima mite e temperato e non particolarmente piovoso.
Infatti, il materiale tende ad assorbire acqua fino al 20% del proprio peso, favorendo in tal modo qualche infiltrazione interstiziale che, con il gelo dell'inverno, può creare rigonfiamenti.

tegole in laterizio

Le coperture sono costruite posando le tegole su di un graticcio di listelli di legno o su cordoli di malta per tenerle distaccate dalla struttura sottostante.

I listelli sono, di solito, in abete e hanno una sezione di circa 4 x 4 cm per una lunghezza di 200 cm. Devono essere interrotti frequentemente per permettere la circolazione dell'aria.
Anche i cordoli di malta realizzati sul solaio vanno interrotti ogni due metri, in modo da assicurare un'adeguata ventilazione.

Il tetto deve avere un buon movimento d'aria per poter respirare, per cui è indispensabile la presenza di aeratori, almeno due ogni 6 - 8 mq di copertura.


Tipologie di tegole in laterizio


tegole portoghesiEsistono diversi tipi di tegole in argilla. Tra le più diffuse vi sono le tegole portoghesi che hanno una forma rettangolare e sono formate da una parte piana e una curva, rivolta con la concavità verso il basso.

La parte piana della tegola garantisce il corretto deflusso e scorrimento delle acque piovane, mentre a quella curva è demandato il compito di consentire al tetto una giusta resistenza, oltre a conferire il caratteristico aspetto estetico ondulato.

Sono disponibili nella doppia versione, destra e sinistra. Come le tegole marsigliesi, presentano il vantaggio di avere un doppio punto di incastro, orizzontale e verticale.

Le dimensioni sono all'incirca di 40 cm in larghezza e 25 in lunghezza.
Si dispongono in file verticali, seguendo l'inclinazione del tetto, partendo da una fila di riferimento disposta lungo la linea di gronda. Ogni due o tre file di tegole viene controllato l'allineamento mediante l'utilizzo di una staggia.

tegole marsigliesiLe tegole marsigliesi, la tipologia più tradizionale, sono di forma rettangolare piana, con scanalatura centrale e rialzo laterale per l'incastro. A differenza di coppi ed embrici presentano un doppio punto d'incastro, orizzontale e verticale, per evitare l'ingresso di troppa aria in caso di forte vento e proteggere dalle infiltrazioni d'acqua.
Gli incastri di sovrapposizione garantiscono anche una buona tenuta all'acqua e offrono la possibilità di conformare anche tetti di forma particolare, come quella curva.

La posa avviene disponendo le tegole per file orizzontali, a partire dalla gronda.
Le tegole vengono disposte sfalsate, in modo che le giunture non rimangano allineate, anche se esistono alcuni tipi che possono essere posate senza giunti sfalsati.
Ci sono diversi pezzi speciali, come le mezze tegole, utilizzate per completare il tetto senza doverle spezzare oppure come pezzi per colmi, converse, comignoli, paraneve, supporti per antenne.

Le dimensioni sono di ca. 40 cm di lunghezza per 25 di larghezza e il peso varia da 2,5 a 3,2 kg. Le pendenze dei tetti coperti da questo tipo di tegole vanno da un minimo del 30% fino al 100%.

coppiI coppi (o tegole curve o a canale), di forma curvilinea, sono le tegole in laterizio più diffuse in Italia ed erano già usati dagli antichi romani.

Vengono disposti in file allineate. Nella prima fila i coppi sono posizionati con la concavità rivolta verso l'alto; in quella successiva essa è rivolta verso il basso, in modo da coprire le giunture dei coppi sottostanti.
Questo tipo di messa in opera consente un'efficace circolazione d'aria nel sottotegola, che smorza gli effetti negativi del vento.

La lunghezza di queste tegole è di ca. 45 cm, mentre la larghezza è di 20 cm in corrispondenza del bordo anteriore e si rastrema a 15 cm in corrispondenza di quello inferiore.
La pendenza dei tetti coperti dai coppi in genere non deve essere inferiore al 30%.

La tegola romana o embrice ha una forma trapezoidale ed è piana, con i lati obliqui caratterizzati da bordi rialzati. Riprende la forma classica della tegola tramandata da Vitruvio e dalla trattatistica antica.

Si dispone in file allineate, alternate con i coppi, con la concavità rivolta verso il basso, che si va a sovrapporre proprio con questi bordi.
Esistono anche casi, piuttosto rari, di coperture realizzate con i soli embrici.

La lunghezza è di circa 42 cm; la larghezza del bordo superiore è di 18 cm, quella del bordo inferiore di 14 cm.
Tali dimensioni consigliano di procedere per la posa in opera per file successive, alternando una fila inferiore e una fila superiore, in modo da consentire un più corretto allineamento.

L'embrice viene usato frequentemente soprattutto in interventi di ristrutturazione di antichi edifici, in ottemperanza ai Regolamenti edilizi che richiedono l'utilizzo di tecniche tradizionali per i centri storici.

riproduzione riservata
Articolo: Tegole in laterizio
Valutazione: 5.44 / 6 basato su 9 voti.

Tegole in laterizio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
309.350 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Natale in Casa
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Tegole di vetro
    Tegole di vetro...
    16.00
  • Isolamento
    Isolamento...
    29.00
  • Tetto
    Tetto...
    49.00
  • Rifacimento tetti e ripristino facciate Milano
    Rifacimento tetti e ripristino...
    150.00
Notizie che trattano Tegole in laterizio che potrebbero interessarti


Tetti sicuri

Normative - Ripubblicazione della Norma UNI che disciplina le caratteristiche a cui devono rispondere i tetti di copertura.

Tegola fotovoltaica: caratteristiche e tipologie

Impianti rinnovabili - Tegole fotovoltaiche: la nuova tecnologia che consente di utilizzare l'energia solare senza alcun impatto estetico. La soluzione ideale per i centri storici.

Tegole in acciaio

Tetti e coperture - Le coperture delle nostre case spesso devono richiamare le tradizioni locali, ecco come con le tegole in acciaio si sfrutta tecnologia e si rispetta il contesto.

L'innovazione dei tetti a falde con le tegole piane in laterizio e multistrato

Tetti e coperture - Le tegole piane sono un grande passo avanti nel mondo dei rivestimenti per tetti. Ecco alcuni modelli dal design semplice ed essenziale, adatti a ogni contesto.

Tetti mediterranei realizzati con tegole colorate

Materiali edili - Le tegole colorate smaltate sono il materiale da copertura più versatile, bello e resistente alle intemperie. Prodotte in una vastissima gamma di forme e colori

Tante tipologie di coppi in cotto per realizzare coperture belle e tecnologiche

Tetti e coperture - Ristrutturare una copertura in coppi nel centro storico senza modificarne l'aspetto, oggi si può con i moderni coppi in cotto. Tante le tipologie disponibili.

Lastre portacoppo

Tetti e coperture - Progettare i tetti a falde con le tegole e i coppi in laterizio, utilizzando le nuove tecniche di costruzione, con le lastre portacoppo in fibrocemento PVA, si può.

Ventilazione del tetto con i coppi

Tetti e coperture - La ventilazione del tetto è un'ottima soluzione riguardo il problema della dissipazione del calore, ecco alcune considerazioni sull'uso del sistema con i coppi.

Tesla brevetta il solar roof: ecco di cosa si tratta

Affittare casa - Il brevetto depositato da Tesla dei tetti solari consentirà di acquisire informazioni su un prodotto innovativo e di rilievo nel settore delle energie rinnovabili
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ilpino
Salve a tutti,avrei bisogno di un consiglio per quanto riguarda il cappotto interno.Dovrei sistemare una vecchia struttura degli anni 70, non dotata di intercapedine.Per fare...
ilpino 12 Gennaio 2014 ore 00:56 4
Img dany60
Vorrei ristrutturare una antica tettoia avanti la casa recupernado i vecchi coppi e ho notato che i tetti di una volta venivano costruiti mettendo dei coppi con la parte incava...
dany60 11 Febbraio 2014 ore 15:11 1
Img archo
Salve a tutti,ho visto il forum e ho visto che vi sono persone molto esperte, e vorrei aprire un interessante dibattitto sulle migliori modalità di realizzazione di un...
archo 19 Ottobre 2011 ore 08:50 15
Img liamizia
Buongiorno,la mia casa ha il tetto in coppi antichi posati sopra dei tavelloni, mi piacerebbe sotituire i coppi con i pannelli grecati coibentati.Si possono montare sui...
liamizia 08 Maggio 2015 ore 20:19 1
Img jerod78
Buongiorno forum,dovrei fare dei lavori in mansarda e vorrei dei consigli su quale materiale usare, dall'interno, per coiebentare il tetto.Ho visto dei pannelli di cartongesso con...
jerod78 10 Febbraio 2014 ore 12:07 1