• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

La Suberite, un trattamento isolante all'avanguardia

La Suberite è un'innovativa finitura a base di resine e sughero per l'impermeabilizzazione, isolamento termoacustico e la sanificazione delle superfici trattate
Pubblicato il

Suberite, un intonaco isolante innovativo


Isolare gli edifici, cioè separarli dall'ambiente circostante impedendo o minimizzando qualsiasi interazione con esso, è oggi un'esigenza assai sentita per due motivi: aumentare il comfort abitativo e minimizzare il fabbisogno energetico per il riscaldamento invernale e il condizionamento estivo, con conseguente diminuzione dell'inquinamento e dei costi di gestione.

Tuttavia, esistono due principali tipologie di isolamento, termico e acustico, ciascuna delle quali richiede generalmente uno specifico trattamento come un intonaco a cappotto o l'applicazione di pannelli fonoassorbenti.

La Suberite invece, grazie alla sua grandissima versatilità, riunisce queste esigenze in un unico trattamento, semplificando notevolmente la manutenzione e gestione di un edificio.


Caratteristiche e applicazioni della Suberite


Si tratta di un intonaco di sughero, o meglio, come lo definisce la stessa azienda produttrice Suberite System, di un rasante a finire per interni ed esterni a base di sughero e resina all'acqua, elastico, ecologico, termico, traspirante e impermeabile.

La tipica texture della Suberite, EasyBiz Servizi

Quali sono le sue caratteristiche principali?



  • impermeabilità della superficie ma permeabilità al all'aria e al vapore acqueo;
  • elasticità, isolamento termico;
  • resistenza ai liquidi, alla salsedine, alle intemperie, ai funghi xilofagi e all'esposizione ai raggi ultravioletti;
  • assorbimento dei rumori;
  • resistenza al fuoco e all'usura;
  • infine attitudine a formare superfici morbide e contemporaneamente antiscivolo.


Il segreto di queste molteplici qualità risiede nella suverina, un componente essenziale del sughero costituito da una sostanza idrofoba che si deposita sotto forma di lamelle nelle cavità lasciate vuote dalle cellule del sughero, un ottimo isolante naturale, termico e acustico, che non aumenta la propagazione del fuoco ed è completamente naturale, sostenibile ed ecologico.

Le possibili colorazioni della Suberite, EasyBiz Servizi
Per trasformarlo in Suberite, renderlo lavorabile e favorirne l'adesione al supporto, viene finemente sminuzzato e successivamente addizionato con resine a base d'acqua, dando vita a un vero e proprio rasante termico dalla consistenza simile a una malta.

Il suo colore naturale è un bianco neutro, ma con l'aggiunta di specifiche paste colorate può assumere una vasta gamma di colorazioni. Tre invece le grane disponibili: micro, fine e media, che producono una superficie ruvida e granulosa, calda e piacevole al tatto, con interessanti effetti di vibrazione alla luce radente.

La tipica superficie ruvida della Suberite, EasyBiz Servizi

Su quali supporti aderisce la Suberite?



  • intonaco e calcestruzzo faccia a vista;
  • pietra;
  • mattoni;
  • legno;
  • pavimenti e rivestimenti di gres;
  • klinker o piastrelle;
  • cartongesso;
  • pannelli compositi.


Quali sono le applicazioni più comuni della Suberite?



  • l'impermeabilizzazione di lastrici solari praticabili, vasche, docce o piscine e in particolare proprio la formazione di pavimentazioni antiscivolo in zone bagnate a grande passaggio;
  • la costituzione di trattamenti termoisolanti per evitare la formazione di umidità di condensa e la proliferazione di muffe in corrispondenza di ponti termici o pareti con esposizione sfavorevole;
  • la sostituzione di tinteggiature o trattamenti superficiali più delicati in condizioni ambientali sfavorevoli come una forte umidità di risalita capillare o la prolungata esposizione alla salsedine.

Stuccatura delle lesioni prima di applicare la Suberite, Suberite System
L'uso come finitura esterna delle facciate va tuttavia valutata con prudenza, perché la Suberite è molto diversa dalla texture di un intonaco tradizionale a base di calce o cocciopesto, e inoltre non risulta compatibile dal punto di vista storico e filologico con i materiali tipici dell'edilizia tradizionale.

La Suberite è dunque particolarmente adatta soprattutto alle costruzioni moderne e invece assolutamente sconsigliabile per gli edifici tradizionali o in contesti di pregio come centri storici o zone con vincolo paesaggistico.
Anche i colori vanno scelti oculatamente, evitando i toni fluo e le sfumature troppo accese.

Un'altra ottima applicazione è la mitigazione dei rumori, soprattutto se utilizzata come strato intermedio tra due materiali diversi, come sottofondo di un pavimento, rinzaffo per un'ulteriore rasatura superficiale o finitura a vista di altri pannelli o rivestimenti fonoassorbenti.

Come capire se la Suberite è la soluzione giusta per noi?


Un ottimo sistema è quello di rivolgersi a consulenti qualificati come EasyBiz Servizi, una rete di aziende e professionisti che opera nel settore edilizio a 360°.

In caso di muffe, ponti termici, infiltrazioni d'acqua, rumori molesti o costi energetici troppo alti, le sue divisioni per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti e la bioedilizia potranno infatti individuare il metodo di isolamento più opportuno grazie a sopralluoghi e indagini mirate.


Come applicare a regola d'arte un termointonaco di Suberite


A ciascuna applicazione della Suberite corrisponde uno specifico ciclo di lavorazione, che dipende strettamente dalle caratteristiche, dallo stato di conservazione, dal materiale e dalla destinazione d'uso della superficie da trattare.

Protezione delle opere da non trattare prima di applicare la Suberite, Suberite SystemUno degli usi più ricorrenti riguarda il risanamento delle facciate degli edifici o delle pareti insalubri, cioè caratterizzate dalla forte presenza di umidità di risalita capillare o di condensa.

Per prima cosa occorre ovviamente rimuovere le cause di degrado, ad esempio predisponendo appositi trattamenti per impedire la risalita di umidità per capillarità o verificando che la formazione di condensa superficiale non derivi semplicemente dalla ventilazione insufficiente.

Preparazione della Suberite, Suberite System
É anche necessario sanificare la superficie eliminando qualsiasi traccia di efflorescenze saline, funghi, muffe, patine biologiche, muschi e licheni con l'applicazione di specifici prodotti disinfettanti o biocidi.
Successivamente, se la superficie è intonacata, si dovranno eliminare tutte le porzioni di intonaco distaccato, pulverulento o disgregato eseguendo le necessarie riprese con una malta simile a quella originaria.

Anche le eventuali lesioni, fori e cavità vanno accuratamente stuccate. Si può infine migliorare l'aderenza della rasatura con una leggera carteggiatura preliminare.

Le superfici di legno vanno invece predisposte rimuovendo le eventuali schegge o chiodi sporgenti, stuccando le lesioni e carteggiando per rimuovere qualsiasi traccia di vecchie tinteggiature.
Una parete di pietra o mattoni faccia a vista va invece lavata con un getto di acqua in pressione e quindi lasciata asciugare completamente.

In superfici molto lisce come lastre di marmo o cemento armato a vista è consigliabile l'uso di un aggrappante specifico come Ancorfix D20 per aumentare l'adesione della Suberite.

Applicazione della Suberite a spatola, Suberite System
Una volta predisposta la superficie si passa alla protezionedelle opere da non trattare come infissi, impianti o pavimenti con teli di plastica e nastro da imbianchino per non sporcarle.

Subito prima dell'applicazione si prepara la Suberite aggiungendo al prodotto già pronto il 5-20% d'acqua (le proporzioni precise variano in base al tipo di applicazione e alle condizioni ambientali) ed eventualmente la pasta colorata e successivamente emulsionando la miscela con un elettroagitatore per due o tre minuti fino a quando il composto abbia assunto una consistenza e una colorazione omogenee.

Applicazione della Suberite a spuzzo, Suberite System
In caso di pioggia o tempo molto umido il lavoro va rimandato, perché la Suberite richiede una superficie perfettamente asciutta: sono quindi preferibili le ore centrali della giornata.

L'applicazione vera e propria si esegue in due mania spatola oppure a spruzzo per mezzo di una pistola a tramoggia o una pompa FastFlow: nel secondo caso il lavoro risulta più veloce ma meno accurato. L'applicazione a spatola consente invece di usare la prima mano come rasante.

Per un risultato a regola d'arte è opportuno applicare le due mani a croce, cioè la prima in senso orizzontale e la seconda verticalmente o viceversa.

Applicazione della Suberite sul muro di cinta di una casa, EasyBiz Servizi
Per una rasatura di Suberite colorata perfettamente omogenea è consigliabile infine adottare una precauzione supplementare: usare sughero proveniente da un unico lotto o, se questo non risulta possibile, mescolare i due lotti fin dall'inizio per ottenere una tinta perfettamente uniforme.
Infatti il sughero, essendo un materiale naturale, contiene piccole imperfezioni e variazioni di tono non prevedibili né standardizzabili in alcun modo.

Per maggiori informazioni Suberite

riproduzione riservata
Suberite: il nuovo intonaco isolante
Valutazione: 4.32 / 6 basato su 19 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Witheshark
    Witheshark
    Lunedì 1 Luglio 2019, alle ore 22:54
    La suberite può essere usata per interno di una barca in vtr?
    rispondi al commento
  • Davide Degada
    Davide Degada
    Mercoledì 9 Maggio 2018, alle ore 16:47
    Molto bene.e grazie alla redazione per aver evidenziato il prodotto.
    Domanda:
    1) avendo una parete a nord ed una finitura provvisoria come l'asfalto, è possibile applicarlo direttamente sopra o necessita di un aggrappante?
    Chiedo perché non lo vedo mensionato.
    Essendoci un problema non grave di parete a nord penso sia un'ottima soluzione anziché utilizzare un cappotto. 
    2) che copertura ha ogni confezione? Perché necessiterebbe per 50mq. 
    3)l'applicazione ha la necessita di creare delle zone di completamento (come l'acrilico silossanico con finitura a spessore) o se si riprende in un secondo momento si nota l'attaccatura?
    4)le tre differenti grane hanno un motivo tecnico o è solo un fatto visivo? 
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.928 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img luciano73
Ciao, vedo spesso la pubblicità di nuovi intonaci con molecole che, pare, funzionino come un classico cappotto termico per le facciate. Qualcuno le ha provate o sa se...
luciano73 31 Gennaio 2020 ore 18:52 3
Img davide.lusana
Salve!Sono nuovissimo di questo Forum, stavo cercando di qualcuno che mi spiegasse le differenze che ci sono tra un isolamento termico esterno fatto con intonaci rispetto ad un...
davide.lusana 28 Aprile 2016 ore 14:54 3