Si può smettere di pagare il canone di locazione in caso di infiltrazioni?

NEWS DI Affittare casa03 Marzo 2015 ore 16:25
È legittima l'interruzione del pagamento del canone di locazione solo se i vizi impediscono completamente (e non semplicemente limitano) il godimento dell'immobile.

Contratto di locazione e diritto personale di godimento



speranza di godimento della casaLa locazione è secondo l'art. 1571 c.c. il contratto con cui una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo.

Per quanto qui interessa il contratto di locazione è dunque un contratto da cui sorge il diritto di una delle due parti al godimento del bene locato.

Nel contratto di locazione le obbligazioni delle parti ruotano tutte intorno al concetto di godimento del bene: infatti, mentre il locatore deve consegnare al conduttore la cosa in buono stato di manutenzione, mantenerla nello stato idoneo per l'uso convenuto e garantirne il pacifico godimento da parte del conduttore (v. art. 1575 c.c., intitolato obbligazioni principali del locatore ), a sua volta, il conduttore deve: prendere in consegna la cosa e servirsene con la diligenza del buon padre di famiglia e pagare il corrispettivo convenuto (v. art. 1587 c.c. intitolato obbligazioni principali del conduttore).


Contratto di locazione e prestazioni corrispettive


Dunque, tra gli obblighi posti a carico delle parti, mentre il locatore deve consegnare il bene e consentirne il godimento, il conduttore, a sua volta, deve pagare il canone, oltre che usare il bene locato secondo criteri di diligenza. Il nesso tra le due prestazioni è sostanzialmente qui.

Dunque, è chiaro che finchè il conduttore gode del bene, non può rifiutare di pagare il canone; in caso di riduzione del godimento, potrà chiedere la riduzione del canone, in analogia a quanto disposto dall'art. 1584 c.c. a proposito di mancato godimento del bene in caso di riparazioni (v. Cass. n. 14739/2005), ma non potrà rifiutarsi del tutto, incorrendo altrimenti nel rischio di risoluzione del contratto per inadempimento e sua condanna al pagamento dei canoni arretrati.

La giurisprudenza su questo è costante.

Il motivo di tale orientamento sta nel fatto che il mancato pagamento del canone è sproporzionato rispetto alla subita limitazione del godimento dell'immobile, con ciò alterando il sinallagma posto alla base del contratto. Il concetto cui il giudice ricorrerà per effettuare la sua valutazione è quello del rapporto di proporzionalità tra la compromissione del godimento della cosa ed il mancato pagamento o ridotto pagamento del canone.

Tale proporzionalità andrà dunque sicuramente esclusa nel caso di pagamento assente a fronte di godimento ridotto (ma non assente) dell'immobile.

La norma che potrebbe giustificare la decisione del conduttore di sospendere il pagamento del canone è inserita nell'art. 1460 c.c., dove è previsto che nei contratti con prestazioni corrispettive ciascuno dei contraenti può rifiutarsi di adempiere la sua obbligazione se l'altro non adempie. Peraltro, non può rifiutarsi l'esecuzione se, tenendo conto delle circostanze, il rifiuto risulta contrario alla buona fede.

Nella locazione, tale norma non è considerata dai giudici idonea a legittimare la sospensione o la riduzione unilaterale del canone in caso di sola limitazione del godimento (v. tra tante Cass. n. 261/2008 e Cass. n. 14739/2005).

La più recente decisione in tal senso dei giudici di Legittimità è l'ordinanza n. 1317 del 2015; con detto provvedimento i giudici hanno dunque confermato l'orientamento qui descritto decidendo testualmente che Costituisce pacifico orientamento di questa Corte, infatti, il principio - correttamente applicato dal giudice di merito - secondo cui in tema di locazione, al conduttore non è consentito di astenersi dal versare il canone, ovvero di ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione nel godimento del bene, e ciò anche quando si assume che tale evento sia ricollegabile al fatto del locatore. La sospensione totale o parziale dell'adempimento dell'obbligazione del conduttore è, difatti, legittima soltanto qualora venga completamente a mancare la controprestazione da parte del locatore, costituendo altrimenti un'alterazione del sinallagma contrattuale che determina uno squilibrio tra le prestazioni delle parti (v., tra le altre, la sentenza 10 gennaio 2008, n. 261, e l'ordinanza 23 giugno 2011, n. 13887).

Il tutto non cambia se la causa del vizio lamentato è da ricondursi al locatore (v. anche Cass. n. 13887/2011).


Riduzione del canone



pagamento del canoneIn caso di limitazione del godimento, se è esclusa la sospensione del pagamento del canone, ne è ammessa la riduzione; essa non può avvenire però in maniera unilaterale, ma o può essere concordata con il locatore, oppure deve essere decisa dal giudice. Ed infatti, la sentenza su cui si esprime, confermandola, l'ordinanza citata della Corte di Cassazione, dopo avere dichiarato la risoluzione del contratto per grave indempimento del conduttore per il mancato pagamento dei canoni, lo condanna al pagamento dei canoni non pagati, riducendoli però del 10% in considerazione del diminuito godimento dell'immobile.


Il caso delle infiltrazioni


Nel caso deciso dalla citata ordinanza n. 1317 del 2015 la lite era originata dalla presenza di infiltrazioni nell'immobile, le quali evidentemente, non avendo reso impossibile il godimento del bene, non sono state ritenute una ragione idonea a giustificare la detta sospensione. Altre decisioni riguardano invece ad es. casi di incendio (v. Cass. n. 261/2008), tromba d'aria (v. Cass. n. 13133/2006), allargamento della strada con interclusione della strada (v. Cass. n. 14739/2005) etc...


Risarcimento del danno


Ricorrendone i presupposti, il conduttore potrà ottenere il risarcimento del danno da parte del locatore; vedasi ad esempio la sentenza della Corte di Cassazione n. 15372/2010 ove - rimarcandosi che rientra tra gli obblighi del locatore quello di vigilanza e custodia della cosa locata - si conclude nel ritenere imputabile agli obblighi contrattuali ed a titolo di inadempimento idoneo a determinare un danno contrattualmente risarcibile, la condotta del locatore che, proprietario dello intero stabile, si disinteressi di provvedere alla manutenzione del tetto sino al punto da rendere inagibile i locali detenuti da un conduttore a causa di rilevanti infiltrazioni di acqua.

riproduzione riservata
Articolo: Infiltrazioni: è legittimo interrompere il pagamento del canone di locazione?
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 5 voti.

Infiltrazioni: è legittimo interrompere il pagamento del canone di locazione?: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Svevavolo
    Svevavolo
    Lunedì 27 Novembre 2017, alle ore 12:16
    Ciao, se ho ben capito, il tuo immobile, che affitti, ha subìto dei danni a causa di lavori del comune e maltempo. Come dice l'articolo, la sospensione del pagamento è ritenuta in genere  legittima se il mancato godimento è totale. Se non è totale potreste concordare una riduzione. Tu però hai subito danni al tuo immobile, di cui dovresti/potresti valutare se chiedere il risarcimento al comune (così come dovrebbe fare il conduttore per i suoi beni). La cosa andrebbe però vista approfonditamente. Ti consiglio di rivolgerti ad un legale della tua zona e ad un tecnico che valuti lo stato dei luoghi. 
    rispondi al commento
  • Sandradelprato
    Sandradelprato
    Mercoledì 22 Novembre 2017, alle ore 16:21
    Ho in fitto un locale ristorante in Vietri sul Mare.
    Il comune ha effettuato dei lavori sulla provinciale per installare un ascensore che dalla stazione scende a Vietri.
    Ha espropriato il terreno di un condomino che insiste tra la strada e la veranda del suddetto ristorante.
    Nel fare ciò ha riversato tutto il terreno su questa parte espropriata che ha assorbito acqua durante i temporali, sfondando il tetto della veranda.
    Ora il locale non è più agibile in quando essa rappresentava la possibilità invernale per i clienti.
    Il conduttore ha sospeso il fitto e vorrebbe una sospensione momentanea in attesa di risolvere questo problema.
    E'una cosa fattibile o devo considerarlo moroso a tutti gli effetti?
    Grazie, spero di ricevere una risposta che ponga fine ai miei dubbi.
    Sandra del Prato
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Sandradelprato
      Lunedì 27 Novembre 2017, alle ore 12:17
      Ciao, se ho ben capito, il tuo immobile, che affitti, ha subìto dei danni a causa di lavori del comune e maltempo. Come dice l'articolo, la sospensione del pagamento è ritenuta in genere  legittima se il mancato godimento è totale. Se non è totale potreste concordare una riduzione. Tu però hai subito danni al tuo immobile, di cui dovresti/potresti valutare se chiedere il risarcimento al comune (così come dovrebbe fare il conduttore per i suoi beni). La cosa andrebbe però vista approfonditamente. Ti consiglio di rivolgerti ad un legale della tua zona e ad un tecnico che valuti lo stato dei luoghi. 
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Infiltrazioni: è legittimo interrompere il pagamento del canone di locazione? che potrebbero interessarti
Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.
Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.
Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Fisco casa - Nulla la scrittura privata successiva al contratto che stabilisce un canone di locazione più alto per evadere le tasse(Cassazione, sent.n°18213 del 17/09/2015).

Riduzione del canone di locazione

Affittare casa - Nel caso di locazioni immobiliari destinate all'uso abitativo, non sempre, anzi quasi mai, il canone di locazione può essere abbassato senza nuovo accordo tra le parti.

Pagamento del canone di locazione

Affittare casa - In tema di pagamento del canone di locazione, le parti del contratto devono rispettare delle regole, previste dalla legge e/o dal contratto, riguardo i tempi e i modi.

Registrazione del contratto di locazione, tempi e costi

Affittare casa - La registrazione del contratto di locazione rappresenta un obbligo per le parti che dev'essere adempiuto in breve termine e che comporta l'esborso di denaro.

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza

Locazione, infiltrazioni e recesso

Normative - Le infiltrazioni non possono essere sempre considerate alla stregua di gravi motivi utili a eserictare il diritto di recesso dal contratto di locazione.

Locazione: cosa fare se il canone non viene riscosso

Affittare casa - Quando il proprietario di un immobile concesso in locazione non riscuote il canone dovuto dall'inquilino può non pagare l'IRPEF. Ecco l'ultima decisione del Fisco
REGISTRATI COME UTENTE
296.606 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ristrutturazione di coperture Bologna
    Ristrutturazione di coperture...
    29.00
  • Ristrutturazione capannoni Milano e dintorni
    Ristrutturazione capannoni milano...
    299.00
  • Ristrutturazione negozi e pub Milano e provincia
    Ristrutturazione negozi e pub...
    299.00
  • Ristrutturazione della facciata di un immobile Prato e provincia
    Ristrutturazione della facciata di...
    40.00
  • Sturatubi ad aria compressa
    Sturatubi ad aria compressa...
    42.99
  • Tagliasiepi elettrico
    Tagliasiepi elettrico...
    69.99
Natale in Casa
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Policarbonato online
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.