Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50%

NEWS DI Amministratore di condominio24 Giugno 2014 ore 10:50
In tema ristrutturazioni in condominio, la questione del diritto dell'amministratore ad avere un compenso per gli adempimenti fiscali non è così chiara come può sembrare.

Compenso dell'amministratore di condominio per le pratiche fiscali prima della riforma


L'amministratore di condominio ha diritto ad ottenere un compenso extra rispetto a quello pattuito per il normale adempimento del proprio incarico?

Pratiche fiscali e compensoPer rispondere alla domanda che abbiamo appena posto è necessario distinguere quelle situazioni cui si applicano le norme vigenti prima dell'entrata in vigore della riforma del condominio, dalle fattispecie rispetto alle quali si applicano le norme dettate dalla legge n. 220/2012.

Siccome il contenzioso in atto al quale si applica la vecchia disciplina non è poco, vale la pena soffermarsi su entrambi i casi.

Ricordiamo che nella vigenza della vecchia legge era costante la giurisprudenza che si pronunciava specificando che i rapporti fra amministratore e condominio sono regolati dalle disposizioni sul mandato: in particolare, per quanto riguarda la retribuzione, dall'art. 1709 cod. civ., secondo cui contrariamente a quanto stabilito dal corrispondente art. 1753 del codice civile previgente e, per quanto riguarda espressamente l'amministratore del condominio, dall'art. 16 del r.d.l. 15 gennaio 1934, n. 56, il mandato si presume oneroso. In tale contesto normativo, l'art. 1135, n. 1, cod. civ., che considera eventuale la retribuzione dell' amministratore , va inteso nel senso che l'assemblea può determinarsi espressamente per la gratuità (Cass. 16 aprile 1987 n. 3774).

Ciò detto, al momento della sua nomina il professionista solitamente presentava un preventivo dettagliando i costi per la prestazione del proprio servizio; tale compenso comprendeva tutte le attività normalmente riconducibili a quel genere d'incarico.

Quali erano queste attività? Sicuramente la redazione del rendiconto, l'indizione e la partecipazione alle assemblee, l'attivazione per far rispettare il regolamento di condominio , l'esecuzione delle delibere e più in generale tutto ciò che è riconducibile all'assolvimento dell'incarico.

Compenso amministratore condominialeIn tal senso, ad esempio, in giurisprudenza s'è affermato che l'amministratore non ha diritto a compensi per tutte quelle attività che rientrino nell'ambito dei suoi doveri di mandatario. Pertanto una volta revocato dall'incarico non ha diritto di trattenere somme per i suoi onorari e in ogni caso non ha diritto ad alcun compenso aggiuntivo per il passaggio della documentazione condominiale, rientrando tale attività, tra gli atti cui è tenuto in via ordinaria (Trib. Milano 4 gennaio 2010 n. 247).

In assenza di uno specifico riferimento normativo, la domanda che spesso ci si poneva era la seguente: per gli adempimenti relativi alle agevolazioni fiscali per interventi edili, meglio noti come detrazione del 36% (oggi e fino a tutto il 2014 50%, per il 2015 40%), l'amministratore aveva diritto ad un compenso extra?

Al riguardo la risposta, salvo una diversa indicazione dell'assemblea al momento della nomina e quindi della determinazione del compenso, era assai dubbia:

a) se si propendeva per la tesi che vedeva in quest'adempimento un'attività meramente volta ad eseguire una delibera la risposta non poteva che essere negativa, ossia l'amministratore non poteva avere diritto ad una retribuzione ulteriore rispetto a quella preventivamente richiesta ed accordata;

b) qualora, invece, non la si considerisse tale e ciò potreva essere confermato dal fatto che si tratta di attività molte volte connesse ad opere di manutenzione straordinaria, si sarebbe potuti arrivare all'opposta conclusione.

Restava salvo il potere dell'assemblea di assentire ad una richiesta di maggior compenso presentata dall'amministratore.


Detrazioni, compenso dell'amministratore e riforma condominiale


La legge n. 220/2012, almeno sulla materia, ha portato con sé una soluzione che, ad avviso dello scirvente, non lascia adito a dubbi; vediamo perché.

Ai sensi dell'art. 1130 n. 5 c.c. l'amministratore deve eseguire gli adempimenti fiscali riguardanti il condominio.

Tra le attività riconducibili sotto questa voce, pare non si possano sollevare obiezioni degne di questo nome, devono essere ricondotti gli adempimenti connessi a consentire ai condomi di fruire dei benifici fiscali riguardanti gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Inoltre, ai sensi dell'art. 1129, quattordicesimo comma, c.c. l'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

Insomma traendo le conclusioni dalla lettura congiunta delle due norme, pare possa affermarsi che il compenso per l'attività fiscale può essere richiesto solamente inserito nell'elenco dettagliato del compenso richiesto al momento dell'accettazione dell'incarico.

Una richiesta successiva, stando a quando stabilito dall'art. 1129 c.c. succitato dovrebbe portare a considerare nulla la nomina a suo tempo deliberata.

riproduzione riservata
Articolo: Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50%
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 5 voti.

Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Carmen70
    Carmen70
    Martedì 1 Luglio 2014, alle ore 22:58
    Salve volevo un parere nel mio condominio dobbiamo fare la tinteggiatura esterna, l'amministratore ha richiesto un compenso pari a 1% delle spese da fare la domanda è questa spetta per legge tale compenso? premetto che all'atto del rinnovo non ha stabilito nessun compenso mi potrebbe dare anche la normativa grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50% che potrebbero interessarti
Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri
Compenso amministratore di condominio, senza accordo decide il giudice

Compenso amministratore di condominio, senza accordo decide il giudice

Condominio - Il compenso dell'amministratore di condominio è rimesso alla contrattazione tra le parti (non esistono tariffe).In mancanza di accordo è decido dal giudice.
Amministratore di condominio, diritto alla retribuzione e limiti

Amministratore di condominio, diritto alla retribuzione e limiti

Condominio - L?amministratore è il mandatario dei condomini in relazione alla gestione e conservazione delle parti comuni dell?edificio

Chi decide il compenso dell'amministratore condominiale giudiziario?

Condominio - L'amministratore condominiale giudiziario ha diritto al compenso come ogni suo collega nominato dall'assemblea. Essa lo dove stabilire in accordo con lui.

Ripartizione compenso dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Una volta incaricato l'amministratore, salvo diverso accordo, ha diritto ad una retribuzione, la quale nell'art. 1135 c.c. ha sollevato qualche interrogativo.

Il compenso dell'amministratore? Lo paga anche l'inquilino (forse)

Amministratore di condominio - Tra le spese cui deve partecipare l'inquilino una di quelle che crea maggiori problemi è il compenso dell'amministratore. Chi lo paga?

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro

Compenso amministratore condominiale per l'assemblea straordinaria

Condominio - L'amministratore di condominio raffigura un ufficio di diritto privato assimilabile al mandato con rappresentanza tra l'amministratore e ciascuno dei condomini.

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate
REGISTRATI COME UTENTE
295.563 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ristrutturazioni di pregio
    Ristrutturazioni di pregio...
    500.00
  • Ristrutturazioni complete interni di pregio
    Ristrutturazioni complete interni...
    400.00
  • Ristrutturazioni. imbiancature, impianto idraulico a Milano
    Ristrutturazioni. imbiancature,...
    1000.00
  • Realizzazioni cappotti termici Prato e provincia
    Realizzazioni cappotti termici...
    39.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.