Revoca giudiziale dell'amministratore

NEWS DI Amministratore di condominio25 Febbraio 2010 ore 15:05
Il codice civile riconosce all'assemblea di condominio la facoltà di revocare l'amministratore in qualsiasi momento art. 1129, secondo comma, c.c.

Il codice civile riconosce all'assemblea di condominio la facoltà di revocare l'amministratore in qualsiasi momento (art. 1129, secondo comma, c.c.).

RevocaAl fianco di questa competenza generale, il legislatore codicistico ha inteso permettere ad ogni condomino di prendere l'iniziativa per ottenere la revoca dell'amministratore in carica tramite ricorso all'Autorità Giudiziaria.

Si sta parlando della c.d. revoca giudiziale dell'amministratore di condominio.


Quando è possibile avvalersene?
La risposta è contenuta nel terzo comma dell'art. 1129 c.c. che recita:
(L' amministratore n.d.A.) Può altresì essere revocato dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, oltre che nel caso previsto dall'ultimo comma dell'art. 1131, se per due anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità.
L'ultimo comma dell'art. 1131 c.c. prevede in relazione alle citazioni o provvedimenti amministrativi, esorbitanti le competenze dell'amministratore, l'obbligo di riferire immediatamente sull'argomento all'assemblea dei condomini .
Riepilogando, dunque, sono tre le cause di revoca giudiziale:
1)
mancata presentazione del rendiconto di gestione per due anni consecutivi;
2) mancata comunicazione immediata all'assemblea delle citazioni giudiziarie e dei provvedimenti amministrativi esorbitanti le sue funzioni;
3) fondati sospetti di gravi irregolarità.

Nel primo caso, non vi sono problemi di sorta.
L'anno cui fare riferimento non è l'anno solare bensì l'anno di gestione.
In sostanza, se la gestione va dall'1 maggio al 30 aprile, è necessario che per due anni, di gestione, consecutivi l'amministratore non abbia presentato il rendiconto consuntivo.
Revoca amministratore
Nel caso di questioni attinenti provvedimenti giudiziali o amministrativi, il problema sta nel fatto che non sempre è facile individuare con certezza quali siano le fattispecie rientranti nell'ambito della competenza dell'amministratore e quali no.

Facendo, un esempio: l'impugnazione della deliberazione assembleare è materia che rientra nell'ambito delle competenze dell'amministratore; ciò significa che notificatagli l'impugnazione egli potrà agire d'ufficio.
Solamente per scrupolo gli converrà chiedere all'assemblea se intende resistere o se magari si vuole procedere in diverso modo.
Se, però, prendendo spunto da un'altra ipotesi, gli viene notificata una citazione in giudizio tesa ad accertare la proprietà dei beni, egli sarà tenuto a riferire subito all'assemblea poiché simili materie non rientrano nella sua competenza.
Nel terzo caso, infine, i così detti fondati sospetti devono essere rappresentati da elementi precisi e concordanti che facciano prevedere un imminente pregiudizio per il condominio (così Trib. Napoli 18 novembre 1994).
In tal senso, si è detto che non sono ravvisabili i fondati sospetti di gravi irregolarità che comportano la revoca giudiziale dell'amministratore nel rifiuto da questi opposto alla richiesta di un condomino di ritirare, per effettuarne il controllo, tutti i documenti del condominio (così Trib. Parma 12 marzo 1999).
In tutti e tre i casi, si tratta di un procedimento di volontaria giurisdizione.
Ai sensi dell'art. 64 disp. att. c.c.:Sulla revoca dell'amministratore, nei casi indicati dal terzo comma dell'art. 1129 e dall'ultimo comma dell'art. 1131 del codice, il tribunale provvede in camera di consiglio, con decreto motivato, sentito l'amministratore medesimo.
Contro il provvedimento del tribunale può essere proposto reclamo alla corte d'appello nel termine di dieci giorni dalla notificazione.
Fissata l'udienza, il ricorso ed il decreto di fissazione dovranno essere notificati, a cura del ricorrente, a tutti i condomini ed all'amministratore interessato, nei termini indicati nello stesso decreto di fissazione dell'udienza.
Contro il decreto motivato di revoca potranno proporre reclamo l'amministratore e, nel silenzio della norma, non è da escludersi che siano legittimati anche i condomini contrari alla revoca del mandatario del condominio.

riproduzione riservata
Articolo: Revoca giudiziale dell'amministratore
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Revoca giudiziale dell'amministratore: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giuseppe
    Giuseppe
    Lunedì 4 Giugno 2012, alle ore 18:30
    Egr Avv il ns Amministratore non da evidenza nei confronti di affittuari morosi di alcun sollecito al pagamento e tanto meno ricorre alle ingunzioni questo può generare: 1)il vincolo alla solidarietà  passiva ossia che altri condomini se ne facciano carico (ripartizione oneri) 2)è da considearsi grave inadempienza da parte dell'amministratore 3)è possibile chiederne la revoca giudiziale (attualmente è in prorogatio).graziecordiali saluti
    rispondi al commento
  • Sonia Majocchi
    Sonia Majocchi
    Mercoledì 14 Aprile 2010, alle ore 23:00
    Salve ho un quesito urgenteSiamo 4 proprietari di immobile in stabile di 16 appartamenti (gli altri sono ancora di propr. della Cooperativa)L'amministratore imposto x 1 anno dalla Cooperativa non sta pagando le fatture di luce e acqua, nonostante le Ns. prime due rate pagate. Non ci fornisce estratto conto di c/c postale via web. Nega che abbia ricevuto delle fatture da pagare. Possiamo revocare il Suo mandato? Possiamo oltresì denunciarLo x tentata frode nei confrondi del Condominio?GrazieSonia Majocchi
    rispondi al commento
  • L?inerzia Dell?assemblea E Dell?amministratore Di Condominio : Condominiale.Lavorincasa.it
    L?inerzia Dell?assemblea E Dell?amministratore Di Condominio : Condominiale.Lavorincasa.it
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 15:05
    [...] Revoca giudiziale dell’amministratore [...]
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Revoca giudiziale dell'amministratore che potrebbero interessarti
Gravi irregolarità dell'amministratore

Gravi irregolarità dell'amministratore

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio è il mandatario dei condomini e deve agire rispettando determinate regole pena la possibilità di essere revocato anche per via giudiziale.
Revoca dell'amministratore giudiziario

Revoca dell'amministratore giudiziario

Condominio - L'assemblea condominiale è l'organo competente a nominare e revocare l'amministratore. Per l'amministratore giudiziario i condomini potranno agire in giudizio per chiedere la revoca del mandatario.
Revoca giudiziale dell'amministratore

Revoca giudiziale dell'amministratore

Amministratore di condominio - La revoca giudiziale dell'amministratore di condominio, che può essere chiesta da ciascun condomino singolarmente, è un procedimento di volontaria giurisdizione.

Il giudizio di revoca e l'amministratore

Condominio - L'amministratore di condominio è il mandatario della compagine e riceve l'incarico dall'assemblea con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti alla riunione.

Revoca giudiziale dell'amministratore di condominio, si passa dal mediatore?

Amministratore di condominio - In tema di revoca giudiziale dell'amministratore di condominio, trattandosi di procedimento di volontaria giurisdizione, non è necessaria la mediazione. Oppure si?

Revoca giudiziale dell'amministratore e onere della prova

Amministratore di condominio - La revoca giudiziale dell'amministratore può essere chiesta da ogni condomino, che deve provare la ricorrenza della causa che consente l'emissione del decreto.

Revoca dell'amministratore e vizi dell'immobile

Condominio - L'amministratore è nominato dall'assemblea ed il suo incarico ha durata annuale. Tuttavia, la stessa assise, può provvedere alle revoca dell'amministratore in qualsiasi momento.

Gravi irregolarità dell'amministratore di condominio, come valutarle

Amministratore di condominio - Quando possono dirsi ricorrenti le gravi irregolarità che possono portare alla revoca dell'amministratore di condominio? Chi e come valuta la loro ricorrenza?

Revoca giudiziale dell'amministratore condominiale in mancanza di documenti prima dell'assemblea

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio può essere revocato dall'Autorità Giudiziaria, qualora non dovesse mostrare ai condomini la documentazione richiesta prima dell'assemblea.
REGISTRATI COME UTENTE
295.548 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pensilina autoportante in policarbonato alveolare
    Pensilina autoportante in...
    398.00
  • Montascale curvilinei Freecurve Alliance
    Montascale curvilinei freecurve...
    7000.00
  • Montascale curvilineo Freecurve Elegance
    Montascale curvilineo freecurve...
    7000.00
  • Lana di vetro Isover InsulSafe
    Lana di vetro isover insulsafe...
    3.47
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.