Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Pergotenda e strutture leggere, differenze e chiarimenti necessari

Nel Testo Unico dell'edilizia dpr 380/2001 non si parla di pergotenda, ma per realizzarla oggi dobbiamo sapere a cosa andiamo incontro e come viene catalogata.
- NEWS Leggi e Normative Tecniche

Gazebo, pergotende, tettoie e pergolati: facciamo chiarezza


Installando nel proprio giardino o balcone un pergolato, gazebo o tettoia senza commettere un abuso edilizio, occorre verificare se sia necessaria una pratica edilizia firmata e timbrata da un tecnico abilitato.

É però difficile rispondere in modo certo e univoco, perché le normative edilizie, soggette ad ampia variabilità regionale, provinciale o addirittura comunale e spesso scritte in modo ambiguo, talvolta possono fornire interpretazioni contrastanti.

Una grande pergotenda in un giardino privato
Inoltre, le leggi nazionali non forniscono specifiche definizioni di tali strutture.

Tuttavia, alcune Regioni e in generale la giurisprudenza (soprattutto con le sentenze dei TAR regionali) stanno riordinando la materia: ad esempio l’Emilia Romagna, con l’Allegato A alla legge regionale 15/2013, si è dotata di Definizioni tecniche uniformi per l’urbanistica e l’edilizia, valide su tutto il territorio regionale ma che possiamo considerare un ottimo riferimento per l’intero territorio nazionale.

Definizione giuridica di pergolato, gazebo e pergotenda


Questo documento contiene specifiche definizioni di pergolato e tettoia, ma non di gazebo e pergotenda, che possiamo però dedurre per analogia.

Il pergolato viene definito come struttura autoportante formata da montanti verticali e traversi orizzontali per il sostegno di piante rampicanti e privo di coperture impermeabili, tassativamente non ammesse. Inoltre non rientra nel calcolo della Superficie Utile o Accessoria.

Un pergolato moderno
Non esiste invece alcuna definizione di pergotenda, che tuttavia, dal punto di vista costruttivo risulta formata da un pergolato in legno o metallo, autoportante o ancorato alla parete di un edificio, dotato di una tenda da sole (eventualmente di tessuto impermeabile) retrattile e richiudibile a pacchetto.

Il gazebo può essere invece equiparato a una tettoia se munito di una copertura fissa e rigida, a un pergolato nel caso contrario.


Requisiti per l'installazione di un pergolato senza permesso


Una volta viste le definizioni, occorre chiarire se il montaggio pergotenda richiede una pratica edilizia: la risposta è no, perché ai sensi del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del 2 marzo 2018, l'installazione di una pergotenda per balconi o un pergolato removibile rientrano nell'attività edilizia libera.

Una pergotenda sulla spiaggia
É dunque possibile installare i pergolati senza permesso di costruire, SCIA o altra pratica edilizia.

Infatti, il Glossario allegato al suddetto decreto specifica che vi rientrano l'installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:

  • gazebo, di limitate dimensioni e non stabilmente infissi al suolo (punto 44 dell'elenco);

  • pergolato, di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo (punto 46 dell'elenco);

  • tenda, tenda a pergola, pergotenda, copertura leggera d'arredo.

Pergotenda col telo in posizione chiusa
L'installazione di pergolati, pergotende o tende parasole in zone soggette al vincolo paesaggistico ai sensi del Dlgs 42/2004 non richiede la richiesta di alcuna autorizzazione paesaggistica ordinaria o semplificata, come specificato dal punto A.22 dell'Allegato A al DPR 31/2017.


Condominio, pergole e tettoie


Tutto questo vale però se non si ledono i diritti di terzi.

Per l'installazione pergotenda in condominio si devono infatti considerare gli eventuali divieti e prescrizioni contenuti nel regolamento (soprattutto se di tipo contrattuale) in relazione a dimensioni massime, colori e materiali dell'elemento.

Una pergotenda sul lastrico solare di un condominio
Occorre, inoltre, rispettare l'articolo 1122 del Codice Civile, secondo il quale il condomino non può eseguire opere che danneggino le parti comuni o ledano la stabilità, la sicurezza o il decoro architettonico dell'edificio.

In altre parole, la pergotenda balcone deve avere un aspetto esteticamente curato e non essere costruita in modo precario e improvvisato, va ancorata stabilmente per non costituire un pericolo per l'incolumità di persone o cose e non deve danneggiare le strutture portanti della palazzina. La pergotenda deve inoltre rispettare anche il diritto di veduta dei vicini.





Occorre infine preavvisare l'amministratore, ad esempio con una pec o una raccomandata.


Limiti all'installazione di un pergolato senza permesso


Tuttavia l'installazione di una pergotenda in edilizia libera subisce alcune importanti limitazioni.

Per prima cosa deve trattarsi di un pergolato amovibile, cioè tale da non richiedere opere di fondazione come plinti o piccole platee di calcestruzzo.

Il solo ancoraggio con fazzoletti, piastre metalliche o giunti a bicchiere fissati a una parete o pavimento preesistente mediante tirafondi, tasselli o bulloni rispetta il requisito dell'amovibilità.

Il telo della pergotenda, retrattile e richiudibile a pacchetto
Anche le dimensioni sono importanti, perché l'installazione di un pergolato senza autorizzazione è limitata alle strutture di dimensioni contenute, come esplicitamente previsto dal Glossario.

Deve inoltre trattarsi di una pergotenda retrattile, cioè priva di una copertura fissa e impermeabile, ottenuta ad esempio con lastre di ondulina, lamiere metalliche o pannelli in compensato, e priva di tamponamenti laterali.

Questo principio è ormai assodato dalla giurisprudenza, ed è stato ribadito ad esempio dal Consiglio di Stato con la sentenza 11 04 2014 n 1777 e dal TAR della Campania con la sentenza 3613/2021.


Norme per l'installazione di pergotende chiuse


Per verificare se l'installazione di una pergotenda chiusa ai lati è soggetta alla presentazione di una pratica edilizia occorre invece valutare attentamente le caratteristiche dei tamponamenti laterali, normalmente costituiti da membrane avvolgibili o retrattili di PVC oppure da vere e proprie vetrate scorrevoli.

Nel primo caso, cioè una pergotenda chiusa con semplici teli in PVC, si rientra nell'edilizia libera perché i tamponamenti laterali hanno carattere facilmente rimovibile e sono intesi come un semplice elemento di completamento della struttura.

I tamponamenti con membrane retrattili di pvc sono edilizia libera
Nel caso di una pergotenda chiusa a vetri invece, può essere richiesta la pratica edilizia se si viene a configurare una struttura equiparabile a una veranda: a tale proposito il criterio fondamentale sembra il numero di lati tamponati.

Infatti, la sentenza n. 6979/2019 del Consiglio di Stato, ribaltando una sentenza precedente del TAR Lazio, ha stabilito che una struttura da esterni con tenda rettrattile e tamponata su due lati con vetrate scorrevoli richiudibili a pacchetto rientra nell'edilizia libera.

Sembra dunque di poter dedurre che per l'installazione di una pergotenda chiusa su tre lati con vetrate scorrevoli, potendo essere completamente chiusa, richiede la presentazione di una pratica edilizia.

Pergotenda tamponata con vetrate su tutti i lati
Questi criteri valgono anche per la chiusura pergotenda preesistente, cioè per il montaggio dei soli tamponamenti laterali in un momento successivo.


Termotende, pergole fotovoltaiche e pratiche edilizie


Per una pergotenda bioclimatica il discorso risulta invece più complesso, in quanto le lamelle frangisole, molto fitte e orientabili, quando sono chiuse possono qualificarla come vera e propria copertura, trasformando la pergotenda in un tettoia.

Infatti, nelle Definizioni tecniche uniformi dell'Emilia Romagna, la tettoia è qualificata come un elemento edilizio di copertura di uno spazio aperto sostenuto da una struttura discontinua.

Le lamelle orientali della copertura di una pergola bioclimatica
Il principio si applica anche a una pergotenda fotovoltaica, perché la differenza rispetto alle coperture bioclimatiche standard è costituita unicamente dalla presenza dei pannelli fotovoltaici. Nessun dubbio nemmeno per le pergole bioclimatiche chiuse, cioè munite di tamponamenti laterali di qualunque tipo.

In questi casi occorre dunque presentare una pratica edilizia.

riproduzione riservata
Articolo: Pergotenda e strutture leggere: ecco i permessi necessari
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Pergotenda e strutture leggere: ecco i permessi necessari: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
334.092 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Pergotenda e strutture leggere: ecco i permessi necessari che potrebbero interessarti


Pergola da esterno moderna

Giardino - Per godersi il fresco durante l'estate, una serie di pergole da esterno moderne, dalle linee minimal e dai materiali ecologici e high tech, studiati per l'esterno.

Vivere lo spazio esterno con le pergole bioclimatiche con vetrate scorrevoli

Infissi Esterni - La versione di pergola bioclimatica con vetrate scorrevoli rende questo spazio vivibile in estate come in inverno: offre riparo e protezione, mantenendo la vista

Pergola addossata in alluminio: caratteristiche e vantaggi

Infissi Esterni - La pergola addossata in alluminio è ideale per arredare un terrazzo o porticato, e crea una zona esterna riparata che unisce l'interno con l'esterno di casa.

Estetica e vantaggi della pergola bioclimatica

Arredo giardino - Terrazzi e giardini di casa possono risultare più vivibili e sfruttabili se dotati di pergole bioclimatiche in alluminio con funzione di copertura da sole e pioggia

Pergole automatiche: tutte le idee per godersi lo spazio esterno

Sistemazione esterna - Con le pergole automatiche si arreda il proprio giardino con tecnologia e qualità. Si può spaziare dal legno all'alluminio o scegliere una pergola bioclimatica.

Pergole biocliomatiche: è possibile usufruire delle agevolazioni del Superbonus 110%?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L’installazione delle pergole bioclimatiche è agevolata dalla possibilità di usufruire della detrazione del 50% dell’importo speso. Vale anche il Superbonus 110%?

Come creare un pergolato in legno

Sistemazione esterna - Le pergole in legno permettono di dare nuova vita agli spazi esterni, creando una connessione tra interior ed outdoor. La loro struttura è leggera e resistente.

Dalla pergotenda alla piscina: come preparare il giardino per l'estate

Sistemazione esterna - Volete godervi lo spazio Outdoor di casa vostra nel modo migliore, approfittando della stagione estiva? Ecco qualche consiglio per allestirlo nel modo migliore.

Tende a pergola in alluminio per giardino e terrazzo

Sistemazione esterna - Le tende da sole in alluminio sono resistenti e vi proteggono dai raggi, consentendo di godere dell'atmosfera esterna a tutte le ore del giorno, anche in estate
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img biosdi
Buongiorno a tutti. Devo ristrutturare una casa appena acquistata. È un attico con terrazza a 360 gradi. Due lati della terrazza sono i più "interessanti": uno...
biosdi 27 Ottobre 2020 ore 15:47 2