Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Quanto incide l'orientamento della casa sul risparmio energetico?

NEWS Architettura14 Febbraio 2020 ore 17:27
L'importanza dell'orientamento e del sito in cui ricade un immobile al fine di una scelta oculata capace di apportare benessere e riduzione dei consumi energetici

Scegliere casa con un occhio ai costi futuri di gestione


La scelta della casa, rappresenta un momento importante nella vita di ognuno di noi in virtù di tutte le implicazioni che essa comporta.

Superata la prima fase relativa alle questioni economiche e giuridiche relative all’acquisto, di solito ci si concentra su altri aspetti i quali attengono, alla posizione dell’abitazione rispetto al centro dei nostri interessi, come vicinanza ai servizi vari, scuole, mezzi di trasporto, negozi ecc.

Orientamento la scelta della casaDopo la fase conoscitiva più o meno approfondita delle caratteristiche del sito, la nostra attenzione finalmente cade su altri aspetti, quali la composizione della casa , la sua dimensione in mq, il grado di rifiniture, il decoro dell’edificio in cui è situata ecc.

Da quanto esposto, appare evidente come la nostra attenzione si concentri principalmente su come è l’oggetto casa, trascurando l’aspetto più importante che riguarda il suo comportamento nel tempo, in termini di consumi e relativi costi conseguenziali.

Mi riferisco in particolare a un aspetto rilevante, ossia il grado di efficienza energetica derivante dallo stato di fatto in cui l’immobile si trova.


Progettazione: casa a piano rialzato su ambiente non riscaldato

Progettazione: casa a piano rialzato su ambiente non riscaldato

Progettazione: casa a piano rialzato su ambiente non riscaldato
Casa ultimo piano senza isolamento copertura

Casa ultimo piano senza isolamento copertura

Casa ultimo piano senza isolamento copertura
Assenza di soleggiamento causa scarsa distanza tra fabbricati

Assenza di soleggiamento causa scarsa distanza tra fabbricati

Assenza di soleggiamento causa scarsa distanza tra fabbricati
Casa isolata di forma cubica per un miglior rapporto illuminante

Casa isolata di forma cubica per un miglior rapporto illuminante

Casa isolata di forma cubica per un miglior rapporto illuminante
Casa con terrazzo di copertura tecnocem

Casa con terrazzo di copertura tecnocem

Casa con terrazzo di copertura tecnocem
Orientamento e risparmio energetico formazione muffe ultimo piano

Orientamento e risparmio energetico formazione muffe ultimo piano

Orientamento e risparmio energetico formazione muffe ultimo piano

Qualcuno osserverà che al momento dell’acquisto, una garanzia circa il grado di efficienza energetica dell’immobile è rilevabile dal certificato di prestazione energetica, obbligatorio per legge, il quale tramite una scala da A a G, distingue il livello delle prestazioni energetiche di un bene immobile.
Orientamento certificazione energetica
Questo, in pratica, rappresenta un documento che indica il livello di efficienza energetica dell’edificio, tenendo conto di diversi parametri quali l'isolamento termico dell'appartamento, la posizione dell'immobile e la presenza di tutti quegli impianti i quali garantiscono il comfort e la salubrità all'interno degli ambienti domestici.

Tenuto conto del fatto che molte delle certificazioni rilasciate, spesso sono talmente superficiali da non essere di nessun rilievo, circa la verifica dell’effettiva efficienza energetica dell’immobile, al punto tale, in caso di contestazione da parte dell'acquirente, da far ritenere nullo l’atto d’acquisto stipulato, si capisce come sia importante acquisire elementi certi per una corretta valutazione .


Elementi da non trascurare per una scelta oculata


La prima cosa da fare, è identificare la zona climatica, in cui ricade l’immobile di nostro interesse. Tale dato è facilmente reperibile e non è suscettibile di alterazioni di sorta.

In Italia sono presenti 6 zone climatiche, distinte in parti di territorio aventi caratteristiche climatiche differenti per ciascuna area geografica, da non confondere con la fascia climatica cioè la porzione di territorio che presenta le stesse caratteristiche climatiche.

Orientamento esame degli spazi interni
La differenziazione del territorio in zone climatiche è importante dal punto di vista energetico: infatti, la spesa per raffrescamento e riscaldamento è sensibilmente differente tra una zona e l’altra.

Occorre inoltre individuare l’orientamento delle diverse stanze, per determinare l’organizzazione degli ambienti interni e le eventuali soluzioni possibili di ridistribuzione degli stessi, al fine di garantire un miglioramento dei flussi d’aria e dell’irraggiamento dei locali interni.

Orientamento esame del sito
Altro elemento importante da considerare è il posizionamento dell’abitazione, in rapporto al sito in cui si trova, se in un volume unico o in un edificio condominiale, oltre a tutto ciò che circonda l’edificio come alberi, barriere di vario tipo, corsi d'acqua, industrie nocive o rumorose, ecc.

Acquisire gli elementi sopradescritti è importante se si considera che secondo uno studio dell’InterNachi, l’organizzazione internazionale di ispettori di proprietà residenziali e commerciali, con gli edifici orientati correttamente si può ottenere un risparmio tra il 10% e il 20% sui costi annuali di riscaldamento.


Quali sono i fattori che influenzano i consumi energetici?


Alla luce di quanto esposto, vediamo quali sono gli elementi da indagare, al fine di poter effettuare una valutazione più inerente allo stato di fatto dell’immobile di nostro interesse. Elementi che possono influire sui costi di gestione della casa, dal punto di vista energetico.

Orientamento condominio con diverse esposizioni di facciata
Iniziamo con valutare la posizione e la quantità di superficie esterna dell’immobile, rispetto alle superfici esterne complessive, capaci di influenzare i consumi energetici, ricordando che una prevalente esposizione a Nord, in una zona climatica E, per un edificio sprovvisto di cappotto adeguato, influenza sensibilmente l’aumento dei costi per il riscaldamento, come la stessa superficie esposta a sud-sud ovest, influenza sensibilmente i costi per il raffrescamento.

Inoltre, occorre valutare la posizione dell’immobile all’interno del complesso in cui è situato, un piano terra senza adeguato vespaio sottostante ventilato e isolato, comporta certamente un dispendio di energia per climatizzare in maniera adeguata gli ambienti.

Analogamente, un primo piano sopra un garage o altro ambiente non riscaldato, con solai intermedi non isolati termicamente, comporta oltre un consumo più alto, anche un aumento del grado di umidità relativo, la cui soluzione, richiede anche una migliore ventilazione, con conseguenti costi aggiuntivi,

Orientamento casa isolata con ultimo piano protetto da tetto termico
Stessa cosa vale per le posizioni agli ultimi piani: infatti, un solaio a terrazzo non isolato termicamente, produce in estate un forte surriscaldamento dei locali sottostanti, con conseguente necessità di un’azione di raffrescamento nel periodo estivo, mentre in quello invernale con il ribaltarsi delle temperature, richiede un aumento dei consumi per il riscaldamento.

Per gli ultimi piani, risulta anche importante il posizionamento della maggiore superficie esterna del nostro alloggio, rispetto ai venti dominanti.

Gli edifici disposti perpendicolarmente alla direzione del vento, ricevono sul lato esposto un impatto alla massima velocità, mentre se disposti circa a 45 gradi rispetto alla direzione principale del vento ne ricevono la metà.


Il posizionamento dell’edificio in cui ricade la casa di nostro interesse, è altrettanto importante ai fini di una corretta ventilazione; infatti, gli edifici disposti in file distanti tra loro, a una distanza pari a sette volte le rispettive altezze, godono di un soddisfacente effetto di ventilazione.

Un flusso di aria rettilineo, assicura il movimento d’aria più veloce, mentre ogni cambiamento di direzione ne rallenta la velocità, un improvviso mutamento di direzione, causato da mobili, arredi o divisori, riduce notevolmente la velocità dell’aria.
Per questo motivo i divisori interni dovrebbero essere disposti tenendo conto dell’andamento d'aria prevalente.

Per i corpi di fabbrica isolati, occorre tener conto del fatto che le volumetrie prossime alla forma cubica, risultano essere ottimali per conservare l’energia, ovvero per ridurre le dispersioni energetiche in relazione al coefficiente di forma.

Orientamento case poco soleggiate
Per quanto riguarda il soleggiamento dell’edificio, altro fattore da tenere in debita considerazione, interessa l’altezza degli edifici prospicienti. Affinché la facciata dell’edificio sia interamente esposta al sole, occorre che l’altezza degli edifici frontistanti sia minore o uguale al prodotto della distanza tra le due facciate, moltiplicata per la tangente dell’angolo di altezza del sole.

Relativamente a ciò che circonda l’edificio in oggetto, è importante verificare la presenza o meno di alberi e piante perché in virtù della loro diversità possono influire sul benessere climatico.

Orientamento condominio con alberatura frontistante
Bisogna tener conto di come la massa del fogliame degli alberi blocca il passaggio dell’aria, originando, di conseguenza, un aumento della velocità dell’aria, la quale riesce a passare in modo diretto a una quota inferiore a quella delle chiome.

La presenza di filari di alberi frangivento, disposti lungo la parte più esposta al soleggiamento, impedisce il surriscaldamento delle pareti opache migliorando il comfort termico degli ambienti.


L'incidenza di un cattivo orientamento sui costi energetici


Sull’economia domestica, tutti i fattori sopraelencati incidono in maniera diversa anche in rapporto all’uso degli ambienti interni, in termini di tempo di permanenza e attività svolta.

Mi spiego con semplici esempi: l’impossibilità a stendere biancheria all’esterno a causa di una esposizione prevalente a Nord, comporta nelle zone settentrionali la necessità di impiegare una asciugatrice, la quale ha un costo, anche elevato, in termini di acquisto e di energia elettrica impegnata.

Orientamento installazione asciugatrice
Una disposizione delle aperture non organizzate in modo tale da far defluire l’aria in maniera naturale, comporta l’adozione di altri sistemi di ventilazione che aggravano ulteriormente i costi di gestione energetici.

Come si può ben capire, in occasione della scelta della nostra futura casa, più che soffermarsi sull’aspetto estetico, che nel tempo può deteriorarsi ed essere suscettibile di cambiamenti, è importante porgere la nostra attenzione verso gli aspetti sopracitati, se si vuol risparmiare nel tempo sulle spese di gestione e godere di un ambiente ottimate in termini di comfort.

riproduzione riservata
Articolo: Orientamento della casa e risparmio energetico
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Orientamento della casa e risparmio energetico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
312.198 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Serramenti risparmio energetico
    Serramenti risparmio energetico...
    220.00
  • Progettazione con visione prospettica
    Progettazione con visione...
    300.00
  • Aeratore con recupero di calore
    Aeratore con recupero di calore...
    297.50
  • Cucina cucine su misura mmilano, progettazione e vendita
    Cucina cucine su misura mmilano,...
    1200.00
  • Lampada solare esterno led luce solare
    Lampada solare esterno led luce...
    34.99
  • Ferro da stiro a caldaia imetec
    Ferro da stiro a caldaia imetec...
    67.99
Notizie che trattano Orientamento della casa e risparmio energetico che potrebbero interessarti


Orientamento ottimale dell'abitazione

Progettazione - Guadagno solare e miglioramento del comfort abitativo, grazie alla distribuzione degli spazi e alla giusta esposizione delle facciate di un edificio alla radiazione solare.

Abitazioni gemelle

Progettazione - A Schio, un progetto dell'architetto Fontana, vince il premio La finestra che vorrei, grazie a serramenti innovativi e sostenibili.

Serramenti per edifici passivi

Infissi - A taglio termico, a giunto aperto, con isolanti interposti, in legno, alluminio e pvc: le diverse tipologie di serramenti garantiscono una varieta' di scelta, abbinata ad alte prestazioni.

Decreto Crescita: contributi ai Comuni per efficientamento energetico e sviluppo sostenibile

Leggi e Normative Tecniche - Con il decreto crescita vengono assegnati ai Comuni dei fondi per investimenti in ambito di efficientamento energetico e per lo sviluppo territoriale sostenibile.

Retrofit energetico per edifici esistenti

Ristrutturazione - Non solo edifici di nuova costruzione con prestazioni energetiche elevate: anche i fabbricati esistenti possono essere migliorati, grazie al retrofit energetico.

CasaClima

Progettazione - CasaClima e' una categoria energetica utilizzata nella Provincia di Bolzano che garantisce un significativo risparmio energetico.

Verande solari

Progettazione - Considerazioni sulla progettazione bioclimatica e l'ottimizzazione dei consumi energetici

Case bioclimatiche

Bioedilizia - L'architettura bioclimatica consente di sfruttare l'apporto energetico dell'ambiente esterno riducendo il fabbisogno energetico necessario per climatizzare la casa.

Norme risparmio energetico

Normative - L'efficienza ed il risparmio energetico come ormai noto a tutti, hanno lo scopo di ridurre il consumo di combustibili fossili e di abbattere le emissioni inquinanti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img darfo
Vorrei coibentare il solaio del sottotetto e sto valutando le varie alternative possibili.Il sottotetto non è abitabile e, per dare una idea, può essere utilizzato...
darfo 30 Ottobre 2014 ore 13:26 8
Img antani80
Buon giorno,dovrei ristrutturare una villa anni 70 libera su tre lati di circa 100 mq su un livello (al piano sottostante c'è una cantina di pari metratura...
antani80 27 Giugno 2015 ore 11:59 3
Img doctorwho
Buongiorno a tutti, Michele da Perugia.La ristrutturazione del mio appartamento sta entrando nel vivo ed ora devo iniziare ad operare delle scelte relative anche al risparmio...
doctorwho 24 Gennaio 2016 ore 10:52 5
Img bojangles
Ciao a tutti,sono in procinto di realizzare gli impianti nella palazzina di nuova costruzione di mia proprietà.La struttura è suddivisa in 2 piani (piano terra e...
bojangles 11 Settembre 2015 ore 15:29 5
Img the.kysersose
Buonasera,volevo porre questo quesito a chi si intende più di me di idraulica.Ho una casa molto grande su due livelli e la mia caldaia è stata cambiata da poco tempo...
the.kysersose 28 Novembre 2014 ore 11:05 4