Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Nuovo condomino e pagamento delle spese condominiali del venditore

Il nuovo condomino non ha altra possbilità se non quella di pagare le spese condominiali del venditore, per poi rivalersi sullo stesso delle somme sborsate
25 Gennaio 2013 ore 13:43 - NEWS Ripartizione spese

Pagamento delle spese condominiali del venditoreQuando si acquista un'unità immobiliare capita che l'amministratore chieda all'acquirente di pagare le spese condominiali del venditore.

Non è giusto, io con quelle somme non c'entro nulla!

Questa la risposta più ricorrente e, verrebbe da aggiungere, comprensibile.

Eppure la legge, esattamente il secondo comma dell'art. 63 disp. att. c.c., specifica che:
Chi subentra nei diritti di un condominio e obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente.

Dura lex sed lex, dicevano i romani.


Ed allora, compreso che l'acquirente deve pagare le spese relative all'anno nel corso del quale ha acquistato e per quello precedente, è bene capire perché il Legislatore ha operato questa scelta e che cosa possa fare il compratore.

Il perché è semplice: la legge, tra la posizione della compagine e quella del singolo, ha preferito dare priorità alla tutela degli interessi condominiali.

Si tratta, quindi, di una scelta tesa a garantire nel miglior modo possibile gli interessi economici del condominio. Il condomino cedente, infatti, vendendo l'unità immobiliare diviene più difficilmente aggredibile (dal punto di vista legale, s'intende).

Basti pensare che contro di lui, l' amministratore , una volta perfezionata la compravendita, non può più agire con il famoso decreto ingiuntivo condominiale: questo strumento, infatti, è utilizzabile solamente contro gli attuali condomini.


Ed allora?In questa situazione il nuovo condomino non ha alternative: se il mandatario della compagine domanda le somme arretrate, ossia quelle che teoricamente doveva pagare il precedente proprietario, egli non può far altro che pagare.

La Cassazione, proprio intervenendo sull'argomento ha specificato che l'opponente non ha titolo, nei confronti del condominio, neanche ai fini della rivalsa, per dolersi del fatto che in domanda non sia stata specificata la rilevanza della solidarietà.Sarà infatti nell'eventuale giudizio di rivalsa che venditore e acquirente dovranno chiarire, in relazione ai loro accordi contrattuali, chi debba restare onerato dal pagamento, fermo che nei confronti del condominio l'acquirente è responsabile per le spese del biennio anteriore al suo acquisto, cosicché il condominio può limitarsi ad agire contro di lui semplicemente dimostrando quale è l'importo dovuto per le spese di questo periodo (Cass. 23 gennaio 2013, n. 1548). Spese condominiali del venditoreChe vuol dire ciò?Significa che non solamente il nuovo condomino deve pagare al momento della richiesta ma che se non lo fa e si vede notificato un decreto ingiuntivo non può, allora, lamentarsi della mancata specificazione delle somme dovute quale obbligato in solido o di eventuali suo rapporti con il venditore.

Da qui, pertanto, arriviamo all'altro punto, ossia alle tutele che il neo-condomino può azionare.

Egli, abbiamo visto, da un lato deve pagare quanto richiestogli dalla compagine e dall'altro potrà agire in rivalsa per quanto, rispetto alla somma richiesta, è di competenza del venditore.

In questo contesto, dunque, è fondamentale che in sede di atto d'acquisto si stabilisca con chiarezza quali sono le spese dovute dal compratore e quali quelle a carico del venditore poiché non sempre è agevole distinguerle.

riproduzione riservata
Articolo: Pagamento delle spese condominiali del venditore
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.

Pagamento delle spese condominiali del venditore: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.848 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Pagamento delle spese condominiali del venditore che potrebbero interessarti


Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Approvazione delle spese condominiali e importanza del piano di riparto

Ripartizione spese - Le spese condominiali, dovute dai titolari dei diritti reali su un'unità immobiliare, devono essere suddivise tra i condòmini. E se manca il piano di riparto?

Perché chi acquista paga le spese arretrate?

Ripartizione spese - In tema di condominio uno dei problemi più frequenti, e motivo di litigio al momento della compravendita d'una unità immobiliare, riguarda le spese condominiali.

Ratifiche delle spese condominiali

Ripartizione spese - Spese condominiali assunte dall'amministratore: l'assemblea può ratificarle. L'approvazione del rendiconto è sempre un momento particolarmente teso.

Il compenso dell'amministratore? Lo paga anche l'inquilino (forse)

Amministratore di condominio - Tra le spese cui deve partecipare l'inquilino una di quelle che crea maggiori problemi è il compenso dell'amministratore. Chi lo paga?

L'assemblea e le spese extra condominiali

Condominio - L?assemblea di condominio, tanto nella sede ordinaria, tanto in quella straordinaria, ha una competenza generale sulla gestione conservazione delle parti

Spese ascensore in condominio: spettano anche a chi abita al piano terra

Parti comuni - Suddivisione delle spese per la manutenzione e sostituzione dell'ascensore. Sono dovute anche da chi ha un locale o negozio con accesso diretto a piano terra.

Spese condominiali e ricevuta di pagamento

Ripartizione spese - La ricevuta di pagamento delle spese condominiali attesta l'avvenuto pagamento delle quote e i condomini hanno diritto a chiederla e ottenerla dall'amministratore.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img margherita grazia
Due anni fa, ho acquistato un garage annesso ad un condominio adiacente la mia casa. Con lo stesso contratto di compravendita ho poi acquistato il mio appartamento che il garage...
margherita grazia 16 Gennaio 2021 ore 10:50 1
Img anonimo
Mi chiamo Alberto e vorrei avere chiarimenti su una questione che riguarda i rifiuti. Vivo in un condominio e da diversi anni uno dei condomini si occupa di portare fuori i...
anonimo 08 Gennaio 2021 ore 15:19 2
Img lorenzomasi
C'è compatibilità tra amministratore di condominio e tecnico asseveratore di lavori superbonus?...
lorenzomasi 08 Gennaio 2021 ore 11:54 1
Img giodeco
Buongiorno, vorrei sottoporre il mio caso: nel condominio in cui ho acquistato recentemente casa c'è un condomino che non paga da molto tempo le spese condominiali e...
giodeco 05 Gennaio 2021 ore 17:22 9
Img iside1707
Buongiorno, Siamo un contesto di 4 unità e da luglio i rapporti con i miei vicini si sono incrinati. Il mio vicino tiene la cassa e paga le bollette e fino ad ora siamo...
iside1707 29 Dicembre 2020 ore 19:41 3