Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Multiproprietà

La multiproprietà consiste nell'acquisto di un immobile da parte di un certo numero di soggetti che possono goderne a turno per un periodo frazionato dell'anno.
13 Giugno 2013 ore 00:42 - NEWS Comprare casa
multiproprietà , contratto , compravendita , immobiliare

Cos'è la multiproprietà?


La multiproprietà, conosciuta anche con i termini inglesi timesharing o timeshare, è una forma di acquisto di un immobile per uso vacanze che ha raccolto, soprattutto presso gli acquirenti italiani, un discreto successo a partire dagli anni Ottanta.
In epoca successiva si è poi registrato un calo di queste compravendite, e una ripresa solo in questi ultimi anni, sia per effetto della crisi economica, con la quale si è registrato un calo dei prezzi, che per l'entrata in vigore del Codice del Consumo nel 2005, con cui si sono avute maggiori tutele e garanzie.

multiproprietà al mareIl riscontro favorevole è determinato dal fatto che la multiproprietà richiede un investimento economico non ingente offrendo, in molti casi, la possibilità di cambiare meta delle vacanze ogni anno.

La multiproprietà consiste nell'acquisto di un immobile da parte di un certo numero di soggetti che possono goderne a turno (si parla, infatti, anche di proprietà turnaria), per un periodo frazionato dell'anno.

Esistono diverse tipologie di multiproprietà: immobiliare , azionaria e alberghiera.
La multiproprietà immobiliare consiste nell'acquisto in comune e indiviso di una quota di proprietà dell'immobile e contestualmente del diritto a goderne per un determinato periodo dell'anno.

Nel caso della multiproprietà azionaria, invece, si acquistano una certa quota di azioni di una società proprietaria specificamente costituita, che attribuiscono al titolare un diritto di godimento periodico su un determinato immobile.

Infine, la multiproprietà alberghiera, dal punto di vista giuridico può rientrare nell'una o nell'altra delle tipologie in precedenza descritte, ma, in questo caso, il complesso residenziale è gestito da un impresa alberghiera e la proprietà implica il godimento di determinati servizi gestiti da tale impresa.

multiproprietà in montagnaL'immobile in multiproprietà è fornito già arredato e corredato di tutto quanto serve per abitarlo e non è possibile apportarvi modifiche né mutamento della destinazione d'uso.
Di solito esso fa parte di residence o complessi immobiliari gestiti da società che si occupano dell'accoglienza, della manutenzione e dei servizi comuni offerti.

È possibile scambiare la multiproprietà con altri proprietari, non solo effettuando lo scambio con immobili siti in altri luoghi, ma anche scambiando il periodo di godimento di cui si ha diritto.
Inoltre il multiproprietario è anche libero di cedere il proprio periodo di possesso a terzi, in comodato o in locazione a titolo oneroso, dopo aver preventivamente informato la società che gestisce il complesso immobiliare.

Al momento dell'acquisto bisogna scegliere e indicare in contratto il periodo di proprio gradimento, tra quelli ancora disponibili, tenendo in considerazione che il prezzo della quota di proprietà varia a seconda dei periodi dell'anno.


Contratto di multiproprietà


L'acquisto in multiproprietà avviene con un contratto che dal punto di vista giuridico è definito atipico ed è stato introdotto dal decreto legislativo 9 novembre 1998 numero 427, attuativo della direttiva europea 94/47/CE. Oggi esso è regolato dal Codice del Consumo, D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206.

La vendita viene di solito effettuata da società immobiliari che costruiscono i residence e vendono le unità immobiliari a più soggetti, stabilendo i turni di godimento.


Il contratto di multiproprietà deve essere redatto per iscritto, a pena di nullità, e prevede attualmente che si debba mantenere la proprietà del bene per almeno un anno, e non più tre anni come una volta.

Esso stabilisce in quale periodo dell'anno e per quanti giorni (di solito almeno una settimana), si può usufruire dell'immobile.

Poiché molti immobili acquistati in multiproprietà si trovano in località turistiche estere, il Codice del Consumo, adeguandosi alla normativa europea, prescrive che il contratto debba essere redatto in lingua italiana ed eventualmente tradotto nella lingua del Paese in cui si trova l'immobile.

Il venditore deve fornire all'acquirente e a chiunque richieda informazioni sull'immobile, un documento informativo, contenente i seguenti dati:
- identità e domicilio del venditore;
-descrizione dell'immobile e sua ubicazione;
- estremi del permesso di costruire o altro titolo abilitativo necessario per la realizzazione dell'immobile;
- indicazione dei servizi comuni a cui l'acquirente potrà accedere, tra cui ad esempio parcheggi, piscina, ecc., e le relative modalità di utilizzo;
- il prezzo dell'immobile comprensivo di Iva, l'indicazione di tutte le eventuali spese di gestione e manutenzione, tasse e imposte e spese per la trascrizione del contratto;
- informazioni relative al diritto di recesso dal contratto.

Si può recedere dal contratto entro 14 giorni, naturali e consecutivi, anche senza darne alcuna motivazione e senza pagare alcuna penale, purchè lo si comunichi in forma scritta al venditore con lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Il contratto deve anche esplicitare l'eventuale possibilità di poter effettuare scambi.

riproduzione riservata
Articolo: Multiproprietà
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 4 voti.

Multiproprietà: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.429 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Multiproprietà che potrebbero interessarti


Credito al consumo

Burocrazia e utenze - Che cosa succede se acquistando un bene di consumo (si pensi ad arredamento ed elettrodomestici) si accede ad un finanziamento e poi il contratto principale decade?

Libero al Rogito

Comprare casa - Definizione e significato della locuzione Libero al Rogito, in fase di compravendita immobiliare viene utilizzata per indicare lo stato dello stesso immobile.

Riforma del condominio e multiproprietà

Condominio - La riforma del condominio ha esteso esplicitamente l'applicabilità degli artt. 1117 e ss. anche alle multiproprietà. Era davvero necessario questo riferimento?

Agevolazioni prima casa possibili anche nella compravendita a favore di terzo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Commissione tributaria provinciale di Rimini riconosce in caso di stipula di un contratto di compravendita a favore di terzi i benefici fiscali prima casa.

Non c'è usucapione in caso di comodato dell'immobile

Proprietà - Il comodato ultra ventennale di un immobile comprato con contratto nullo non vale ai fini dell'usucapione. I chiarimenti della sentenza della Corte di Cassazione

Planimetria valida solo se allegata, sottoscritta e mezionata, all'atto di vendita

Comprare casa - In tema di contratto di compravendita di un'unità immobiliare, la planimetria catastale può essere considerata valido riferimento solamente se allegata e sottoscritta.

Vendita immobile: il contenuto del preliminare e le verifiche da fare

Proprietà - Contratto con cui le parti si impegnano a stipulare una futura compravendita, nel preliminare devono esserci elementi essenziali ed è necessario fare delle verifiche.

Atto di compravendita, cosa comunicare all'amministratore condominiale?

Amministratore di condominio - L'acquisto di una casa in condominio porta una serie di obblighi: quando è necessario comunicare all'amministratore l'atto di compravendita dell'appartamento?

Come annullare una compravendita immobiliare?

Comprare casa - Come annullare un contratto di compravendita immobiliare: quali sono le tutele del venditore e dell'acquirente. I casi in cui il contratto può perdere gli effetti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img margherita grazia
Due anni fa, ho acquistato un garage annesso ad un condominio adiacente la mia casa. Con lo stesso contratto di compravendita ho poi acquistato il mio appartamento che il garage...
margherita grazia 07 Febbraio 2021 ore 17:49 2
Img lucav22
Salve a tutti, volevo sapere se io (conduttore) potessi chiedere la restituzione dei canoni versati per un immobile ad uso abitativo tramite contratto di locazione non registrato...
lucav22 29 Dicembre 2020 ore 19:08 19
Img andre3000
Buongiorno, cosa dice la Legge sull'acquisto di una casa senza bagno? C'è un bagno in comune per i 3 coinquilini del piano. Per trattare sul prezzo di vendita mi posso...
andre3000 23 Dicembre 2020 ore 18:29 12
Img lea1983
Buongiorno. Volevo spiegarvi il mio problema. 4 mesi fa ho acquistato degli infissi da un negozio vicino casa. L'artigianato che prese le misure mi fece un doppio preventivo, uno...
lea1983 19 Dicembre 2020 ore 10:38 8
Img nhio
Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un avvocato immobiliarista o qualcuno che possa aiutarmi ad affrontare una questione legata ad un contratto fatto con l'agenzia immobiliare...
nhio 03 Dicembre 2020 ore 16:33 3