• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Mobili in stile Biedermeier

Il Biedermeier è uno stile ornamentale e di arredamento sviluppatosi nella prima metà dell'Ottocento, facilmente riconoscibile per le sue linee sobrie e armoniose.
Pubblicato il

Bierdermeier: l'impronta di un'epoca


Alcuni tipici mobili e complementi di arredo in stile Biedermeier.Il Biedermeier è uno stile artistico e ornamentale molto diffuso nei paesi di lingua tedesca (Austria e Germania) tra il 1815 e il 1848: particolarmente apprezzato dalla borghesia, viene generalmente considerato una conseguenza indiretta della sconfitta di Napoleone e del Congresso di Vienna.

Infatti, grazie alla cosiddetta Restaurazione (che con il Congresso di Vienna tentò di riportare l'Europa all'assetto territoriale e dinastico antecedente alla Rivoluzione Francese), si verificò un deciso cambiamento nel clima culturale: alle reminescenze classicheggianti dello Stile Impero di età napoleonica subentrò infatti un gusto meno pesante e pomposo e maggiormente orientato alla praticità, all'armonia e sopratutto alla sobrietà.

Tuttavia il nuovo stile non fu subito conosciuto con il suo nome attuale, perché il termine Biedermeier si diffuse soltanto a partire dal 1850 con intenti satirici e dispregiativi: infatti, in origine era il nome di un personaggio letterario che descriveva il tipico borghese dell'Ottocento, di tendenze piuttosto conservatrici e dedito sopratutto alla cura della propria vita famigliare e professionale.


Interni Biedermeier


Divano in stile Biedermeier (riproduzione moderna proposta dall'Azienda Bertelè Mobili).Questa nuova tendenza alla valorizzazione dei piccoli piaceri quotidiani e delle gioie della vita domestica emerge sopratutto negli interni borghesi, forse l'emanazione più tipica del Biedermeier.

Questi ambienti già a un primo sguardo appaiono infatti molto diversi da quelli di epoche precedenti: le stanze sono tendenzialmente più piccole e meno alte e con ampie finestre dotate di tende leggere, magari con un disegno a fiori.

Le pareti sono rivestite di stoffa o carta da parati (molto più economica delle tappezzerie di tessuto) quasi sempre in tinta unita: sono molto apprezzati i colori pastello come l'azzurro, il verde chiaro, il verde acqua, il giallo, il beige e il rosa antico.

Il pavimento è quasi sempre in parquet, mentre in un angolo talvolta si trova la tipica stufa rivestita di maiolica.

L'arredamento è generalmente costituito da divani a schienale alto, tavoli e tavolini rotondi, poltroncine foderate, sedie e sedie a dondolo, eleganti secretaire con il piano di scrittura a ribalta e infine credenze e piccole vetrinette per l'esposizione di vasi, servizi da tavola e soprammobili di vario tipo.

Ricompaiono infine i tappeti, e piccoli quadretti con paesaggi o scenette di genere completano l'allestimento.


Mobili Biedermeier


Tavolo da pranzo con sedie in stile Biedermeier (riproduzione moderna proposta dall'Azienda Angelo Cappellini & C.)In generale, i mobili Biedermeier sono facilmente riconoscibili per le linee curvilinee e l'assenza di dorature e grosse borchie o decorazioni in bronzo, spesso sostituite da delicati motivi ornamentali (sopratutto di ispirazione vegetale) eseguiti a intarsio.

Le essenze preferite sia per la costruzione del mobile vero e proprio che per l'esecuzione di eventuali impiallacciature sono relativamente poco costose: troviamo infatti il faggio rosso, il noce, l'abete, il pero, la betulla, l'acero, il frassino e in generale i legni chiari. Il mogano e l'ebano sono invece riservati quasi esclusivamente all'esecuzione di tarsie, spesso con motivi floreali.

Tra i mobili più rappresentativi possiamo annoverare:

Tavolo da gioco pieghevole in stile Biedermeier; dal catalogo dell'Azienda Principessa Sissi Antichità.- Tavoli e tavolini quasi sempre rotondi od ovali, sostenuti da un unico piede centrale, come quelli prodotti dall'Azienda Angelo Cappellini & C.: il piano può essere in tinta unita oppure decorato da tarsie variamente complesse;

- Tavoli da gioco e da bigliardo, di forma quadrata o rettangolare e generalmente dotati di un piano rivestito in panno verde (spesso protetto da uno sportello di legno che rende fruibile il mobile anche per altre funzioni, come pranzare o prendere il the) e alcuni sportelli o cassetti per conservare gli accessori da gioco, tra cui ad esempio biglie, stecche, gessetti, carte o fiches: ne troviamo alcuni modelli nel catalogo dell'Azienda Principessa Sissi Antichità, specializzata nel commercio di mobili e oggetti di antiquariato dell'Europa Centrale.

- Divani con braccioli a schienale alto, spesso dalla forma arcuata vagamente simile a un'arpa: l'Azienda Bertelè Mobili ne propone fedeli riproduzioni.

- Piccoli armadi con ornamenti di forma arcuata e gli sportelli spesso intarsiati o dipinti con eleganti motivi floreali; per l'esposizione di soprammobili, argenteria e stoviglie, le ante di legno sono ovviamente sostituite da sportelli vetrati;

Sedie a dondolo ideate da Michael Thonet.- Secretaire, piccoli mobili dalla forma piuttosto compatta destinati sopratutto alla custodia e l'organizzazione della corrispondenza e delle carte private: la parte inferiore è infatti dotata di alcuni cassetti, mentre la parte superiore (chiudibile completamente con piano a ribalta che funge da scrittoio ed è munito di serratura) contiene un piccolo casellario e alcune nicchie o sportellini;

- Poltroncine con braccioli dalle forme molto avvolgenti e sinuose, che spesso finiscono con volute e spirali; seggiole impagliate e sedie a dondolo.

Particolarmente famose, e molto diffuse ancor oggi, sono in particolare quelle ideate dall'ebanista Michael Thonet, che intorno al 1830 mise a punto una tecnica molto ingegnosa per curvare il legno massello grazie al vapore, in pratica gettando le basi del moderno industrial design: gli arredi da lui prodotti - una vasta gamma di seggiole, panche, poltroncine e sedie a dondolo - riducono infatti notevolmente i tempi e i costi di produzione fondendo insieme vari pezzi (come i piedi e lo schienale) prima divisi.

riproduzione riservata
Mobili Biedermeier
Valutazione: 4.20 / 6 basato su 5 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.937 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI