Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Doveri dell'affittuario nel contratto di locazione di un'abitazione

La sottoscrizione di un contratto di affitto di un'abitazione comporta per l'affittuario l'assunzione di una serie di diritti e doveri. Vediamo quali sono i doveri.
12 Aprile 2015 ore 09:53 - NEWS Affittare casa

Contratto di locazione e contratto di affitto


Sottoscrizione di un contratto di affittoPer dovere di chiarezza si premette che il contratto di affitto tecnicamente riguarda l'affitto di un bene mobile o immobile produttivo, (v. art. 1615 c.c.) (come ad es. una cava) e che solo atecnicamente nella lingua parlata il termine viene utilizzato anche per la locazione delle abitazioni.

La disciplina della locazione delle abitazioni è contenuta nelle leggi n. 392/1978 e n. 431/1998 e negli artt. 1576 e ss. c.c.

Le disposizioni generali del codice civile, ovviamente, hanno applicazione salvo le eventuali deroghe date dalle norme speciali, quelle cioè che specificamente regolano il singolo contratto.

Nel presente articolo, riferendoci alla locazione di un bene immobile ad uso abitativo, utilizzeremo dunque le espressioni affitto e affittuario in modo atecnico.

Prendere una casa in affitto è sicuramente la soluzione meno impegnativa alla questione casa. Certamente non comporta quell'esborso di denaro, di energie e di stress che comportano altre operazioni, come l'acquisto, magari con la sottoscrizione di un mutuo. Resta il fatto, però, che si sottoscrive comunque un contratto, da cui sorgeranno in capo alle parti diritti e doveri. Vediamo qui in particolare quali sono i doveri dell'affittuario o, in termini più strettamente giuridici, conduttore o locatario dell'immobile.


La presa in consegna da parte dell'affittuario


Innanzitutto, secondo l'art. 1587 c.c. (intitolato obbligazioni principali del conduttore), co.1, l'affittuario deve prendere in consegna la cosa e osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsene per l'uso determinato nel contratto o per l'uso che può altrimenti presumersi dalle circostanze...

La presa in consegna non è dunque solo un diritto, ma anche un obbligo, o meglio un'obbligazione.

Con la presa in consegna il conduttore diviene custode del bene fino al momento della restituzione: dunque, ricevuto l'immobile in consegna, innanzitutto il conduttore è tenuto ad usarlo con la diligenza del buon padre di famiglia, cioè con quel livello di diligenza che appunto ci si può legittimamente attendere, non in senso astratto, ma dall'uomo medio, con riferimento alla situazione concreta, che in questo caso è data dall'uso pattuito o dall'uso che ci si può attendere nelle circostanze date.

Con la consegna della cosa l'affittuario assume dunque gli obblighi del custode; pertanto, ai sensi dell'art. 2051 c.c. è tenuto a rispondere dei danni derivanti dalla cosa in custodia, a meno che non provi il fatto fortuito; naturalmente, la sua responsabilità si affianca a quella del proprietario del bene (v. ad es. Cass. n. 782/2001 e n. 13881/2010).

Spese relative alla casaSpecificazione dell'obbligo di custodia è la previsione dell'art. 1588 c.c., per il quale l'affittuario risponde dellaperdita e del deterioramento della cosa che avvengono nel corso della locazione, anche se derivanti da incendio, qualora non provi che siano accaduti per causa a lui non imputabile. È pure responsabile della perdita e del deterioramento cagionati da persone che egli ha ammesse, anche temporaneamente, all'uso o al godimento della cosa.

In tal caso il danno risarcibile non è solo quello che riguarda la cosa locata cioè, nel nostro caso, la casa, ma tutto ciò che sia stato danneggiato, come, ad esempio, le parti comuni condominiali (v. Cass. n. 20357/2005).

Però, se la cosa distrutta o deteriorata per incendio era stata assicurata dal locatore o per conto di questo, il conduttore deve pagare al locatore solo la differenza tra quanto pagato dall'assicurazione ed il danno effettivo, a meno che l'assicurazione non sia stata fatta per il valore stimato dell'immobile (v. art. 1589 c.c.).

In ogni caso l'assicuratore può surrogarsi, cioè sostituirsi all'assicurato, nel rivolgersi ai terzi responsabili per rivendicare quanto pagato, secondo le norme di cui all'art. 1916 c.c.

Date tali premesse, va da sè che l'affittuario deve restituire il bene nello stato in cui l'ha ricevuto salvo il deterioramento o il consumo risultante dall'uso della cosa in conformità del contratto e salvo il perimento o il deterioramento dovuti a vetustà.

È quindi decisamente opportuno, per entrambe le parti, che al momento della consegna del bene si rediga un verbale che attesti la situazione dell'immobile; in assenza di tale descrizione, per la legge si presume che lo stato di manutenzione della cosa al momento della consegna fosse buono. Le cose mobili vanno restituite dove sono state consegnate (v. art. 1590 c.c.).

Infine il conduttore deve restituire il bene alla scadenza convenuta, altrimenti il locatore potrà pretendere sia il corrispettivo pattuito, anche se il contratto è cessato, che, eventualmente, il maggior danno.

Il conduttore non può cedere il contratto ad altri, senza il consenso del conduttore (v. art. 1594 c.c.).


Spese spettanti all'affittuario


Il conduttore è poi tenuto a effettuare tutte le riparazioni di piccola manutenzione, che, in caso di locazione di fondo urbano, sono quelle dipendenti da deterioramenti dovuti all'uso e non alla vetustà o al caso fortuito (v. artt. 1576 e 1609 c.c.); con riguardo alle cose mobili, come per es. un frigorifero, le spese di conservazione e ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore (v. art. 1576 c.c.). Infine l'affittuario deve avvertire il locatore della necessità delle riparazioni che il locatore è tenuto a effettuare anche se per motivi di urgenza, le effettua direttamente (v. art. 1577 c .c.).

Se le riparazioni non possono essere rinviate al termine del contratto, l'affittuario è tenuto a sopportarle, anche se lo privano del godimento del bene (salva la possibilità di avere una riduzione del canone, se si protraggono oltre il sesto del tempo di durata complessvia del contratto e, comunque, oltre i venti giorni o di chiedere lo scioglimento del contratto, se rendono inabitabile parte dell'alloggio).

Quanto agli oneri accessori, ai sensi dell'art. 9, co.1 e 2, L. 392/1978, l'affittuario deve pagare salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni.


Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore.


Le spese di registrazione sono dovute, salvo patto contrario, da entrambe le parti (v. art. 8, L. 392/1978).

Quanto al canone, oggetto di buona parte delle controversie, ai sensi dell'art. 1587, c.c., co.1, n. 2, l'affittuario è tenuto a pagare il canone nei termini pattuiti, rischiando altrimenti lo sfratto e le altre conseguenze previste dalla legge per l'inadempimento del conduttore.

riproduzione riservata
Articolo: Locazioni: i doveri dell'affittuario
Valutazione: 3.80 / 6 basato su 5 voti.

Locazioni: i doveri dell'affittuario: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.743 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Locazioni: i doveri dell'affittuario che potrebbero interessarti


Diritti dell'affittuario

Affittare casa - Il contratto per la locazione di un immobile a uso abitativo comporta per l'affittuario l'assunzione di alcuni diritti legati al godimento e all'uso convenuto del bene.

Cosa fare prima di affittare un immobile

Affittare casa - In questo articolo vedremo quali sono tutti i documenti e gli altri aspetti che il proprietario deve controllare prima di concedere un immobile in affitto.

Contratto d'affitto per studenti

Affittare casa - Per porre rimedio al malcostume degli affitti in nero agli studenti, è stata creata una forma specifica di contratto di locazione, pensato per le loro esigenze.

Contratto turistico di locazione

Casa vacanze - Il contratto turistico di locazione salvaguarda e tutela il proprietario di un immobile e l'affittuario, da truffe, contenziosi legali e spiacevoli inconvenienti.

Assicurazione per affitto

Affittare casa - Ci sono diversi modi per tutelarsi da un affittuario insolvente, tra cui la stipula di un'apposita polizza. Ma esistono anche delle polizze pensate per gli inquilini.

Contratto di locazione ad uso foresteria

Affittare casa - Il contratto di locazione ad uso foresteria prevede che una società di capitali prenda in affitto un immobile da destinare ai suoi dipendenti, collaboratori o soci.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Locazione degli immobili

Normative - Come sottoscrivere il contratto di locazione di un immobile, prestando attenzione alle norme vigenti in materia ed ai contenuti contrattuali sull'uso dell'immobile.

Manutenzione periodica della caldaia con IVA al 10%

Impianti di riscaldamento - La manutenzione periodica (annuale) delle caldaie e degli impianti di riscaldamento sia ad uso esclusivo o condominiale viene assoggettata all'IVA agevolata al 10%.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fabriziolepiscopo
Avrei una richiesta di informazioni in merito alle detrazioni fiscali su ristrutturazione immobile. Trovandomi in una casistica particolare, non ho trovato una risposta esaudiente...
fabriziolepiscopo 17 Settembre 2020 ore 19:34 1
Img barbarafranzoni
Buongiorno. Sono in affitto dal 2009 con contratto 4+4 regolarmente rinnovato. A gennaio il proprietario mi ha mandato una raccomandata dicendo che entro il 31 luglio dovrò...
barbarafranzoni 23 Luglio 2020 ore 16:33 7
Img francina79
Buongiorno, vorrei un parere su una proposta di affitto che mi è stata fatta. La casa che mi interessa ha bisogno di interventi di ristrutturazione visto che è...
francina79 01 Febbraio 2020 ore 08:48 4
Img cate77
Salve, sono affittuaria da 6 anni, pago sempre puntualmente le bollette e utenze. Ho riscontrato il problema che l'acqua esce dal tubo del bagno che è collegato con la...
cate77 07 Gennaio 2020 ore 12:50 2
Img cicci73
Buona sera, ho appena preso una casa in affitto, lo scaldabagno non è funzionante e l'amministratrice dice che non è di sua competenza perché fornisce solo...
cicci73 23 Dicembre 2019 ore 09:29 4