Come lisciare il legno con precisione

NEWS DI Bricolage legno14 Aprile 2015 ore 00:51
Per un risultato davvero soddisfacente, la lisciatura del legno si basa su diversi passaggi, da eseguire con estrema precisione e cura per i dettagli: ecco una guida.

Lisciare il legno


Lisciare il legno Il grado di finitura di un elaborato in legno può essere molto vario. Esso dipende, soprattutto, dal tipo di legno impiegato e da come è stato lavorato. Una finitura è tanto più fine quanto più il mezzo abrasivo è raffinato.
Ma una buona lisciatura non si ottiene al primo colpo. Si tratta di un lavoro graduale, che si sviluppa in varie fasi, in cui si usano abrasivi diversi.

La prima è quella della sgrossatura, poi si passa alla lisciatura e quindi alla finitura. In questa fase la qualità del legno è fondamentale per ottenere un risultato di buon livello, che garantisca la massima precisione.


La sgrossatura


La sgrossatura consiste, in genere, nello spianare o sagomare ulteriormente il legno per mezzo di una raspa a denti fini. La si esegue, preferibilmente, lungo le linee di taglio. Per una buona asportazione di materiale è possibile impiegare una particolare mola a lamelle abrasive azionata col trapano, oppure con un cilindro levigatore, ricoperto di abrasivo, che lavora particolarmente bene su parti sagomate.

Lisciare il legno con platorelloPer asportare parti consistenti di legno e dare una finitura accettabile, potete anche impiegare una pialla o una lima raspa.

Questi attrezzi sono utilissimi ma bisogna fare una certa pratica per usarli convenientemente, selezionando di volta in volta l'attrezzo più indicato in base alle caratteristiche del legno e alla lavorazione che si deve eseguire.

Sulle superfici maggiori di tavole e pannelli la sgrossatura si effettua con il platorello dotato di tela abrasiva, azionato con il trapano.

Il platorello deve essere passato sul legno con mano leggera, in quanto è in grado di asportare molto materiale. Lavorate per breve tempo con la raspa o col platorello, per passare poi a rifiniture più delicate. Questa fase non è meno importante di quelle a maggiore precisione: se si commettono errori, si rischia di compromettere l'intera lavorazione successiva.


Eliminare la resina


Asportate dal legno, su cui intendete lavorare, qualsiasi traccia di resina con uno straccio imbevuto di trielina per non compromettere la lisciatura. Infatti la resina impasta rapidamente qualsiasi abrasivo e ne annulla le capacità leviganti.


La piallatura


Nella finitura del legno entra a buon titolo anche la tradizionale pialla.

Questo attrezzo, oltre a essere protagonista nella lavorazione vera e propria, sagomando il legno, è anche in grado di realizzare un'ottima spianatura, che va solo minimamente rifinita. Per piallare, poggiate la parte anteriore della suola della lama sul pezzo da lavorare e spingete in avanti con decisione.

La pressione deve essere esercitata sull'impugnatura anteriore mentre, a fine passata, deve essere spostata su quella posteriore. Dato che si asporta del legno le misure del pezzo finito vanno ben studiate.


Pulizia e lisciatura


Quando la levigatura è stata effettuata potete passare alla fase della lisciatura (solamente se il legno è duro). Dovete prima procedere ad una accurata pulizia della superficie con uno straccio umido. Per una lisciatura di ottimo livello passate sul legno, delicatamente e a lungo, una paglietta d'acciaio di tipo extrafine (si trova nei negozi specializzati).

Il movimento deve essere lento e sempre lungo la fibra. Non si deve premere troppo. Questo lavoro può essere ripetuto più volte intervallandolo dall'asportazione del polverino.


Rifinire con la carta vetro


La carta vetro (o carta abrasiva) è costituita da un supporto di robusta carta (ma c'è anche la versione su tela) su cui, tramite appositi adesivi, è applicato l'abrasivo in granuli. A seconda della grossolanità di tali granuli l'abrasivo è più o meno efficace ed il suo grado di finitura è diverso. Tale proprietà abrasiva è indicata da un numero progressivo (da 40 a 400): più è alto il numero e più è fine l'azione della carta vetro.

Lisciare con la carta vetroLa carta vetro si aziona a mano: su superfici piane e ampie l'abrasivo può essere applicato su una bietta manuale. Dopo alcuni passaggi con abrasivo a grana grossa (N. 60 -100) si passa a una grana più fine.

La scelta della grana, dunque, si deve basare sulle caratteristiche del legno e sul livello di precisione che è necessario ottenere tramite l'utilizzo di questo versatile strumento.

Come per ogni utensile per la lisciatura del legno, anche quando si lavora con la carta vetro è importante ricordare che si può porre rimedio ad una finitura non abbastanza decisa, ma che è molto difficile, spesso impossibile rimediare ad un intervento troppo profondo e che ha causato l'asportazione di una quantità eccessiva di materiale.


Il Primo sito sul Fai da te



riproduzione riservata
Articolo: Lisciare il legno
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Lisciare il legno: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Lisciare il legno che potrebbero interessarti
Piallare, fresare e lisciare il legno

Piallare, fresare e lisciare il legno

Bricolage legno - Per interventi di fai da te di precisione, spesso è necessario modificare la superficie del legno e renderla liscia: questo è possibile grazie a strumenti specifici.
Strumenti per lisciare il legno

Strumenti per lisciare il legno

Bricolage legno - Per una levigatura del legno precisa e dal risultato professionale può essere necessario eseguire il lavoro in diverse fasi e con più strumenti: ecco come selezionarli.
Levigatura del parquet

Levigatura del parquet

Ristrutturazione - L'intervento di levigatura del parquet permette di riportare anche il pavimento piu' rovinato e usurato al suo splendore originario.

Pialla e levigatrice

Bricolage legno - Pialla e levigatrice sono strumenti che possono facilitare la lavorazione del legno e permettere la semplice realizzazione di molti interventi di fa te.

Impregnare il legno di casa

Fai da te - Porte, finestre, mobili ed oggetti di legno presenti in casa, nel periodo tra primavera ed estate, possono essere trattati con impregnanti per allungarne la vita.

Sistemazione cassetti rovinati

Fai da te - Quando un vecchio cassetto è rovinato sul fondo o negli angoli, bastano poche mosse per ripristinare funizonalità ed estetica, senza dover sostituire il mobile.

Seghetto alternativo

Bricolage legno - Il seghetto alternativo è uno strumento importante per la finitura di oggetti e superfici in legno: ecco come scegliere i modelli più adatti a seconda dell'uso.

Collanti per piastrelle e materiali per sottofondi

Progettazione - Il settore edilizio che riguarda la posa di piastrelle e di massetti sottopavimenti, si compone di prodotti in grado di soddisfare varie esigenze applicative.

Intaglio

Fai da te - Lavorazione del legno
REGISTRATI COME UTENTE
295.399 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Levigare parquet
    Levigare parquet...
    20.00
  • Infissi in alluminio e legno
    Infissi in alluminio e legno...
    330.00
  • Posa gres-porcellanato effetto legno
    Posa gres-porcellanato effetto...
    30.00
  • finestra Sinthesi in legno-alluminio
    Finestra sinthesi in...
    350.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.