Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Come effettuare un corretto isolamento termico del sottotetto

Alcune indicazioni pratiche su come realizzare l'isolamento termico dei sottotetti, con un riferimento particolare ad alcuni materiali ecologici di facile impiego.
- NEWS Sottotetto

Pensare al comfort domestico riducendo i consumi energetici


La permanenza prolungata in casa per pandemia, ha creato senz'altro molti problemi di carattere sociale, lavorativo, educativo, ma ha anche permesso di soffermarci con più attenzione su alcuni aspetti del vivere quotidiano, mai affrontati in precedenza.

Uno di questi è rappresentato dall'esame della propria abitazione, o meglio, da come si vive all'interno di essa, con riferimento particolare all'articolazione degli spazi e del comfort interno.

Permanenza forzata in casa occasione per migliorare
Quest'ultimo aspetto, spesso ha evidenziato problematiche relative ad alcune carenze la cui soluzione, in precedenza, è stata sempre rimandata per diversi motivi.


Isolamento termico sottotetto non abitabile

Isolamento termico sottotetto non abitabile

Isolamento termico sottotetto non abitabile
Isolamento sottotetto dall'esterno

Isolamento sottotetto dall'esterno

Isolamento sottotetto dall'esterno
Isolamento termico sottotetti: insufflaggio cellulosa dall'esterno

Isolamento termico sottotetti: insufflaggio cellulosa dall'esterno

Isolamento termico sottotetti: insufflaggio cellulosa dall'esterno
Isolamento termico sottotetti: materassino di lana di pecora Artemestieri

Isolamento termico sottotetti: materassino di lana di pecora Artemestieri

Isolamento termico sottotetti: materassino di lana di pecora Artemestieri
Tetti di nuova costruzione isolati termicamente

Tetti di nuova costruzione isolati termicamente

Tetti di nuova costruzione isolati termicamente

Tra le problematiche in questione, il tema di come la nostra casa riesca a mantenere al suo interno un comfort abitativo in tutti gli ambienti è abbastanza ricorrente.

Specialmente da quando il Governo ha reso disponibili alcune forme di contributo per venire incontro a chi voglia affrontare il problema con un occhio al contenimento dei consumi energetici.


Coibentare ogni parte dell'involcro edilizio


È ormai diventata convinzione comune il fatto che con il cappotto termico finalmente si potranno risolvere tutti i problemi legati all'isolamento termico e ottenere così un ottimale comfort interno.

Tale considerazione verte sul convincimento che in tal modo il freddo esterno non entrerà più in casa, rendendo così l'ambiente domestico più confortevole.


Questa convinzione, purtroppo parte da un principio sbagliato, in quanto, per risolvere il problema totalmente è necessario evitare che l'aria calda interna vada via attraverso le diverse parti di cui è composto un edificio.

Tali parti sono costituite da pareti perimetrali, infissi, terrazzi scoperti, locali non riscaldati come garage, cantinole, seminterrati, coperture.

Ognuna delle citate parti, se non opportunamente isolate, contribuisce a sottrarre comfort interno, in misura differente, in relazione alle sue dimensioni, alle sue caratteristiche termiche, alla sua disposizione e orientamento, ecc.


Intervenire sulle parti più disperdenti


Prendendo come riferimento una costruzione costituita da piano seminterrato, piano rialzato con soprastante sottotetto, abitabile o non abitabile, enon adeguatamente coibentata, è facile rilevare come la dispersione del calore avvenga in maniera più elevata spesso proprio dal tetto.

Quindi, appare evidente come, realizzando in questo caso solamente il cappotto termico, relativo alle pareti perimetrali, non si risolverebbe il problema delle dispersioni totalmente.

Predominanza di tetti  a falde nel paesaggio urbano
Tralasciando
gli interventi relativi a nuove costruzioni, per i quali in seguito, conto di realizzare altri articoli in merito, voglio soffermarmi sulle modalità d'intervento di isolamento delle coperture esistenti.

I tetti a falde inclinate, rappresentano la maggior parte di quelli presenti su tutto il territorio nazionale.
Pertanto, mi sembra logico, in questa breve trattazione, dare la precedenza agli interventi di isolamento a essi relativi.

Tali coperture, sono la parte soprastante di ambienti che possono essere abitabili e non. In virtù della situazione abitativa, va progettato un intervento idoneo di isolamento termico.


Sottotetti: come isolarli con semplici interventi


I sottotetti non abitabili, che in origine venivano costruiti per diverse esigenze, specialmente nel mondo agricolo, non hanno mai contribuito a ridurre i consumi energetici, in maniera significativa.

Infatti, questi, essendo dei locali non riscaldati, sottraggono calore dagli ambienti sottostanti, a danno dei consumi energetici.

Il modo migliore per isolarli, senza spreco, è quello di coibentarli mediante materiali isolanti posati sulla pavimentazione esistente.

Isolamento termico dall'interno con materassino in lana di pecora
Volendo impiegare materiali naturali di facile applicazione, possiamo ricorrere a dei veri e propri materassini isolanti costituiti da lana di pecora, la cui posa in opera si riduce a stendere l'isolante, come fosse un tappeto, sul pavimento della sottotetto.
Così si ottiene un buon isolamento dei locali sottostanti sia nel periodo invernale sia in quello estivo.

Lo spessore occorrente per ottenere un isolamento ottimale è di circa 12 cm., ma tale parametro dovrà scaturire da un calcolo rigoroso delle dispersioni.
In ogni caso, già con spessori minori è possibile ottenere delle significative riduzioni di dispersione di calore dai locali sottostanti.


L'importanza di riflettere il calore


Si può migliorare ulteriormente la prestazione estiva, posando un telo traspirante e riflettente tra intradosso del tetto e l'isolante impiegato.
La sua funzione sarà quella di respingere i raggi infrarossi e quindi il calore proveniente dal tetto surriscaldato dal sole.

I vantaggi derivanti dall'impiego di tale materiale ecologico, sono diversi, tenendo conto del fatto che esso è privo di sostanze tossiche e pertanto impiegabile senza il rischio di dispersioni tossiche nell'ambiente.

Insufflaggio cellulosa sottotetto dall'interno Ditta Insolo.it
Nei sottotetti non abitabili in cui si accede di rado, come quelli adibiti a semplice camera d'aria, tale sistema è ottimale, anche perchè nel caso dovesse essere necessario accedere al sottotetto, i materassini di lana, sono calpestabili.

Insufflaggio cellulosa dall'esterno di un sottotetto inaccessibile
Un altro sistema green per isolare il sottotetto è rappresentato dall' insufflaggio di materiali come la fibra di cellulosa.
Parliamo di un materiale biocompatibile che si ottiene da materiali riciclati costituiti principalmente da carta di scarto, giornali, ecc.

Per avere un prodotto stabile nel tempo, inattaccabile da muffe, parassiti e roditori, ai trucioli di carta vengono aggiunti dei sali speciali.


Interventi di isolamento pratici, veloci e di immediato effetto


Il vantaggio della tecnica dell'insufflaggio, è rappresentato dalla praticità, economicità velocità e uniformità dell'intervento, in quanto il materiale isolante viene distribuito, grazie all'azione di insuflaggio, in ogni angolo del sottotetto, anche non facilmente raggiungibile.

Isolamento pavimentazione sottotetto mediante insufflaggio di poliuretano espanso Ditta EdillChimento
Altro sistema di veloce applicazione per isolare un sottotetto non abitabile è rappresentato dall'insuflaggio di poliuretano espanso, che ha il grande vantaggio di essere insensibile alla presenza di acqua o umidità in genere, cosa che gli consente di mantenere nel tempo il suo potere isolante.

Grazie alla forte pressione con cui il poliuretano viene applicato, è possibile coibentare in maniera uniforme e definitiva ogni parte del sottotetto, abbattendo così ogni elemento disperdente.

Una volta applicato, il poliuretano diventa rigido, non incide sul peso del solaio, può essere calpestato e grazie alla sua caratteristica di essere autoestinguente, può essere applicato con tranquillità anche nelle costruzioni in legno.


Sottotetti abitabili isolarli senza alterarne i requisiti urbanistici


L'isolamento dei sottotetti abitabili, comporta maggiori problematiche da risolvere, in virtù di diversi aspetti, come l'altezza interna, il tipo di solaio di copertura, i materiali impiegati per eventuale isolamento già eseguito al momento della realizzazione, ecc.

Quando il sottotetto, risulta non sufficientemente coibentato, prima di procedere con soluzioni fai da te, prive di alcun conforto scientifico, consiglio di far effettuare da tecnico del settore, una accurata valutazione del grado di isolamento da ottenere.

Progetto preliminare isolamento termico sottotetto
Il progetto di isolamento termico dovrà mettere in evidenza le situazioni ante opera e i miglioramenti dal punto di vista termico che si intendono raggiungere a intervento realizzato, con i relativi costi.

Quando l'altezza interna lo consente, è possibile applicare sull'intradosso del solaio inclinato, un cappotto interno, le cui caratteristiche devono scaturire dal progetto citato.


Un esempio di coibentazione del tetto di facile realizzazione


Giusto per dare qualche esempio di intervento pratico, riferendomi all'applicazione di materiali ecologici come la lana di pecora, un buon isolamento si può realizzare creando un controsoffitto, in legno o cartongesso, nel quale viene inserito il materassino di isolante, con uno spessore non minore di 12 cm.

Restando sempre nelle applicazioni di carattere green, è possibile sostituire i pannelli di lana di pecora con lastre di sughero, facilmente reperibili in commercio, con spessori compresi tra 1 e 10 cm.
Pannelli di sughero di diverso spessore per isolamento termico
Il grado di isolamento richiesto si può facilmente raggiungere aumentando il numero di strati di sughero, compatibilmente con il rispetto delle altezze interne.

Onde evitare la penetrazione dell'onda termica all'interno nel periodo estivo, sarà bene posizionare tra intradosso del solaio inclinato e pannello isolante un idoneo telo riflettente al fine di aumentare lo sfasamento, ossia il tempo che impiega l'onda termica per fluire dall'esterno all'interno attraverso un materiale edile.


L'importanza della scelta dei materiali isolanti


Generalmente 12 ore di sfasamento sono in grado di consentire un buon comfort interno, nella maggior parte delle sistuazioni.

Il telo riflettente traspirante, trova applicazione anche nelle nuove realizzazioni.
Ess,o posto in opera verso l'esterno della copertura, prima del manto finale, consente di respingere circa l'80% dei raggi infrarossi, principali conduttori di calore per irraggiamento, attraverso i vari materiali isolanti.

L'impiego di teli riflettenti traspiranti utile per abbattere il calore esterno
In tal modo, si riduce la quantità di calore sprigionato dal manto di copertura, con conseguente miglioramento della temperatura superficiale dello strato isolante interno.

In conclusione di questa breve trattazione sull'isolamento dei sottotetti, voglio richiamare l'attenzione del lettore sul rispetto delle altezze interne nei locali coperti a falde inclinate, da mantenere a seguito dell'intervento di isolamento termico, nei limiti previsti dai regolamenti comunali e nazionali, al fine di non incorrere nel rischio di perdere i requisiti di abitabilità.

riproduzione riservata
Articolo: Isolamento termico del sottotetto
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Isolamento termico del sottotetto: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.059 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Isolamento termico del sottotetto che potrebbero interessarti


Isolare un sottotetto non abitabile

Isolamento termico - Per risparmiare sulla spesa del riscaldamento è fondamentale coibentare l'involucro, ma le tecniche per isolare il sottotetto sono differenti a seconda dei casi.

Detrazioni 65% e 50% per recupero di sottotetto

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali lavori eseguiti per il recupero di un sottotetto possono beneficiare della detrazione sul risparmio energetico (65%) o per le ristrutturazioni edilizie (50%)?

Enea chiarisce utilizzo del Superbonus per la coibentazione del tetto

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Come beneficiare della misura agevolativa del Superbonus in caso di coibentazione del tetto e cos'è previsto nell’ipotesi di lavori conclusi in maniera parziale

Approfondimento detrazioni sottotetto

Normative - Quali sono le condizioni per accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie in caso di opere di recupero di un sottotetto a fini abitativi?

Isolare coperture di sottotetti e mansarde con il minimo ingombro

Tetti e coperture - Per isolare le coperture di mansarde e sottotetti, esistono delle soluzioni dal mininimo ingombro e dalla massima efficienza: si tratta dei pannelli sottocoppo.

Guardaroba in sottotetto: progetto e foto della realizzazione

Sottotetto - Ridare vita a un sottotetto: ristrutturazione e arredamento finalizzati a ricavare un armadio guardaroba, una parete attrezzata e una armadiatura contenitiva.

Regione Abruzzo: recupero abitativo sottotetti esistenti

Leggi e Normative Tecniche - Regione Abruzzo: approvata la legge che consente il recupero dei sottotetti esistenti a fini residenziali.

Come può essere utilizzato il sottotetto?

Parti comuni - Il sottotetto, se di proprietà condominiale, può essere utilizzato da ogni condomino a proprio piacimento purché ciò non leda il pari diritto dei suoi vicini.

Sottotetto in condominio, come capire di chi è?

Parti comuni - Come valutare a chi appartiene il sottotetto in un edificio in condominio se gli atti di acquisto o il regolamento contrattuale non specificano nulla in merito?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img torecanna
Buongiorno a tutti,ho acquistato una casetta indipendente da circa 4 mesi, l'immobile è su un unico livello, vi è un sottotetto non accessibile né...
torecanna 10 Agosto 2021 ore 08:17 1
Img barategites
Ciao, sto solo cercando un po' di aiuto per isolare due pareti.Sono nel Regno Unito e vivo in una casa di 200 anni fatta di solidi muri di pietra di 30 cm.Quindi, come puoi...
barategites 17 Luglio 2021 ore 17:45 1
Img oxigen
Vorrei migliorare l'isolamento termico alla mia casa cosi costruita nell'anno 1973. Il tetto è in legno con tegole e tabelle non isolate, i muri sono fatti esterni con...
oxigen 17 Luglio 2021 ore 17:35 10
Img pelvix
Salve,sto rifacendo integralmente il tetto di casa (coibentato e areato): il sottotetto è a vista (c'è una mansarda abitabile) e mi è stato realizzato con...
pelvix 28 Giugno 2021 ore 16:01 11
Img flavio rossetto
Buongiorno, sono nuovo quindi abbiate pietà se dico qualche castroneria.Stiamo costruendo casa nuova ed è il momento di scegliere gli infissi.Contesto: Stiamo...
flavio rossetto 09 Giugno 2021 ore 09:51 1