• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Infiltrazioni d'acqua dal soffitto: indagini per individuarle

Individuare le cause di infiltrazione in un soffitto, mediante l'impiego di adeguate tecniche diagnostiche non invasive capaci di evidenziarle con precisione.
Pubblicato il

Infiltrazioni acqua, causa di danni per l'edilizia


I problemi legati alle infiltrazioni d'acqua sono all'ordine del giorno.

Essa, infatti, è la responsabile della maggior parte delle patologie edili, per cui gli edifici di ogni tipologia strutturale non sono esenti dalle criticità derivanti da tali fenomeni.

Manifestazione di una infiltrazione d'acqua in un soffittoManifestazione di infiltrazioni acqua soffitto

Le infiltrazioni acqua più comuni, sono quelle conseguenti a difetti di costruzione, errata progettazione e cattiva manutenzione, difetti di impermeabilizzazione.

A causa della difficoltà di individuare con precisione, il punto di infiltrazione originario, la ricerca delle cause di un fenomeno infiltrativo è molto complessa se eseguita senza esperienza e mezzi diagnostici particolari.

A causa di un approccio operativo non corretto in tale ricerca, spesso si creano più danni di quelli prodotti dal fenomeno in se.


Errori da non commettere


L'errore più frequente che si commette in tali esperienze, è pensare che il fenomeno infiltrativo sia localizzato in corrispondenza di una macchia presente in un soffitto o su una muratura, con una conseguenza di causa effetto.

Purtroppo nella maggior parte dei casi ciò non avviene, anzi, indagini accurate svolte da tecnici preparati in materia, dotati di strumentazioni diagnostiche adeguate, dimostrano il contrario.

Copiosa infiltrazione in un soffitto con formazione successiva di muffeCopiosa infiltrazione acqua soffitto, con formazione successiva di muffe

Infatti, un'infiltrazione avente origine in corrispondenza di un torrino scala, può manifestare la sua presenza magari nella parete a piano terra di un edificio a tre piani.

Agli occhi di un utente non esperto in materia, ciò sembra assurdo, ma posso assicurare che tali eventi sono ampiamente documentati da una infinità di casi, alcuni dei quali, affrontati dallo scrivente.

Tra le infiltrazioni più ricorrenti, quelle che si manifestano nei soffitti, specialmente sotto i solai costituenti la copertura di un edificio, sono le più comuni.

Terrazzo con presenza di pavimentazione deteriorataTerrazzo con presenza di pavimentazione deteriorata a causa dell'acqua

Tali manifestazioni, sono dovute a un numero elevato di cause, per cui elencarle tutte in questa sede diventa impossibile. Pertanto mi limiterò a esaminare quelle di più facile individuazione, anche da parte di chi non ha una grande esperienza in materia.

Come già accennavo in precedenza, la comparsa di una macchia annunziatrice di una infiltrazione, non è legata in maniera diretta all'azione infiltrativa, per cui prima di fare conclusioni affrettate, è bene svolgere una serie di indagini visive, alla ricerca del più probabile punto di infiltrazione.


Come riconoscere le infiltrazioni d'acqua


Andando a ispezionare ad esempio un terrazzo piano, possiamo trovarci di fronte diverse situazioni sospette, che spesso vengono trascurate, andando alla ricerca di chissà quale evento di ammaloramento evidente.

Così facendo si trascurano i particolari più comuni, come quelli che di seguito illustro.

Spesso sui terrazzi piani, il manto impermeabile è costituito da una guaina bituminosa, che può presentare diversi segnali di ammaloramento, dovuti a una cattiva manutenzione o a una posa in opera non corretta o entrambe.

Terrazzo asfaltato con presenza di diversi difetti di sigillaturaTerrazzo asfaltato con presenza di diversi difetti di sigillatura

Il primo segnale di deterioramento, è costituito da microcavillature, distacchi dei risvolti perimetrali dalle pareti confinanti, presenza di minuscola vegetazione tra gli interstizi, rigonfiamenti, ecc.

Oltre a tali segnali, occorre fare attenzione alla presenza di soglie posate sul terrazzo a delimitazione di due aree, un esempio è rappresentato dalla soglia che delimita il vano torrino scala dal manto asfaltato del terrazzo.


Altri elementi da osservare, sono rappresentati da tutte le parti infisse all'interno del terrazzo come paletti per la luce, antenne, cavi elettrici, gazebi avvitati, scossaline, pozzetti scarico acque piovane, ecc.

Terrazzo con presenza di salti di quota tra le superfici a verde e quelle calpestabiliTerrazzo con presenza di salti di quota tra le superfici a verde e quelle calpestabili

Dopo aver ispezionato con attenzione la superficie sospettata di essere il punto di partenza dell'infiltrazione, possono palesarsi alcuni indizi, che potrebbero rappresentare il possibile punto di partenza dell'infiltrazione.

Tale circostanza difficilmente ricorre, specialmente se l'acqua che si è infiltrata al di sotto del manto impermeabile, se n'è andata in giro, arrivando anche in posti impensati.


Infiltrazioni acqua: evitare interventi inadeguati


A questo punto ci si chiede come procedere.

La prima risposta che va data è di non procedere col metodo fai da te o chiamando il cugino che ne capisce o cose simili, in quanto nel 99% dei casi non si arriva a individuare la causa con precisione.

Guaina alterata con accumulo di acqua Guaina alterata con accumulo di acqua

Altro cosa da evitare è sovrapporre altra guaina laddove ci sembra possa essersi deteriorata quella esistente, oppure cominciare a rimuovere a campione le parti più compromesse.

Se l'acqua si è infiltrata sotto la guaina, purtroppo non potendo evaporare, resta al suo posto e quando può, cerca di evadere, infiltrandosi in tutte le incrinature del massetto sottostante, iniziando così un viaggio, la cui destinazione è di difficile previsione.


Indagini non invasive, più accurate e precise


Tanto premesso, ci si rende conto che occorre procedere con una indagine quanto meno invasiva e più precisa possibile, impiegando competenze e strumentazioni adeguate, in rapporto alla gravità del danno.

Un mezzo di grande ausilio non invasivo, mediante il quale è possibile avere un quadro completo della situazione, è rappresentato dall'indagine termografica, eseguita con termocamera a infrarossi,

Perdita idrica con infiltrazione dello scarico pluvialePerdita idrica con infiltrazione dello scarico pluviale

L'impiego di tale mezzo diagnostico è agevolato dal fatto che l'acqua intrappolata al di sotto della guaina, non potendo evaporare, mantiene il calore per lungo tempo, grazie alla sua capacità termica.

Pertanto, eseguendo un'ispezione termografica preferibilmente molto dopo il tramonto, la sua presenza è rilevabile sotto forma di un'area più calda nelle zone di maggiore accumulo.

Immagine termografica relativa alla infiltrazione prodotta da cattiva sigillatura pluvialeImmagine termografica relativa alla infiltrazione prodotta da cattiva sigillatura pluviale

Oltre a quanto illustrato, l'indagine termografica mette in risalto le eventuali criticità presenti sulle pareti prospettanti le superficie da ispezionare.

Da esse possono derivare infiltrazioni provocate da difetti di sigillatura, distacchi di rivestimenti o di intonaco, umidità interstiziale provocata da chiusure non adeguate, ecc.


Verifiche di quanto rilevato termograficamente


Una volta individuate le probabili cause di infiltrazione, si può procedere con ulteriori indagini utilizzando endoscopi dotati di sonde provviste di telecamere, mediante le quali è possibile con minima invasività, evidenziare e confermare quanto rilevato.

In alcuni casi, si può procedere con degli allagamenti localizzati, al fine di monitorare attraverso diversi termogrammi dell'intradosso del solaio, il processo di infiltrazione in atto.

Liquido tracciante che individua una perditaLiquido tracciante che individua una perdita

Possono essere altresì di aiuto anche i liquidi traccianti, costituiti da sostanze che in soluzione acquosa permettono di mappare il percorso del liquido che attraversa una struttura porosa.

In edilizia questa tecnica viene utilizzata per individuare l'origine o il percorso dell'acqua nella struttura grazie alla loro proprietà di essere rilevabili per effetto del contrasto cromatico.


Macchie sospette senza cause infiltrative


La comparsa di una macchia nel soffitto, non sempre può rappresentare la presenza di una infiltrazione di acqua in fase attiva, ma può essere provocata da umidità igroscopica, ossia umidità derivante dal vapore acqueo contenuto nell'aria che si trasferisce sulle superfici e sui supporti porosi.

Umidità igroscopica in assenza di infiltrazioni attiveUmidità igroscopica in assenza di infiltrazioni attive

La ricerca delle reali cause di infiltrazione è importante anche al fine di quantizzare il danno e assegnarne l'onere di riparazione a chi detiene la proprietà della parte responsabile dell'infiltrazione.

Ad esempio, nel caso di una impermeabilizzazione mal tenuta che causa una infiltrazione in un condominio, le spese vanno ripartite tra i condomini, se la causa è dovuta a una manomissione dello stato di fatto condominiale. Il risarcimento del danno va imputato a chi lo ha prodotto.


Tenere sotto controllo l'ambiente per evitare criticità


È fondamentale mantenere sotto controllo umidità relativa e temperatura all'interno dell'ambiente abitato.

I valori ottimali di tali fattori consistono nel 50/60% di umidità relativa nel periodo invernale, unitamente a una temperatura tra 18 e 20 °C; superando il valore di 65% di umidità relativa, si possono verificare aumenti dell'assorbimento igroscopico da parte dei materiali edili.

Un termoigrometro di facile consultazione per tenere sotto controllo umidità relativa e temperatura ambiente
Tenere sotto controllo i parametri suddetti, non è una cosa difficile, basta munirsi di un termoigrometro digitale, con il quale rilevare quotidianamente i valori che interessano, apportando gli opportuni correttivi in caso di superamento dei valori sopraindicati.

Arieggiare e riscaldare, sono le azioni principali, per mettersi al riparo dalle conseguenze dei fenomeni descritti, sotto forma di muffe e condense dannose per la salute di chi abita all'interno dei locali interessati.

riproduzione riservata
Infiltrazioni acqua soffitto come individuarle
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.619 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img andreix
Salve, a tutti avevo gia scritto tempo fa per un problema di umidità.Ho notato che lumidità sul muro aumenta bruscamente quando piove.Dalla parte esterna si vede che...
andreix 26 Gennaio 2024 ore 11:24 1
Img felix sima
Buongiorno.Alcune delle finestre del mio appartamento hanno un bel po di problemi:1. hanno dei spifferi2. raccolgono acqua3. hanno fisure esterne, fra muro e l'infissoScusate, mi...
felix sima 11 Novembre 2023 ore 15:20 7
Img paci85
Buonasera, ho bisogno di un suggerimento. A causa di una prolungata copiosa infiltrazione d'acqua proveniente dal piano superiore, il controsoffitto in cartongesso della mia...
paci85 11 Novembre 2023 ore 14:41 2
Img lutex
Buon giorno,abito al primo piano di un condominio ed ho un terrazzo ad uso esclusivo. Al piano terra ci sono due appartamenti, entrambi hanno una camera che fisicamente è...
lutex 10 Novembre 2023 ore 14:39 5
Img andreix
Salve a tutti,Ho da poco messo persiane in alluminio però la facciata non essendo perfettamente pari essendo una casa vecchia non ha fatto aderire perfettamente il telaio...
andreix 04 Novembre 2023 ore 11:07 2