Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

I rifiuti? Passano sottoterra!

La maggiore sensibilità alle tematiche ambientali si manifesta anche nella diffusione dei sistemi di raccolta sotterranei dei rifiuti, installati nelle vie cittadine.
- NEWS Impianti rinnovabili
Barra Progettazione Online

La questione dei rifiuti


rifiuti sotterraneiIl problema dei rifiuti è quanto mai attuale in un'epoca in cui l'equilibrio tra uomo e natura sembra sempre più precario: l'attenzione alle emissioni nocive, l'adozione di accorgimenti per la riduzione e il controllo dei consumi, il riciclo dei materiali sono solo alcune delle azioni resesi necessarie al fine di preservare il pianeta.

Per quanto riguarda i rifiuti, veniamo da decenni in cui è stata posta scarsissima attenzione alla produzione, alla destinazione, al riciclo degli stessi: per molto tempo, gli scarti delle industrie e della nostra vita domestica sono stati trasportati in discarica, indistintamente, senza operare una selezione tra materiali organici, riciclabili o pericolosi per l'uomo e l'ambiente.

Da alcuni anni, però, seguendo l'esempio di città e comuni virtuosi, si è andato diffondendo il concetto di raccolta differenziata che prevede, attraverso una maggiore attenzione del cittadino, una differenziazione, appunto, dei rifiuti: organico, materiali plastici, vetro, metallo, carta e indifferenziato.
Queste sono le categorie secondo le quali vengono divisi i rifiuti per poi trasportarli negli opportuni centri di raccolta e riciclo; in questo modo, la maggior parte degli scarti prodotti, trova una nuova vita: le bottiglie in vetro vengono riutilizzate, la plastica, sebbene con un ciclo molto dispendioso, viene riciclata, la carta produce nuova carta e l'organico viene riutilizzato, ad esempio, come concime.

I metodi più diffusi per il conferimento sono o porta a porta o mediante cassonetti posizionati in strada. È chiaro che questo secondo metodo può generare una serie di problemi: conferimenti effettuati fuori orario o in maniera sbagliata possono causare mancanze dal punto di vista igienico-sanitario; inoltre i cassonetti costituiscono, spesso, un elemento esteticamente brutto da vedere.
Come è possibile, allora, risolvere questo problema?


Passaggio sotterraneo dei rifiuti



Da una diecina di anni molte città, soprattutto nel Nord Europa e oltre Oceano, hanno attuato politiche volte all'eliminazione totale dei rifiuti su strada: Zero Waste, famosissimo programma adottato da San Francisco, mostra come sia possibile, anche in una grande città, gestire i rifiuti in maniera intelligente. Le azioni che lo caratterizzano vanno dalla diminuzione della quantità dei rifiuti prodotti, al riciclo, allo studio di metodologie sostenibili per il conferimento, trasporto e smaltimento degli stessi.

Sull'onda del successo di questo programma molte città europee e nella stessa Italia hanno promosso azioni similari: tra queste l'adozione di cassonetti per il conferimento dei rifiuti sotterranei. Essi costituiscono una vera e propria isola ecologica invisibile, costituita da una piattaforma sopra la quale è installata una torretta di conferimento dove gettare il rifiuto; esso sarà riposto entro un contenitore interrato posto al di sotto della piattaforma stessa, caratterizzata da una movimentazione manuale o automatica.
In questo modo, oltre ad eliminare gli antiestetici bidoni si evita la diffusione dei cattivi odori, in quanto il rifiuto, fino all'arrivo dei macchinari atti al recupero, non viene estratto dal sottosuolo.

cassonetti rifiuti sottoterra nordengineeringSe si vuole dare uno sguardo al funzionamento o ad esempi di installazione in Italia e non solo, è possibile visitare il sito dell'azienda Nordengineering che lavora per diverse società e comuni interessati ad una politica di sostenibilità ambientale.

Oltre a questa prima evoluzione nel concetto di conferimento dei rifiuti, è stato compiuto un ulteriore passo in avanti: per limitare i tragitti o eliminare quasi totalmente la presenza dei mezzi atti al trasporto degli stessi dal luogo di conferimento alla discarica, è stato realizzato un sistema di conferimento dei rifiuti sotterraneo dotato di meccanismi di trasporto pneumatico.

Stiamo parlando del sistema AWS, Automatic Waste System prodotto da Oppent: i rifiuti vengono movimentati con delle turbine in una rete di tubazioni fino ad una zona di raccolta. Una volta arrivati alla centrale, percorrendo anche un tratto lungo 2 km ad una velocità di circa 70 km/h, un ciclone separa l'aria impiegata per il trasporto dai rifiuti, mentre un compattatore ne riduce il volume. Prima di essere rilasciata nell'atmosfera, l'aria presente viene depurata con filtri a carboni attivi e filtri a manica. Una volta arrivati alla centrale, i rifiuti vengono trasportati nel luogo destinato. La centrale può essere interrata o realizzata fuori terra e le sue dimensioni sono correlate al numero di abitazioni da servire e alle frazioni di rifiuto interessate.

cassonetti rifiuti sotterranei oppent
Un esempio di applicazione di questo sistema è dato dalla Torre Eurosky di Roma, premiata con il Real Estate Award – Smart Green Building per l'impiego di innovazioni tecnologiche e soluzioni ecocompatibili: tra questi il trasporto automatizzato dei rifiuti differenziati dai diversi piani della torre a un punto di raccolta centralizzato.
Esso costituisce il primo impianto in Italia per la raccolta pneumatica in ambito residenziale.

riproduzione riservata
I rifiuti? Passano sottoterra!
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

I rifiuti? Passano sottoterra!: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.138 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano I rifiuti? Passano sottoterra! che potrebbero interessarti

Il 18 marzo si celebra la Giornata Mondiale del Riciclo

Idee fai da te - Il 18 marzo si celebra la Giornata Mondiale del Riciclo. Una manifestazione che incentiva la raccolta differenziata, per un'economia circolare a tutela del pianeta

Lavori in casa: Trashpresso, il sistema di riciclo sostenibile e trasportabile

Impianti rinnovabili - Vincitore del World Design Impact Prize, Trashpresso è un incentivo all'upcycling della plastica monouso poiché trasforma i rifiuti in nuovi prodotti utilizzabili

Giornata nazionale del riciclo

Bioedilizia - Il due ottobre arriva in venti piazze d'Italia la Prima Giornata Nazionale del Riciclo e della Raccolta Differenziata di Qualità organizzata dal CONAI e dal Ministero dell'Ambiente.

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, edizione 2021

Pulizia casa - Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: l'edizione 2021, che dal 2009 punta a coinvolgere in maniera attiva i cittadini, si svilupperà con 12.000 azioni

Enzima mangia plastica: una svolta per l'eliminazione dei rifiuti

Impianti rinnovabili - Un team di studiosi del Texas ha creato una variante enzimatica che mangia la plastica. Una scoperta che potrebbe risolvere uno dei problemi ambientali più urgenti

Stop ai cattivi odori dell'umido con Willpy!

Casalinghi - Willpy è stato ideato, brevettato e prodotto da Open59, società benefit italiana che sviluppa e produce prodotti innovativi per migliorare il benessere quotidiano

Ecomondo 2013

Bioedilizia - Sostenibilità ambientale, arte e Green Economy sono stati i protagonisti della diciassettesima Edizione di Ecomondo, dal 6 al 9 novembre a Rimini Fiera.

Normative Regionali sui rifiuti

Normative - Prevenire e ridurre la produzione dei rifiuti, nonche' valorizzarne gli scarti attraverso il recupero, sono azioni regolate dalle legislazioni regionali.

Combustibile dai rifiuti indifferenziati

Impianti - Il Carbonverde è un combustibile che si ricava dai rifiuti indifferenziati ed è in fase di sperimentazione in alcune cementerie.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simonecet
Buongiorno a tutti,ho un cortile con un cancello sulla strada, ma il cancello rientra di 30 cm rispetto al confine di proprietà, di fatto lasciando un angolo di nostra...
simonecet 18 Ottobre 2021 ore 11:54 7
Img anonimo
Mi chiamo Alberto e vorrei avere chiarimenti su una questione che riguarda i rifiuti. Vivo in un condominio e da diversi anni uno dei condomini si occupa di portare fuori i...
anonimo 08 Gennaio 2021 ore 15:19 2
Img dclibra84
Salve, avrei bisogno di una informazione. Se in un computo viene stimato lo smaltimento di un certo quantitativo di mc, ovvero 30 mc, poi nella CILA inizio lavori ne vengono...
dclibra84 07 Gennaio 2021 ore 18:16 3
Img simonecet
Buongiorno,sto in un piccolo cortile e recentemente ho acquistato un monolocale che sta al piano terra esattamente sotto la mia abitazione, e però ha un ingresso...
simonecet 16 Dicembre 2016 ore 12:16 4
Img arkyarky
Sono proprietario di un locale commerciale.Esso è diviso in catasto in due unità, una come categoria C/1 dove attualmente esiste un'attività commerciale,...
arkyarky 27 Luglio 2015 ore 11:32 1