Doppie finestre, rapporti con il comune ed il condominio

NEWS DI Manutenzione condominiale19 Gennaio 2015 ore 19:40
Le doppie finestre non sono manutenzione se prima non c'erano e se gli altri condomini non le hanno. E, comunque, vanno rimosse se violano il regolamento edilizio.

Opere ordinarie, manutenzione e titolo edilizio


finestreIl principio è tratto dalla decisione del Tar Liguria n. 1785 del 3 dicembre 2014. La decisione si riferisce al caso delle doppie finestre, ma, oltre ad affrontare quel tema specifico, consente di trarre conferma in merito ad alcuni punti cardine in materia di opere in condominio , autorizzazioni e regolamenti comunali.

Secondo l'art.6, D.P.R. 380/2001 (T.U. Edilizia), non sono soggetti a titolo abilitativo - fatte comunque salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e le altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica nonchè delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, - tra gli altri, gli interventi di manutenzione ordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera a).

Per opere ordinarie dobbiamo intendere quelle descritte appunto dall'art. 3, stesso testo normativo, per il quale si intendono per interventi di manutenzione ordinaria quelli consistenti in opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Dunque, le opere rientranti in tali definizioni sono esenti da titolo abilitativo. La sentenza del Tar aggiunge a tale definizione di legge, con riferimento al condomino, il concetto di alterazione dell'estetica e del decoro: nel caso specifico, non può trattarsi di opere di manutenzione ordinaria non solo perchè non ci sono le condizioni di cui al Testo Unico, sopra indicate, anche se in sentenza questo aspetto non è menzionato, ma anche perchè gli altri condomini non le hanno e quindi in ciò è implicita l'alterazione dell'estetica.

Si afferma in sentenza che l'apposizione di doppie finestre non può considerarsi nel caso specifico quale manutenzione ordinaria, quindi non abbisognevole di determinazione o domande all'autorità, in quanto non si è andati ad installare o sostituire qualcosa che già c'era, come i serramenti, ma ad apporre una doppia finestra, cosa non comune agli altri appartamenti del condominio, e come tale in grado di modificare l'estetica del fabbricato: ne consegue che quanto posto in essere non può essere qualificato alla stregua di una semplice manutenzione, sì che la censura è infondata.

Con riferimento al condominio la valutazione se si tratti o no di opere di manutenzione comprende dunque la considerazione estetica del resto della struttura condominiale.


Alterazione del decoro e condominio


finestraAd ogni modo, che rientrino o meno nelle opere soggette a titolo abilitativo, tutte le opere devono rispettare il regolamento edilizio, il quale può disporre anche prescrizioni in materia di estetica.

Da un punto di vista condominiale, la questione non cambia: le opere individuali (realizzate nell'unità immobiliare di proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale) devono rispettare sempre il concetto di decoro dello stabile, al di là della qualificazione (se ordinarie o straordinarie) delle dette opere.

La nozione di opere ordinarie non coincide nei due ambiti della normativa condominiale e di quella edilizia: un'opera rientrante nella definizione di opere ordinarie di cui al Testo Unico 380/2001 non lo è necessariamente ai sensi della normativa sul condominio.

Quanto alle opere individuali, la normativa condominale prevede oggi (dopo la riforma sul condominio) che un'opera individuale realizzata sull'unità di proprietà del condomino ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, non può recare danno alle parti comuni ovvero pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio.

In ogni caso, quindi a prescindere da ogni valutazione, il condomino ne deve dare preventiva notizia all' amministratore , il quale ne deve riferire all'assemblea. Va da sè che la prescrizione vale ancora più se l'opera è suscettibile di incidere sull'estetica del condominio alterandone il decoro (art. 1122 c.c.).

Precedentemente alla riforma l'art. 1122 c.c. non menzionava il pregiudizio al decoro, ma solo il danno alle parti comuni. Anche se la giurisprudenza era allineata nell'applicare il concetto di decoro anche alle opere individuali (v. ad es. Cass. n. 1076/2005).

Ad ogni modo, il pregiudizio al decoro ad opera delle parti individuali poteva, allora come oggi, essere tutelato comunque anche in ragione del regolamento condominiale, il quale per legge doveva regolamentare anche questo aspetto delle parti comuni (v. vecchio e nuovo art. 1138, co.1).


Violazione del regolamento edilizio


Dunque, se un'opera non è di manutenzione ordinaria, e tale valutazione in condominio va effettuata alla luce dell'intero edificio, è soggetta a titolo abilitativo. Ad ogni modo, anche se non soggetta a titolo abilitativo, l'opera deve sempre essere conforme alle prescrizioni comunali.

Se non risponde ai dictat del regolamento comunale, non potrà essere autorizzata e, se già realizzata, dovrà essere rimossa.

Dunque, onde evitare inutile dispendio di soldi e tempo, anche nel caso delle doppie finestre, sarà opportuno coinvolgere preventivamente il condominio ed il comune.

riproduzione riservata
Articolo: Doppie finestre, in territorio comunale e in condominio
Valutazione: 3.40 / 6 basato su 5 voti.

Doppie finestre, in territorio comunale e in condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Doppie finestre, in territorio comunale e in condominio che potrebbero interessarti
Sostituzione degli infissi e decoro dell'edificio

Sostituzione degli infissi e decoro dell'edificio

Parti comuni - Gli infissi delle unità immobiliari di proprietà esclusiva in un edificio in condominio, la loro sostituzione e le questioni relative al decoro dello stabile.
Finestre condominiali e spese di manutenzione

Finestre condominiali e spese di manutenzione

Manutenzione condominiale - Le finestre poste sulla facciata dell'edificio sono beni in condominio ed i costi di manutenzione si suddividono tra i condomini secondo i millesimi di proprietà.
Il condizionatore non altera il decoro più dei panni stesi

Il condizionatore non altera il decoro più dei panni stesi

Condominio - Quando parliamo di decoro architettonico siamo soliti riempire i concetti di se, ma ed altre espressioni dubitative.Non si tratta di mettere le mani avanti

Sostituzione infissi in condòmini: come evitare contestazioni?

Liti tra condomini - Quando si sostituiscono gli infissi esterni di un'abitazione in condominio il rischio è sempre quello di una contestazione da parte dei vicini: come affrontarle?

Ristrutturazione appartamento e decoro architettonico dell'edificio

Manutenzione condominiale - In occasione della ristrutturazione di un appartamento spesso vengono apportare delle modifiche alle strutture murarie o agli infissi della stessa deturpando il decoro del condominio.

Alterazione del decoro architettonico e poteri dell'amministratore

Amministratore di condominio - Sie definisce il decoro architettonico come bene comune, a tutti i condomini, costituito dall'insieme degli elementi, linee architettoniche, ecc. l'estetica di un edificio.

Balconi e terrazzi: manutenzione in condominio

Manutenzione condominiale - Quando balconi e terrazzi richiedono una manutenzione questi sono spesso oggetto di discussione nelle riunioni condominiali, e allora come vanno ripartite le spese a seconda dei casi?

Decoro architettonico del condominio

Manutenzione condominiale - Il decoro architettonico di un edificio in condominio è l'insieme delle linee e degli ornamenti che caratterizzano l'estetica dell'edificio, anche se molto semplici.

Controllo del rumore nella stanza

Fai da te - Un fattore estremamente importante per migliorare la vivibilità della camera dei ragazzi è il controllo dell'inquinamento sonoro sia in entrata che in uscita.
REGISTRATI COME UTENTE
295.585 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Lanterna a muro in ferro battuto con braccio
    Lanterna a muro in ferro battuto...
    590.00
  • Manutenzione condomini Monza e Brianza, Milano
    Manutenzione condomini monza e...
    19.00
  • Progettazione di interni
    Progettazione di interni...
    300.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.