Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Detrazione degli affitti per studenti fuori sede: quali sono le modalità?

Detrazione dal modello 730/2020 delle spese sostenute dagli universitari fuori sede per l'anno di imposta 2019. Previsto un rimborso Irpef per studente del 19%.
18 Maggio 2020 ore 11:33 - NEWS Affittare casa

Affitti studenti fuori sede: possibile detrarre il canone


In questo periodo di emergenza sanitaria da Coronavirus il tema degli affitti degli studenti fuori sede è un argomento particolarmente sentito sotto molteplici profili.
In primo luogo, perché i tanti studenti che in questo momento hanno fatto rientro presso l'abitazione di famiglia restano comunque costretti a versare il canone dell' affitto . Il ritorno a casa è dovuto al fatto che le Università sono state chiuse e si seguono i corsi a distanza.

Il canone per l'affitto però deve essere pagato anche se l'immobile non viene più utilizzato, sia pure per causa di forza maggiore, quale può essere ritenuta la situazione di emergenza sanitaria da Covid-19.

In questo momento non vi sono dunque i requisiti per una sospensione dei pagamenti.
Qualora non si riesca economicamente a sostenere il costo del canone unica strada da percorrere sarà quella di trovare un accordo con il locatore per la riduzione dello stesso.

Ricordiamo che il mancato pagamento del corrispettivo della locazione comporta lo scioglimento del contratto e la condanna a versare le rate pregresse non pagate.

Affitto studenti fuori sede
Altra questione di interesse per gli studenti fuori sede è la dichiarazione dei redditi.
È ormai tempo di 730 ed è quindi bene conoscere quali siano le modalità e le condizioni per poter portare in detrazione il canone versato. Di seguito facciamo il punto su quelle che sono le regole da seguire per ottenere il rimborso fiscale del 19% sugli affitti per studenti.


Detrazione affitto studenti fuori sede: quali sono i requisiti



In fase di compilazione della dichiarazione dei redditi 2020 sarà possibile portare in detrazione le spese sostenute nel 2019 per gli affitti degli studenti fuori sede.

Viene a tal fine riconosciuto un rimborso Irpef del 19% della spesa effettuata. Ricordiamo che il modello 730/2020 dovrà essere inviato entro il 30 settembre.

Lo spostamento del termine è dipeso dalla revisione del calendario fiscale a seguito dei provvedimenti per contenere il contagio da coronavirus.

Segnaliamo che il modello 730 precompilato è online a far data dal 5 maggio e dal 14 maggio è consentita la modifica dei dati che in esso sono stati riportati unitamente all'eventuale invio all'agenzia delle entrate.

La detrazione spetta a favore di chi frequenta atenei sia pubblici che privati, indipendentemente dal tipo di percorso di studio prescelto. Sono escluse dalle spese che si possono portare in detrazione le spese di condominio, il deposito cauzionale o eventuali spese di riscaldamento.

L'agevolazione fiscale prevista per gli studenti universitari fuori sede spetta qualora vengano stipulate le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratti di locazione stipulati o rinnovati ai sensi della legge n. 431 del 1998. Si tratta cioè dei contratti aventi a oggetto un'unità immobiliare destinata a uso abitativo. Rientrano a far parte della categoria anche i canoni corrisposti in riferimento a contratti a uso transitorio o relativi a un posto letto singolo purché tali accordi siano redatti in conformità alla legge;

  • i contratti di ospitalità e gli atti di assegnazione in godimento o locazione sottoscritti con enti per il diritto allo studio, università, enti non aventi fine di lucro e società cooperative.


Detrazione affitto studenti
Per quanto concerne i requisiti necessari per poter ottenere la detrazione dell'affitto per gli studenti fuori sede si deve segnalare per quest'anno una novità sulla distanza minima per avere accesso al rimborso Irpef. Tra il Comune di residenza dell'inquilino e la sede dell'Università la distanza deve essere di almeno 100 km. L'ateneo, inoltre, deve trovarsi in una provincia differente da quella della residenza dello studente.

Da segnalare, infine, che per quest'anno si riduce la platea dei beneficiari della detrazione fiscale. Infatti con la dichiarazione dei redditi 2020 è stata cancellata l'agevolazione precedentemente introdotta a favore dei residenti in Comuni disagiati e montani per i quali la distanza minima accordata era di 50 km.


Detrazione affitti studenti fuori sede: quali sono i rimborsi Irpef


Gli universitari fuori sede che hanno stipulato un contratto d'affitto possono portare in detrazione il 19% dell'importo corrisposto a titolo di canone di locazione nel 2019.
Ai fini del calcolo del rimborso Irpef si dovrà tener conto della presenza di determinati limiti.

Vi è, infatti, un importo massimo che potrà essere indicato nel modello 730 che è pari a 2633 euro sul quale occorrerà calcolare l'apposita aliquota. L'importo che si potrà richiedere a titolo di rimborso sarà dunque pari al massimo a 500 euro.

Canone affitto studenti
Cosa succede se il contratto di affitto è cointestato a più studenti?

Il costo del canone potrà essere portato in detrazione proquota da ciascun soggetto interessato e il limite della detrazione resterà sempre pari a 2633 euro, in riferimento a ciascun inquilino, purché sussistano i requisiti per poter beneficiare della detrazione.

È esclusa la detrazione fiscale in caso di contratto di sublocazione.

Si ricorda, inoltre, che il costo del canone può essere sostenuto anche da un familiare del quale lo studente universitario sia fiscalmente a carico. In tal caso sarà il familiare a dover riportare la spesa sul modello 730 ai fini della detrazione fiscale. Restano fermi i limiti di spesa sopra citati anche in presenza di più figli. Qualora il genitore ad esempio abbia due figli studenti a carico, per ciascuno di essi avrà a disposizione un limite di spesa pari a 2633 euro.

riproduzione riservata
Articolo: Detrazione affitti studenti fuori sede
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Detrazione affitti studenti fuori sede: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Francesco pa moliterni
    Francesco pa moliterni
    Mercoledì 3 Giugno 2020, alle ore 16:40
    La modifica del 2019 che allunga a 100 km e fuori provincia la sede degli studi universitari è iniqua perchè non tiene conto che l'Italia è un paese montuoso le cui distanze, anche di poco conto, diventano abissali per mancanza di adeguati mezzi di trasporto, per cui era meglio confermare la distanza di 50 km senza limiti di provincia e limitata ai comuni montani disagiati con una unica corsa di andata e ritorno
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.648 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Detrazione affitti studenti fuori sede che potrebbero interessarti


Affitti studenti fuori sede: le nuove detrazioni fiscali 2018

Affittare casa - Con il decreto fiscale 2017 approvato dal Senato, sono state introdotte delle novità sulle detrazioni del 19% dei canoni di affitto per gli studenti fuori sede.

Contratto d'affitto per studenti

Affittare casa - Per porre rimedio al malcostume degli affitti in nero agli studenti, è stata creata una forma specifica di contratto di locazione, pensato per le loro esigenze.

Detrazione canone affitto con il modello 730 del 2019

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Hai un canone da pagare? Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese sostenute per il contratto di locazione. Vediamo come si deve procedere.

Detrazioni per inquilini

Affittare casa - Esistono alcune agevolazioni fiscali grazie alle quali è possibile detrarre dall'IRPEF una parte delle spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione.

Caro affitti e coabitazione

Normative - In questi tempi di crisi economica la coabitazione non e' piu' un fenomeno prettamente studentesco ma si va diffondendo anche tra i lavoratori.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Nuovo modello RLI per la registrazione e la rinegoziazione del canone d'affitto

Affittare casa - Dal 1° settembre obbligatorio l'uso di un nuovo modello RLI per la registrazione contratti di locazione immobiliari e per la richiesta revisione canone d'affitto.

Uso indebito dei contratti di locazione transitoria

Affittare casa - In tema di locazioni a uso abitativo, quand'è possibile utilizzare il contratto transitorio? Quanto durano questi contratti e cosa accade se si usano indebitamente?

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maurizio35
Buongiorno, un mio inquilino mi ha richiesto la riduzione del canone di locazione di immobile privato (contratto già a cedolare secca). Ci siamo accordati per una...
maurizio35 17 Aprile 2020 ore 16:13 3
Img arcangelo.calo
Salveil mio contratto di locazione scade il 1° luglio 09, a quale indice Istat dovrei aggiornarlo giugno o luglio (che non è ancora stato pubblicati) e qual'è il...
arcangelo.calo 28 Giugno 2009 ore 20:48 1