Consiglio di Stato: spettano al responsabile le spese per la demolizione di un manufatto abusivo

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche28 Febbraio 2015 ore 09:10
Secondo il Consiglio di Stato vanno addebitate al responsabile non solo le spese di demolizione, ma anche eventuali tentativi di demolizione non andati a buon fine.

Demolizione di opere abusive: quando il responsabile è inadempiente


demolizione opere abusiveQuando viene accertata l'esistenza di un abuso edilizio, il Comune ingiunge al proprietario e al responsabile dell'abuso la sua rimozione o demolizione. Se il responsabile dell'abuso non provvede alla demolizione e al ripristino dei luoghi entro il termine di 90 giorni dall'ingiunzione, il bene e l'area di sedime sono acquisiti di diritto gratuitamente al patrimonio del Comune.

L'opera acquisita viene poi demolita con ordinanza del dirigente o del responsabile del competente ufficio comunale a spese dei responsabili dell'abuso.

Ciò è quanto previsto dal Testo Unico in materia edilizia (D.P.R. 380/2001). Ma cosa succede quando il proprietario del fondo mette in atto comportamenti che bloccano diversi tentativi da parte del Comune di procedere con la demolizione? A chi spettano le spese per i tentativi andati a vuoto?

Il Consiglio di Stato, con sentenza n.715 del 10 febbraio 2015, si è espresso relativamente ad un caso in cui il proprietario di un fondo su cui erano stati realizzati abusi edilizi non aveva provveduto alla demolizione e si era addirittura opposto alla demolizione da parte di ditte incaricate dal Comune inscenando una protesta che di fatto aveva bloccato l'inizio dei lavori. Vediamo il caso nel dettaglio.


Demolizione di opere abusive: il caso di un proprietario che si è opposto alla demolizione


Il proprietario di un fondo di circa 4000 mq nel Comune di Napoli aveva realizzato abusivamente tre unità abitative. Lo stesso proprietario si era reso inadempiente a distinte ordinanze di demolizione degli abusi. Tale comportamento aveva autorizzato il Comune a mettere il fondo sotto sequestro e a effettuare due tentativi di demolizione a distanza di un mese circa l'uno dall'altro (uno nel giugno 2010 e l'altro nel luglio 2010).

demolizione opere abusiveLa demolizione non si rese però possibile durante questi due tentativi a causa della protesta di donne e bambini che bloccavano l'accesso dei mezzi al fondo. Per evitare che la situazione degenerasse, si ritenne opportuno desistere con la demolizione immediata, vista anche la disponibilità manifestata in quel frangente dal proprietario per procedere autonomamente con il ripristino dei luoghi allo stato originario. Il proprietario aveva infatti chiesto durate il secondo tentativo di rinviare la demolizione, impegnandosi ad eseguirla spontaneamente in un prossimo futuro.

L'anno successivo (febbraio 2011), constatata la continua inadempienza da parte del proprietario, il Comune dovette procedere nuovamente, stavolta demolendo effettivamente gli abusi edilizi.

Il Comune fece poi pervenire al proprietario la somma da pagare, comprensiva sia dell'intervento effettivo di demolizione (pari a circa 29.000 euro), sia dei mancati interventi di demolizione verificatisi l'anno precedente (pari a circa 10.500 euro per ogni tentativo). L'oggetto della disputa riguardava l'addebito delle spese relative ai mancati tentativi di demolizione delle opere abusive. Il proprietario ne contestava l'addebito, ma anche l'importo, ritenendo che ci sarebbe una sproporzione ingiustificata fra l'importo dell'effettiva demolizione e quello dei tentativi andati a vuoto.


Demolizione di opere abusive: il responsabile paga anche le spese per i tentativi di demolizione andati a vuoto


demolizione opere abusiveIl Consiglio di Stato ha rilevato che, secondo l'art. 29, comma 1, ultima parte, del D.P.R. 6 aprile 2001, n. 380, l'autore dell'abuso edilizio è tenuto alle spese per l'esecuzione in danno in caso di demolizione delle opere realizzate.

Oggetto di esame da parte del Consiglio di Stato è se si possa configurare questo obbligo di legge non solo per l'intervento di effettiva demolizione, ma anche per precedenti interventi andati a vuoto per ragioni comunque imputabili all'interessato. In questo caso, ad esempio, il proprietario si è dichiarato disponibile ad effettuare direttamente l'intervento ripristinatorio, dando così causa all'interruzione della demolizione.

Secondo il Consiglio di Stato l'obbligo delle spese per l'esecuzione in danno (ossia le spese di demolizione dell'abuso edilizio) comprende anche le spese per precedenti interventi andati a vuoto. Il Collegio rileva infatti che si è in presenza da parte dell'interessato di due elementi significativi:
1- c'è un implicito riconoscimento dell'interessato dell'insuccesso dei tentativi andati a vuoto;
2- l'interessato ha dato conferma durante il secondo tentativo dell'assunzione dell'obbligo relativo alla demolizione.

Quanto all'importo addebitato, il Consiglio di Stato ha osservato che talune voci della nota relativa all'intervento di demolizione (ad esempio lo smaltimento dei rifiuti) non possono essere contenute nelle note relative agli interventi andati a vuoto. Tuttavia è evidente che le spese sostenute dall'appaltatore comprendessero i costi vivi sostenuti durante quelle giornate (ad esempio il noleggio dei mezzi, le ore di lavoro degli operai, ecc.), che di certo devono essere inferiori al reale intervento di demolizione, ma non per questo minime.

Per tutte queste considerazioni, al proprietario ora spetta il pagamento di tutte le somme richieste dal Comune, sia quelle di effettiva demolizione degli abusi che quelle relative ai tentativi andati a vuoto.

riproduzione riservata
Articolo: Demolizione opere abusive: le spese spettano al responsabile
Valutazione: 4.86 / 6 basato su 7 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Demolizione opere abusive: le spese spettano al responsabile: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Demolizione opere abusive: le spese spettano al responsabile che potrebbero interessarti
Demolizione di opere abusive

Demolizione di opere abusive

Le costruzioni abusive ed il destinatario dell'ordine di demolizione alla luce di una recente pronuncia del Consiglio di Stato. Demolizione di opere abusive.
Locazione, demolizione e acquisizione opere abusive

Locazione, demolizione e acquisizione opere abusive

In caso di opere abusive non demolite la presenza di un contratto di locazione non libera automaticamente il proprietario dalla sanzione dell'acquisizione del bene.
Opere edilizie abusive, conseguenze e rimedi

Opere edilizie abusive, conseguenze e rimedi

Costruire senza il necessario permesso, o comunque farlo senza attenersi al suo contenuto, può portare all'irrogazione di gravi sanzioni come quella della confisca.
Il direttore lavori è responsabile degli abusi edilizi

Il direttore lavori è responsabile degli abusi edilizi

Una sentenza della Corte di Cassazione ha ribadito le responsabilità del direttore dei lavori in caso di opere eseguite in difformità dal permesso di costruire.
Difformità e demolizione parziale, tempi della verifica di fattibilità

Difformità e demolizione parziale, tempi della verifica di fattibilità

Secondo alcune sentenze la fattibilità della demolizione parziale degli abusi edilizi va verificata già al momento in cui è ingiunto l'ordine al privato e non dopo.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.380 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Demolizione di parete divisoria Roma
    Demolizione di parete divisoria...
    29.70
  • Demolizione muratura
    Demolizione muratura...
    30.00
  • Demolizione muratura al mq roma
    Demolizione muratura al mq roma...
    20.00
  • Verifica infiltrazioni acqua
    Verifica infiltrazioni acqua...
    880.00
  • Pensilina tetto 150
    Pensilina tetto 150...
    605.00
  • Ideal standard sanitari sospesi filomuro wc sedile
    Ideal standard sanitari sospesi...
    740.00
  • Materasso foam
    Materasso foam...
    630.00
  • Lastra di gesso rivestito Gyproc Habito Silence Activ'Air®
    Lastra di gesso rivestito gyproc...
    26.83
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.