Possibili cause di degrado delle superfici di architettura

NEWS DI Restauro edile19 Gennaio 2015 ore 01:04
Riconoscere e rimuovere le cause di degrado delle superfici dell'architettura è fondamentale per garantire l'efficacia di ogni intervento di protezione e restauro.

Riconoscere le cause del degrado


A volte il degrado di un edificio deriva semplicemente dall'incuria e dall'abbandono.Tutti i materiali che formano le superfici dell'architettura (cioè, in sostanza, la pelle dell'edificio) sono soggette a forme di degrado più o meno gravi, che, se non rimosse, possono compromettere le caratteristiche fisiche, estetiche e meccaniche dei materiali, causando talvolta la perdita irreparabile di apparati decorativi di grande pregio.

È quindi fondamentale riconoscere le cause del degrado, perchè se non si interviene a monte (cioè sull'origine del problema), qualsiasi intervento di restauro e protezione di una superficie è solo un palliativo temporaneo.


Cause di degrado delle superfici dell'architettura


Il degrado ha origini intrinseche (cioè legate alle caratteristiche dell'edificio) o estrinseche (cioè indipendenti da esso).La prima fase di un intervento di restauro è quindi l'analisi del degrado tramite ispezioni visive o apposite indagini diagnostiche, volta sia a catalogare correttamente le varie patologie (così come descritte dalle Raccomandazioni NORMAL), sia a identificarne le cause.

Infatti il degrado può avere cause:

- di origine intrinseca, cioè dovute alla posizione dell'edificio, a eventuali difetti della progettazione, alla tecnica costruttiva, alle caratteristiche dei materiali, ai carichi permanenti e accidentali o infine alla destinazione d'uso dell'edificio;

- di origine estrinseca, cioè derivanti dagli agenti atmosferici (pioggia, vento, cicli di gelo e disgelo, umidità), dall'inquinamento naturale, da eventi avversi (terremoti, alluvioni, frane...) o infine da cause antropiche (atti di vandalismo, spoliazione per il recupero dei materiali, inquinamento atmosferico...).

Ovviamente può succedere (ed è anzi comune) che un certo degrado abbia due o più cause diverse.


Degrado per esposizione agli agenti atmosferici


Una delle cause più ricorrenti di degrado è ovviamente l'esposizione agli agenti atmosferici: infatti, l'azione della pioggia battente e del vento erodono facilmente le superfici di un intonaco o di alcune pietre porose non particolarmente compatte, come ad esempio l'arenaria.

Anche il gelo, o meglio i cicli di gelo e disgelo sono particolarmente dannosi per tutti i materiali porosi, perchè il ghiaccio, essendo più voluminoso dell'acqua, con la sua formazione provoca forti tensioni meccaniche all'interno del materiale, causando - dopo un certo numero di ripetizioni - lesioni, esfoliazioni, scagliature e disgregazioni.

Una dinamica simile è anche alla base dei danni dovuti all'umidità di risalita capillare: in questo caso il degrado del materiale è però dovuto ai sali solubili trasportati dall'acqua, che cristallizzandosi causano la formazione di efflorescenze e sub-efflorescenze saline, a loro volta responsabili della formazione di notevoli tensioni meccaniche e della conseguente rottura del materiale. Le zone più esposte sono i punti più alti raggiunti dall'umidità di risalita, in cui si depositano i sali disciolti nell'acqua.


Degrado di origine antropica


Spesso una certa tipologia di degrado ha due o più cause diverse.Il degrado di origine antropica a sua volta può avere tre cause: incuria e abbandono, usura e vandalismo.

Quando infatti un edificio viene abbandonato, o più semplicemente la sua manutenzione è trascurata per troppo tempo, alcune sue componenti tendono a perdere funzionalità, contribuendo a creare (o ad aggravare notevolmente) i danni causati da altre tipologie di degrado: succede ad esempio quando una grondaia rotta oppure otturata, lasciando percolare l'acqua piovana sulla facciata, causa il dilavamento della pellicola pittorica di un intonaco decorato; oppure quando l'abbandono di un edificio ne causa il crollo del tetto, accelerando vistosamente il degrado dei pavimenti , dei rivestimenti interni e delle murature perimetrali.
Generalmente per arrestare il degrado è sufficiente riparare il guasto.

Il degrado da usura deriva invece dall'uso prolungato nel tempo di un certo edificio: ne sono un buon esempio le scale o i pavimenti scavati da secoli di andirivieni, oppure le statue di bronzo o pietra rese lucide e liscie dal tocco di innumerevoli mani.
Poichè tuttavia questo degrado è spesso una preziosa testimonianza storica della vita di un edificio (un pavimento consumato in alcune zone ci documenta ad esempio la presenza di una porta ormai tamponata, mentre una soglia usurata da un lato suggerisce una porta a due battenti di cui uno sempre chiuso) è preferibile non rimuoverla, limitandosi a sostituire soltanto gli elementi (gradini, soglie, bancali...) irrimediabilmente danneggiati o pericolosi.

Gli atti di vandalismo comprendono infine molti comportamenti dannosi, tra cui ad esempio imbrattare le superfici, accendere fuochi, rompere i vetri o provocare lesioni e scheggiature con un martello: in questo caso l'unico rimedio consiste per quanto possibile nell'impedire il danneggiamento e nel restaurare le superfici con gli opportuni sistemi.


Degrado di origine fisica


Il degrado di origine fisica comprende essenzialmente i danni causati da eventi avversi (ad esempio terremoti, frane, incendi e alluvioni) e quelli riconducibili alla presenza di vegetazione, molto dannosa per un edificio.

Se infatti i licheni non sono particolarmente aggressivi, limitandosi a intaccare la pietra piuttosto lentamente e in modo superficiale, muffe e muschio possono disgregare l'intonaco, la malta e perfino alcuni tipi di pietra (ad esempio l'arenaria); mentre le piante infestanti sono un vero e proprio flagello. I cespugli e gli alberi possono infatti scardinare fondamenta e muratura con l'azione spingente delle radici, mentre le piantine più piccole - i cui semi portati dal vento attecchiscono ovunque, comprese le fessure dei muri e addirittura le coperture - possono ad esempio disgregare i giunti di malta di una muratura, otturare le grondaie e perfino spezzare tegole e mattoni.

Qualsiasi intervento di manutenzione deve quindi prevedere la completa eliminazione della vegetazione infestante.


Degrado di origine chimica


Il degrado di origine chimica comporta generalmente la corrosione del materiale, e viene causato da vari fattori, tra cui l'inquinamento atmosferico (che produce le piogge acide) oppure depositi superficiali e incrostazioni di guano di uccelli, fortemente acido.
Sono particolarmente esposte a questa tipologia di degrado tutte le pietre ricche di carbonato di calcio, come ad esempio il calcare, il marmo, il travertino e la pietra d'Istria, oltre agli intonaci e malte a base di calce.

L'arenaria è invece soggetta alla formazione di croste nere, costituite da croste spesse e tenaci formate da particelle di smog contenenti anidride solforosa, in grado di aggredire la pietra trasformandola in gesso, solubile all'acqua.
Perciò, poichè l'arenaria è molto porosa, la crosta può essere molto spessa, distruggendo interi manufatti in pochissimo tempo: infatti, non è infrequente che a un certo punto (cioè quando viene meno la resistenza meccanica del substrato) la crosta si stacchi da sola, rivelando le parti più interne della pietra completamente polverizzate.

riproduzione riservata
Articolo: Degrado delle superfici di architettura, possibili cause
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Degrado delle superfici di architettura, possibili cause: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Xgardo
    Xgardo
    Giovedì 30 Aprile 2015, alle ore 17:07
    Buona panoramica generale divulgativa dall'ottica del restauro storico-artistico classico delle superfici. Nessuna superficie è migliore del suo substrato. Questo va prima risanato da architetti e ingegneri. Chi fosse interessato a qualche approfondimento su quest'ultimo aspetto, può utilmente consultare http://www.consultingepg.com/
    rispondi al commento
  • Xgardo
    Xgardo
    Giovedì 30 Aprile 2015, alle ore 17:03
    Buona panoramica generale divulgativa dall'ottica del restauro storico-artistico classico delle superfici. Nessuna superficie è migliore del suo substrato. Questo va prima risanato da archietti e ingengneri. Chi fosse interessato a qualche approfondimento su quest'ultimo aspetto, può utilmenta consultare http://www.consultingepg.com/
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Degrado delle superfici di architettura, possibili cause che potrebbero interessarti
Catalogare il degrado delle superfici con il lessico Normal

Catalogare il degrado delle superfici con il lessico Normal

Il lessico Normal - usato correntemente negli interventi di restauro - permette di catalogare con precisione le forme di degrado delle superfici dell'architettura.
Smaltimento acque di prima Pioggia

Smaltimento acque di prima Pioggia

L'importanza di smaltire le acque piovane che spesso sono causa di allagamenti.
Isola di calore (UHI)

Isola di calore (UHI)

Fenomeno in crescita nelle metropoli, e' una delle cause piu' silenziose della scarsa qualita' dell'aria e del cambiamento del microclima nelle aree urbane.
Contratto concluso mediante moduli o formulari

Contratto concluso mediante moduli o formulari

Il contrasto tra clausole: ancora una volta la Corte di Cassazione viene in aiuto al cittadino.
Barriere chimiche contro l'umidità di risalita capillare

Barriere chimiche contro l'umidità di risalita capillare

Uno dei sistemi più efficaci per proteggere un edificio dall'umidità di risalita consiste nel creare una barriera chimica iniettando appositi prodotti nelle murature.
accedi al social
Visibilità AziendeRegistrati
21.275 Aziende Registrate
img azienda img preventivi aziende img redazionale
img impresa img marketing img banner
barra aziende
SERVIZI UTENTIRegistrati
285.051 Utenti Registrati
img mypage img ristrutturazione img preventivi utente
img progettazione img consulenza img mercatino
img cadcasa img forum img computo
img riscaladamento img clima img imu
barra utenti
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Zodiac pulitore idraulico piscina mx6 by zodiac - km 0
      Zodiac pulitore idraulico piscina...
      369.00
    • Dyson digital slim multifloor upright vacuum cleaner 0.4l 350w silver - stick vacuums & electric brooms (silver, carpet, hard floor)
      Dyson digital slim multifloor...
      318.89
    • Soffiatore stihl bg 86
      Soffiatore stihl bg 86...
      399.00
    • Faren sverniciatore spray ml 400
      Faren sverniciatore spray ml 400...
      7.62
    • Soffiatore elettrico stihl bge 81
      Soffiatore elettrico stihl bge 81...
      149.00
    • Ambientehome ambiente casa sedia adirondack sedia a sdraio lettino massiccio incl legno. piedi parte falun, bianco - taupegrau
      Ambientehome ambiente casa sedia...
      30.97
    • Impermeabilizzante balconi terrazze
      Impermeabilizzante balconi terrazze...
      24.00
    • Auna ldt04 c024 staffa da
      Auna ldt04 c024 staffa da...
      139.90
    • Guaina liquida impermeabilizzante Elaver Plus
      Guaina liquida impermeabilizzante...
      34.78
    • Auna ldt04 c011 supporto tv
      Auna ldt04 c011 supporto tv...
      79.90
    • Auna ldt04 c012 supporto tv
      Auna ldt04 c012 supporto tv...
      89.90
    • Ecomateria
      Ecomateria...
      70.00
    • Castor tosaerba tagliaerba rasaerba a scoppio lama 46 cm 3.5 hp fl46lmg
      Castor tosaerba tagliaerba...
      184.70
    • Lavorwash idropulitrice professionale ad acqua fredda per esterni potenza 2500 watt pressione massima 160 bar colore nero - giallo - stm 160
      Lavorwash idropulitrice...
      163.95
    • Annovi reverberi idropulitrice annovi & reverberi ar 479 - 170 bar max - portata 8 lt-min
      Annovi reverberi idropulitrice...
      139.00
    • Aspirapolvere solidi-liquidi nilfisk scrubtec 130e
      Aspirapolvere solidi-liquidi...
      763.50
    • Gastroback 42405 piastra per waffle
      Gastroback 42405 piastra per waffle...
      18.17
    • Grundig aspirapolvere verticale 0.6l blu
      Grundig aspirapolvere verticale 0...
      158.99
    • Levigatura marmo
      Levigatura marmo...
      30.00
    • Auna et01 c04 staffa da
      Auna et01 c04 staffa da...
      119.90
    • Auna staffa da tavolo et01
      Auna staffa da tavolo et01...
      99.90
    • Auna et01 c02 staffa da
      Auna et01 c02 staffa da...
      69.90
    • Greenwood Strong: un legno dalla forte personalità
      Greenwood strong: un legno dalla...
      46.40
    • Protettivo idrorepellente weber FV-A KIT
      Protettivo idrorepellente weber...
      93.00
    • Vidaxl punta di trapano secco e umido 244x400 mm
      Vidaxl punta di trapano secco e...
      87.99
    • Ventilatore nebulizzatore a piantana ad acqua con ruote per esterni
      Ventilatore nebulizzatore a...
      233.90
    • Robot lavapavimenti e aspirapolvere sensor cleaner plus
      Robot lavapavimenti e...
      549.00
    • Calamita da frigorifero ci sono mille soli al di là delle nuvole
      Calamita da frigorifero ci sono...
      1.00
    • Sencor ssm 9404rd tostapane 3 in 1, 3 piastre di cottura intercambiabili, rosso
      Sencor ssm 9404rd tostapane 3 in 1...
      28.99
    • Veneziani aquastrip lt. 25
      Veneziani aquastrip lt. 25...
      42.23
    • Denim, superfici soavemente striate
      Denim, superfici soavemente striate...
      38.40
    • Microcemento
      Microcemento...
      70.00
    • Tinte Unite. Superfici riflettenti Black o White.
      Tinte unite. superfici riflettenti...
      33.00
    • Rapporto termografico
      Rapporto termografico...
      190.00
    • Naturalia, un legno dall'aspetto vellutato
      Naturalia, un legno dall'aspetto...
      46.50
    • Impermeabilizzante weberdry pronto 23 top
      Impermeabilizzante weberdry pronto...
      28.50
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Policarbonato online
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 68.00
foto 1 geo Udine
Scade il 10 Maggio 2018
€ 1.00
foto 6 geo Torino
Scade il 02 Novembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 290.00
foto 3 geo Roma
Scade il 31 Gennaio 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
106416
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok