Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Locazione: il modello RLI nel caso di decesso del locatore

Cosa succede al rapporto di locazione immobiliare in caso di decesso del locatore; cosa devono comunicare gli eredi all'Agenzia delle Entrate con il modello RLI
13 Ottobre 2015 ore 10:15 - NEWS Affittare casa
locazione abitazione

Decesso locatore modello RLI


Decesso locatoreQuando si stipula un contratto di locazione di un bene immobile a fini abitativi possono verificarsi situazioni diverse che richiedono una disciplina a parte.

È il caso del decesso del locatore.
Cosa succede in tal caso al contratto di locazione? Viene risolto anticipatamente o continua alle stesse condizioni di prima?

Ci sono particolari adempimenti che devono compiere gli eredi? E quale imposte si pagano? Cosa cambia invece per il conduttore? E se il decesso è del conduttore?

Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande in maniera semplice ed esaustiva.


Decesso locatore: il subentro da parte degli eredi


Partendo dal caso del decesso del locatore c'è da dire innanzitutto che si verifica solo una modifica soggettiva del rapporto di locazione in essere.
Dal punto di vista del locatore, infatti, l'erede di questo non è un soggetto terzo rispetto al contratto di locazione ma subentra a titolo universale nei diritti e anche negli obblighi contrattuali previsti nel contratto locatore e decisi dal locatore deceduto e il conduttore a suo tempo.


Di fatti l'erede o gli eredi subentrano nella posizione del locatore deceduto e nei sui obblighi, potendo questi essere equiparati all'acquirente.
La conseguenza è che anche in caso di successione, nel contratto di locazione trova applicazione la norma civilistica, l'articolo 1602 del codice civile secondo cui il terzo acquirente è tenuto a rispettare la locazione e come tale subentra nei diritti e nelle obbligazioni derivanti dal contratto di locazione dal giorno del suo acquisto.

Sul tema era già intervenuta la Corte di Cassazione che ha avuto modo di stabilire che il decesso del locatore comporta solo una modifica soggettiva del rapporto di locazione con il subentro degli eredi nella posizione del locatore e nei suoi obblighi. (Cassazione, sentenza 15 aprile 1989, n. 1811).
Di fatti, quando si verifica il decesso del locatore ciò non comporta una risoluzione anticipata del contratto di locazione ma questi rimane in essere alle stesse condizioni.


Decesso locatore: comunicazione subentro modello RLI


Subentro decesso locatoreL'erede è tuttavia tenuto ad adempiere a una specifica comunicazione, la cosiddetta comunicazione di subentro.
Per farla si deve utilizzare il modello RLI, il nuovo modello che ha sostituito il precedente modello 69 previsto per tutte le ipotesi di comunicazioni concernenti la locazione.

Il modello RLI è reperibile gratuitamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate o presso gli uffici territoriali della stessa Amministrazione finanziaria.

Per comunicare il subentro nel locatore deceduto, l'erede dovrà marcare, nella sezione III intitolata Richiedente del quadro B, l'apposita casella Soggetto Subentrato.

Questa casella deve essere barrata nel caso in cui il soggetto richiedente l'adempimento sia subentrato a una delle parti del contratto che è stata indicata nella prima registrazione della locazione.

In questo caso andranno indicati, sempre nell'apposita sezione del quadro B del modello RLI, altri dati come:

-codice fiscale
-dati anagrafi del soggetto al quale si è subentrato nella locazione.

Il modello RLI, una volta compilato in tutte le sue parti, può essere trasmesso all'ufficio dell'Agenzia delle entrate, competente per territorio presso il quale è stato registrato il contratto di locazione.

È bene sottolineare che in caso di comunicazione del subentro per decesso del locatore, l'erede non deve pagare alcuna imposta, neanche quella di registro, poiché si tratta di una mera e semplice comunicazione.

Se però a subentrare è un nuovo locatore, questi può optare per l'applicazione del regime fiscale di favore della cedolare secca.
Come? Presentando la richiesta sempre con il modello RLI, all'ufficio dell'Agenzia delle entrate dove è stato registrato il contratto di locazione entro 30 giorni dalla data del subentro.

Dal canto suo invece il conduttore dovrà solo continuare ad adempire alle obbligazioni stabilite nel contatto di locazione, in primis il pagamento del corrispettivo canone di locazione mensile.
E lo pagherà all'erede subentrato.


Decesso conduttore: ecco chi succede nel contratto di locazione


Decesso locatore RLIPuò anche accadere il caso in cui il defunto è il conduttore. In tali casi succedono nel contratto di locazione:

- il coniuge
- gli eredi
-i parenti e affini con lui abitualmente conviventi
-il convivente.

In caso di separazione giudiziale, di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili dello stesso, nel contratto di locazione succede l'altro coniuge, se il diritto di abitare nella casa familiare sia stato attribuito dal giudice a questo ultimo. In caso di separazione consensuale o di nullità matrimoniale, al conduttore succede l'altro coniuge, se tra i due si sia così convenuto.

riproduzione riservata
Articolo: Decesso locatore RLI
Valutazione: 4.85 / 6 basato su 27 voti.

Decesso locatore RLI: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.272 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Decesso locatore RLI che potrebbero interessarti


Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.

Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Leggi e Normative Tecniche - La risoluzione del contratto di locazione deve essere registrata. Lo afferma la CTP di Milano che condanna un contribuente per aver tardivamente versato l'imposta

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.

Agevolazioni prima casa anche se si possiede altro immobile in affitto

Leggi e Normative Tecniche - Si può beneficiare del bonus prima casa nel caso in cui si è proprietari di altro immobile dato in locazione. Vediamo i chiarimenti della Corte di Cassazione.

Locazione: contratto nullo in caso di mancata registrazione

Affittare casa - In caso di mancata registrazione di un contratto di locazione di immobile a uso abitativo, si prevede la nullità dello stesso contratto come ha precisato la Cassazione.

Detrazioni immobili: le novità nel modello 730/2015

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il 730/2015 recepisce le ultime novità fiscali per quanto riguarda gli immobili, come la deduzione per l'acquisto e affitto e la detrazione per gli alloggi sociali.

Locazione: cosa fare se il canone non viene riscosso

Affittare casa - Quando il proprietario di un immobile concesso in locazione non riscuote il canone dovuto dall'inquilino può non pagare l'IRPEF. Ecco l'ultima decisione del Fisco

Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Fisco casa - Nulla la scrittura privata successiva al contratto che stabilisce un canone di locazione più alto per evadere le tasse(Cassazione, sent.n°18213 del 17/09/2015).

L'usufruttuario può affittare il suo immobile?

Affittare casa - In caso di costituzione di usufrutto, tra i diritti dell'usufruttuario vi è quello di stipulare contratti di locazione anche senza il consenso del nudo proprietario