Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Credito d'imposta per chi vende e riacquista casa

Chi vende un immobile per il quale ha usufruito dei benefici fiscali prima casa e ne riacquista un altro entro un anno può usufruire di un credito d'imposta.
11 Novembre 2014 ore 14:02 - NEWS Comprare casa

Acquistare un immobile con benefici prima casa


credito d'imposta per acquisto casaIl fisco italiano prevede diversi benefici per chi acquista, riceve in donazione o costruisce la propria abitazione principale.

In particolare, i benefici per l'acquisto della prima casa si traducono in una drastica riduzione delle imposte da pagare, rispetto a quelle previste per una compravendita ordinaria.

Infatti, chi acquista da un privato un immobile avente i requisiti di abitazione non di lusso, paga soltanto il 2% di imposta di registro, anziché il 9%, insieme con una quota fissa per l'imposta ipotecaria e l'imposta catastale pari a 50 euro ciascuna.


Decadenza dei benefici per l'acquisto di prima casa


Tuttavia questa agevolazione è subordinata al fatto di non dover rivendere l'immobile prima di 5 anni, pena il pagamento al fisco della differenza tra quanto pagato e quando si sarebbe dovuto pagare con una compravendita ordinaria, oltre a sanzioni ed interessi.

Questa norma nasce dalla necessità di evitare compravendite di carattere speculativo, volte all'acquisto di un immobile con una tassazione più conveniente, per poi rivenderlo ad un prezzo più alto.

Ma purtroppo sono numerose le circostanze della vita che possono portare alla necessità di cambiare abitazione: l'allargarsi della famiglia a cui può seguire la necessità di un alloggio più grande, la necessità di doversi spostare in un'altra città per motivi di lavoro, l'insorgenza di spese impreviste, ad esempio di carattere medico, o la perdita dello stesso lavoro.
Tutti motivi che possono indurre una famiglia a rivendere l'immobile di proprietà e, se cioè accade prima che siano trascorsi 5 anni dall'acquisto, si incorre nella perdita dei benefici prima casa.


Come evitare le sanzioni per la decadenza dei benefici per acquisto prima casa


credito d'imposta per acquisto casaPer evitare di incorrere nel pagamento delle sanzioni conseguenti alla perdita dei benefici prima casa, pur dovendo comunque pagare la differenze sulle imposte e gli interessi, bisogna presentare un'istanza all'Agenzia delle Entrate, dichiarando di non essere intenzionati ad acquistare un altro immobile per abitazione, prima che sia trascorso un anno dalla vendita di quello per il quale si aveva usufruito dei benefici prima casa.

Se invece, non conoscendo la norma, ci si accorge di aver già compiuto il passo (cioè di aver già acquistato un altro immobile), ma la violazione non è ancora stata contestata dall'Agenzia delle Entrate, ci si può autodichiarare attraverso il ravvedimento operoso ed ottenere così una riduzione delle sanzioni da pagare.

Per evitare di pagare non solo la sanzione, ma anche le imposte in più e i relativi interessi, è sufficiente impegnarsi ad acquistare un altro immobile da adibire a propria abitazione principale entro un anno.
È proprio in questo caso che scatta per il contribuente la possibilità di avvalersi di un credito d'imposta per il riacquisto della prima casa.


Credito d'imposta per il riacquisto della prima casa


Il credito d'imposta di cui si può usufruire in caso di riacquisto è pari all'imposta di registro o all'Iva versata per il primo acquisto effettuato.

Con il credito d'imposta, al momento di effettuare il nuovo acquisto, non si dovrà sborsare di nuovo l'imposta di registro, nei limiti del proprio credito a disposizione. Quindi, se l'imposta dovuta sarà superiore bisognerà pagare la differenza.
Esso non potrà, invece, essere superiore alle imposte dovute al momento del secondo acquisto.
Per fare un esempio, se per il primo acquisto sono stati pagati 4.500 euro di imposta di registro, e per il secondo acquisto se ne devono pagare 4.000, non si potranno recuperare i 500 euro in più.


Riassumendo, questi sono i modi in cui è possibile utilizzare il credito d'imposta:
- in diminuzione dell'imposta di registro dovuta in relazione al nuovo acquisto;
- in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria, catastale, dovute su atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
- in diminuzione dell'Irpef dovuta in base alla dichiarazione da presentarsi successivamente al nuovo acquisto, ovvero alla dichiarazione da presentare nell'anno in cui è stato effettuato il riacquisto stesso;
- in compensazione con altri tributi e contributi dovuti in sede di versamenti unitari con il modello F24 (usando il codice tributo 6602).

Il contribuente che intenda usufruire del credito d'imposta per il riacquisto della prima casa, dovrà dichiararlo nell'atto di vendita, specificando se intende usufruirne per la riduzione dell'imposta di registro.
Tuttavia anche se tale dichiarazione venisse omessa per errore, è possibile integrare l'atto in un secondo momento.


Caratteristiche dell'abitazione per poter usufruire del credito d'imposta


Per poter usufruire del credito d'imposta l'immobile deve avere sempre i requisiti di prima casa, mentre è ininfluente sia finito o ancora in corso di costruzione.

Inoltre il credito è valido anche per chi acquista con contratto d'appalto o con permuta.In particolare, nel caso del contratto di appalto è necessario che esso sia redatto in forma scritta e registrato.

riproduzione riservata
Articolo: Credito d'imposta per chi vende e riacquista casa
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 4 voti.

Credito d'imposta per chi vende e riacquista casa: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.588 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Credito d'imposta per chi vende e riacquista casa che potrebbero interessarti


Ecobonus 2018 e cessione del credito: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate, con circolare del 18 maggio fornisce ai contribuenti dei chiarimenti in merito alla cessione del credito per la fruizione dell'Ecobonus

Agevolazioni fiscali e IVA agevolata per prima casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nel bonus prima casa 2017 sono previste diverse agevolazioni per l'incentivo all'acquisto, come la riduzione dell'IVA, il credito d'imposta, le detrazioni Irpef

Guida all'imposta catastale

Catasto - In caso di trasferimento immobiliare è obbligatorio versare la cosiddetta imposta catastale. Ecco un breve vademecum su cos'è, chi la paga, come e in che misura.

Agevolazioni prima casa possibili anche nella compravendita a favore di terzo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Commissione tributaria provinciale di Rimini riconosce in caso di stipula di un contratto di compravendita a favore di terzi i benefici fiscali prima casa.

Agevolazioni prima casa: requisiti e decadenza dal beneficio

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In cosa consistono le agevolazioni fiscali prima casa e quali sono i casi di decadenza dal beneficio? Quanto tempo ha il Fisco per effettuare gli accertamenti?

Superbonus 110: detrazione, sconto in fattura o cessione del credito?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di lavori rientranti nel Superbonus 110 in alternativa alla detrazione si può fruire dello sconto in fattura o della cessione del credito. Cosa dice l'AdE

Separazione e vendita della prima casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Prima casa e accordo di separazione: se si vende la ex casa coniugale prima dei cinque anni e non se ne riacquista un'altra entro l'anno si perdono i benefici?

Locazione alloggi sociali: il decreto su futuro riscatto e credito d'imposta

Comprare casa - Pubblicato il decreto con le clausole standard dei contratti di locazione di alloggi sociali e le modalità di determinazione e fruizione del credito di imposta.

Quali tasse si devono pagare per l'acquisto della casa?

Comprare casa - Le tasse da versare nel caso di compravendita sono diverse a seconda che l'acquisto di casa avvenga da un'impresa o da un soggetto privato e nell'ipotesi di prima casa.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gianlucatarantino
Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum, ho appena acquistato casa (prima casa), mi accingo a fare dei lavori di ristrutturazione, in particolare cambio infissi, porta d'ingresso...
gianlucatarantino 06 Luglio 2020 ore 18:49 1
Img lastshelter
Buongiorno, come da Decreto Crescita ora è possibile chiedere lo sconto in fattura o la cessione del credito per i lavori di efficientamento energetico e miglioramento del...
lastshelter 17 Maggio 2020 ore 13:10 3
Img maxfi
Buongiorno a tutti, a breve farò il compromesso per l'acquisto di un appartamento che per me è la mia prima casa. Leggendo tra le varie circolari dell'Agenzia...
maxfi 10 Febbraio 2020 ore 10:22 6
Img floriano g
Salve, sono il proprietario di un condominio e sto cercando un'impresa edile per la ristrutturazione totale con la cessione del credito.Consigli ?...
floriano g 30 Agosto 2019 ore 14:50 7
Img giovanni0
Buongiorno, nel 2009 ho acquistato la prima casa in comproprietà al 50% con la mia ex compagna con un mutuo cointestato.Ora sono riuscito ad acquistare da lei l'altro 50%...
giovanni0 29 Gennaio 2019 ore 11:01 1