Bioedilizia: case ed edifici a energia quasi zero

NEWS DI Restauro edile29 Maggio 2018 ore 10:01
Le costruzioni in bioedilizia sono ecosostenibili e prestazionali, realizzate con muri di tamponamento in laterizio Wienerberger, Nzeb, a energia quasi zero.

Efficientamento energetico edifici: energia quasi zero per la DOMUS 2020 con i laterizi Wienerberger


Le case e gli edifici contemporanei non possono essere più pensati, progettati e realizzati con i tradizionali processi e materiali costruttivi ma secondo le recenti normative, i principi di ecosostenibilità e a energia quasi zero.

Gli involucri edilizi devono essere altamente prestazionali, occorre ottimizzare pertanto il risparmio energetico per avere bollette meno salate, proteggere l’ambiente dall’eccessivo inquinamento, assicurare un buon livello di comfort all’interno delle case.


Efficienza energetica edifici

Efficienza energetica edifici

Efficienza energetica edifici
Ristrutturazione edilizia ecosostenibile

Ristrutturazione edilizia ecosostenibile

Ristrutturazione edilizia ecosostenibile
Efficientamento energetico edifici, by Wienerberger

Efficientamento energetico edifici, by Wienerberger

Efficientamento energetico edifici, by Wienerberger
Recupero patrimonio edilizio coi blocchi Porothon

Recupero patrimonio edilizio coi blocchi Porothon

Recupero patrimonio edilizio coi blocchi Porothon

È quanto è stato fatto in un edificio alle porte del centro storico della cittadina medievale di Formigine, a sud di Modena, una casa monofamiliare progettata dall’architetto Angelo Zanti: DOMUS 2020.

Si tratta di un progetto di recupero edilizio e sostituzione edilizia che ha portato alla realizzazione di un’unità residenziale ecosostenibile, un lavoro svolto nel biennio 2015-2016.

Questo genere di case nzeb ha un’elevata efficienza energetica, è in linea con i parametri europei in termini di contenimento dei consumi ed è dunque un’architettura sostenibile e longeva, caratterizzata da tecnologie a bassi costi di gestione.


Involucro edilizio e risparmio energetico


DOMUS 2020 è stata progettata con una struttura intelaiata in cemento armato ma la differenza e la peculiarità stanno nei muri di tamponamento in termolaterizio pesante, rivestiti poi con un termointonaco di sughero e calce.

La casa energia zero è esternamente molto solida e internamente flessibile, difatti possiede componenti interni e sistemi impiantistici completamente riciclabili, smontabili e ricomponibili.

Gli involucri edilizi pensati in questo modo consentono di installare un apparato impiantistico di climatizzazione integrato only air all’avanguardia, composto solamente da pompa di calore e ventilazione meccanica controllata.

Energia zero per DOMUS 2020
Questa piattaforma tecnologica si completa con un sistema di domotica che ne permette la gestione da remoto, inoltre l’edificio sostenibile rinuncia ai combustibili fossili, recupera le acque meteoriche e utilizza al massimo anche l’energia rinnovabile del sole.

Un progetto può ritenersi di qualità non solo se si presenta bello esteticamente ma se è soprattutto funzionale, se dà modo di risparmiare energia, consumi, se consente di pagare meno bollette grazie all’utilizzo di materiali sostenibili e prestazionali, di sistemi che permettono di sfruttare al massimo le energie rinnovabili.


Efficienza energetica degli edifici


Il gruppo aziendale Wienerberger Spa è da sempre interessato al delicato rapporto tra risparmio energetico e qualità progettuale, difatti da diversi anni è impegnato nella produzione di soluzioni in laterizio complete che sostengono la progettazione zero energy building, gli edifici nzeb, a energia quasi zero, mettendo al centro del progetto proprio la sostenibilità ambientale degli stessi.

Sono soluzioni studiate proprio per costruire involucri molto funzionali e prestazionali e difatti nel progetto realizzato della DOMUS 2020 ci si può rendere conto dei vantaggi che la costruzione riporta.

L'architetto Zanti ha scelto di realizzare murature di tamponamento con Porotherm BIO PLAN 38 T – 0,09, in altre parole adottando un blocco rettificato che assicura una trasmittanza U pari a 0,23 W/m2K e una conducibilità λ di appena 0,09 W/mK, proprio grazie alle elevate prestazioni in termini di isolamento termico, acustico, traspirabilità e resistenza meccanica al fuoco.


Le proprietà e gli elementi strategici adottati per il contenimento dei consumi energetici, hanno permesso di raggiungere l’obiettivo finale di un consumo energetico allineato ai 10 kWh/m2a, la cosiddetta Casa da 1 litro.

La massa superficiale del blocco ha consentito anche di ottenere brillanti prestazioni di sfasamento dell’onda termica, la cui inerzia permette di smorzare i picchi della temperatura esterna e di mantenere all’interno dell’edificio delle temperature costanti per un massimo comfort.

Il blocco di laterizio Porotherm BIO PLAN 38 T – 0,09 risolve addirittura il problema dei ponti termici preservando così l’edificio da eventuali perdite di calore e abbassamento della temperatura superficiale interna.

Il comfort abitativo e gli innumerevoli vantaggi sono assicurati dalla combinazione della tecnologia della rettifica con quella dei setti sottili, e proprio grazie alla rettifica è possibile realizzare giunti di malta di un centimetro appena.

Edificio residenziale di nuova costruzione NZEB
La realizzazione di giunti di malta quasi inesistenti consente di eliminare completamente il ponte termico della malta e di incrementare così le performance energetiche.

I setti sottili permettono di aumentare le file dei fori e la percentuale di foratura così da migliorare le prestazioni energetiche rispetto a un normale laterizio.

La DOMUS 2020 è un edificio residenziale di nuova costruzione NZEB, costruito a Formigine con un volume di 550 mc e con una muratura Wienerberger per una committenza privata.


La ristrutturazione edilizia intelligente


Le ristrutturazioni o le costruzioni di nuovi involucri edilizi e nuovi appartamenti, devono prevedere l’uso di nuovi materiali e di nuovi sistemi tecnologici come quelli adottati per la casa costruita in provincia di Modena.

Il blocco in laterizio rettificato Wienerberger, ideale per realizzare murature di tamponamento, è Porotherm BIO PLAN da 38 cm, spessore idoneo per edifici a basso consumo energetico.

Detrazione per ristrutturazione con i blocchi di Wienerberger
Con questo genere di laterizio non è necessario alcun utilizzo d’isolanti aggiuntivi giacché è in grado di eliminare qualsiasi ponte termico grazie a giunti di malta da appena 1 mm di spessore.

Il blocco garantisce dunque una conducibilità termica di 0,09 W/mK ed una trasmittanza termica di 0,22 Wm2K, ha dimensioni pari a 380 mm di spessore, 250 mm di lunghezza e 199 mm di altezza.

Secondo le necessità costruttive, l’azienda mette a disposizione tanti altri tipi di laterizio con caratteristiche diverse atte ad assolvere qualsiasi tipo di esigenza edilizia.


Efficienza energetica edifici: recupero del patrimonio edilizio


I prodotti Wienerberger sono adatti per nuove costruzioni ma anche per il recupero del patrimonio edilizio, per ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche, interventi di efficientamento e di messa in sicurezza delle abitazioni.

Nel caso di ristrutturazioni, ad esempio, si può realizzare un cappotto in laterizio con Porotherm Revolution per migliorare non solo la trasmittanza della parte esistente ma anche il comfort estivo grazie all’elevata massa superficiale.

Agevolazioni ristrutturazione
Nel caso di una demolizione con ricostruzione, si può realizzare una muratura portante o di tamponamento che faccia raggiungere il massimo delle prestazioni sia dal punto di vista termico sia in termini di sicurezza sismica.

Porotherm Revolution ha un’anima di perlite o di lana di roccia, è utile a realizzare cappotti in laterizio, è una tramezza rettificata che assicura durabilità e può essere utilizzato anche all’interno delle pareti esistenti, senza ricorrere alle barriere al vapore.


Edifici a energia quasi zero: la Redazione consiglia

Edifici a energia quasi zero, come ottenerli intervenendo sull'involucro


WienerbergerPer chi vuole migliorare le prestazioni energetiche della propria casa, può fare riferimento all'azienda Wienerberger Spa, leader nel settore di efficientamento energetico attraverso interventi sull'involucro edilizio.

Wienerberger nasce nel 1819 a Vienna e oggi è il più grande produttore al mondo di laterizi e numero uno nella produzione di tegole in cotto e di mattoni faccia a vista sul mercato europeo.

Da sempre attenta alle esigenze del cliente, offre una vasta gamma di soluzioni per l’involucro, dove la tradizione del laterizio si sposa con la tecnologia e l’innovazione per creare una gamma in costante evoluzione. Le soluzioni proposte da Wienerberger spaziano dai blocchi portanti a quelli da tamponamento, orientate al risparmio energetico, alla sicurezza in zona sismica, all’isolamento acustico e alla realizzazione di edifici a energia quasi zero (NZEB).

riproduzione riservata
Articolo: Costruzioni in bioedilizia e risparmio energetico: un caso studio
Valutazione: 5.73 / 6 basato su 15 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs
Wienerberger è leader mondiale nella produzione di laterizi, presente in Italia con quattro stabilimenti, focalizzando il proprio core business sui laterizi ad elevata tecnologia grazie al suo marchio Porotherm.

Costruzioni in bioedilizia e risparmio energetico: un caso studio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Matteobarozzi
    Matteobarozzi
    Venerdì 8 Agosto 2014, alle ore 07:07
    Buongiorno,vorrei segnalare che sul sito www.pitturatermica.com alla sezione Bioline trovate pitture termoisolanti e antimuffa realizzate con materie prime provenienti da fonti rinnovabili. Zero voc, no formaldeide, punteggio leed per progetti GBC. Grazie Matteo
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Costruzioni in bioedilizia e risparmio energetico: un caso studio che potrebbero interessarti
Bioedilizia 2009

Bioedilizia 2009

Per l'ottavo anno Ferrara Fiere rinnova l'appuntamento con Habitat, Salone dell'arredamento e delle soluzioni abitative, che si svolgerà per due week end consecutivi.
Nuova certificazione per edifici green

Nuova certificazione per edifici green

Dagli Usa arriva Net Zero, una rigorosa etichetta per certificare edifici altamente performanti e ad impatto zero.
Ecotour 2011

Ecotour 2011

Lo scorso 24 novembre si è concluso ad Udine Ecotour 2011, un ciclo di convegni a tappe, aventi come tema il risparmio energetico in edilizia, organizzati...
Azero tour 2017: la tappa bolognese

Azero tour 2017: la tappa bolognese

La tappa bolognese di Azero tour 2017, il tour italiano per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Riqualificare in città con obiettivi NZEB...
Energia 2010 e risparmio energetico

Energia 2010 e risparmio energetico

A Pisa dal 15 al 17 gennaio si svolgerà l'esposizione Energia 2010 dedicata alla divulgazione ed alla promozione delle nuove tecnologie legate alle fonti rinnovabili.
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.