Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

L'amministratore non esegue la delibera assembleare: che fare?

Quali sono i rimedi se, per sua inerzia, l'amministratore di condominio non esegue la delibera assembleare: revoca, ricorso al Giudice e risarcimento dei danni.
- NEWS Amministratore di condominio

Obbligo dell’amministratore di eseguire le delibere assembleari


Quali sono le responsabilità dell’amministratore di condominio per la mancata esecuzione di una delibera condominiale?

Ti sei mai trovato a dover affrontare l’inerzia dell’amministratore di condominio che non si attiva per dare attuazione alle decisioni dell’assemblea?

Al fine di trattare l’argomento partiamo evidenziando che, in base a quanto statuito dall’articolo 1130, comma 1, n. 1 del codice civile, tra gli obblighi posti dalla legge in capo all’amministratore di stabili vi è quello di provvedere all’esecuzione delle delibere condominiali.

Mancato rispetto delibera condominio
Egli dovrà dunque attivarsi per rendere concreto ed effettivo quanto deciso durante la riunione assembleare dai condomini che hanno espresso il loro voto.

Se è stata deliberata l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria per la sistemazione di una parte del tetto, egli deve agire affinché i lavori vengano eseguiti al più presto.


Legittimazione processuale dell'amministratore


Collegato all’obbligo di dare esecuzione a una delibera assembleare vi è la legittimazione processuale riconosciuta dalla legge all'amministratore in quanto rappresentante del Condominio.

Egli potrà infatti avviare una causa davanti al Giudice al fine di rendere effettiva la decisione presa dai condomini, agendo sia nei confronti di uno o più condomini che nei confronti di soggetti terzi estranei alla compagine condominiale che, a seconda del caso, facessero ostruzione.

Poiché anche la difesa di una delibera condominiale rientra tra le sue competenze, l’amministratore potrà altresì opporsi davanti al Giudice in caso di impugnazione della delibera stessa.

Stiamo parlando, in entrambi i casi, di delibere afferenti cose o parti comuni e non di delibere aventi a oggetto interessi esclusivi dei singoli condomini.


In quali altri casi l’amministratore ha la legittimazione processuale


Ricordiamo, a puro titolo informativo, che oltre per eseguire le delibere assembleari l’amministratore condominiale ha la legittimazione processuale anche per:

  • disciplinare l'uso delle cose comuni al fine di garantire il godimento a tutti i partecipanti al condominio;

  • riscuotere dai condomini i contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea;

  • compiere gli atti conservativi inerenti le parti comuni dell'edificio.


Il mandato dell’amministratore di condominio


I compiti e gli oneri dell’amministratore di stabili derivano dal potere di rappresentanza del Condominio a lui conferito mediante contratto di mandato, così come disciplinato nel regolamento condominiale o con delibera assembleare.

Al mandato, l’amministratore dovrà dare esecuzione con la diligenza del buon padre di famiglia e lo stesso criterio dovrà essere adottato nel dare attuazione alle delibere assembleari.


Le conseguenze della mancata esecuzione della delibera assembleare


Cosa succede se non viene data esecuzione a una delibera assembleare?

In primo luogo dobbiamo precisare che il condomino da solo non può in alcun modo provvedere; ogni condotta in tal senso deve ritenersi illegittima.

Mancata esecuzione delibera assembleare
La soluzione deve trovarsi nella legge.

L’articolo 1105 codice civile stabilisce che, se una delibera assembleare non viene eseguita, ciascun condomino può ricorrere all’Autorità Giudiziaria.

Quest’ultima assume la decisione in Camera di Consiglio e può anche provvedere alla nomina di un diverso amministratore giudiziario. Si avvia un ricorso in sede di volontaria giurisdizione affinché sia il giudice a prendere i dovuti provvedimenti più opportuni.


Il condomino dunque può unicamente rivolgersi all’Autorità Giudiziaria affinché disponga nella maniera più opportuna per sbloccare la situazione.

Per la giurisprudenza il ricorso all’Autorità Giudiziaria da parte dei condomini è ammesso nei casi di assoluta inerzia dell'amministratore, per mancata assunzione dei provvedimenti necessari ad amministrare lo stabile, per assenza della maggioranza durante le votazioni che impediscano la presa di decisioni, o per difetto di esecuzione delle delibere assembleari.

Quando non è previsto il ricorso al Giudice


L’intervento del Giudice non è previsto invece in caso di conflitti tra i condomini in ordine alla gestione del condominio. Ad ogni modo, prima d'intraprendere la strada giudiziaria è sempre meglio, in ogni caso, sollecitare l'amministratore a fare quanto di sua competenza.


La revoca dell’amministratore di condominio


L’amministratore deve fare tutto quello che è in suo potere per poter dare attuazione alla delibera assembleare votata.

Oltre a quanto previsto dall’articolo 1105 codice civile, dovranno essere intraprese azioni risarcitorie ove si dimostrasse il verificarsi di danni a carico dei condomini e azioni revocatorie volte a mandar via l’amministratore a causa della sua inerzia.

Responsabilità amministratore inerzia
Per quanto concerne la revoca dell’amministratore giustificata, ad esempio, dal fatto che vengono eseguiti dei lavori di ristrutturazione o non vengono adeguati gli impianti alle norme, la legge consente di agire per ottenere la risoluzione del rapporto contrattuale che lega l’amministratore con il Condominio.

Costituisce ai sensi dell’articolo 1129 codice civile grave irregolarità della gestione proprio il mancato rispetto delle delibere assembleari che potrà comportare la sostituzione dell’amministratore con un altro che invece sia più solerte.

Come revocare l'amministratore inerte


Anche ai fini della revoca il singolo condomino non è legittimato ad agire da solo poiché il contratto di mandato è stato stipulato tra il Condominio e l’amministratore.

Sarà infatti l'assemblea dei condomini a poter revocare in qualsiasi momento l'amministratore con una maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno i 500 millesimi del valore dell'edificio o con le modalità stabilite dal regolamento di condominio, sempre ammesso che ve ne siano i presupposti.


Risarcimento per i danni subiti


Nel caso in cui l’inerzia e la negligenza comportamentale dell’amministratore siano causa di danni per i condomini o terzi occorrerà prendere i dovuti provvedimenti.

Un esempio di negligenza che può essere attribuito all’amministratore è proprio il mancato assolvimento di un incarico importante come quello di dare esecuzione alle delibere assembleari.

Il danno può essere arrecato al condominio stesso, come nel caso in cui non vengano riparate delle parti comuni, o a terzi estranei, come nel caso in cui essi subiscano un pregiudizio per i mancati lavori che l’assemblea aveva deliberato.

In entrambi i casi si potrà agire davanti al Giudice per ottenere il risarcimento dei danni subiti.

riproduzione riservata
Articolo: Cosa fare se l'amministratore non esegue la delibera assembleare?
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Cosa fare se l'amministratore non esegue la delibera assembleare?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
340.064 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cosa fare se l'amministratore non esegue la delibera assembleare? che potrebbero interessarti


Delibera assembleare di approvazione dei lavori ed eccesso di potere

Manutenzione condominiale - Tra i profili d'illegittimità di una delibera assembleare di condominio v'è anche l'eccesso di potere, ossia l'esercizio del diritto in modo distorto.

Per individuare l'amministratore basta la deliberazione dell'assemblea

Condominio - S'ipotizzi che una persona debba far causa ad un condominio: a chi dev'essere notificato l'atto introduttivo del giudizio?

Condominio, condotte illecite e responsabilità

Assemblea di condominio - Se una deliberazione condominiale può comportare la commissione di illeciti, il condomino può semplicemente dissociarsi da quella decisione oppure deve impugnarla?

Che cos'è una delibera condominiale programmatica?

Assemblea di condominio - L'assemblea di condominio può decidere su un argomento, oppure può decidere che su quell'argomento deciderà in seguito. In tal caso si ha una delibera programmatica.

Documentazione condominiale e delibere assembleari

Condominio - Ogni condomino ha diritto di chiedere (e pretendere) copia della documentazione condominiale detenuta, in ragione del suo mandato, dall?amministratore.Questo,

Una causa condominiale è sempre utile se la delibera è illegittima?

Condominio - Non ci sono stime certe ma il sentire comune pone la causa condominiale ai primi posti tra le controversie nei nostri uffici giudiziari.

Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa

Condominio - Il condomino contro il quale il condominio inizia una causa, o alla cui azione la compagine decide di resistere, non può votare all'assemblea che lo riguarda.

Delibera assemblea condominiale: quando può essere nulla o annullabile

Assemblea di condominio - Differenza tra delibera nulla o annullabile; quando i condomini possono impugnare una delibera e quali sono i termini da rispettare per invocare l'invalidità.

Condominio: come avviene il pagamento delle spese legali

Liti tra condomini - In quali casi il condominio è tenuto a pagare le spese legali e quando invece è possibile ottenere il rimborso. Che cos'è il dissenso alle liti di un condomino
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stock1
Salve, durante una riunione condominliale i condomini (tutti presenti tranne uno) hanno deliberato per una ristrutturazione totale del condominio per un importo che supera il 1...
stock1 31 Luglio 2020 ore 11:35 5
Img 64brunica
Buon giorno,può una delibera condominiale assunta dalla maggioranza a non approvare i lavori per installazione delle termovalvole e contabilizzatori in virtù di una...
64brunica 13 Giugno 2016 ore 18:18 1
Img franco100
L'amministratore del mio condominio, nonostante l'assemblea abbia deciso l'aumento del prezzo di accesso degli ospiti esterni della piscina condominiale, lui erroneamente ha...
franco100 05 Maggio 2015 ore 14:42 1
Img ftripic
Ciao a tutti,vorrei sapere qual'è la maggioranza qualificata in una assemblea condominiale per deliberare sulla attribuzione di spazi comuni (parcheggi).grazief.
ftripic 22 Gennaio 2014 ore 12:04 1