Come controllare la conformità edilizia in caso di compravendita

NEWS DI Comprare casa09 Dicembre 2014 ore 00:28
Prima della compravendita è consigliabile incaricare un tecnico di verificare la conformità urbanistico-edilizia e catastale dell'immobile che si vuole acquistare.

Perché verificare la conformità urbanistica e catastale


Per contrastare l'abusivismo edilizio, la legge attualmente prescrive che, a pena della nullità dell'atto, non è possibile vendere o acquistare immobili che non siano conformi dal punto di vista edilizio, urbanistico e catastale: perciò, prima della compravendita, o più precisamente prima dell'acquisto (perché le eventuali irregolarità non emerse prima del rogito potrebbero invalidare l'atto, o nella migliore delle ipotesi dover essere sanate a cura e spese dei nuovi proprietari), è indispensabile verificare la conformità del bene compravenduto, dando preciso mandato a un tecnico di fiducia di compiere tutte le operazioni necessarie.

Verificare la conformità urbanistica e catastale di un immobile
Sostanzialmente, le operazioni preliminari all'atto vero e proprio, e che potremmo quindi chiamare assistenza tecnica alla compravendita di immobili (ovviamente da non confondere col servizio di mediazione offerto dalle agenzie immobiliari), comprendono:

- contatti e incontri preliminari da parte del tecnico di fiducia dell'acquirente col notaio rogante, con l'agenzia immobiliare (se presente), e con l'eventuale tecnico del venditore, allo scopo di acquisire la documentazione comprovante lo stato legittimo dell'immobile compravenduto;

- richiesta presso gli archivi sia del Comune (o più precisamente dello Sportello Unico per l'Edilizia, l'Ufficio Edilizia Privata e simili) sia del Catasto (Nuovo Catasto Edilizio Urbano o NCEU) dell'eventuale documentazione mancante;

- esame e studio di detta documentazione;

- accordi con il notaio rogante per la documentazione da redigere, normalmente costituita da piante firmate e timbrate e/o dichiarazioni di conformità da allegare al rogito;

- verifica della regolarità edilizia e catastale dell'immobile e stesura dei relativi certificati.


Verificare la conformità urbanistico-edilizia


In concreto, verificare la conformità urbanistico edilizia significa quindi confrontare il reale stato di fatto di un edificio o unità immobiliare con lo stato legittimo, generalmente coincidente con il progetto della più recente pratica edilizia depositata (o in sua mancanza - cioè per gli edifici e/o unità immobiliari mai oggetto di trasformazioni edilizie in tempi abbastanza recenti - di una planimetria catastale storica).

A tale scopo, assume quindi molta importanza l'indispensabile sopralluogo, che dovrà ovviamente comprendere dapprima un accurato confronto visivo tra lo stato legittimo e il reale stato dei luoghi, volto ovviamente a verificare l'eventuale esistenza di difformità macroscopiche (come ad esempio tramezzi spostati, finestre o porte tamponate, eccetera), e successivamente l'esecuzione di alcune misure a campione:
il rilievo geometrico completo è infatti necessario soltanto se durante l'esame preliminare si riscontrano alcune difformità.


Verificare la conformità catastale


Analogamente a quanto avviene per la conformità edilizia, anche la verifica catastale si basa sul confronto tra il reale stato di fatto e lo stato legittimo catastale, coincidente in questo caso con la rappresentazione della planimetria catastale (o catastino) più recente, e quindi aggiornata.

Naturalmente, si potranno compiere entrambe le verifiche (edilizia e catastale) durante il medesimo sopralluogo, risparmiando tempo e soprattutto controllando la coincidenza tra la pratica edilizia più recente e la planimetria catastale.


Verifiche di conformità edilizia


L'esito delle verifiche di cui sopra può essere di tre tipi diversi:


Verifiche con esito positivo: conforme


È il caso più semplice: infatti, l'edificio o unità immobiliare oggetto di compravendita risulta conforme dal punto di vista sia edilizio che catastale.

È quindi immediatamente possibile redigere i certificati di conformità edilizia e catastale secondo le modalità sotto descritte.


Verifiche conformità edilizia con esito negativo: non conforme


In altri casi si saranno invece riscontrate alcune difformità, consistenti generalmente (per gli appartamenti ) nell'esecuzione di modifiche interne senza presentazione di alcun titolo abilitativo.

In questi casi, prima di procedere alla compravendita sarà perciò necessario regolarizzare la situazione presentando una pratica edilizia a sanatoria, oppure, per i comuni che prevedono la prescrizione degli abusi edilizi minori, con le modalità descritte in sanatoria di opere abusive senza pratica edilizia.

Dopo le verifiche si può procedere alla compravendita dell'immobile
Nei casi più complessi, dove invece le opere abusive hanno previsto la realizzazione di aumenti di volume e/o superficie (utile o accessoria), la situazione appare decisamente più complicata, e l'iter da seguire prevede la verifica preliminare della possibilità di sanare l'abuso edilizio, e la successiva presentazione di un titolo edilizio a sanatoria, quasi sempre oneroso: questi obblighi tendono ovviamente a ricadere sui venditori.

Gli edifici completamente abusivi - generalmente sanabili con molta difficoltà e notevoli costi - potrebbero infine risultare del tutto invendibili.


Verifiche conformità catastale con esito negativo


La mancata conformità catastale, del tutto indipendente dalla conformità edilizia (per il verificarsi di questa situazione è infatti sufficiente aver tralasciato la variazione catastale dopo la presentazione del titolo edilizio e l'esecuzione dei lavori, cosa abbastanza frequente soprattutto negli anni '70 e '80) è assai più semplice da gestire, perché per regolarizzare la situazione basta eseguire una variazione catastale, eventualmente associata a una fusione e/o nuova suddivisione (con conseguente creazione o modifica dei subalterni) se necessario.


Certificati di conformità edilizia e catastale


Per provare la conformità edilizia e catastale dell'immobile oggetto di compravendita, solitamente il notaio inserisce a rogito una dichiarazione specifica al riguardo, oppure chiede la stesura di un'apposita dichiarazione da allegare all'atto, e cioè di un certificato di conformità edilizia e catastale.

Questa dichiarazione, unica oppure suddivisa in due brevi relazioni distinte, dovrà contenere:

- Dati identificativi del tecnico certificatore: qualifica professionale (architetto, geometra o ingegnere), codice fiscale e numero di iscrizione all'albo;

- Dati identificativi dell'immobile, e cioè indirizzo ed estremi catastali;

- Per la conformità edilizia gli estremi dello stato legittimo dell'immobile (cioè la pratica edilizia più recente depositata), mentre per la conformità catastale la data del catastino più aggiornato;

- Indicazione della data del sopralluogo, e delle operazioni compiute (ispezione visive, misure a campione o rilievo completo);

- Infine, la vera e propria dichiarazione di conformità edilizia e catastale.

riproduzione riservata
Articolo: Conformità edilizia, controllare in caso di compravendita
Valutazione: 3.63 / 6 basato su 8 voti.

Conformità edilizia, controllare in caso di compravendita: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Conformità edilizia, controllare in caso di compravendita che potrebbero interessarti
Ritenute incostituzionali le sanatorie edilizie previste dal Piano Casa in Campania

Ritenute incostituzionali le sanatorie edilizie previste dal Piano Casa in Campania

Leggi e Normative Tecniche - Il Piano Casa della Regione Campania contiene troppe sanatorie ponendosi in contrasto con il Testo Unico dell'edilizia. Lo ha affermato la Corte Costituzionale
Abusi edilizi: ecco quando è valida la comprevendita

Abusi edilizi: ecco quando è valida la comprevendita

Leggi e Normative Tecniche - La Corte di Cassazione con sentenza n. 24852/2015 prevede la validità del preliminare anche in caso di abusi edilizi che non modificano la volumetria dell'immobile
Qual è la differenza tra Sanatoria e Condono?

Qual è la differenza tra Sanatoria e Condono?

Leggi e Normative Tecniche - Nella pratica professionale capita spesso di percepire che non si comprenda la differenza tra Condono e Sanatoria: cerchiamo di fare chiarezza sull'argomento.

Sanatoria di opere abusive senza pratica edilizia

Leggi e Normative Tecniche - Il Regolamento Edilizio di alcuni comuni consente di sanare le opere di manutenzione straordinaria eseguite abusivamente senza presentare una pratica edilizia.

Rispunta il condono

Normative - Prontamente ritirato l'ennesimo emendamento alla manovra finanziaria, contenente ipotesi di nuovo condono edilizio.

Norme antisismiche e sanatoria edilizia

Leggi e Normative Tecniche - Il permesso in sanatoria salva dal reato di opere abusive, ma non dai connessi reati di violazione delle norme antisismiche, anche in assenza di pericolo.

Contratto preliminare di vendita: è valido anche se l'immobile è abusivo

Comprare casa - Che fare se dopo la stipula del contratto preliminare si scopre un abuso edilizio per irregolarità urbanistica? Il contratto è nullo? Il venditore è inadempiente?

I chiarimenti dal Notariato sulla conformità catastale

Catasto - Il notariato e il DL 78/2010 chiariscono gli obblighi in merito all'identificazione e alla conformità catastale degli immobili oggetto di trattativa immobiliare

Regolarità catastali e urbanistiche prima dell'acquisto di un alloggio

Normative - Prima di procedere alla stipula di un atto di compravendita di un alloggio, la legge impone che vengano osservate alcune condizioni ben definite: vediamo quali.
REGISTRATI COME UTENTE
303.594 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Manutenzione caldaia
    Manutenzione caldaia...
    80.00
  • Sostituzione condizionatori a Roma
    Sostituzione condizionatori a roma...
    250.00
  • Coibentazione delle coperture Bologna
    Coibentazione delle coperture...
    29.00
  • Coppo Corinzio Reggio Emilia
    Coppo corinzio reggio emilia...
    18.00
  • Trapano avvitatore con percussione DeWalt
    Trapano avvitatore con percussione...
    176.89
  • Soffiatore aspiratore trituratore elettrico Black+Decker
    Soffiatore aspiratore trituratore...
    84.99
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Hormann
  • Kone
  • Faidatebook
  • bticino
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.