Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Condominio e Privacy: il vademecum del Garante

Al fine di dissipare alcuni dubbi e incertezze, il Garante della Privacy ha pubblicato un utile Vademecum per agevolare la tutela della privacy in condominio.
12 Ottobre 2013 ore 10:39 - NEWS Regolamento condominiale
condominio , privacy , riforma

L'evoluzione della tecnologia ha portato nella vita quotidiana molte comodità e maggiore sicurezza da un lato, ma minore godimento della privacy dall'altro.


I problemi che riscontriamo nella realtà che ci circonda, si affrontano a scala minore anche in quella piccola comunità che è il condominio.

Così ci si può chiedere se un condomino ha il diritto o meno di installare una telecamera di videosorveglianza che riprenda il proprio posto auto o l'ingresso dell'appartamento.

Altri dubbi ed interrogativi li ha posti l'entrata in vigore lo scorso giugno della recente riforma (legge n. 220 dell'11 dicembre 2012), con i nuovi adempimenti previsti.

Ci si può chiedere, infatti, chi abbia diritto ad accedere alle informazioni relative al conto corrente condominiale e quali dati possono essere pubblicati sulla parte pubblica del sito web condominiale.
E ancora, ci si chiede se si ha diritto a pubblicare su di una bacheca pubblica le generalità di eventuali condomini morosi.


Vademecum del Garante su Condominio e Privacy


Al fine di dissipare questo ed altri dubbi, il Garante della Privacy ha pubblicato un utile Vademecum che si intitola proprio Il Condominio e la Privacy, che si prefigge di facilitare il dialogo tra i protagonisti di queste quotidiane vicende.

Vademecum Condominio e PrivacyIl Presidente dell'Autorità, Antonello Soro, ha sottolineato l'importanza di tutelare il diritto alla privacy di ogni condomino, ma ha anche ricordato, che essa non deve essere un pretesto per far mancare al condominio la trasparenza adeguata ad una sua corretta gestione, cosa che comporta anche che determinati dati siano a conoscenza di tutti.

Il Vademecum prende in esame tutti gli aspetti che si verificano più di frequente nella vita condominiale, dalle assemblee alle comunicazioni agli interessati, dall'accesso ai dati ai rapporti con l' amministratore .
Esso si divide in questi otto capitoli:
1. l'amministratore;
2. l'assemblea;
3. la bacheca condominiale;
4. la gestione trasparente del condominio;
5. la videosorveglianza;
6. il condominio digitale;
7. il diritto di accesso ai propri dati e altri diritti;
8. ulteriori chiarimenti.

In chiusura del manuale, invece, troviamo un utile glossario con i termini di più frequente utilizzo in ambito condominiale e l'indicazione dei testi normativi di riferimento.
Ma esaminiamo adesso alcuni degli aspetti trattati nel vademecum.


Amministratore di Condominio e Privacy


La legge prevede che l'amministratore debba comunicare ai condomini una serie di dati, tra cui le proprie generalità anagrafiche e professionali, il codice fiscale e il recapito telefonico, questi ultimi da affiggere in luogo pubblico anche di transito, a dispetto quindi della privacy.

L'amministratore, da parte sua, è invece tenuto a tutelare i dati dei condomini, ma solo nei confronti degli estranei al condominio.

Questo perché è sancito il diritto di ciascuno di loro di accedere ai dati relativi alla gestione, per cui può anche essere necessario venire a conoscenza dei dati del vicino.

Le singole morosità potranno anche essere espresse apertamente in assemblea e i dati del condomino moroso comunicati ai fornitori, come previsto dalla legge, ma non essere esposti in una bacheca pubblica.


Videosorveglianza in Condominio


videosorveglianza in condominioCon il manuale il Garante ha precisato che, per quanto riguarda la videosorveglianza in condominio, essa può interessare soltanto le aree comuni e deve seguire norme e limiti fissati dalla normativa generale sulla videosorveglianza.

Queste norme prevedono, ad esempio, di esibire appositi cartelli per i quali può essere anche usato il modello predisposto dallo stesso Garante, mentre le registrazioni dovrebbero essere conservate per un periodo non superiore a 24 – 48 ore a meno di specifiche esigenze legate alle attività presenti in condominio, come la chiusura di negozi ed uffici.

In ogni caso, però, una conservazione superiore ai 7 giorni deve comunque sottostare al parere del Garante.

La riforma ha introdotto una modifica per quel che riguarda il quorum necessario per deliberare l'installazione dell'impianto.

È ora necessaria la maggioranza degli intervenuti in assemblea e almeno la metà del valore millesimale dell'edificio.


Sito web condominiale


sito web condominialeIl capitolo relativo al Condominio digitale parte anche da alcuni quesiti già pervenuti al Garante della Privacy su questo nuovo strumento introdotto dall'entrata in vigore della legge.

La riforma del Condominio ha inserito nelle disposizioni di attuazione del codice civile l'articolo 71 ter che concede ai condomini la possibilità di dotarsi di un proprio sito Internet, ad accesso privato e protetto, attraverso il quale ogni condomino possa consultare tutti gli atti e i rendiconti mensili.

Il Garante chiarisce che l'amministratore potrà pubblicare e rendere accessibili con questo sito solo i documenti approvati con specifiche delibere, come ad esempio i dati contabili.

Ad essi, in ogni caso, potranno accedere soltanto le persone che ne avranno diritto per cui esse dovranno essere dotate di specifiche password ed username per il login.

riproduzione riservata
Articolo: Condominio e Privacy
Valutazione: 5.55 / 6 basato su 11 voti.

Condominio e Privacy: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.898 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Condominio e Privacy che potrebbero interessarti


Amministratore di condominio e privacy dei condomini

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio, quale mandatario dei condomini, deve consentire l'accesso alla documentazione condominiale senza ledere la riservatezza di nessuno.

Riforma del condominio e i supercondominii

Assemblea di condominio - Oggi, contrariamente a tale impostazione, l'applicazione delle norme dettate in materia di condominio negli edifici è esteso anche ai supercondomini ed ai condomini orizzontali.

Svolgimento dell'assemblea condominiale e privacy

Assemblea di condominio - La partecipazione all'assemblea condominiale è riservata solamente ai condomini mentre gli estranei possono partecipare solamente per i motivi di loro interesse.

Visione dei documenti condominiali e privacy

Regolamento condominiale - I documenti condominiali sono atti visionabili dai condomini, ma è necessario operare delle distinzioni per evitare violazioni della riservatezza di qualcuno.

Sito internet condominiale e privacy

Assemblea di condominio - La decisione di attivare un sito internet condominiale deve rispettare determinati requisiti e dev'essere attuata in modo da non ledere la privacy dei condomini.

Comunicazione del verbale d'assemblea e la tutela della privacy

Condominio - Il verbale di assemblea condominiale rappresenta la prova di ciò che è stato deliberato, delle dichiarazioni dei condomini e più in generale dello svolgimento dell'assemblea.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Opere su parti di proprietà esclusiva nella riforma del condominio

Parti comuni - La riforma del condominio è intervenuta sul codice civile modificando l'art. 1122 o meglio,aggiornandolo alle pronunce giurisprudenziali che lo riguardavano

Assemblea fiume e le novità introdotte dalla riforma

Condominio - Assemblea fiume, ovvero la possiiblità di parteciapare ad estenuanti ed infinite riunioni condominiali. La riforma semplificherà le possibilità di rinvio.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pippilotta
Buongiorno,il condominio in cui vivo (9 unità abitataive) sta avanzando la pratica per accedere al 110% per cappotto termico e sostituzione caldaia (abbiamo il...
pippilotta 06 Maggio 2021 ore 09:41 1
Img luca1954
Salve,l'amministratore del nostro condominio ha indetto un'assemblea dopo aver fatto fare l'analisi di fattibilità.Nell'ordine del giorno è scritto infatti...
luca1954 18 Aprile 2021 ore 21:19 2
Img stefanosb
Buongiorno a tutti,sono proprietario di una piccola palazzina composta da 5 piccoli appartamenti.La norma prevede che il superbonus sia applicabile alle palazzine uniproprietario...
stefanosb 15 Aprile 2021 ore 15:17 1
Img bedocasa
Buonasera,nel mio condominio dobbiamo sostituire il portone comune che da accesso ai garage.Al momento abbiamo un portone sezionale che ci ha dato ben poche soddisfazioni...
bedocasa 14 Aprile 2021 ore 10:54 1
Img giuse05
Buonasera a tutti,dopo aver fatto una riunione condominiale nel mese di Gennaio per i lavori trainante (Cappotto) al 110%, alla presenza di un Tecnico Ingegnere Eedile,...
giuse05 13 Aprile 2021 ore 12:14 4