Caratteristiche, realizzazione e manutenzione delle grondaie

NEWS DI Tetti e coperture27 Marzo 2018 ore 16:01
Le grondaie sono fondamentali in qualsiasi edificio per smaltire correttamente le acque piovane ed evitare gravi danni alle finiture e alle strutture portanti.

A cosa servono le grondaie?


In un edificio, il sistema di smaltimento delle acque piovane è fondamentale per motivi sia funzionali sia di protezione degli elementi costruttivi da forme di degrado anche assai gravi.


Grondaia Montafacile di Artegronda

Grondaia Montafacile di Artegronda

Grondaia Montafacile di Artegronda
Grondaie esterne a sezione quadrata di Rheinzink

Grondaie esterne a sezione quadrata di Rheinzink

Grondaie esterne a sezione quadrata di Rheinzink
Grondaie per balconi di Rheinzink

Grondaie per balconi di Rheinzink

Grondaie per balconi di Rheinzink
Grondaia per tetti in lamiera di Grondeinrame

Grondaia per tetti in lamiera di Grondeinrame

Grondaia per tetti in lamiera di Grondeinrame
Grondaie in acciaio inox per lastrici solari di Grondeinrame

Grondaie in acciaio inox per lastrici solari di Grondeinrame

Grondaie in acciaio inox per lastrici solari di Grondeinrame
Grondaie in acciaio inox per lastrici solari by Grondeinrame

Grondaie in acciaio inox per lastrici solari by Grondeinrame

Grondaie in acciaio inox per lastrici solari by Grondeinrame
Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame
Grondaia in alluminio a sezione quadrata di Grondeinrame con finitura anticata

Grondaia in alluminio a sezione quadrata di Grondeinrame con finitura anticata

Grondaia in alluminio a sezione quadrata di Grondeinrame con finitura anticata
Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame di Grondeinrame
Grondaia curvilinea in lamiera di rame by Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame by Grondeinrame

Grondaia curvilinea in lamiera di rame by Grondeinrame
Grondaie in cotto della Fornace d'Elia

Grondaie in cotto della Fornace d'Elia

Grondaie in cotto della Fornace d'Elia

Infatti, oltre a proteggere i passanti dallo scroscio delle acque piovane in corrispondenza degli sporti di gronda nei tetti a falde, questo sistema impiantistico raccoglie, convoglia e allontana le acque piovane dalle parti più delicate degli edifici.

Queste sono generalmente costituite da:
- facciate , particolarmente esposte ai danni da percolazione di acqua piovana se in muratura faccia a vista, di pietra molto porosa (ad esempio tufo o arenaria) oppure di intonaco decorato;
- le fondazioni e il piede delle murature, molto sensibili alle infiltrazioni d'acqua per risalita capillare;
- gli sporti di gronda, spesso nell'edilizia storica costituiti da elementi ornamentali di legno intagliato, da modanature di intonaco sagomato o da semplici stuoie di canniccio ricoperte di intonaco.


Realizzare un sistema di grondaie


Un sistema di smaltimento delle acque piovane come quelli dell'azienda Rheinzink è formato da:
- grondaie vere e proprie, generalmente montate esternamente in corrispondenza dello sporto di gronda nei tetti a falda e costitute da canaline parzialmente o completamente incassate nei tetti piani e/o lastrici solari;
- calate di gronda o pluviali, anche in questo caso posti esternamente alla facciata o incassati all'interno della muratura;
- pozzetti di raccolta alla fine di ciascuna calata collegati alla pubblica fognatura o a un'apposita cisterna nel caso di recupero e riuso delle acque bianche; oppure cunette o fossi a cielo aperto, soluzione possibile ad esempio negli edifici rurali.

Tipico sistema di grondaie esterne, di Rheinzink
Ciascuno di questi elementi può essere di varie forme e materiali; quando possibile è inoltre consigliabile realizzare un sistema di grondaie esterno sia per la maggior semplicità di realizzazione e manutenzione , sia per limitare i danni all'edificio in caso di perdite, rotture o temperature particolarmente rigide.

Nelle strette strade dei centri storici è tuttavia molto comune una soluzione intermedia che prevede pluviali esterni fino a circa 2,5-3 metri dalla pavimentazione stradale e incassati da tale quota fino al livello del suolo. In questo modo è possibile evitare che la parte bassa dei pluviali possa rompersi o danneggiarsi in seguito agli urti occasionali con i veicoli.
Un metodo alternativo consiste invece nel realizzare i terminali delle calate di gronda con materiali molto resistenti come la ghisa o la lamiera di acciaio di spessore elevato.

Grondaia in rame a sezione quadrata di Grondeinrame
Solitamente, le grondaie e i pluviali prefabbricati vengono tagliati a misura direttamente in cantiere e montati secondo una precisa sequenza: le grondaie dopo la posa della guaina di impermeabilizzazione ma prima della sistemazione del manto di copertura, mentre, i pluviali dopo la tinteggiatura della facciata. Questo è ovviamente dovuto a precise esigenze funzionali, come non avere ostacoli durante la tinteggiatura finale o consentire un corretto posizionamento di tegole e coppi.

Le grondaie possono avere profilo semicircolare, quadrato che è anche il più diffuso ed economico, oppure rettangolare, più costoso perché richiede una quantità maggiore di materiale.
Analogamente, anche i pluviali sono a sezione circolare o scatolare.

Il montaggio comincia posizionando per prima cosa le cicogne di fissaggio allo sporto di gronda con un passo di circa 50 cm. In questa fase è necessario prevedere una pendenza di circa lo 0,5-1%, perché la grondaia non va mai montata perfettamente orizzontale per favorire il deflusso dell'acqua.

Assemblaggio di una grondaia Montafacile di Artegronda
Successivamente, si passa alla sistemazione della grondaia tagliando gli elementi con un angolo di circa 45° in corrispondenza degli spigoli dell'edificio: tali giunti vanno accuratamente sigillati con mastice isolante o preferibilmente saldati a stagno.

Si passa quindi al montaggio delle calate e all'installazione dei pozzetti: in corrispondenza dell'imbocco dei pluviali si deve praticare un ampio foro nella grondaia e quindi sistemare un'apposita reticella di protezione per impedire che foglie o detriti otturino la grondaia.

Queste operazioni vengono tuttavia semplificate notevolmente ricorrendo a sistemi modulari e prefabbricati come Montafacile dell'azienda Artegronda

In ogni caso, la realizzazione delle grondaie in coperture curvilinee risulta particolarmente laboriosa, perché occorre dividere la curva in numerosi piccoli segmenti rettilinei che richiedono complesse operazioni di taglio e saldatura dei pezzi.


Come dimensionare le grondaie


Naturalmente, per garantire un corretto smaltimento delle acque piovane, le grondaie e i pluviali vanno dimensionati in base alle precipitazioni medie della zona in cui si trova l'edificio, alla forma e pendenza della copertura e ovviamente al numero di calate previste.
Le dimensioni più comuni delle grondaie, da ArtegrondaIn generale è consigliabile:
- prevedere una calata di gronda almeno ogni 70-100 m2 di superficie sia nei tetti piani che a falda;
- nei tetti a falda, prevedere almeno una calata ogni due falde, da collocare in corrispondenza dello spigolo dell'edificio;
- usare pluviali con diametro non inferiore a 8-10 cm e grondaie con sviluppo lineare di almeno 33 cm;
- prevedere una pendenza delle grondaie dello 0,5% per evitare il ristagno di acqua piovana con possibile formazione di ghiaccio nella stagione fredda.

Le lattonerie hanno ovviamente dimensioni standardizzate: le calate e le grondaie più diffuse sono a sezione circolare con diametro di 10, 13 o 17 cm.


Grondaie in materiale plastico


Uno dei materiali più comuni per la fabbricazione di grondaie e pluviali è il pvc, disponibile in numerosi colori.

Particolarmente economico, versatile e leggero presenta tuttavia alcuni svantaggi, come la maggior facilità di rottura in caso di urti accidentali, assestamenti dell'edificio o formazione di ghiaccio e un aspetto estetico non eccezionale.

Questo materiale rappresenta quindi la soluzione ideale per gli edifici non di pregio come i capannoni industriali, i garage o le pertinenze.


Grondaie di lamiera metallica


In contesti monumentali come i centri storici o gli immobili antichi è dunque preferibile installare della lattoneria in lamiera metallica, in genere rame, alluminio o acciaio zincato, come spesso viene esplicitamente prescritto dai regolamenti edilizi o dalla Soprintendenza.

Le grondaie di rame sono esteticamente molto gradevoli e ormai tradizionali; tuttavia, hanno un costo elevato e negli edifici incustoditi sono spesso oggetto di furto.
Appena installate presentano il tipico aspetto caldo e brillante del rame, ma dopo qualche tempo si ossidano assumendo un colore brunito decisamente gradevole.

Grondaie in lamiera metallica di Artegronda verniciate in colori brillanti

La lattoneria di alluminio o acciaio zincato è quindi un'alternativa più economica, sicura ma allo stesso tempo compatibile anche con gli edifici di pregio.

I prodotti attuali sono infatti molto versatili grazie a una gamma di finiture praticamente illimitata: l'azienda Grondeinrame propone ad esempio una linea di grondaie e pluviali in alluminio con una verniciatura protettiva nei colori rame, grigio antracite e testa di moro oppure una finitura anticata.

Il catalogo di Artegronda comprende invece un'ampia collezione di lattoneria prefabbricata verniciata a colori brillanti come rosso, giallo, verde o azzurro, ideali per edifici contemporanei.


Grondaie di cotto


In alcune zone d'Italia, come certi paesi della Sicilia, sono invece tuttora diffuse le grondaie di cotto, costituite da una fila di comuni coppi da copertura o elementi semicircolari appositamente studiati, fissati allo sporto di gronda con apposite mensoline fittili o comuni cicogne, le calate formate da una serie di tubi connessi con giunti a bicchiere e infine pezzi speciali come curve o raccordi.

Edificio tradizionale siciliano con grondaie di cotto
Per i restauri degli edifici tradizionali o ubicati nei centri storici alcune aziende locali come la Fornace d'Elia producono tuttora questi elementi, fabbricati a mano da esperti artigiani.

La serie comprende le vere e proprie grondaie, i discendenti, i collettori a catinella per convogliare l'acqua da gronde a quote diverse e i giunti a gomito per collegare lo sporto di gronda alle facciate dell'edificio.


Manutenzione dei canali di gronda


Per non comprometterne l'efficienza, grondaie e pluviali vanno ispezionati regolarmente e riparati velocemente in caso di malfunzionamento o rottura.

Per prima cosa occorre procedere periodicamente a un'accurata pulizia, soprattutto nel caso di coperture sovrastate da alberi con foglie decidue: in autunno l'accumulo di foglie secche, rametti e detriti portati dal vento può infatti intasare le grondaie o i pluviali, facilitandone la rottura.

Grondaia in edificio storico di Artegronda
La principale causa di rottura vera e propria è invece la formazione di ghiaccio e accumuli di neve. Gli accumuli di neve tendono infatti a scivolare verso il basso, deformando o addirittura strappando violentemente le grondaie con in loro peso; mentre il ghiaccio che si forma all'interno dell'elemento, più voluminoso dell'acqua, può lesionare la lamiera, deformare i pezzi o aprire i giunti tra i vari pezzi.

Nei giorni piovosi le rotture e i punti intasati sono facilmente individuabili semplicemente osservando i punti in cui l'acqua trabocca o passa dal fondo della grondaia.

Grondaie Montafacile by Artegronda
La riparazione delle lattonerie risulta abbastanza semplice, ma per un lavoro a regola d'arte occorre rivolgersi ad artigiani qualificati.

Alcune volte la geometria originale delle grondaie deformate può venire ripristinata, ma nei casi più gravi è necessario tagliare la parte danneggiata e sostituirla con una nuova.
É invece possibile ripristinare la sigillatura dei giunti non a perfetta tenuta con appositi prodotti.
Se infine la grondaia risulta parzialmente o totalmente staccata è necessario controllare ed eventualmente sostituire le cicogne di fissaggio rotte o ammalorate.

riproduzione riservata
Articolo: Come realizzare una grondaia
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Come realizzare una grondaia: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Marina
    Marina
    Lunedì 8 Aprile 2013, alle ore 13:32
    Qualcuno sa dirmi dove si può trovare una grondaia in pvc bianco a Vicenza. Non riesco proprio a trovarla nelle edilizie. Me ne servono circa 7 metri lineari per una sezione di 15 cm di diametro. Grazie Marina
    rispondi al commento
  • Giancarlo C.
    Giancarlo C.
    Martedì 19 Marzo 2013, alle ore 13:29
    Buongiorno, ho notato che nelle mie grondaie in rame quando piove o nevica si vanno a formare esternamente delle gocce d'acqua che poi sgocciolano a terra bagnando il suolo (sembrerebbe tipo condensa), le grondaie sono intatte e pulite. A cosa è dovuto questo problema? e come si può risolvere? Grazie dell'attenzione. Cordiali saluti.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Come realizzare una grondaia che potrebbero interessarti
Smaltimento acque di prima Pioggia

Smaltimento acque di prima Pioggia

L'importanza di smaltire le acque piovane che spesso sono causa di allagamenti.
Canaline e pozzetti prefabbricati per lo smaltimento delle acque piovane

Canaline e pozzetti prefabbricati per lo smaltimento delle acque piovane

I pozzetti, le cunette e le canaline prefabbricate sono fondamentali per il corretto deflusso e smaltimento delle acque piovane da rampe, cortili e stradelli privati.
Il trattamento delle acque reflue domestiche

Il trattamento delle acque reflue domestiche

Per evitare l'inquinamento ambientale e la diffusione di malattie, è fondamentale trattare adeguatamente le acque nere provenienti dagli scarichi di bagni e cucine.
Coperture a tetto

Coperture a tetto

I sistemi di grondaia in materiali sintetici.
Materiali per grondaie e pluviali

Materiali per grondaie e pluviali

La raccolta delle acque piovane viene svolta dall'insieme di gronde, pluviali e rispettivi raccordi, ed è fondamentale per permetterne il regolare deflusso.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.513 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Argo tappeto my
    Argo tappeto my...
    820.00
  • Zazzeri miscelatore lavabo alto pop senza scarico
    Zazzeri miscelatore lavabo alto...
    305.00
  • Pluviometro in plaastica 35 ml
    Pluviometro in plaastica 35 ml...
    5.00
  • Pavimentazione per esterno, masselli autobloccanti, Marino di Roma
    Pavimentazione per esterno,...
    15.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.