Come fissare e quando cambiare la residenza

NEWS DI Burocrazia e utenze13 Giugno 2013 ore 19:42
La redidenza, ossia la dichiarazione del luogo in cui si vive, dev'essere comunicata agli uffici dell'anagrafe del Comune interssato perché è la legge a imporlo.
residenza , domicilio , dimora , stato civile
Avv. Alessandro Gallucci

ResidenzaLa residenza è nel luogo in cui la persona ha la dimora abituale.

Questa la stringata definizione contenuta nell'art. 43, secondo comma, c.c.

La dimora, in mancanza di definizione legislativa, è il luogo in cui una persona abita.

Indicare la propria residenza (reale) è un obbligo imposto dalla legge.
Se non lo fa l'interessato, la legge conferisce il potere di eseguire questo adempimento agli ufficiali dell'anagrafe.

Siccome la dichiarazione di residenza confluisce in un atto pubblico, dichiarare il falso comporta sanzioni anche e soprattutto dal punto di vista penale.
In poche parole: fare giochetti per usufruire di vantaggi d'ogni natura (in primis di carattere fiscale) non solo è caldamente sconsigliabile ma è anche e soprattutto illegale.
In questo contesto, come si suole dire con la legge alla mano, vale la pena comprendere che cosa bisogna fare per la corretta dichiarazione di residenza.


Residenza e obblighi del cittadino


Recita il primo comma dell'art. 2 legge n. 1228/1954:
È fatto obbligo ad ognuno di chiedere per sé e per le persone sulle quali esercita la patria potestà o la tutela, la iscrizione nell'anagrafe del Comune di dimora abituale e di dichiarare alla stessa i fatti determinanti mutazione di posizioni anagrafiche, a norma del regolamento, fermo restando, agli effetti dell'art. 44 del Codice civile, l'obbligo di denuncia del trasferimento anche all'anagrafe del Comune di precedente residenza.

Tizio si trasferisce dalla città Alfa a quella Beta:
egli avrà l'obbligo per sé e per la sua famiglia (intendendo con questo termini solamente i figli minori) di denunciare all'ufficio del Comune Beta tale variazione.

Dichiarazione di residenzaAi sensi del secondo comma del medesimo articolo, l'assenza temporanea dal Comune di dimora abituale non produce effetti sul riconoscimento della residenza.

Insomma se Tizio torna nella sua città di nascita per le vacanze o comunque si assenta per cause di lavoro e sempre per brevi periodi, ciò non fa cambiare nulla ai fini della fissazione della residenza.

Vale la pena ricordare che gli atti riguardanti la residenza sono atti pubblici consultabili da chiunque.

Ai fini legali il trasferimento della residenza non può essere opposto ai terzi di buona fede, se non è stato denunciato nei modi prescritti dalla legge (art. 44, primo comma, c.c.).

Insomma se Tizio non dichiara d'essersi trasferito nel Comune Beta non potrà lamentarsi se tutta la corrispondenza continua ad essergli recapitata (e magari a tornare al mittente) all'indirizzo precedente.


Residenza e persone senza fissa dimora


Che cosa accade se per sfortuna o per scelta una persona non ha la fissa dimora?

Si pensi, per fare l'esempio più classico e tristemente noto, ai clochard o, per guardarla diversamente a chi decide, per scelta volontaria, di vivere in un camper non avendo nemmeno una casa in affitto o comunque agli stessi clochard per scelta.

In tali casi, a dirlo sono i commi terzo e quarto dell'art. 2 della legge n. 1228/1954:

Ai fini dell'obbligo di cui al primo comma, la persona che non ha fissa dimora si considera residente nel comune dove ha stabilito il proprio domicilio.
La persona stessa, al momento della richiesta di iscrizione, è tenuta a fornire all'ufficio di anagrafe gli elementi necessari allo svolgimento degli accertamenti atti a stabilire l'effettiva sussistenza del domicilio. In mancanza del domicilio, si considera residente nel comune di nascita.


È comunque istituito, senza nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato, presso il Ministero dell'interno un apposito registro nazionale delle persone che non hanno fissa dimora. Con decreto del Ministro dell'interno, da adottare nel termine di centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, sono stabilite le modalità di funzionamento del registro attraverso l'utilizzo del sistema INA-SAIA.

I siti istituzionali contengono tutte le informazioni riguardanti l'istituzione ed il funzionamento del registro delle persone senza fissa dimora.

In questi casi le notificazioni, ai fini legali, debbono essere fatte al domicilio.


Residenza e ruolo dell'ufficiale d'anagrafe


Il Sindaco di ogni Comune, per legge (l. n. 1228/54), è l'ufficiale d'anagrafe.

Egli, solitamente, delega tale compito ai funzionari dell'ente.
Ai sensi degli artt. 4 e 5 della più volte citata legge n. 1228 spetta all'ufficiale dell'anagrafe il compito di verificare la verità delle dichiarazioni di residenza, nonché l'aggiornamento dell'anagrafe della popolazione residente anche in caso di trascuranza dei cittadini.

In particolare, a stabilirlo è l'art. 5:
L'ufficiale d'anagrafe che sia venuto a conoscenza di fatti che comportino la istituzione o la mutazione di posizioni anagrafiche, per i quali non siano state rese le prescritte dichiarazioni, deve invitare gli interessati a renderle.

Certificato di residenzaIn caso di mancata dichiarazione, l'ufficiale di anagrafe provvede di ufficio, notificando all'interessato il provvedimento stesso. Contro il provvedimento d'ufficio è ammesso ricorso al prefetto.

Per comprendere meglio la norma si pensi sempre a Tizio ed al suo cambio di residenza dalla città Alfa a quella Beta; se egli non dice nulla ma, poi, viene scoperto, allora potrà essere l'ufficiale dell'anagrafe a sistemare le cose.

È bene ripetere, perché spesso si usa, per i più svariati motivi, spostare la residenza laddove non si dimora effettivamente, che questa pratica elusiva è illegale e se scoperta comporta responsabilità di carattere penale oltre che la perdita di tutti i benefici fino ad allora goduti e la necessaria restituzione dei medesimi.

riproduzione riservata
Articolo: Come fissare e quando cambiare la residenza
Valutazione: 4.05 / 6 basato su 77 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Come fissare e quando cambiare la residenza: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Lucag1979
    Lucag1979
    Lunedì 4 Giugno 2018, alle ore 11:17
    Se vivrà a Roma, sì. Altrimenti no.
    rispondi al commento
  • Danny1
    Danny1
    Martedì 22 Maggio 2018, alle ore 18:12
    Il mio fidanzato ha cambiato residenza dal comune di Roma a Venezia (dove lavora), la pratica è stata inviata per email da tre giorni, quindi dovrebbe essere effettivo a Venezia.
    Per problemi con l'assicurazione vorrebbe tornare alla sua vecchia residenza di Roma e tornare nello stato di famiglia originario.
    Si può richiedere di nuovo la residenza a Roma nonostante siano passati solo pochi giorni dal cambio?
    rispondi al commento
  • Johnny2
    Johnny2
    Sabato 2 Settembre 2017, alle ore 11:31
    Vorrei spostare la residenza a casa della mamma del mio ragazzo dalla quale andrò a vivere (cambio comune).
    Non sarò usufruttuaria né comodataria né ovviamente proprietaria.
    Che titolo indico nella dichiarazione di cambio residenza?
    Se può essere utile, nella citta dove intendo trasferire la residenza lavoro con un contratto a tempo indeterminato.
    rispondi al commento
  • Alessandro
    Alessandro
    Mercoledì 28 Giugno 2017, alle ore 22:54
    Dopo un esperienza all'estero di due anni, e regolarmente iscritto all'AIRE sono tornato in Italia, e ho ripreso a vivere  da mia madre, come prima del mio viaggio, sono nullatenente (solo un ciclomotore).
    Lei è l'unica residente in questa casa e comproprietaria dell' immobile, insieme ad altri 3 fratelli.
    Al momento della richiesta della cancellazione AIRE e iscrizione all'anagrafe, l'ufficiale mi ha chiesto la dichiarazione del proprietario, basta quella di mia Madre?
    Perché uno dei suoi fratelli è attualmente fuori Italia e io ho urgenza per la residenza ai fini di assistenza sanitaria e acquisto autovettura.
    Sul citofono e sulla posta c'è il mio nome da sempre e sono stato residente in questa casa per vent'anni.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Alessandro
      Venerdì 30 Giugno 2017, alle ore 10:17
      Se tua madre ha un titolo per stare lì (contratto comodato, ecc.) secondo me basta il suo assenso.
      rispondi al commento
  • Francesca Colombo
    Francesca Colombo
    Lunedì 5 Giugno 2017, alle ore 17:45
    Fra poche settimane venderò casa ma non rogiterò per l'acquisto della nuova prima di qualche mese (stesso comune), nel frattempo io e mio marito sfrutteremo l'ospitalità di amici e parenti.
    Come mi comporto per il cambio di residenza?
    rispondi al commento
    • Andrea
      Andrea Francesca Colombo
      Lunedì 12 Giugno 2017, alle ore 13:09
      Stessa identica situazione, che si fa?
      rispondi al commento
      • Lucag1979
        Lucag1979 Andrea
        Mercoledì 14 Giugno 2017, alle ore 16:10
        Si deve spostare dove vivete, non è possobile fare altrimenti. Sentite un commercialista per le questioni fiscali.
        rispondi al commento
  • Nella
    Nella
    Martedì 23 Maggio 2017, alle ore 17:52
    Sto per acquistare casa.
    Dovrò fare alcuni lavori e richiedere il nuovo contatore della corrente elettrica prima di poterci abitare, in questo caso posso chiedere subito la residenza e poi fare i lavori?
    Se invece facessi prima i lavori e poi richiedessi la residenza dovrò pagare imu perchè risulta seconda casa?
    In realtà io e mio marito non viviamo in casa di proprietà e quella sarebbe per noi prima casa.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Nella
      Lunedì 5 Giugno 2017, alle ore 15:41
      Io non credo che stabilire dopo la residenza in quell'immobile ti possa far perdere i benefici prima casa.
      rispondi al commento
  • Valentina
    Valentina
    Giovedì 27 Aprile 2017, alle ore 13:27
    Ho vissuto per tre anni lontano da casa e adesso mi sto trasferendo per un pò in un affittacamere.
    Il gestore mi dice che non è necessario spostare la residenza, soprattutto se per poco tempo, quindi ho pensato di spostarla dai miei (non posso lasciarla dov'ero prima). 
    È un procedimento legale?
    Perché nel comune dei miei, quando ho detto che sarei domiciliata in un altro posto mi hanno detto che non si può fare.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Valentina
      Martedì 2 Maggio 2017, alle ore 09:36
      E' legale stabilire la residenza dove si abita, anche se si vive per brevi periodi da altre parte. Non è legale fissare residenze fittizie.
      rispondi al commento
  • Valeria
    Valeria
    Giovedì 13 Aprile 2017, alle ore 20:44
    Sono proprietaria di un appartamento; dal lunedi al venerdì non riuscirei a tornarci per lavoro e ci sarei solo nei week-end.
    Posso comunque trasferire in questo appartamento la mia residenza facendo presente questo all'ufficio anagrafe?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Valeria
      Mercoledì 19 Aprile 2017, alle ore 15:46
      Sì, esponi questa tua situazione all'ufficio anagrafe, non dovrebbero esserci problemi, ma meglio chiarire prima per evitare problemi poi.
      rispondi al commento
  • Lellasorrentino
    Lellasorrentino
    Venerdì 24 Marzo 2017, alle ore 11:50
    Io  il mio ragazzo siamo proprietari di un appartamento che al momento è vuoto e deve essere ristrutturato, dovremmo fare gli allacci per i lavori che con la residenza costerebbe anche molto meno, ma il comune ci ha imposto di farla dopo i lavori di ristrutturazione, potrebbe esserci un' altra soluzione per averla?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Lellasorrentino
      Lunedì 3 Aprile 2017, alle ore 16:49
      Fare i lavori dopo aver preso la residenza.
      rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Lellasorrentino
      Lunedì 3 Aprile 2017, alle ore 16:50
      Chiaramente se la casa è comunque abitabile.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Come fissare e quando cambiare la residenza che potrebbero interessarti
Cosa sono domicilio, dimora e residenza?

Cosa sono domicilio, dimora e residenza?

Il domicilio, la dimora e la residenza sono tre concetti che nel gergo comune vengono utilizzati quasi come sinonimi, ma invece rappresentano istituti differenti.
Documentazione allegata al registro di anagrafe condominiale

Documentazione allegata al registro di anagrafe condominiale

La tenuta del registro di anagrafe condominiale da parte dell'amministratore non presuppone nè impone la comunicazione di allegati al modulo informativo predisposto.
Nuovi adempimenti per locatore e amministratore con l'anagrafe condominiale

Nuovi adempimenti per locatore e amministratore con l'anagrafe condominiale

La legge di stabilità ha introdotto nuovi obblighi in capo al locatore e all'amministratore di condominio in relazione al contratto di locazione. Come valutarli?...
Spese sostenute per la redazione dell'anagrafe condominiale

Spese sostenute per la redazione dell'anagrafe condominiale

In tema di spese sostenute dall'amministratore di condominio per compilazione ed aggiornamento del registro di anagrafe condominiale, chi deve pagare e come pretenderlo?...
I registri condominiali dopo l'entrata in vigore della riforma

I registri condominiali dopo l'entrata in vigore della riforma

I registri condominiali, ossia il registro verbali, l'anagrafica condominiale e il registro di contabilità, rappresentano una delle novità della l. n. 220/12.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.300 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Armadio cinese in legno laccato del xx
    Armadio cinese in legno laccato...
    2600.00
  • Tavolino europeo rustico a due ripiani
    Tavolino europeo rustico a due...
    120.00
  • Pietra antiscivolo Carrara
    Pietra antiscivolo carrara...
    45.00
  • Ristrutturazione appartamento 100 mq a Roma
    Ristrutturazione appartamento 100...
    25500.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.